sabato 30 ottobre 2010

oleolito di calendula

Tra gli oleoliti è sicuramente il più conosciuto ed il più apprezzato.
Bruciature, scottature, eczemi, punture d'insetti, la calendula si rivela un toccasana un po' per tutto.
L'oleolito potrà essere utilizzato così com'è oppure diventare un arricchimento di saponi, creme, unguenti e oli.
L'oleolito va preparato in olio d'oliva (meglio EVO), ma se pensate di utilizzarlo nelle creme per il viso o in oli per il corpo si può preparare in olio di vinacciolo, perché l'olio di vinacciolo è più leggero e più indicato nelle preparazioni cosmetiche. Per i saponi invece l'olio d'oliva rimane il migliore.




OLEOLITO DI CALENDULA
Ingredienti:
75 gr. calendula fiori (in erboristeria)
500 ml olio EVO (o vinacciolo)
1,5 ml Vit. E (alfa-tocoferolo) (facoltativo) servirà a garantire una migliore conservazione dell'oleolito. Consiglio di non usare Vit. E acetato, in quanto non ha potere antiossidante.
Preparazione:
Mettere i fiori in un vaso di vetro sufficientemente capiente e ricoprirli di olio, misurato in precedenza.
Schiacciare i fiori con un cucchiaio per farli rimanere immersi nell'olio, chiudere il vaso.
Il vaso va esposto al sole quando è possibile, per alcune ore al giorno. In inverno si può mettere qualche ora al giorno vicino ad una fonte di calore come ad esempio un termosifone. Estate o inverno i vasi non vanno mai lasciati all’aperto la notte, ma riposti all’interno.
Lasciare in macerazione un mese.
Trascorso il tempo indicato filtrare l'oleolito su tessuto di cotone, spremere bene per recuperare più olio possibile. Una volta spremuto si può mettere il tessuto con tutti i fiori già strizzati in uno schiacciapatate e spremere ancora per recuperare altro olio.
Versare l'oleolito in una bottiglia scura e aggiungere la Vit. E.
Chiudere e riporre in luogo fresco e al buio.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
OLEOLITO DI CALENDULA by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

116 commenti:

  1. Ciao Veggie, aspettavo con ansia questa ricetta!
    Un chiarimento: cosa significa T.T.?
    Ciao
    Anna

    RispondiElimina
  2. Ciao! TT significa semplicemente Taglio Tisana, praticamente il formato del taglio di come viene venduta in erboristeria per le tisane, ma ora lo tolgo, in effetti potrebbe far confondere. Ciao
    Veggie

    RispondiElimina
  3. E' il mio oleolito preferito!!!!!
    lo uso praticamente per tutto :)

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia...la faccio!

    RispondiElimina
  5. ops veggie ho già fatto un pasticcio mi sa. Ho comprato i fiori di calendula ma mi sa che la tipa me ne ha dati una quantità a caso e non i 75 g che le avevo chiesto, perchè quando li ho messi nel vaso e ho aggiunto i 500cc di olio non arrivavano neanche a coprirne la metà....ora ne ho tolti un po' è ho messo in tot 1l di olio in modo chei fiori siano tutti coperti, ma nn ho assoultamente idea a questo punto delle proporzioni...devo buttare tutto?
    e con i fiori un po' oliati cosa posso farci?

    RispondiElimina
  6. @penelopa: Ma no, perché non hai scritto subito?
    A questo punto metti i fiori unti insieme al resto dei fiori e aggiungi sufficiente olio fino a coprirli (di mezzo cm e sufficiente). Avrai solo una quantità maggiore di oleolito, ma in qualche modo lo utilizzerai. Non ha alcuna importanza in questo caso se ci sono differenze di concentrazione. In che olio l'hai preparato?

    RispondiElimina
  7. In EVO, allora corro a prendere un'altro baratto e metto anche i fiori rimanenti con altro olio.
    grazie avevo paura che la concentrazione fosse importante..certo a questo punto posso diventare una smerciatrice ufficicale di oleolito di calendula, ne avrò circa 2 litri :D

    RispondiElimina
  8. Non esagerare con l'olio, deve coprire appena i fiori, guarda la foto.
    Ciao A presto
    Veggie

    RispondiElimina
  9. Cara Veggie,anzitutto Buon Natale di tutto cuore.Ti volevo chiedere notizie sulla Pasta di Hoffmann,mai sentita nominare ma consigliatami da una infermiera che viene a curare mia madre inferma ,poi girovagando sul web ho trovato notizie di questo preparato sul sito "pannolini lavabili" con firma Veggie,quindi sei tu !Ti consiglio di trascrivere tutto su questo blog,penso che possa essere utile a tante mamme con neonato o figlie con genitori infermi,cercherò l'ossido di zinco e la preparerò secondo le tue indicazioni,ti seguo con crescente interesse,un abbraccio Gabri

    RispondiElimina
  10. Ciao Gabri,
    volevo sapere se posso utilizzare l'oleolito di calendula al posto del normale olio di oliva per la preparazione del sapone.
    Grazie e Buon Anno

    RispondiElimina
  11. @ Gabri: Ciao Gabri scusa se ti rispondo solo ora ma il messaggio mi era sfuggito.
    Si sono io la Veggie di quell'articolo, quando avrò tempo lo metterò anche qui,comunque intanto si può leggere benissimno dal sito pannolini lavabili. L'ho pubblicato lì perché saltuariamente collaboro con il sito scrivendo qualche articolo. Il sito pannolini lavabili è molto seguito da mamme e papà, ma non solo, perché si occupa di promuovere l'uso di pannolini lavabili anche per noi donne. Comunque come hai potuto notare anche se figli con genitori infermi dalle ricerche su internet l'articolo si trova subito.
    Se hai domande da fere puoi farle indistintamente da qui o dal sito dell'articolo.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  12. @Daniele: Ciao Daniele, Gabri è una lettrice, io sono Veggie.
    Puoi mettere dell'oleolito di calendula nel sapone in parziale sostituzione dell'olio d'oliva. Il 20% del totale dei grassi va bene.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  13. Ah si scusa Veggie non avevo visto bene, è la prima volta che vengo qui ed un piacere :-)
    Quindi il mio dubbio era sul fatto se andava usato come grasso o come olio essenziale subito dopo il nastro.
    Se come adesso faccio un sapone 100% oliva mi confermi che ne posso usare 80% oliva e 20% oleolito di calendula?
    Sarebbe anche utile preparare un infuso di calendula da usare al posto della sola acqua nella soluzione con soda caustica?
    Grazie mille per i suggerimenti :-)

    RispondiElimina
  14. Oli e oli essenziali sono due sostanze diverse.
    L'oleolito è un olio in cui sono state lasciate macerare delle piante per un periodo di tempo.
    Puoi fare benissimo un sapone con 80% olio d'oliva e 20% oleolito di calendula.
    Se l'oleolito è in olio d'oliva non devi apportare alcuna modifica alla quantità di soda da utilizzare, se invece è in un altro olio bisogna un piccolo aggiustamento.
    L'oleolito l'hai fatto tu?
    Veggie

    RispondiElimina
  15. Ancora no, avevo intenzione di farmi un sapone alla calendula ma nel libro "il tuo sapone naturale" si parlava di fare un infuso in acqua di fiori di calendula da usare per la miscelazione con soda. Ma questo temo faccia perdere sia il profumo sia le sostanze benefiche dei fiori. Mentre in fase di nastro sempre il libro dice di aggiungere i fiori macinati, ma oltre a non essere utilizzabile sul viso per via dei pezzettini credo non riesca a rilasciare gli elementi.
    Di certo corro subito in erboristeria a procurarmi i fiori e sai anche dove è possibile procurarsi la vitamina E liquida?
    Grazie ancora.

    RispondiElimina
  16. Puoi aggiungere anche l'infuso se vuoi, è una cosa in più.
    Certamente l'oleolito è da preferire, se i fiori vengono tritati non danno nessun problema in un sapone, quindi puoi aggiungerli senza problemi.
    La vit.E puoi fartela ordinare in farmacia, si trova anche online.
    Prendi la forma liquida, non farti dare quella in polvere.
    Se ti servono maggiori consigli sul sapone ti posso seguire meglio se ti iscrivi nel mio gruppo sapone e autoproduzioni, perché si può scrivere meglio.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  17. Certo questa mattina mi sono anche iscritto al gruppo :-)
    Grazie per gli utili consigli.
    Ciao

    RispondiElimina
  18. Ah ok! allora se hai altre cose da chiedere puoi farlo di là che è il luogo più appropriato per i saponi.
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  19. Cara Veggie,a proposito della pasta di Hoffmann....Ho cercato l'ossido di zinco in almeno 10 farmacie a Firenze,ma nessuno me l'ha voluto dare,o dicendo che lo possono usare solo loro per preparazioni galeniche o proponendomi di acquistarne 1 kg ! A questo punto temo di dover acquistare la pasta di Hoffmann in commercio. Hai altre soluzioni ?Ciao e grazie Gabri

    RispondiElimina
  20. Ciao Veggie ho fatto l'oloelito ma unsando circa 60 gr di calendula ho dovuto usare un litro di olio di oliva per riuscire a coprire tutto anche comprimendo i fiori.

    RispondiElimina
  21. Ma com'è possibile! Avrai una bilancia che non pesa bene, oppure fiori molto grandi.
    La prossima volta triturali un po' prima di metterli nell'olio così occupano meno volume.
    I fiori sono secchi, anche se rimane qualche petalo fuori dall'olio non succede niente. Ogni tanto con un cucchiaio giri il contenuto e comprimi.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  22. Il peso più o meno è giusto anche perchè in erboristeria mi han dato due saccatti da 40 grammi l'uno.
    I fiori erano già sminuzzati forse non troppo secchi.
    Cmq al massimo userò un po' più di oleolito nel sapone.
    Ciao
    Dany

    RispondiElimina
  23. ciao possi utilizzare un vaso da cucina di quelli in plastica o son meglio quelli di vetro col tappo a vite?

    RispondiElimina
  24. Puoi usare un vaso in plastica, ma non mettere l'oleolito vicino a fonti di calore, la plastica non è adatta ad essere sottoposta a temperature alte.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  25. CIAO VEGGIE SONO AFFASCINATA DA TUTTE LE TUE RICETTE, NON VEDO L'ORA DI METTERMI ALL'OPERA, PERò HO BISOGNO DI UN'INFORMAZIONE, DOVE LO TROVO L'OLIO DI VINACCIOLO?? POSSO UTILIZZARE ANCHE L'OLIO DI MANDORLE DOLCI???

    RispondiElimina
  26. Puoi trovare l'olio di vinacciolo nelle erboristerie o nei negozi NaturaSi. Ne hanno un ottimo tipo prodotto da Il fior di Loto, costa intorno ai 5,00 euro mezzo litro.
    Oppure puoi cercare un tipo meno pregiato nei supermercati, dovrebbero averlo la IperCoop, e per chi vive al nord la catena di Esselunga. Lo produce la Carapelli.
    E' èreferibile evitare l'olio di madorle perché irrancidisce facilmente, ma anche perché non va bene per le preprazioni per il viso.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  27. grazie mille!!!mi metterò presto all'opera!! ciaooooo!!!

    RispondiElimina
  28. e vorrei aggiungere che sono molto contenta di aver scoperto questo blog!!!!!GRAZIE VEGGIE!!!!! è molto bello ed interessante!!!!

    RispondiElimina
  29. Grazie anche a te!
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  30. Eccomi anche su qs post a chiedere consigli. E' arrivato il "pacco" e ho fatto l'olio antirughe e ti farò sapere come mi trovo (ma la vitamina E quanto è densa? con la siringa non riuscivo a raccoglierla, alla fine ho fatto un casino per poterla mettere). Avevo ordinato anche calendula e curcuma per fare degli oleoliti. Mi era però sfuggito che la calendula va messa vicino a qualche fonte di calore: al nord, il sole non non è ancora caldo e i termosifoni ormai si accendono poco: che dici, meglio aspettare temperature più clementi per mettermi all'opera o si può fare lo stesso?
    Olio di vinacciolo e di sesamo: non conoscendoli, li avevo ordinati in piccole quantità e quindi non bastano per fare l'oleolito. Se non li trovassi, posso usare olio di oliva invece che evo? Ho visto all'ipercoop un olio di girasole biologico spremuto a freddo: potrebbe andar bene o è anche qs un olio "untuoso e odoroso". Non so più quanti grazie dirti.
    Di nuovo, buona serata. Mgrazia

    RispondiElimina
  31. x l'oleolito di calendula: non importa se ora i termosifoni sono spenti, puoi farlo lo stesso.
    x L'olio di sesamo e di vinacciolo: li trovi più facilmente nei negozi NaturaSi, non ne hai uno nella tua città? Oppure puoi cercarli in altri negozi di alimenti naturali perché sono oli alimentari.
    X olio d'oliva e olio EVO: l'olio EVO è l'extravergine d'oliva, puoi sosituirlo con l'olio d'oliva, anche se non ho capito perché... quello che non dei fare è sostituire l'olio di sesamo o di vinacciolo con olio d'oliva, perché nelle preparazioni per il viso l'olio d'oliva o EVO è da evitare perché troppo pesante e comedogenico.
    x l'olio di girasole: l'olio di girasole bio si usa in cosmetica, soprattutto per gli oli da massaggio, solo che non ha un buon odore affatto, l'unico che è neutro nell'odore è il Crudigno, sulla confezione c'è scritto "deodorato". Se trovi un olio di girasole bio che sia deodorato allora puoi prenderlo, come fluidità e untuosità è una via di mezzo tra il vinacciolo che è molto leggero e l'oliva.

    Ciao A presto
    Veggie

    RispondiElimina
  32. Tantissime grazie. Vivo in un paese non molto grande, cmq proverò a vedere in quell'erboristeria di un paese vicino dove avevo preso la farina d'avena bio e che mi aveva deluso (il negozio, non la farina)perchè sembrava un minimarket di alimenti dietetici e bio e di erboristico aveva il sole nome.
    Scusa, mi sono spiegata male, so la differenza tra olio d'oliva ed evo, è che l'odore dell'evo mi piace negli alimenti ma sulla pelle mi da un po' fastidio e mi sembra che il normale olio di oliva sia un po' meno intenso. A maggior ragione, lascerò perdere quello di girasole, tenendo presente quello che mi hai detto. O.K. cercherò quegli vinacciolo o sesamo, così risolvo il problema odore e posso usarli anche per il viso. Buona giornata. Ciao. Mgrazia

    RispondiElimina
  33. Ciao Veggie.
    Ricerca ancora un po' infruttuosa...accidenti a me che quando ho fatto l'ordine online per fare l'olio antirughe ho preso solo 200ml di quello di vinaccioli e sesamo, confidando di trovarli per l'oleolito in qualche negozio di alimenti ad un prezzo un po' più contenuto! Sono stata in 2 erboristerie concon vendita di prodotti alimentari, ho trovato quello di sesamo bio spremuto a freddo e in effetti costava meno (circa 5 euro 500ml, ma quello di vinaccioli, nisba; o meglio ne erano sprovvisti, perchè indecisi se riprenderlo perchè quello bio costava troppo e non avevano smercio. Ho trovato la marca Crudigno ma su quello di girasole non c'era scritto deodorato e il titolare non sapeva darmi delucidazioni, così l'ho lasciato perdere. Entrambi, quando ho detto che miserviva per fare l'oleolito, mi hanno detto di laciar perder il vinacciolo e volevano rifilarmi l'olio di madorle dolci, e sì che avevo precisato che lo velevo usare per il viso...mah! Morale, ho messo a macero la curcuma in quello di sesamo e ho fatto metà della dose di calendula in olio di oliva in attesa di trovare il vinacciolo, eventualmente non bio (che ormai mi sembra l'araba fenice). Qualora non lo trovassi, per l'oleolito di calendula potrebbe andar bene anche quello di sesamo? Grazie.
    Mgrazia

    RispondiElimina
  34. L'olio di mandorle va bene per il corpo, ma non per il viso, quindi lascialo stare.
    In casa ho olio di girasole Crudigno, sul mio c'è scritto deodorato, forse ne fanno 2 tipi.. o forse non avete letto bene la targhetta. La scritta è su una base azzurra al centro dell'etichetta, sotto al titolo.
    Il vinacciolo bio non va bene perxhé come ho già detto è troppo forte, a noi interessa che sia fluido e che non abbia odri particolari.
    Ma perché non provi a cercarlo online in qualche negozio di alimenti? Si fatica di meno, meno stress e meno domande da parte dei venditori che spesso vogliono venderti quello che hanno.Vuoi che ti cerchi un negozio?
    Guarda qui ce l'hanno:
    http://lnx.bionaturaonline.com/index.php?main_page=product_info&products_id=273
    http://shop.terraesole.it/olio-vinacciolo-fior-di-loto-500-ml-p87239.html
    qui hanno quello di girasole deodorato:
    http://www.soluzionenaturale.it/catalog/product_info.php?cPath=25_61_58_110&products_id=2618&osCsid=3de07aac1cfd6e7a622b4402aadbf286
    se cerchi ne troverai altri.
    L'olio di sesamo può andar bene come alternativa per la calendula, ma se trovassi vinacciolo sarebbe meglio.

    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  35. Veggie, sei davvero un tesoro!Avevo letto tutto il post ma evidentemente mi è sfuggito che l'olio di vinaccioli non doveva essere bio. Quello che avevo preso io per l'olio antirughe era certificato puro al 100% e costava 5 euro 200 ml, mi sembrava un po' troppo caro per fare un oleolito. A qs punto proverò al Carrefour se trovo quello della Carapelli e se no lo ordino online da quei siti che mi hai consigliato. Tranquilla che stavolta non mi sono fatta convincere dal negoziante in camice bianco: a parte che mezzo litro di olio di mandorle mi sarebbe costato non poco, avevo letto nel tuo blog che non va bene per i preparati sul viso e che può irrancidire. Ne ho già a casa e lo uso a volte la sera sul corpo dopo la doccia e per struccarmi gli occhi dal mascara, lo scioglie senza darmi alcuna irritazione. Magari adesso, che ho altri oli, per l'operazione strucco passo a qualcun altro. Certo che anche qs pseudo erboristi non sono molto meglio delle commesse di profumeria. Sto facendo pubblicità al tuo siero alla vitamina C, lo uso ormai da tre settimane e comincio a vedere qualche risultato anche sul collo, che sembrava un po' refrattario al trattamento. L'olio antirughe l'ho fatto solo da pochi giorni e non so ancora valutare; ne ho portato un po' ieri anche a mia mamma; ti farò sapere. Permettimi di mandarti un abbraccione. Ciao. Mgrazia

    RispondiElimina
  36. Buon lunedi Veggie. Ho "scoperto" che c'è un negozio Naturasi a Monza e trovato l'olio di vinacciolo. Risolto anche l'enigma dell'olio di girasole Crudigno: fa sia quello deodorato, come dici tu, sia quello "normale" come avevo visto io in precedenza in un'erboristeria. A presto. Mgrazia

    RispondiElimina
  37. Ecco, vedi che piano piano i nodi si sciolgono!
    Buona giornata.
    Veggie

    RispondiElimina
  38. Ciao, ho notato che in molte preparazioni si usa aggiungere del tocoferolo vit E. Mi sono informata a riguardo...la vitamina E tocoferolo per uso esterno si ossida in pochissimo tempo, infatti viene venduta in "perle" monouso. Come può far effetto se si ossida con cosi poco tempo inserendola in una preparazione che teniamo mesi? O le diverse farmaciste a cui ho chiesto mi hanno "baggianato"? Grazie Eleonora

    RispondiElimina
  39. Non saprei esattamente, non sono un biologo.
    Posso ipotizzare che quella per uso alimentare sia diluita in altri oli e quindi in quantità insufficiente a conservare se stessa e l'olio in cui si trova.
    Oppure semplicemente viene venduta in perle perché ogni perla contiene una quantità precisa di vitamina che viene misurata in U.I. e sarebbe impossibile misurarla in casa. Assumere quantità eccessive di vitamine liposolubili non fa bene alla salute.
    Anche quella alimentare delle perle viene assunta per la sua azione antiossidante...
    Quella che ho l'ho acquistata lo scorso anno, la conservo nella sua bottiglia di vetro scuro e questo è tutto. In tutti i libri viene citata come antiossidante.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  40. Ciao, ho provato a fare l'oleolito cambiando un pò la ricetta base... ho messo dell'olio extravergine e dell'olio di girasole, ed ho aggiunto un pò (ma in quantità molto inferiori) dell'olio di jojoba. Mi verrà fuori un bell'olio lo stesso? Magari non potrò riutilizzare i fiori per cucinare per la presenza dell'olio di jojoba...ma per l'aggiunta a creme o altre preparzioni va bene? E l'ahhiunta successiva di un paio di gocce di olio essenziale di rosa mosqueta? GRazie!

    RispondiElimina
  41. Ah dimenticavo (vd. sopra)! ho messo, oltre i firoi di calendula, una carota e una manciata di capolini di camomilla!!! Andrà tutto bene???? Grazie!

    RispondiElimina
  42. Qualsiasi cosa hai fatto non si potrà certo chiamare oleolito di calendula.
    Fossi in te toglierei la carota se non volessi rischiare di vedere marcire tutto.
    A che serve mettere degli oli essenziali in fase di preparazione di un oleolito? Gli oli essenziali sono anche sensibili alla luce, forse sarebbe il caso di aggiungerli dopo.
    Inoltre l'aver mischiato diversi oli ti pone poi dei limiti di utilizzo, non tutti gli oli vanno bene per il viso, per il corpo indistintamente..
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  43. ma io nn ho inserito gli o.e., la mia era una domanda per sapere se potesse andar bene come scelta quella di aggiungere l'o.e. di rosa mosquesta una volta passato. Cmq...Mi suggerisci di togliere la carota? Ho mischiato l'olio di girasole con quello di oliva perchè lo trovo piu leggero (non disponendo di vinacciolo o altri olii) e ho aggiunto una minima parte di olio di jojoba un pò per distrazione e un pò per curiosità. Ti ho scritto apposta per avere dei consigli sui possibili usi e, come hai fatto, delle correzioni per una prossima volta. Lo chiamerò calendulcamomilla! :-)

    RispondiElimina
  44. Si togli la carota, è l'unico elemento fresco potrebbe ammuffire e rovinare tutto il resto.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  45. ho provato a scrivere prima ma non riuscivo a pubblicare i commenti. Ma quindi l'oleolito di carota si fa a carote secche o con il metodo a caldo? o è l'accostamento calendula carota che potrebbe rovinare l'oleolito che, ad oggi, a cmq un buon odore! A questo punto cmq aspetto, lo filtro e vedo che succede! sbagliando si impara! Oppure potrei velocizzare il tutto mettendolo a bagnomaria? E.

    RispondiElimina
  46. L'oleolito di carota si fa a caldo con carote fresche, in questo modo l'acqua evapora e le carote non ammuffiscono.
    Quando ho tempo scriverò il procedimento
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  47. ciao veggie, ho dell'oleolito di calendula dell'anno scorso...e odora di rancido, pur se tenuto bene...lo posso usare ancora?o fa male? eventualmente lo posso mettere in qualche sapone? grazie mille, marina

    RispondiElimina
  48. Puoi metterlo nel sapone, ma giusto se è appena all'inizio del processo, nel senso che si sente appena un po' l'odore e nulla di più. Se è proprio andato è meglio evitare.
    Il sapone non ammazza tutti gli odori o i processi di decomposizione.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  49. Ciao ho fatto l'oleolito seguendo la ricetta ,è passato un mese è adesso è ara di filtrarlo ,ma non riesco a trovare la vitamina E in nessuna farmacia,dove si acquista?

    RispondiElimina
  50. Si può acwuisstare in farmacia o in qualche negozio online, ma non è indispensabile metterla. Se non ce l'hai non succede niente.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  51. Ciao Veggie,
    Complimenti per il blog e grazie per aver conddiviso il tuo sapere e le tue ricette con tutti noi.
    Stasera volevo fare quest'oleolito ma ho soltanto i petali di calendula e non il fiore intero: va bene lo stesso?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, va bene lo stesso.
      Alcune erboristeria hanno solo i petali, chissà perché..
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Grazie Veggie!!
      Ho preparato quest'oleolito seguendo passo passo la tua ricetta e siccome mi è avanzata un pò di calendula ho preparato un altro oleolito di calendula utilizzando soltanto l'olio di jojoba. Secondo te può andar bene oppure avrei dovuto utilizzare anche un altro olio in aggiunta a quest'ultimo?
      Grazie

      Elimina
    3. No, va bene, avere 2 oleoliti in oli diversi può servire in qualche ricetta di cosmetica.
      Ciao Veggie

      Elimina
  52. ciao Veggie, ma per l'oleolito vanno bene anche i fiori di calendula FRESCHI oppure devo farli prima seccare? grazie :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si puoi usare anche i fiori freschi, ma se rimane una parte acquosa nell'oleolito bisognerà rimuoverla.
      In questo caso segui le indicazioni che ho dato per l'olio d'iperico.
      Sr invece i fiori li fai seccare prima l'acqua evapora e il problema non si pone.
      Ciao Veggie

      Elimina
  53. Vegge sono Luciana oggi finalmente ho fatto l'oliolito,ma di fiori erano 60g e non 75g come dice la ricetta,mi consigli di aggiungere gli altri 15g,o va ben cosi grazie. Mia figlia Tiziana per la fsta della mamma mi ha regalato il tuo lbro,per me è stato una grande gioia nel riceverlo cosi finalmente potrò fare i saponi. Ciao Luciana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luciana, non ti preoccupare 6o gr. andranno benissimo, alle volte i fiori sono voluminosi e 75 gr. non c'entrano in 500 ml di oli.

      Brava! Quando inizierai a far sapone tieni presente che per qualsiasi cosa mi trovi qui, nel gruppo o nell'email.
      A presto Veggie

      Elimina
  54. INTROVABILE LA VIT.E LIQUIDA.... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah volevo anche chiederti se per fare l'oleolito potevo mettere a macerare i fiori freschi appena raccolti invece di quelli essiccati. grazie monica

      Elimina
    2. Io la prendo da questo rivenditore ebay inglese:
      http://stores.ebay.it/Mother-Natures-Goodies/_i.html?_nkw=tocopherol&submit=Cerca&_sid=88191544

      Puoi fare l'oleolito con fiori freschi, ma se servirà dovrai separare la fase acquosa da quella oleosa dopo il filtraggio.
      Ciao Veggie

      Elimina
  55. carissima veggie, mi è venuta "un'idea", anche se non so se possa realizzarsi o abbia senso...comunque...sarebbe possibile fare un oleolito alla camomilla?e se si che utilizzo potrebbe avere?
    grazie mille alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo che è possibile!
      L'uso che potresti farne è ero un olio per il copro, per il viso, nei saponi, in cosmetica ecc...
      Se pensi di usarlo per cosmetica (non per saponi conviene farlo in olio di girasole.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. grazie mille!!!e da aggiungere alla pasta hoffmann?o anche come olio da massaggio per la mia piccola?dovrei seguire lo stesso procedimento di quello alla calendula?

      Elimina
    3. S', anche come olio da massaggio, che c'è meglio della camomilla per una bimba!
      Se hai a disposizione camomilla fresca conviene farla seccare qualche giorno prima di fare l'oleolito, altrimenti se usi quella di erboristeria segui direttamente il procedimento della calendula.
      Ciao Veggie

      Elimina
    4. ok grazie mille!!!alice

      Elimina
    5. Cara Veggie, ieri ho messo i fiori seccgi di camomilla nell'olio per l'oleolito, stamattina sembrava che l'olio si fosse un po' asciugato, fosse diminuito...è normale?
      Baci Alice

      Elimina
    6. Sì è normale, sarà stato assorbito dai fiori, ma non è importante.
      Anche se ti sembra che sia poco quando lo filtrerai ti renderai conto che l'olio c'è, non è scomparso e lo recupererai quasi tutto.
      Ciao Veggie

      Elimina
  56. Ciao Veggie, ho in macerazione i fiori di calendula. Una volta filtrati dici di metterli in una bottiglia scura. Purtroppo non riesco a reperirle da nessuna parte (ho trovato solo quelle per il vino e non credo che possano andare bene). E' indispensabile che siano scure? Se si posso pitturarle con i colori per il decoupage? Ho già acquistato il tuo primo libro "saponi e detersivi naturali" ed ho già fatto il mio primo sapone ed è in "stagionatura". Ho letto che dovrebbe uscire un'altro tuo libro. Mi dai info in merito non vorrei perderlo. Grazie per tutti i tuoi consigli. Sei veramente in gamba.
    Buona giornata. Silvana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è necessario pitturare le bottiglie, intanto potresti usare benissimo quelle dell'olio d'oliva che si usa per cucinare perché in genere sono scure, se invece non ne hai puoi usare una bottiglia normale, l'importante è conservarla in un mobile o in uno stanzino al buio, oppure potresti inserire la bottiglia in un calzino da tennis scuro.
      Quello che conta è che l'olio non rimanga sempre alla luce.
      Ciao Veggie

      Elimina
  57. Per quanto riguarda il libro è ancora presto, lo sto scrivendo, quando sarà pronto informerò tutti come sempre, tra blog e facebook si verrà a sapere.
    Grazie
    Veggie

    RispondiElimina
  58. Grazie 1000. Hai sempre una soluzione x tutto. Pensa che stavo buttando via i calzettoni neri di calcio di mio figlio. Li userò per i barattoli. Grazie nuovamente e buona notte. Bacioni.
    Silvana

    RispondiElimina
  59. Salve Veggie volevo sapere se è necessario un barattolo di vetro o va bene di qualsiasi materiale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vetro vetro, gli altri materiali assorbono l'olio e rilasciano sostanze nell'olio, meglio evitare.
      Ciao Veggie

      Elimina
  60. ciao veggie!
    ho preparato oleolito,ma avevo solo 50 gr di fiori,ma erano tanti!!(a me sembravano tanti)con 500 ml di olio evo,ma non avendo un vaso abbastanza grande,lo ho sudiviso in 3 vasi(bormioli)!dici che vada bene lo stesso?
    domanda:li devo scuotere ogni tanto oppure no?
    grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo va bene lo stesso, tanto poi i diversi oli ottenuti li miscelerai tutti insieme.
      Io ogni tanto apro i vasi e con un cucchiaio giro un po' i fiori e li comprimo cercando abbassarli sotto al livello dell'olio. Puoi farlo saltuariamente.
      Ciao Veggie

      Elimina
  61. Cara Veggie, grazie mille per questa ricetta, non vedo l'ora di fare l'oleolito. Ma mi sorge una domanda, stupida forse, ma i fiori di calendula devono essere freschi o essiccati? Grazie in anticipo per l'aiuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà si possono usare entrambi, ma se usi quelli essiccati di erboristeria l'oleolito non contenendo acqua si conserverà meglio.
      Ciao Veggie

      Elimina
  62. Cara veggie,grazie per la ricetta, vorrei sapere se posso usare olio di sesamo spremuto a freddo bio? Il tuo prox libro di cosa tratterà? Ho il primo..bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì puoi usare il sesamo, ma non esporre l'oleolito al sole perché l'olio di sesamo è più facilmente deperibile rispetto all'olio d'oliva.

      Il prossimo libro tratterà sempre di saponi, ma questa volta saponi per l'igiene personale, tutto quello che c'è da sapere sui saponi solidi!
      Ciao Veggie

      Elimina
  63. ciao! ho un dubbio: ieri ho messo a macerare in un normale vaso da conserva trasparente i fiori di calendula secchi in olio evo, poi visto che era una bella giornata ho messo il vaso al sole sul davazale della finestra. dopo un'oretta ho ritirato il vaso. alla sera ho toccato il coperchio e il vaso è andato sottovuoto. è normale? un'altra cosa:ho letto una discussione su un forum e si diceva di far macerare i fiori al buio oppure di foderare il vaso con carta argentata prima di esporlo.ma è vero? oppure è da fare solo con certi fiori secchi? grazie, ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è normale, ogni tanto però apri il vaso e dai una mescolata all'oleolito.
      Forse il discorso del sole si potrebbe applicare su fiori più delicati come quelli di camomilla, ma nel caso della calendula, sempre fatto così e sempre venuto bene.
      Ciao Veggie

      Elimina
  64. Ciao Veggie, quando ero incinta mi hanno consigliato la Tintura Madre di Calendula da usare dopo il parto. Alla fine ho fatto il cesareo e non l'ho mai utilizzata. Posso usarla per preparare l'oleolito alla calendula? Altrimenti come posso utilizzarla?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho capito se hai la calendula fiori o la Tintura madre di calendula.. spiegami meglio.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Ho la tintura madre.

      Elimina
    3. La tintura madre è già una preparazione non puoi usarla per l'oleolito, non si tratta di erbe..
      Puoi tenerla ed usarla in caso di dolori premestruali-mestruali, per esempio prendendone 20-25 gocce do volte al giorno almeno una settimana prima del ciclo (poi sospendere al primo giorno di ciclo).
      Oppure usala a gocce nella pomata alla calendula o in altre preparazioni che trovi nel blog.
      Ciao Veggie

      Elimina
  65. Ciao, ho una richiesta da farti....ho letto che il benzoino ha notevoli propietà tra cui quello di conservare i prodotti a base di creme .Ho acquistato la resina ma non so come utilizzarla per fare l'oleolito o l'estratto, su internet ho letto diverse dinamiche tutte molto interessanti ma ci tenevo a sapere il tuo parere e se magari avevi intenzione di farlo e poi inserirlo nelle tue preparazioni.Secondo te aggiunto agli oleoliti funge da conservante? Se si in che percentuale?
    Ti sarei grata di sapere il tuo parere in merito
    grazie Luletta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere di aiuto come conservante, ma non so se ha la proprietà antiossidanti (sono quelle che servono agli oleoliti). Inoltre la resina potrebbe dare reazioni allergiche a qualcuno, prima di inserirla meglio accertarsene. Per gli oleoliti è decisamente da preferire la vit. E.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Grazie, avevo letto della possibilità di reazioni allergiche,come conservante negli oleoliti userò la vit.E e per quanto riguarda il benzoino vedrò come utilizzarlo.
      ancora grazie ciao Luletta

      Elimina
  66. Ciao Veggie,
    in questi giorni è fiorito il gelsomino e mi chiedevo se è possibile utilizzarlo per fare un oleolito.
    Sai che ho cercato in più erboristerie i fiori di calendula, ma mi hanno detto che non li tengono più? Pare che non abbiano mercato...
    Grazie Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fiori di calendula si trovano benissimo, se nella tua erboristeria non hanno mercato sarà perché chi ci lavora non li consiglia e preferisce non prenderli.
      Sì, puoi fare l'oleolito di fiori di gelsomini, ovviamente se si tratta di fiori cresciuti lontano dall'inquinamento.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Quello che mi ha fatto rimanere male è che non una, ma tre erboristerie mi hanno dato la stessa risposta... Hanno il negozio pieno di boccette, vasetti e scatoline ma non hanno le erbe sfuse, che dovrebbero essere il prodotto principale di una erboristeria degna di questo nome! Pazienza, continuerò la ricerca, caso mai per l'anno prossimo mi procurerò i semi e farò autoproduzione!
      Grazie per la tua infinita disponibilità.
      Serena

      Elimina
    3. Ti capisco, anche a me fa male, ho lavorato 15 anni in erboristeria tanti anni fa. Avevo centinaia e centinaia di erbe, oggi non si trova neanche la camomilla!
      Purtroppo l'erboristeria si sta trasformando sempre di più in profumeria, che tristezza!
      Ciao Veggie

      Elimina
  67. ciao Veggie volevo sapere se l'oleolito si può fare con l'olio di riso quello del super, ti ringrazio molto
    Stefy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì puoi farlo anche nell'olio di riso, ma poi tienine conto se devi metterlo in un sapone perché le quantità massime consentite cambiano da olio a olio.
      Ciao Veggie

      Elimina
  68. Sto filtrando l'olio ma purtroppo ho dimenticato le dosi usate. Ne ho fatto di meno rispetto alla ricetta. Come mi comporto con la vit E?

    Tamara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vit. E va aggiunta dopo il filtraggio, quindi sarà sufficiente misurare la quantità di oleolito che hai ottenuto per calcolare la vit. E da aggiungere. Mettine 2-3 ml per litro di oleolito, se è meno di un litro regolati di conseguenza. Non importa se metti un grammo in più o in meno, diciamo minimo 2 ml x litro.
      Ciao Veggie

      Elimina
  69. Ciao veggie! Grazie per tutte le tue ricette! Volevo autoprodurmi l'oleolito di calendula per le irritazioni da pipi acida della mia bimba di 22 mesi...va bene lo stesso fallo in olio evo, oppure meglio quello di mandorle, o altri olio? Altra domanda: so che si può fare anche a caldo, che è più veloce...ma nei dei dubbi sulla qualità delle proprietà...tu cosa ne pensi? Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo puoi farlo in EVO!
      Per quanto riguarda il procedimento io preferisco quello classico a freddo, e ho l'impressione che nell'olio rimangano pèiù proprietà, però se ti serve urgente puoi farlo anche a caldo, magari ne fai un po' a caldo e intanto metti altra calendula a macerare a freddo.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  70. Ciao veggie! Sono andata in erboristeria a prendere i fiori essiccati di calendula, ma purtroppo mi hanno dato quelli per fare la tisana ovvero solo i petali... ora mi chiedo: secondo te vanno bene lo stesso oppure ci vogliono per forza i fiori sani? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vanno bene lo stesso, sono fiori frantumati, non ti preoccupare.
      A presto
      veggie

      Elimina
  71. Ehi vVggie scusa... Dopo questa domanda ti lascio in pace ;-).... Il coperchio del barattolo in cui dovrò andare a mettere l'oleolito è impregnato di odore di origano... Dici che posso utilizzarlo lo stesso oppure dopo un mese l'oleolito saprà di origano? Mille grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se rimanesse un leggero sentore di origano non credo sia la fine del mondo. L'origano è persistente, sarà difficle rimuoverlo dal coperchio del barattolo.
      Pensa che io avevo in dispensa una bustina di plastica con dell'origano che mi avevano regalato e in un'altra busta di plastica (chiusa benissimo) delle mandorle sgusciate che avevo acquistato. ogni volta che ne mangio qualcuna sento il il sapore di origano :D
      Ciao Veggie

      Elimina
  72. Ciao Veggie, ho appena fatto l'olio alla calendula, non ho letto i post prima di farlo e essendo i fiori interi l'olio non li copre. Li ho pesati scrupolosamente e sono 75 gr. Aggiungo altro olio?
    Volevo fare la TM con i fiori avanzati, sono 25 gr. con l'alcool a 95° quanto ne devo usare e quanta acqua devo aggiungere? Io ho provato a fare un conto: 112 alcool 55 acqua, è giusto?
    PS devo fare la pomata alla calendula!!!
    Grazie Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungi altro olio fino a coprire i fiori (senza esagerare, appena sora il livello dei fiori).
      Per la T.M. però cerca di tagliuzzare i fiori altrimenti ti ci vuole tanto alcol.
      Puoi fare un totale di 150 ml di liquido con 110 ml di alcol a 95° e 40 ml di acqua minerale naturale (non gasata).
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  73. L'olio di calendula che si trova in erboristeria, ha le stesse proprietà?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì dovrebbe, cambia solo la base, di solito gli oleoliti acquistati sono in olio di girasole oppure di mais, non in olio extravergine d'oliva.
      Ciao Veggie

      Elimina
  74. ciao veggie, mi chiedevo se fosse possibile fare un oleolito alla lavanda, con olio di girasole o mandorle, e mescolarlo all'ammorbidente per profumare i panni. Come ammorbidente uso acido citrico o aceto.

    grazie per i tanti consigli che dai :D
    fabiola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente no! Non si possono mettere sostanze oleose nei lavaggi, però puoi fare un aceto profumato usando i fiori di lavanda, guarda qui:
      http://www.lareginadelsapone.com/2010/04/aceto-ai-fiori-di-acacia.html
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  75. Anche io ho avuto lo stesso problema della ragazza di sopra: non è che con i petali soltanto non ci sono tante proprietà come con i fiori di calendula interi?? Grazie e buon anno!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già infatti anche la mia erborista mi ha dato i petali di calendula invece di quelli interi.... Aiutoooo.... Posso fare l'oleolito???? Non vado poi a perdere delle eventuali proprietà?

      Elimina
    2. Ma no, vanno bene anche solo petali. Nessun problema
      A presto
      Veggie

      Elimina

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010