Pubblicato sabato 6 novembre 2010e aggiornato il

pomata alla calendula

Nell'armadietto dei rimedi la pomata alla calendula non deve mancare.
Un'infiammazione, un'irritazione o una piccola ferita trovano giovamento con applicazioni di calendula.
Un'eritema, una scottatura? ....ancora calendula.
Prurito, punture d'insetti o pelle arrossata, sempre la calendula!
La calendula è da considerare una panacea per i problemi della pelle, teniamone sempre un vasetto in casa.
La pomata si può fare facilmente in casa con ingredienti naturali e di facile reperimento.

POMATA ALLA CALENDULA
(per un vasetto da 50ml)
Ingredienti:
40 gr. oleolito di calendula in olio EVO
6 gr. cera d’api*
80 gocce T.M. di calendula
20 gocce o.e. tea tree
20 gocce o.e. di limone
* E' preferibile avere della cera d'api pronta da usare. Preparatela in anticipo in piccoli cubetti come spiegato qui oppure in scaglie come spiegato nell'articolo preparare la cera in scaglie.
Preparazione:
Scaldare a bagnomaria l’oleolito e la cera finché la cera non si sarà fusa, facendo attenzione a non far alzare troppo la temperatura (massimo 70°).
Aggiungere gli oli essenziali e la tintura madre, girare bene ed attendere qualche secondo per far scendere un po' la temperatura.
Versare la pomata nel vasetto prima che solidifichi.
Attendere il completo raffreddamento prima di chiudere il vasetto.
Conservazione e uso:
Poiché questa pomata non contiene acqua può essere conservata a temperatura ambiente, ma lontano da fonti di calore. Si conserva fino a 2 anni e oltre.
Può essere utilizzata per tanti problemi della pelle quali eczemi, screpolature, ferite, contusioni, eritemi e come dopo-puntura di insetti contro il prurito.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
POMATA ALLA CALENDULA by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

86 commenti:

  1. che bello veggie la volevo porprio, così quando finisco quella della Weleda uso questa per l'alice ;)

    RispondiElimina
  2. La Weleda è senz'altro ottima, ma fatta in questo modo è meglio, così non servono neanche i conservanti.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  3. appena lei si sveglia esco a comprare i fiori di calendula...vi tengo aggiornati

    RispondiElimina
  4. La calendula...una panacea a tutti i mali..o quasi..in casa mia non può mancare.
    Grazie per questa utilissima ricetta, la proverò sicuramente!

    Baci
    Bisi

    RispondiElimina
  5. Ma che brava che sei sempre, Veggie!
    Grazie,
    DaniVS

    RispondiElimina
  6. Se non fosse per il tempo... troppe ne avrei di cose da scrivere!
    Comunque ad un ritmo di 3 aeticoli a settimana penso che posso andar avanti tranquillamente per altri 2 anni senza inventare altro haha!!
    Ciao a tutte!
    Veggie

    RispondiElimina
  7. la preparo di sicuro!!! Grazie mille!!

    RispondiElimina
  8. io ci metto anche una piccola parte di karitè... cmq ti ho linkato per un regalo! buonanotte è un piacere leggerti

    RispondiElimina
  9. Grazie Sara, non ho ancora scoperto le funzioni "regali in link" hehe!!
    Spero di trovarlo!
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  10. Si può fare una pomata analoga anche con l'oleolito di iperico?
    Grazie
    Serena

    RispondiElimina
  11. Si, io la faccio, basta sostituire l'oleolito di calendula con quello di iperico. Anzi io faccio metà oleolito di calendula e metà di iperico. Viene una pomata eccezionale per le scottature.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  12. veggie mi sono accorta ora che non ho idea di cosa sia la tintura madre di calendula, che devo fare per farla? la cera d'api la posso prendere su ebay?

    RispondiElimina
  13. Si certo la cera la puoi prendere su ebay.
    La tintura madre puoi prepartela mettendo a macerare 15 gr. di fiori secchi di calendula in 100 ml di alcol a 65°/70° per 15 giorni, poi filtri e metti in una boccetta scura, oppure puoi acquistarla in erboristeria.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  14. Ciao Veggie bentornata e buone feste fatte!!
    Vorrei approfittare della sua solita disponibilità, ti spiego ho un'amica con le mani assolutamente rovinate, screpolate fino a sanguinare e sappiamo per certo che non è un'allergia. Le vorrei fare la pomata alla calendula (che io già uso) ma volevo sapere se posso aggiungere glicerina (con la quale lei trova sollievo) e un pò di vitamina E.
    Che ne pensi? e nel caso con quale modalità e quantità?
    grazie molte!
    baci
    Bianca

    RispondiElimina
  15. Ciao Bianca, buon anno nuovo, stiamo ancora in tempo è appena iniziato!
    Puoi aggiungere della glicerina, ma non troppa, 1 cucchiaino è più che sufficiente, troppa glicerina anziché idratare sottrae acqua dai tessuti, anzi spero che la tua amica non la stia utilizzando pura, in qual caso potrebbe essere la causa della secchezza.
    Aggiungila dopo che la cera si è fusa, quando gli oli sono caldi.
    Se hai dell'oleolito di iperico, puoi mettere metà calendula e metà iperico.
    Se hai dell'olio essenziale di mirra mettine qualche goccia.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  16. Si ho l'iperico! quindi niente vitamina E?
    Non usa la glicerina pura ma una crema che la vede al secondo posto nell'inci, senza paraffina o affini ma con qualche altra schifezza a bollino rosso dal terzo posto in poi!
    Altra domandina ma il limone potrebbe darle fastidio su questi taglietti o lo lascio?
    Intanto grazie molte!
    Bianca

    RispondiElimina
  17. Si scusa, ho dimenticato di scriverlo, la vit. E va più che bene, mettine mezzo cucchiaino scarso.
    Ricapitolando: metà oleolito di iperico e metà di calendula, 1 cucchiaino di glicerina e mezzo cucchiaino di vit.E.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  18. Cara Veggie
    volevo aggiornarti è venuto fuori un prodottino fantastico!!
    Lascia la pelle morbidissima
    grazie!!!!!
    Bianca

    RispondiElimina
  19. salve!! bella come ricetta, però mi sorge un dubbio. gli attivi e gli oe non andrebbero quando il preparato è quasi freddo???

    RispondiElimina
  20. Non si può attendere troppo, se la pomata si raffredda inizia a solidificare, comunque quando quando gli oli essenziali vengono aggiunti la temperatura è inferiore ai 70°C, non è proprio bollente.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  21. Ciao Veggie, la ricetta è meravigliosa e vorrei provarla a fare oggi pomeriggio. ho solo un piccolo problema mi manca solo la t.m di calendula e di tinture o solo il ptopoli .E' possibile sostituire con altro? grazie .
    un' abbraccio barby

    RispondiElimina
  22. E' la stessa domanda che mi hanno fatto ierinel gruppo, uguale uguale...
    La T.M. di propoli non può sostiuire la calendula, se hai una piccola quantità di fiori ti conviene fartene un po', ci vogliono 10/15 giorni. Altrimenti che altre T.M. hai?
    Veggie

    RispondiElimina
  23. Appena fatte 3 giare :-) solo che mi sono permessa di mettere meno oli essenziali (e uno di testa mia): 20 gtt limone, 10 citronella e 5 tea tree per 100g di pomata. La citronella ho letto che aiuta non solo a prevenire ma anche a curare le punture. Va bene?
    Poi come da mio solito,essendo una pasticciona, ne ho versato un po' fuori dai contenitori e per provarla ho spalmato un po' d pomata sulle mani ma brucia un po'... non è che è la tintura madre? su una scottatura può peggiorare la situazione?

    Michy

    RispondiElimina
  24. Sono sempre io... dimenticavo di dire che non avendo il contagocce ho pesato 10 gocce di un'altra tintura e ho fatto il calcolo che 160 gtt venivano 4,8g di tintura madre... mi sono regolata così. Speriamo di non averne messo troppa! :-)

    RispondiElimina
  25. @ Michy: Ho scelto limone e tea tree perché la pomata potesse essere usata su più fronti. Il tea tree disinfetta le punture, la citronella lavora più come insetto repellente, ma non è questo lo scopo della pomata. Inoltre è anche un po' irritante. Con molta probabilità la tintura madre in quantità eccessiva insieme alla citronella su una ferita possono bruciare un po'.
    Potevi scrivermi e ti avrei risposto di misurarla in altro modo!
    Comunque anche se in questo momento ti è sembrato che bruciasse un po', si è trattato di quella versata, è probabile che non fosse ben miscelata e che sulla pelle sia finita più tintura madrfe che pomata.
    Veggie

    RispondiElimina
  26. Sto rileggendo ora... ma nella ricetta si parla di 80 gocce di tintura madre, perché hai fatto il calcolo per 160 gocce? Ne hai fatti 2 vasetti?
    Veggie

    RispondiElimina
  27. Si, ho fatto 3 vasettini per 100g totali... Comunque sotto ai vasetti si notano delle goccioline di tintura madre... eppure ho mischiato bene (anche se volevo quasi frullare col frullino per cosmetici)... come mai?

    Michy

    RispondiElimina
  28. Fammi sapere come posso misurare le gocce di TM :-) al limite la rifaccio (sto imparando) senza la citronella. Però non capisco come fare per far amalgamare bene la tintura visto che mi rimangono le goccioline sul fondo.

    RispondiElimina
  29. Questo dimostra che la tintura madre era troppa e l'emulsione non è riuscita alla perfezione, comunque puoi usare tranquillamente il frullatorino per la schiumacaffé così faciliti l'emulsione.
    Per 80 gocce di T.M. puoi metter circa 2 ml di tintura che puoi misurare con una siringa, non a peso.
    Giacché la rifai non mettere la citronella così la pomata potrai usarla anche sulle scottature e come lenitivo in genrale.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  30. Grazie mille! Semmai mi mantengo però sulla metà degli oli essenziali... non mi piace molto l'odore del tea tree :-)
    Riprovo e ti faccio sapere.

    RispondiElimina
  31. Scuse se scrivo di nuovo... ma non è che l'emulsione deve avvenire come con una cold cream? ovvero mescolando fino a raffreddamento? o basta dare una buona frullata per 1 minutino per poi versare nel vasetto?

    RispondiElimina
  32. C'è solo quel poco liquido dell'alcol da emulsionare, quindi è sufficiente frullare per un minuto e invasare, ma se vuoi puoi frullare per più tempo, se eventualmente si raffreddasse troppo, puoi riscaldarla pochi secondi per versarla nei vasetti.
    Veggie

    RispondiElimina
  33. Mi stavo chiedendo... una parte la lascio senza oli essenziali (funge lo stesso?) la vorrei usare per la nostra piccolina (meno di un anno) in caso di zanzare.
    Ma l'OE di limone quale funziona ha? lo conosco solo come lucidante per capelli. La lavanda va bene lo stesso?

    RispondiElimina
  34. Il limone è disinfettante, nella crema della bimba metti solo poche gocce di lavanda, vanno benissimo!
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  35. Fatta la nuova pomatina! è uscita bene questa volta :-) e l'odore non è male, anzi!
    speriamo solo che vada bene l'oleolito. Ho seguito il video di carlita (qualche mese fa) e ho messo olys e riso e alla fine dopo 40 gg aveva un odore un po' acidulo. L'iperico era proprio aceto e l'ho buttato. Chissà se funzionerà lo stesso questa pomata.
    Grazie comunque per le dritte!

    RispondiElimina
  36. Ciao, si può usare come crema viso idratante o devo fare qualche variante?


    Grazie
    Mary

    RispondiElimina
  37. Domani posterò la ricetta della cold cream in cui potrai usare l'oleolito di calendula come in questa ricetta, sempre se non ti risulti troppo grassa, ma la cold cream include anche un minimo di acqua che la rende più adatta al viso.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  38. Grazie!
    Volendo l'aloe e il tocoferolo si possono aggiungere?
    Grazie di nuovo!

    RispondiElimina
  39. Si un po' di tocoferolo potrai aggiungerlo e l'aloe solo se è quello conservato (non il succo fresco) e solo nella quantità che possa sostituire la parte acquosa della ricetta.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  40. Fatta già da qualche mese, ho solo sostituito gli o.e. con lavanda e camomilla romana. E' veramente fantastica, la uso un po' per tutto. Per esempio, ogni tanto mi venivano degli arrossamenti ai lati della bocca, nella piega delle labbra. Solitamente si dice che quando vengono "mancano vitamine", ma non credo che sia cosi'. Mi duravano anche 3 o 4 giorni. Ho messo questa pomata e il giorno dopo non li avevo piu'!

    RispondiElimina
  41. Cara Veggie, come sempre ho voglia di fare anche questa pomatina... Volevo chiederti: il mio erborista mi ha suggerito di spruzzare con un pò di Brandy i fiori di calendula prima di metterci l'olio per fare l'oleolito, per disinfettare.... Cosa ne pensi e come dovrei fare? Inoltre ho trovato dell'olio di iperico scaduto da un anno. Non ha odore cattivo e vorrei sapere se lo aggiungessi sostituendolo a metà dell'oleolito di calendula le indicazioni sarebbero le stesse? potrei usarlo per gli eritemi da pannolino o per lo sfregamento tra le cosce?Infine non ho l'o.e. di limone: posso sostituirlo con quello di lavanda ed usarlo anche come repellente per le zanzare sui miei bimbi?
    grazie di tutto,
    Jeannette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jeannette, le risposte sono tutte sì...sì...sì!
      E' obbligatorio indicare la scadenza sui prodotti, ma questo non significa che allo scadere del tempo non siano più buoni, in questi casi l'olfatto è il nostro orologio, se l'olio non ha un odore insolito puoi usarlo.
      Anch'io faccio spesso metà e metà con la calendula, diventa eccezionale contro le scottature.
      Puoi mettere l'olio ess. di lavanda invece del limone.
      Ma che fiori useresti? e perché dovresti disinfettarli?
      Veggie

      Elimina
    2. E' calendula che ho comprato proprio dal suddetto erborista.... Dice che se non li disinfetto proliferano tutti i batteri. Quando gli ho chiesto se con il brandy potevo usarlo lo stesso per la mia bimba di un anno o diventava troppo aggressivo mi ha detto, "dammi retta, se non ci metti il brandy l'ammazzi tu la bimba"...Mi ha un pò turbata.... o_O

      Elimina
    3. Mi pare un po' fuori di testa, sono anni che faccio oleoliti e come me tante altre persone, nessuno ha mai ucciso nessuno con la calendula che è a dir poco una pianta miracolosa! E non è scritto su nessun manuale di usare questa pratica. Evidentemente il tuo erborista dev'essere un malato di igiene..
      Io non farei nulla del genere, poi regolati tu...
      Ciao Veggie

      Elimina
    4. Sinceramente nemmeno io ho mai trovato questa indicazione e conosco anch'io alcune persone che fanno oleoliti e mai ho sentito del brandy o la disinfezione dei fiori.... Il mio grande dubbio è che forse, se mi dice così, lui sa qualcosa che noi non sappiamo... tipo che quei fiori sono talmente schifosi e zozzi che sono da trattare prima di usarli?? mi ha fatto passare la voglia di usarli... Adesso torno in erboristeria e chiedo lumi!

      Elimina
    5. Io direi che se i fiori sono comuni fiori di calendula distribuiti in erboriteria da fornitori di erbe di erboristeria, non c'è ragione di preoccuparsi. Accertati che i fiori non li abbia fatti lui!
      Veggie

      Elimina
    6. L'erborista mi ha detto che i suoi fiori sono i fiori che gli fornisce il rivenditore che gli fornisce anche tutto il resto. Che la prassi del brandy ha lo stesso scopo dell'aceto nelle conserve alimentari: la conservazione senza il rischio di proliferazione batterica che può avvenire sempre in caso di utilizzo di vegetali che si devono conservare per lungo tempo fuori dal frigo. Dice che l'alcool contenuto nel brandy serve anche per far in modo che i principi attivi dei fiori si liberino meglio, così da avere un miglior risultato nell'olio stesso. Ma....

      Elimina
    7. Ok, quindi puoi acquistarla in tranquillità.
      Io non mettere nessun brandy, anche perché il discorso sulla conservazione non può essere così semplicistico.
      Pochi millilitri di alcol non potranno conservare un oleolito.
      L'oleolito per conservarsi più a lungo ha bisogno di un antiossidante non di alcol.
      Il tuo erborista dovrebbe studiare qualche particolare in più sui principi della conservazione...
      un conto è mettere una sostanza solo in alcol, un altro è metterla prima in alcol e poi nell'olio..
      Comunque se è riuscito a metterti paura fai come ti dice, anche se saresti l'unica a farlo in quel modo...
      Ciao Veggie

      Elimina
    8. Grazie come sempre!
      adesso stò facendo anche la tm! come mi piace pasticciare in questo modo!!
      Buon lavoro
      Jeannette

      Elimina
  42. Ciao! Intanto complimenti x il sito e x le tue ricette... nn mi staccherei più dal pc.. ;-)
    Ti chiedo: x far la tintura madre di calendula va bene anche l'alcol 95°? Se nn, dove lo trovo altro tipo di alcol?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metti 67 ml di alcol 95° + 37 ml acqua minerale naturale e avrai 100 ml di alcol a 65° che è quello che ci serve.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Ciao, consigli di unire 100ml di questo alcol a 65° su un quantitativo di fiori secchi di Calendula, per fare la Tintura Madre di Calendula, ma 67+37=104, devo comunque essere precisa e mettere 100ml esatti di alcol a 65°? Posso mettere acqua demineralizzata invece dell'acqua minerale naturale? Inoltre volevo chiederti, visto che la Tintura Madre viene realizzata con una quota di acqua, quest'ultima potrebbe favorire la proliferazione di batteri all'interno della Tintura Madre? Va conservata in frigo?

      Elimina
    4. Grazie per averci fatto caso, anche se di fatto l'errore non compromette nulla.
      Sarà stato un errore di scrittura sulla tastiera, comunque i commenti non si possono modificare.
      Per avere alcol a 65° servono 67 ml di alcol e 33 di acqua.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
    5. Scusa non ho finito di rispondere al resto.
      Puoi usare acqua deminralizzata se non intendi usare la tintura madre per uso interno-alimentare.
      La tintura non va conservata in frigorifero e l'alta percentuale di alcol che contiene impedisce qualsiasi forma di contaminazione batterica.
      Si conserverà per anni e anni..
      Veggie

      Elimina
  43. ciao superV mi accingo a preparare questa pomata ma ho alcune domande :D
    la posso usare nelle parti intime? mio nipote ha una piccola irritazione vicino alle palline e non penso che la pasta di hoffmann sia l'ideale. dici che la pomata è meglio?
    si può usare anche sulle femminucce??
    ho messo via una confezione di crema viso lavata e sterilizzata e tolto anche le etichette ma non ricordo quanta roba ce ne sta dentro! buuuuu dici che posso pesarla con dentro l'acqua e vedere il peso? o la pomata e l'acqua hanno pesi diversi? non so se si è capito..spero!!!
    hai detto che si puo usare sulle ferite.. nel senso taglio di coltello, sbucciatura di ginocchio cose del genere? tipo disinfetto la ferita e ci metto la pomata? sai sto facendo un elenco per essere piu chiara a casa così non rompono :)
    spero di aver detto tutto;D
    grazie mille
    diletta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! si mette secondo necessità, la calendula è emolliente, andrà bene contro le irritazioni, naturalmente va bene anche per le femminucce, che vogliamo lasciare tutti i privilegi agli uomini?
      La pomata non si mette subito sulla ferita, ma quando è in via di rimarginazione perché è di aiuto nella cicatrizzazione e mantiene morbida la parte lesa evitando orrende cicatrici che sotto al tatto si presentano come cordoni, questo vale anche per le ferite suturate con i punti. Se si mette la pomata di calendula la cicatrice rimarrà quasi invisibile (ovviamente nel limite del possibile).
      Per misurare la capacità del vasetto, lo metti sulla bilancia senza coperchio, poi azzeri la tara e lo riempi di acqua, il peso che leggi è la sua capacità che puoi tradurre in grammi, ovvero 100 ml di acqua = 100 gr. di peso perché il volume dell'acqua corrisponde al suo peso.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. mamma mia superV è una bomba questa pomata!!! l'irritazione di mio nipote si è affievolita nel giro di qualche ora, i suoi lividi sono ben curati con questa pomata e poi come post ceretta è magnifico!! ieri sera l'ho provato e la zona delle labbra non bruciava ed era scomparso il rossore!!!! veggie sei superlativa ed in piu mia sorella fa "dovresti farne un po che me la porto a casa x il bimbo"ahahahahaha lei che fino a pochi mesi fa mi prendeva in giro sui miei spignatti :D
      spero un giorno di fare anche il balsamo di tigre, ma x quello servono molte cose specifiche da accumulare nei mesi...magari me ni faccio regalare a natale :D
      ciao super Veggie, grazie mille per condividere il tuo sapere con noi.
      diletta

      Elimina
    3. :) Diletta mia come ci siamo ridotte eh?
      ...farsi regalare materie prime per spignatti a Natale hahaha!!
      Un abbraccio Veggie

      Elimina
  44. cara Veggie sono Luciana ho un nipotino di 2 mesi,e ha una irritazione all'inguine causata dalla candida, vorrei sapere se nella crema gli oli es vanno bene GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo caso metti al massimo 5 gocce di olio essenziale di lavanda o se preferisci non metterne, comunque la lavanda è un lenitivo e tollerata benissimo anche dai piccoli.
      Ciao Veggie

      Elimina
  45. Cara Veggie, sembra veramente una ricetta fantastica (soprattutto per me che soffro di peli incarniti!). Volevo chiederti: a casa ho dell'alcool etilico denaturato a 90°, in che proporzione devo diluirlo? come si fa a calcolare?

    Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diluirlo per cosa?
      L'alcol etilico denaturato non è indicato in cosmetica, non puoi usarlo, devi prendere l'alcol etilico 95° quello per i liquori.
      Ciao Veggie

      Elimina
  46. cara veggie non avendo la tintura madre di calendula posso utilizzare qualche altra che ho fatto tipo (tintura di lavanda/tintura chiodi di garofano/tintura artiglio del diavolo/tintura di ginepro/tintura di alloro/oppure qualche idroglicerinato.grazie ti seguo sempre fantastica ciao selly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tinutra di lavanda sarà perfetta, puoi mettere quella.
      Ciao Veggie

      Elimina
  47. Ciao Veggie volevo chiederti se posso usare l'estratto idroalcolico di calendula al posto della tintura madre che non ho . Ciao Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Claudia, più o meno è la stessa cosa.
      Ciao veggie

      Elimina
    2. Grazie mille veggie era gia un po che volevo farmi una pomata naturale perché essendo una grande consumatrice di questa pomata , non ne trovavo mai una completamente naturale (; ciao claudia

      Elimina
  48. ciao Veggie,scusami qui hai spiegato magnificamente come fare una tintura madre di calendula...potrei fare anke una di lavanda con lo stesso procedimento???Grazie e un abbraccio di Luce...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì puoi fare anche quella di lavanda con lo stesso principio, ma se vuoi puoi farne meno facendo i dovuti calcoli per ridurre le quantità.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  49. Scusami...sn sempre io..ji ml a qnt grammi corrispondono?Cioè 67 ml di alcool qnt è in grammi?E 37 ml?Grazie...buona notte....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. considerando che 1 litro di alcol pesa circa 800 g, 67 ml pesano 53,6 g (arrotonda a 54), mentre il peso dell'acqua corrisponde al suo volume quindi 37 ml corrispondo a 37 g (però forse volevi scrivere 33 ml).
      Ciao veggie

      Elimina
  50. ciao
    devo preparare una crema alla calendula per la pelle del viso della mia bimba di 6 mesi. ha un pochino di dermatite atopica. secondo te questa è adatta? l'alcool della TM crea problemi per la pelle dei neonati? grazie
    eleonora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non mettere né alcol, né oli essenziali, se non poche gocce di lavanda
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  51. Ciao sono arrivata al tuo blog, perché cercavo un modo per crearmi creme e pomate da me dato che la mia pelle rifiuta tutto è molto sensibile, e cercavo prodotti alla calendula, visto i suoi benefici. Questa pomata, può essere usata anche come balsamo labbra o no?, e posso aggiungere la vitamina E per arricchirla ulteriormente?.
    grazie Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. potresti arricchirla con vit. E, però dovresti eliminare la T.M. e mettere meno oli essenziali, per il resto non ci sono problemi.
      Guarda nel sito c'è anche un burro di cacao in stick da fare.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
    2. ti ringrazio!
      Francesca

      Elimina
  52. ciao,vorrei preparare la crema alla calendula per il mio nipotino che nascera a dicembre potresti darmi qualche consiglio su come prepararla al meglio per lui?grzie per la tua disponibilita,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, puoi mettere solo 30 gocce di tintura madre di calendula, mentre come oli essenziali ti consiglio di mettere solo 10 gocce di lavanda, che è l'unca tollerata benissimo anche dai neonati.
      Per il resto segui la ricetta.
      ...e tanti auguri!
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  53. Ciao, ho una pelle grassa con imperfezioni e vorrei utilizzare questa pomata localmente solo nei punti più critici del viso.Poiché la cera d'api è notoriamente occlusiva e quindi comedogena, posso sostituirla, in pari quantità, con il burro di karitè? La tintura madre di calendula è necessaria? Posso sostituirla con quella alla Propolis? Qualora fosse necessaria, dove posso trovarla già pronta? Le tipologie dei due oli essenziali, vanno bene per il mio tipo di pelle o posso sostituire l'olio essenziale di limone con quello alla lavanda? Quale potrebbe essere la combinazione sinergica più appropriata per il mio tipo di pelle?

    RispondiElimina
  54. Ciao Francesca, questa è una pomata, non è una crema per il viso, per quale ragione vuoi usarla sul viso?
    Veggie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, volevo usarla per il viso per sfruttare tutte le proprietà eudermiche dell'olio di Calendula per una pelle impura e infiammata. Per questo ti chiedevo se potevo sostituire la cera d'api al Burro di Karité, mettendo le stesse dosi di burro e oli essenziali.

      Elimina
    2. Non so se la stessa quantità di burro di karitè andrà bene, bisogna però tener conto di diverse cose:
      1 il burro di karité si scioglie con il calore, quindi la pomata potrebbe diventare troppo morbida o liquefatta.
      2 il burro di karitè è un grasso molto pesante, non è indicato per una pelle impura, come non lo è la cera d'api.
      3 per sfruttare le proprietà della calendula è più indicato un sapone alla calendula anziché una crema/unguento

      Come crema dovresti usarne una specifica per pelli impure, molto più leggera, io ne faccio una molto valida, usando però un emulsioante che mi consente di mettere molta acqua e poca parte grassa, ma non ho ancora messo le ricette sul blog.
      Le faccio per un'estetista
      Veggie

      Elimina
  55. Ciao sono Luciana chiedo il tuo aiuto ho fatto la crema di calendula ma invege di mettere la T M dicalendula ho messo la T M di arnica.Come posso usarla Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andrà benissimo per le contusioni.
      Ciao
      Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010