Pubblicato giovedì 13 dicembre 2018e aggiornato il

detersivo per lavatrice d'emergenza

Avete terminato il detersivo per lavatrice che producete voi stessi?
Non sapete come fare perché non volete acquistare un detersivo pronto?
Ecco la soluzione che vi consentirà di preparare al volo una o più dosi di detersivo sfruttando le materie prime che avete sicuramente in casa.

Seguite le indicazioni del breve video e avviate la lavatrice!

Veggie - Liliana Paoletti

Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Pubblicato mercoledì 12 dicembre 2018e aggiornato il

panforte - vegan senza glutine

Veramente delizioso!
Se in famiglia avete qualcuno intollerante al glutine o vegano fate questo panforte che potrete mangiare tutti indistintamente, perché non si sente alcuna differenza con altri panforti tradizionali di qualità.

Gli ingredienti di questa ricetta sono calcolati per un panforte del peso approssimativo di 350 g, diametro 14/15 cm, se volete fare un panforte grande del diametro di 21/22 cm raddoppiate la ricetta.

PANFORTE - VEGAN SENZA GLUTINE
Ingredienti:
125 g di mandorle sgusciate (ma con la pellicina)
40 g di fichi secchi
25 g di gherigli di noce
40 g di arancia candita
40 g di cedro candito
1/2 cucchiaino di semi di coriandolo in polvere
1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere
1 cucchiaino di cannella in polvere
una spolverata di pepe
40 g di farina di riso
1 puntina di gomma xantana
90 g di zucchero di canna
40 g di sciroppo d'agave
20 g di acqua
zucchero a velo ottenuto polverizzando zucchero di canna in un macina-caffè.

Preparazione:
Attenetevi alle indicazioni riportate nel video, rispettando sia l'ordine dei vari passi, che i tempi di cottura e di raffreddamento.

Veggie - Liliana Paoletti

Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

panettone vegan al cioccolato

Se non vi piace il panettone tradizionali con uvetta e canditi come il Panettone vegan, solo ingredienti naturali o se volete cambiare, o se volete farli entrambi, ecco la versione al cioccolato che mette d'accordo tutti.

PANETTONE VEGAN AL CIOCCOLATO
Ingredienti:
(per un panettone da 1 kg)
480 g di farina Manitoba 0 + qualche cucchiaio (se dovesse servire)
100 g di acqua minerale naturale (non gassata)
100 g di zucchero di canna biologico + 1/2 cucchiaino per la biga
100 g di burro vegetale di cocco e girasole
175 g di latte di soia al naturale senza zucchero oppure di mandorle o di avena fatti in casa (acquistati solo se non dolcificati)
8 g di lecitina di soia granulare o di girasole
3 g di lievito di birra fresco
4 g di sale
30 g massimo di cacao amaro
100 g di gocce di cioccolato fondente
1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere (o i semi di 1/2 baccello)

Per la preparazione di questo panettone attenetevi scrupolosamente al procedimento spiegato nel video:

Veggie - Liliana Paoletti

Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Soya Natural - Bevanda di Soia
Biologico - Senza zuccheri aggiunti
Voto medio su 200 recensioni: Da non perdere
€ 2,35

Bevanda di Soia - Soya Drink
Senza zuccheri aggiunti
Voto medio su 48 recensioni: Da non perdere
€ 2,21

panettone vegan, solo ingredienti naturali

Importanti pasticceri tradizionali che hanno voluto provare questa ricetta l'hanno considerata la migliore in assoluto tra le ricette vegan.
Io non ho la planetaria e ho impastato a mano, ma nell'impastatrice il risultato è migliore e meno faticoso.
In questa ricetta anziché inserire aromi artificiali ho voluto creare un aroma naturale per panettone, pandoro, colomba vegan.
Qui trovate il video con la ricetta:

Ciò non toglie che potrete scegliere l'aroma che preferite.
Ed ora vi scrivo l'elenco completo degli ingredienti necessari a realizzare questo delizioso panettone così sapete cosa procurarvi.
Per le fasi di preparazione invece dovrete seguire il video suddiviso in 2 parti

PANETTONE VEGAN - SOLO INGREDIENTI NATURALI
Ingredienti:
350 g di farina Manitoba 0 + qualche cucchiaio
150 g di farina di farro bianca (si può sostituire con la stessa quantità di farina Manitoba 0)
100 g di acqua minerale naturale (non gassata)
100 g di zucchero di canna biologico + 1/2 cucchiaino per la biga
(possibilmente di colore chiaro)
100 g di burro vegetale di cocco e girasole
175 g di latte di soia naturale senza zucchero o di mandorle o di avena fatti in casa (quelli commerciali solo se li trovate senza zucchero)
8 g di lecitina di soia granulare o di girasole
3 g di lievito di birra fresco
4 g di sale
0,2 g di curcuma in polvere (una puntina di cucchiaino) (per il colore, facoltativo)
2 cucchiaini abbondanti di Aroma per panettone vegan
(in alternativa 1/2 fialetta di aroma arancia + 1/2 fialetta di aroma limone sintetici)
100 g di uvetta sultanina
40 g di arancia candita
40 g di cedro condito

Per la preparazione qui trovate il video della PRIMA PARTE:

Qui trovate il video della SECONDA PARTE:


...e ora buon lavoro a TUTTI
Veggie - Liliana Paoletti

Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Soya Natural - Bevanda di Soia
Biologico - Senza zuccheri aggiunti
Voto medio su 200 recensioni: Da non perdere
€ 2,35

Bevanda di Soia - Soya Drink
Senza zuccheri aggiunti
Voto medio su 48 recensioni: Da non perdere
€ 2,21

Pubblicato venerdì 26 ottobre 2018e aggiornato il

confettura di castagne al latte (vegetale)

Una confettura deliziosa da fare ora, in piena stagione di castagne.
Per questa ricetta potete utilizzare Latte di soia o Latte di arachidi

CONFETTURA DI CASTAGNE AL LATTE (VEGETALE)
Ingredienti:
(per 5-6 vasetti)
1,5 kg di castagne
650 g di zucchero di canna per kg di castagne pulite (circa 700-750 g totali)
500 ml di latte di soia al naturale o di latte di arachidi crude
1 pizzico di sale
vaniglia in polvere
il succo di 1 limone (facoltativo)
1/2-1 cucchiaio di cacao amaro (facoltativo)
Preparazione:
Seguite il procedimenti spiegato dettagliatamente nel video:

Veggie - Liliana Paoletti

Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

confettura di mele cotogne

CONFETTURA DI MELE COTOGNE
Ingredienti:

(per 5-6 vasetti di confettura)
2 kg di mele cotogne
600-800 g di zucchero di canna per kg di polpa ottenuta dopo la prima cottura
1-2 limoni non trattati (succo e scorza)
Preparazione:
Seguire il procedimento dettagliato mostrato nel video:

Veggie - Liliana Paoletti

Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Pubblicato martedì 2 ottobre 2018e aggiornato il

cotognata

Chi da bambino non ha mai mangiato i deliziosi fruttini di gelatina di mele?
Penso che siano nei ricordi di tutti noi, e allora facciamoli!

Il procedimento è molto impegnativo, ma vale la pena tentarlo almeno una volta. La quantità di gelatine che otterrete è abbondante e si conserveranno a lungo in frigorifero.

COTOGNATA
Ingredienti:
2 kg di mele cotogne
2 kg (circa) di zucchero di canna
3 chiodi di garofano
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
foglie di alloro
Preparazione:
Seguite scrupolosamente il procedimento del video sottostante e non potrete sbagliare

Veggie - Liliana Paoletti

Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Sapone di Marsiglia da bucato (vegetale) - Guida all'acquisto

Produco saponi e detersivi da diversi anni e cerco di diffondere l'amore per la natura e per l'ambiente, per questa ragione propongo ai miei lettori molte ricette di detersivi che tra gli ingredienti hanno del sapone di Marsiglia.

Molte persone per paura della soda, per mancanza di tempo o perché hanno bambini in casa e non vogliono tenere sostanze pericolose come la soda caustica, preferiscono acquistare saponi di Marsiglia già pronti.

Purtroppo sul mercato si trovano saponi di qualità discutibile, sia perché sono a base di sego bovino (grasso ricavato dagli scarti della macellazione bovina), sia perché contengono sostanze dannose per l'ambiente e per la salute, come sequestranti tipo EDTA, sbiancanti ottici, profumi sintetici, coloranti.

Ho fatto un'accurata ricerca per trovare dei saponi con una composizione accettabile, in questa guida all'acquisto, anche se le possibilità di acquisto sono limitate, troverete sicuramente il sapone che fa per voi. Ho cercato principalmente nei supermercati così troverete facilmente almeno un paio di tipologie di sapone diverse.

Seguite le indicazioni del video qui sotto, che l'altro vi insegnerà a riconoscere il sego bovino tra gli ingredienti dei saponi.

Veggie - Liliana Paoletti

Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Pubblicato lunedì 24 settembre 2018e aggiornato il

croccantini al sesamo (vegan) - Con zucchero di canna e sciroppo d'agave

Chi non ha mai divorato con gusto i croccanti al sesamo?
Ecco come farli in casa senza miele, glucosio o altri zuccheri raffinati.
Se non vi piace lo sciroppo d'agave potete sostituirlo con sciroppo d'acero o con malto d'orzo o di riso.

CROCCANTINI AL SESAMO
Ingredienti:
(per 6 croccantini di dimensione commerciale)
100 g di semi di sesamo
oppure se volete potete farli misti sesamo-lino,
in questo caso:
50 g di semi di sesamo + 50 g di semi di lino dorati
50 g di zucchero di canna grezzo
20 g di sciroppo d'agave
1 cucchiaio d'acqua
Preparazione:
Seguite il procedimento spiegato nel video:

Per evitare che diventino gommosi è importante far asciugare un po' lo zucchero dopo che si sarà sciolto, prima di aggiungere i semi.
Se però a lavoro ultimato risulteranno ancora morbidi passate al trucchetto spiegato nel video e vedrete che verranno perfetti.
Veggie - Liliana Paoletti
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Pubblicato mercoledì 19 settembre 2018e aggiornato il

Latte di soia fresco deodorato - Si conserva in frigorifero per 30 giorni


Se vi piace il latte di soia al naturale, da bere o per cucinare provate questa ricetta.
Finalmente ho trovato un metodo di preparazione che neutralizza completamente il sapore di fagiolo, tipico del latte di soia fatto in casa.
Il latte di soia acquistato viene trattato con ultrasuoni per eliminare odore e sapore sgradevoli. Noi in casa non possiamo certo usare gli ultrasuoni, ma con qualche piccolo accorgimento possiamo comunque risolvere il problema.
In questo procedimento vi mostro anche un metodo per poter conservare il latte di soia fresco in frigorifero per un tempo massimo di 30 giorni, senza che subisca alterazioni nel sapore o nella consistenza.

LATTE DI SOIA FRESCO DEODORATO - SI CONSERVA IN FRIGORIFERO PER 30 GIORNI
Ingredienti:
(per 2 litri di latte)
250 g di soia gialla biologica
2 litri di acqua di rubinetto per l'ammollo
2,800 litri di acqua oligominerale iposodica per il latte
1 cucchiaio di aceto di mele
1/2 cucchiaino di sale fino

Preparazione:
Come avrete letto questo latte si fa con ingredienti comuni, gli stessi che usate normalmente, quello che fa la differenza è il metodo di preparazione.
Il responsabile dell'odore cattivo è l'enzima lipossigenasi che ossida i grassi della soia, per ottenere un latte privo di odore e sapore di fagiolo basterà seguire le indicazioni sulla preparazione spiegate nel video.


Per conservare il latte fino a un mese serviranno 4 vasi Bormioli da 500 ml in cui riporre il latte.
Potrete conservare i barattoli sottovuoto in frigorifero per 4 settimane.
Consumate in 3-4 giorni il latte dei barattoli che aprite.
Veggie - Liliana Paoletti

Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Pubblicato venerdì 7 settembre 2018e aggiornato il

Spruzzino detergente multiuso al limone fresco


Un detergente facile da realizzare, che non richiede l'impiego di materie prime di difficile reperibilità.
Molto versatile. Potrete usarlo in cucina e per tutta casa, su tutte le superfici lavabili: top della cucina, frigoriferi, credenze della cucina, porte, infissi, mobili in legno lavabile, davanzali. Ottimo anche per lavare velocemente il piano cottura quando non è particolarmente grasso.
Il prodotto non ha bisogno di risciacquo. Si spruzza sulle superfici da detergere e si passa con uno straccetto umido, particolarmente adatti quelli in microfibra.
Dopo la pulizia è preferibile asciugare le superfici per non lasciare macchie di acqua.

SPRUZZINO DETERGENTE MULTIUSO AL LIMONE FRESCO
Ingredienti:
(per 1 litro di detergente)
700/800 ml di acqua demineralizzata
200 ml di aceto di vino bianco (o aceto di mele)
200 ml di alcol etilico denaturato (quello rosa)
oppure
160 ml di alcol buongusto 95° (quello per i liquori)
2 limoni interi
1 cucchiaino di detersivo per i piatti ecologico
6/10 gocce di olio essenziale di limone o di arancio
Preparazione:
Seguire le indicazioni riportate nel video:

La ricetta è calcolata per 1 litro di prodotto, che potrete fare tranquillamente, perché si conserva a lungo senza problemi.
Conservate il detergente in una bottiglia o un flacone di plastica e riempite uno spruzzino all'occorrenza.
Veggie - Liliana Paoletti

Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6009 3883 5156

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it