Pubblicato sabato 29 luglio 2017e aggiornato il

come si usa la yogurtiera - come si fa lo yogurt

Preparare lo yogurt in casa è semplicissimo, serve solo latte fresco o a lunga conservazione e uno yogurt naturale come starter, oppure dei fermenti per yogurt che potete acquistare in farmacia o nei negozi di alimenti biologici.


Nel video qui sopra trovate il procedimento completo che andrà bene per fare yogurt di latte vaccino e yogurt di soia.

Ci sono alcuni accorgimenti da prendere per ottenere un buon risultato e per evitare fallimenti.
Qui di seguito vediamo quali sono gli errori più comuni che si commettono e come evitarli.

1 - FARE LO YOGURT CON UN LATTE GIA' APERTO
Anche se tenuto in frigorifero, dopo l'apertura inizia presto a deteriorarsi, quindi c'è il rischio che i batteri del latte possani uccidere i fermenti

2 - FARE LO YOGURT CON UNA QUANTITA' RIDOTTA DI LATTE
Anche se le yogurtiere hanno un termostato, c'è sempre il rischio che la temperatura interna si elevi troppo, temperatura troppo elevata = morte dei fermenti

3 - REGOLARE LA TEMPERATURA DELLA YOGURTIERA AL MASSIMO PER ACCELERARE I TEMPI DI PRODUZIONE
Apprendo che su alcune yogurtiere c'è la possibilità di regolare la temperatura, ma non vengono indicati i gradi. Lo yogurt si sviluppa ad una temperatura compresa tra i 40°C e i 45 °C e necessita di un tempo minimo di 6-8 ore. Se usate temperature troppo elevate, non accelerate nulla, se non la morte dei fermenti che arrostirete. Se la yogurtiera non riporta i gradi fate delle prove. Riempite i vasetti di acqua e avviate la yogurtiera ad una temperatura media, dopo qualche ora misurate la temperatura all'interno di un vasetto e verificate se è compresa tra le temperature che ho indicato. Se fosse troppo alta fate una seconda prova regolando la manopola su una temperatura più bassa, se fosse troppo bassa fate il contrario. Continuate con queste prove fintanto che non troverete la temperatura ideale per l'incubazione.

4 - SCALDARE TROPPO IL LATTE PRIMA DI AVVIARE LA PREPARAZIONE
Fate attenzione perché il latte non deve superare i 40 °C e soprattutto in estate, se usate un latte a temperatura ambiente, è già caldo, basterà scaldarlo 1 massimo 2 minuti per arrivare a 40 °C!!

5 - USARE UNO YOGURT SBAGLIATO COME STARTER
Assicuratevi di prendere uno yogurt bianco naturale "vivo", senza conservanti, senza additivi quali frutta zucchero o altro

6 - USARE IL LATTE SBAGLIATO
Stesse raccomandazioni dello yogurt come starter. Se usate un latte di soia sceglietene uno senza additivi, senza oli aggiunti, zucchero, calcio ecc.. Prendete un latte biologico con una buona percentuale di proteine, leggete la tabella dei valori nutrizionali e verificare che non siano inferiori al 3,2%, se sono di più tanto meglio!!
Se invece usate un latte vaccino fatelo bollire e aspettate che la temperatura scenda sotto o al pari di 40 °C prima di procedere.

7 - USARE STRUMENTI NON PERFETTAMENTE PULITI
Anche questa può essere una causa di insuccesso. Assicuratevi di usare vasetti, pentole, cucchiai, perfettamente puliti e senza residui di detersivo.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Pronto Yogurt
Fermenti lattici vivi - puoi realizzare fino a 25 litri di yogurt
Voto medio su 53 recensioni: Buono

Bevanda di Soia - Soya Drink
Senza zuccheri aggiunti
Voto medio su 32 recensioni: Da non perdere

introduzione al sapone fatto in casa - cosa serve

Presto sul canale YouTube L'Officina della Regina inizierò a parlare di sapone fatto in casa.
Piano piano tratterò vari procedimenti e soprattutto metterò tante ricette che potrete realizzare anche senza conoscere la chimica del sapone. Basterà attenersi scrupolosamente al peso degli ingredienti che indicherò di volta in volta, senza apportare modifiche ai pesi e agli ingredienti.
Per iniziare bisognerà organizzarsi con vari utensili e strumenti, che spesso abbiamo già in cucina e con gli ingredienti base.

In questo video introduttivo troverete le indicazioni su tutto ciò che vi occorrerà. Procuratevi tutto così potrete iniziare quanto prima!
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Pubblicato giovedì 22 giugno 2017e aggiornato il

cuscino termico con noccioli di ciliegia

Il cuscino con noccioli di ciliegia è un rimedio naturale, da preferire alla borsa dell'acqua calda o del ghiaccio. I noccioli di ciliegia all'interno sono vuoti, hanno quindi, una sorta di camera d'aria naturale, che permette loro di accumulare caldo o freddo "rigorosamente secchi"  e di rilasciarli molto lentamente.

COME SI PREPARANO I NOCCIOLI E COME SI CUCE IL CUSCINO
Nel video qui sotto potete seguire in dettaglio sia la preparazione dei noccioli, sia l'operazione di taglio e cucito del cuscino.

Potete accumulare i noccioli con il tempo, basterà farli essiccare di volta in volta o congelarli, anche se sporchi, per poi pulirli ed essiccarli tutti insieme quando ne avrete a sufficienza.
Da 1 kg di ciliegie si ricavano circa 50 g di noccioli essiccati.
Da questo dato potete regolarvi sulle ciliegie da consumare per averne una quantità sufficiente a riempire il cuscino da fare.
Nel video faremo un cuscino che misura cm 20 x cm 30, ma potete farlo con misure diverse.
Quanti noccioli occorrono per riempire un cuscino?
Ho elaborato un calcolo, che potrete adattare a cuscini di tutte le dimensioni!

Come calcolare la quantità di noccioli necessari a riempire un cuscino:
Operazione:
moltiplicate la misura della larghezza per quella della lunghezza, espressa in centimetri.
Il numero che otterrete, convertito in grammi vi darà il peso dei noccioli occorrenti.
Esempio:
cuscino cm 26 x 15 = (26 x 15 = 390) 390 g di noccioli
cuscino cm 30 x 20 = (30 x 20 = 600) 600 g di noccioli
fascia cm 12 x 38 = (12 x 38 = 456) 456 g di noccioli

COME SI SCALDA E COME SI RAFFREDDA IL CUSCINO
Se avete bisogno di calore, di una borsa termica calda, potete scaldare il cuscino mettendolo nel forno ad una temperatura di poco inferiore ai 100 °C e lasciarlo in forno per 20/30 minuti.
Potete scaldarlo nel microonde. Basteranno 1-2 minuti, dipende dalla potenza che si impiega. Mi raccomando, non lo leggo da nessuna parte, forse non lo ritiene importante e invece lo è! ..ma il forno a microonde non si mette mai in funzione senza un liquido, quindi quando metterete il cuscino nel forno, non dimenticate di mettere anche, vicino, un bicchiere riempito a metà di acqua.
Potete tenerlo sul termosifone e scaldarlo così, ma attenzione ai furti! il micio impazzirà di gioia!!
Se avete bisogno di una borsa termica fredda invece, infilate il cuscino in una busta di plastica (guardate il video) e poi mettetelo nel congelatore per 30 minuti.

COME SI USA
Scaldatelo quando avete mal di schiena, torcicollo, cervicale, dolori muscolari. Mettetelo sulla pancia in caso di mal di pancia comprese coliche, dolori premestruali e mestruali per favorire il flusso mestruale. Potete anche scaldarlo e metterlo nel letto o usarlo per scaldarvi mani e piedi.
Usatelo per tutte quelle patologie che hanno bisogno di calore.
Raffreddatelo e fate delle applicazioni fredde in caso di: distorsioni, contusioni, mal di denti, punture d'insetti, insolazioni. Applicatelo sulla fronte quando avete mal di testa. Applicatelo dietro la nuca in caso di febbre.
Usatelo per tutte quelle patologie (in genere traumi) che hanno bisogno del freddo.

Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Pubblicato venerdì 16 giugno 2017e aggiornato il

oleolito di carote, per un'abbronzatura invidiabile!

Abbiamo già visto in un altro articolo come si prepara un oleolito di carote da usare in cosmetica, per uso esterno. Oggi ne faremo uno da usare come condimento in sostituzione dell'olio extravergine d'oliva, così farete il carico di betacarotene e preparerete la pelle all'esposizione solare.

OLEOLITO DI CAROTE PER UN'ABBRONZATURA INVIDIABILE!
Ingredienti:
1 litro di olio extravergine d'oliva
750 g di carote
Preparazione:
Preparate un oleolito a caldo, come spiegato nel video sottostante.
Dal momento che dovrete consumarlo come condimento non aggiungete vit. E o altri antiossidanti come il ROE (oleoresina di rosmarino).


Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

recupero di una vecchia libreria con paint chalk fatta in casa

Ero stanca di vedere quel colore tetro ogni volta che passavo davanti alla libreria (Ikea), così in occasione del cambio di casa ho deciso di riverniciarla e renderla più sobria.
Anziché acquistare vernici pronte che sarebbero costate troppo per quel che valgono le librerie, ho fatto una vernice casalinga.
Ho passato la vernice sulle librerie senza carteggiare, e per finire il lavoro ho passato una mano di "Finitura cerata all'acqua satinata" che ha impermeabilizzato la vernice rendendo così più facile il lavoro di pulizia.

Nel video sottostante trovate il procedimento completo che ho adottato per arrivare al bel risultato che vedete

NECESSARIO:

CHALK PAINT FATTA IN CASA
Ingredienti:
900 g di smalto acrilico all'acqua bianco satinato (1 barattolo da 750 ml)
900 g di idropittura murale lavabile
450 g di gesso alabastrino
1 tubetto di colore concentrato verde bosco (n° 10)
1 tubetto di colore concentrato blu (n° 130)


Per l'effetto finto decapaggio
1 boccetta di ritocco per legno color noce scuro

Per la rifinitura finale:
1 barattolo di finitura cerata all'acqua satinata

Per la preparazione della chalk paint attenetevi alla preparazione mostrata nel video.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Pubblicato venerdì 3 febbraio 2017e aggiornato il

castagnole vegan


Questa versione delle castagnole non prevede l'impiego di uova, né burro. Buone più delle originali!

CASTAGNOLE VEGAN
Ingredienti:
240 g di farina 0
1 cucchiaio di non uovo ai semi di chia
60 g di zucchero di canna + 2-3 cucchiai  extra per ripassare le castagnole dopo la frittura
60 ml di acqua
30 g di olio extravergine d'oliva
1/2 bicchierino di Rhum, Anice o liquore Strega
2 cucchiaini di polvere lievitante al cremortartaro
1 limone biologico (solo la scorza)
1 pizzico di sale
olio per friggere

Preparazione:
Per il massimo del risultato seguite  i passaggi riportati nel video:

Buon carnevale a tutti!
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Polvere Lievitante - Cremor Tartaro per Dolci
Senza aggiunta di fosfati
Voto medio su 16 recensioni: Da non perdere
€ 1.99

Pubblicato martedì 17 gennaio 2017e aggiornato il

cera d'api vegetale (vegan)

Ho chiamato scherzosamente questa cera "cera d'api vegan" perché in cosmetica si comporta in maniera analoga alla cera d'api.
La formula è stata studiata affinché conferisse, a parità di peso, la stessa consistenza a creme, unguenti e burri di cacao, della cera d'api.
Con questa cera basta calcoli!
Prendete una ricetta che contenga cera d'api e non dovrete fare altro che sostituirla con la stessa quantità di cera d'api vegetale.

CERA D'API VEGETALE (VEGAN)
Ingredienti:
(per 100 g di cera)
70 g di cera candelilla
20 g di cera carnauba
10 g di olio di jojoba (è una cera liquida)
2 gocce di essenza cosmetica al miele (sarà un leggero richiamo alla cera d'api)
Preparazione:
Pesate le cere, poi fondetele, aggiungete la fragranza al miele (se vorrete) e ricavatene delle sottilissime scaglie seguendo il procedimento spiegato nel video.
La cera a scaglie ha diversi vantaggi: si può pesare al decigrammo e si scioglie velocemente all'occorrenza, riducendo così il rischio di bruciarla.


Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Olio di Jojoba
Antinfiammatorio ed antiossidante, per pelli acneiche e capelli secchi
Voto medio su 35 recensioni: Da non perdere
€ 8

Cera Carnauba
Emolliente - preparazione di prodotti per make-up
Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere
€ 5.5

olio di magnesio

L'olio di magnesio è una soluzione molto concentrata di cloruro di magnesio e acqua.
Viene chiamato olio, ma non contiene olio.
Il nome nasce dalla sensazione di untuosità che rilascia sulla pelle, come avviene in genere con tutte le soluzioni saline.
E' un'ottima alternativa agli integratori di magnesio per via orale. In questa modalità di somministrazione si evitano alcuni effetti collaterali che alcune persone lamentano quali ad esempio diarrea, perché il magnesio non passa attraverso l'apparato digerente.

Preparazione:
Si prepara una soluzione al 31% con acqua minerale naturale o acqua demineralizzata.
Le modalità di preparazione sono spiegate nel video:


Indicazioni:
Reumatismi, dolori muscolari e articolari di diverse origini, mal di schiena, crampi muscolari, osteoporosi, dolori cronici, psoriasi.
Rilassa i muscoli dopo un'intensa attività sportiva, restituisce elasticità e tonicità a muscoli e articolazioni nel recupero sportivo e traumatico.
Rafforza le ossa in genere.

Uso esterno:
Versate l'olio di magnesio in una bottiglietta spray e spruzzate sull'area da trattare qualche volta durante la giornata.

Uso interno:
Se preparate l'olio in acqua minerale potrete anche assumerlo per bocca.
In questo caso versate l'olio in una bottiglietta di vetro con contagocce graduato.
10 ml di olio contengono 3,1 g di cloruro di magnesio, ed è una dose giornaliera ottimale per adulti.
Potete assumerne da 1 a 12 ml al giorno a seconda delle necessità, diluendolo in mezzo bicchiere di acqua.
Per qualsiasi dubbio sull'assunzione per via orale, consultate il vostro medico.

Il cloruro di magnesio si può usare per un'infinità di disturbi e in cosmetica. Per saperne di più acquistate un buon libro sull'argomento, come quelli proposti qui:

Le Incredibili Proprietà Terapeutiche del Cloruro di Magnesio Voto medio su 9 recensioni: Buono
€ 6.9

Un Rimedio Miracolo - Il Cloruro di Magnesio Voto medio su 3 recensioni: Buono
€ 11

Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Magnesio Cloruro - Polvere Solubile
Integratore alimentare a base di cloruro di magnesio
Voto medio su 6 recensioni: Da non perdere
€ 14

Magnesio Cloruro Santè
Integratore alimentare di Magnesio Cloruro idrosolubile
Voto medio su 4 recensioni: Buono
€ 25

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6009 3883 5156