Pubblicato lunedì 11 novembre 2013e aggiornato il

6 alternative al lievito artificiale per dolci

I comuni lieviti per dolci, solitamente identificati dal nome della marca che le aziende produttrici hanno scelto per loro (per esempio lievito Paneangeli o lievito Bertolini) non sono altro che lieviti artificiali. Più propriamente si tratta di  polveri lievitanti perché in realtà non contengono lieviti, ma l'azione lievitante che generano avviene per effetto dell'anidride carbonica che si sviluppa in seguito ad una reazione chimica.
La reazione chimica della lievitazione si scatena quando due sostanze opposte (una acida e una basica) vengono a contatto tra loro attivate dall'acqua e dal calore.
L'effetto lievitante è istantaneo ma temporaneo, pertanto una volta attivato sarà necessario mettere subito l'impasto nel forno senza lasciarlo riposare.

In questo articolo vedremo 6 dei tanti possibili modi con cui si può sostituire il lievito artificiale con successo, sfruttando la reazione acido-basica delle sostanze che andremo ad usare.

Per valutare le differenti reazioni delle diverse sostanze, ho preparato 6 ciambelloni usando 6 agenti lievitanti diversi, preparati però seguendo una stessa ricetta per tutti.
La ricetta è molto semplice ed è solo un esempio, ma potrete usare i diversi lieviti per tutti i dolci che non necessitano di pause di riposo prima della cottura.
Le quantità dei diversi agenti lievitanti sono calcolati per 500 g di farina.
Ecco la ricetta base:

RICETTA BASE DEL CIAMBELLONE
Ingredienti:
500 g di farina tipo 0
200 g di zucchero
2 uova
100 ml di olio extravergine d'oliva (circa mezzo bicchiere)
la scorza grattugiata di un limone
acqua q.b. (o latte a piacere)
agente lievitante scelto
Preparazione:
Secondo il tipo di lievito usato.
Cuocere in forno a 200 °C per i primi 20 minuti, poi proseguire la cottura a 180°C per altri 20-25 minuti.
con aceto di mele e bicarbonato
1 - LIEVITO CON ACETO DI MELE E BICARBONATO
Ingredienti:
gli ingredienti della ricetta base
80 ml circa di aceto di mele
10 g di bicarbonato di sodio alimentare
Preparazione:
Spennellare con olio il fondo e le pareti di uno stampo per ciambellone.
Accendere il forno.
Mettere le uova con lo zucchero in una ciotola e sbatterle a lungo con una frusta fino a quando saranno gonfie e spumose.
Aggiungere l'aceto di mele, l'olio e la scorza di limone grattugiata e sbattere ancora.
A parte mescolare il bicarbonato con la farina.
Aggiungere un po' alla volta tutta la farina (con il bicarbonato) nella ciotola con gli ingredienti liquidi e mescolare.
L'impasto dovrà risultare abbastanza morbido, quindi se serve aggiungere sufficiente acqua o latte fino ad ottenere la giusta consistenza.
Versare nello stampo e infornare.

con aceto di mele e bicarbonato
2 - LIEVITO CON SUCCO DI LIMONE E BICARBONATO
Ingredienti:

gli ingredienti della ricetta base
70 ml circa di succo di limone (il succo di 1,5-2 limoni)
10 g di bicarbonato di sodio alimentare
Preparazione:
Spennellare con olio il fondo e le pareti di uno stampo per ciambellone.
Accendere il forno.
Mettere le uova con lo zucchero in una ciotola e sbatterle a lungo con una frusta fino a quando saranno gonfie e spumose.
Aggiungere il succo di limone, l'olio e la scorza di limone grattugiata e sbattere ancora.
A parte mescolare il bicarbonato con la farina.
Aggiungere un po' alla volta tutta la farina (con il bicarbonato) nella ciotola con gli ingredienti liquidi e mescolare.
L'impasto dovrà risultare abbastanza morbido, quindi se serve aggiungere abbastanza acqua o latte fino ad ottenere la giusta consistenza.
Versare nello stampo e infornare.

con succo di limone e bicarbonato
3 - LIEVITO CON YOGURT E BICARBONATO
Ingredienti:

gli ingredienti della ricetta base
1 vasetto di yogurt
10 g di bicarbonato di sodio alimentare
Preparazione:
Spennellare con olio il fondo e le pareti di uno stampo per ciambellone.
Accendere il forno.
Mettere le uova con lo zucchero in una ciotola e sbatterle a lungo con una frusta fino a quando saranno gonfie e spumose.
Aggiungere lo yogurt, l'olio e la scorza di limone grattugiata e sbattere ancora.
A parte mescolare il bicarbonato con la farina.
Aggiungere un po' alla volta tutta la farina (con il bicarbonato) nella ciotola con gli ingredienti liquidi e mescolare.
L'impasto dovrà risultare abbastanza morbido, quindi se serve aggiungere sufficiente acqua o latte fino ad ottenere la giusta consistenza.
Versare nello stampo e infornare.
con yogurt e bicarbonato
4 - LIEVITO CON PASTA MADRE E BICARBONATO
Ingredienti:
invece dei 500 g di farina previsti nella ricetta base:
420 g di farina tipo 0
150 g lievito madre semi-liquido (oppure 100-120 g di lievito solido)
+
gli altri ingredienti della ricetta base
10 g di bicarbonato di sodio alimentare
Preparazione:
Spennellare con olio il fondo e le pareti di uno stampo per ciambellone.
Accendere il forno.
Mettere le uova con lo zucchero in una ciotola e sbatterle a lungo con una frusta fino a quando saranno gonfie e spumose.
Aggiungere l'olio e la scorza di limone grattugiata e sbattere ancora.
Aggiungere la pasta madre e mescolare a lungo fino a quando l'impasto non sarà omogeneo.
A parte mescolare il bicarbonato con la farina.
Aggiungere un po' alla volta tutta la farina (con il bicarbonato) nella ciotola con gli ingredienti liquidi e mescolare.
L'impasto dovrà risultare abbastanza morbido, quindi se serve aggiungere sufficiente acqua o latte fino ad ottenere la giusta consistenza.
Versare nello stampo e infornare.
ATTENZIONE! Usate la pasta madre come agente lievitante descritto in questo articolo SOLO per dolci in cui si impiega farina raffinata, non integrale, in ricette dove non serve neutralizzare l'acido fitico. Questo sistema è da considerarsi un altro dei tanti modi per recuperare gli esuberi di lievito madre dei rinfreschi, ma non può sostituirsi alla lunga lievitazione di impasti necessaria a mettere in moto la fermentazione e a trasferire al pane lieviti e batteri che lo arricchiscono e ne aumentano la digeribilità.
con lievito madre
5 - LIEVITO CON CREMORTARTARO E BICARBONATO
Ingredienti:
gli ingredienti della ricetta base
25 g di lievito di cremortartaro e bicarbonato (vedi ricetta in fondo all'articolo)
Preparazione:
Spennellare con olio il fondo e le pareti di uno stampo per ciambellone.
Accendere il forno.
Mettere le uova con lo zucchero in una ciotola e sbatterle a lungo con una frusta fino a quando saranno gonfie e spumose.
Aggiungere l'olio e la scorza di limone grattugiata e sbattere ancora.
A parte mescolare il lievito pronto di cremortartaro e bicarbonato con la farina.
Aggiungere un po' alla volta tutta la farina (con il lievito) nella ciotola con gli ingredienti liquidi e mescolare.
L'impasto dovrà risultare abbastanza morbido, quindi se serve aggiungere sufficiente acqua o latte fino ad ottenere la giusta consistenza.
Versare nello stampo e infornare.
con cremortartaro e bicarbonato
6 - LIEVITO CON ACIDO CITRICO E BICARBONATO
Ingredienti:
gli ingredienti della ricetta base
25 g di lievito di acido citrico e bicarbonato (vedi ricetta in fondo all'articolo)
Preparazione:
Spennellare con olio il fondo e le pareti di uno stampo per ciambellone.
Accendere il forno.
Mettere le uova con lo zucchero in una ciotola e sbatterle a lungo con una frusta fino a quando saranno gonfie e spumose.
Aggiungere l'olio e la scorza di limone grattugiata e sbattere ancora.
A parte mescolare il lievito pronto di acido citrico e bicarbonato con la farina.
Aggiungere un po' alla volta tutta la farina (con il lievito) nella ciotola con gli ingredienti liquidi e mescolare.
L'impasto dovrà risultare abbastanza morbido, quindi se serve aggiungere sufficiente acqua o latte fino ad ottenere la giusta consistenza.
Versare nello stampo e infornare.
con acido citrico e bicarbonato

 RICETTE DI LIEVITI IN POLVERE

POLVERE LIEVITANTE  DI CREMORTARTARO E BICARBONATO
Ingredienti:
(per 200 g di lievito pronto)
100 g di cremortartaro
70 g di bicarbonato di sodio alimentare
30 g di amido di mais (oppure di fecola di patate)
Preparazione e uso:
Miscelare le polveri tra loro. Riporre in un vasetto e conservare ben chiuso.
Usare 25 g di lievito ogni 500 g di farina della ricetta.
Il lievito va miscelato con la farina e insieme vanno aggiunti come ultimo ingrediente nei dolci.

POLVERE LIEVITANTE DI ACIDO CITRICO E BICARBONATO
Ingredienti:
(per 200 g di lievito pronto)
70 g di bicarbonato di sodio alimentare
60 g di acido citrico alimentare (quello per enologia)
70 g di amido di mais (oppure di fecola di patate)
Preparazione e uso:
Miscelare le polveri tra loro. Riporre in un vasetto e conservare ben chiuso.
Usare 25 g di lievito ogni 500 g di farina della ricetta.
Il lievito va miscelato con la farina e insieme vanno aggiunti come ultimo ingrediente nei dolci.

Accorgimenti generali da prendere per una buona lievitazione
Come ho già spiegato la lievitazione avviene per effetto dell'anidride carbonica che si libera quando la parte acida del lievito si unisce a quella basica, ma si attiva solo a contatto con l'acqua.
In tutte queste ricette sono state usate diverse sostanze acide mentre come sostanza basica è stato usato sempre bicarbonato di sodio alimentare.
Il bicarbonato che è in polvere, va miscelato sempre con la farina, anch'essa in polvere e insieme vanno aggiunti come ultimi ingredienti nella ricetta.
In generale se la parte acida è rappresentata da una sostanza liquida (yogurt, limone ecc...) va messa sempre nei liquidi dove ci sono già i grassi e le altre sostanze tendenzialmente acide.
Se invece è in polvere si può mettere indistintamente nei liquidi oppure nella farina insieme al bicarbonato, perché non reagiranno fino a quando non verranno uniti alla parte liquida della ricetta.
Se usate una polvere lievitante già pronta come quelle descritte in questo articolo sarà necessario unirla alla farina, altrimenti se miscelata all'inizio della preparazione insieme ai liquidi (uova, latte, acqua ecc...) si innesca subito la reazione chimica e quando metterete il dolce nel forno gran parte dell'anidride carbonica si sarà già liberata limitando il potere lievitante.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
6 ALTERNATIVE AL LIEVITO ARTIFICIALE PER DOLCI diveggie822 - LILIANA PAOLETTI è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
Based on a work at http://www.lareginadelsapone.com/2013/11/6-alternative-al-lievito-artificiale.html.

69 commenti:

  1. Questo articolo è fantastico Veggie....grazie per averlo postato le proverò tutte per vedere quale raggiunge il risultato migliore e quale soddisfa di più il gusto del ns. palato...tu hai una tua opinione immagino... li hai assaggiati tutti?
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, ho dovuto assaggiarli tutti, quello con l'aceto non rilascia il gusto di aceto, ma viene un pochino più asciutto, quello con l'acido citrico viene bene ma si colorisce un po' prima, bisgona fare più attenzione con i tempi di cottura.
      Il mio preferito è quello con il cremortartaro e bicarbonato e sorprendetemente anche quello con lievito madre perché con l'aggiunta di bicarbontao perde dompletamente il gusto tipico, un po' acido del lievito.
      Ciao Veggie

      Elimina
  2. Davvero molto interessante, complimenti per aver fatto e documentato tutti questi esperimenti :) Mi sorgono alcune domande, tra le possibili soluzioni, ce n'è una migliore delle altre in merito alla morbidezza e conservabilità del prodotto finito? Oppure all'incirca si equivalgono tutte? Grazie e complimenti ancora ;)
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho appena spiegato a Laura, per me i risultati migliori sono quelli con cremortartaro e con lievito madre.
      Sulla conservazione non saprei.. di solito quando faccio queste cose, le taglio a fettine e le congelo, anche perché se lasciate a temperatura ambiente con il passare dei giorni tendono ad indurire, forse anche per il fatto che uso poche uova.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Grazie, farò tesoro dei consigli...anche io spesso faccio dolci con poche uova o addirittura vegani, e abbiamo appena scoperto che mia sorella è intollerante ai lieviti...quindi devo trovare delle alternative perché possa gustare qualche dolcetto anche lei ogni tanto :)

      Elimina
    3. Bene, nel senso che hai da scegliere e sperimentare, è brutto doversi privare sempre di qualcosa!
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  3. Grazie, veramente molto chiara.. era un pò che volevo eliminare il lievito chimico ( mi lega in bocca)...poi anche il ciambellone è un'idea sempre molto gustosa!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il ciambellone è solo un esempio, ho usato quello perché semplice e si possono verificare i diversi risultati, in realtà puoi usare questi lieviti per tutte le preparazioni che vuoi.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  4. Ciao Veggie,
    ho un libro di cucina molto vecchio e ho notato che in molte ricette di dolci senza lievito cè il solo bicarbonato... ho provato in alcuni biscotti e mi pare che anche da solo fa lievitare un po', ma il sapore cambia diventando un po' amaro. Forse anche per questo va usato in abbinamento?
    Utilissimo il tuo post, l'ho condiviso su Google+ ... non conoscevo tanti modi.Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pardon... volevo scrivere c'è e non cè...la fretta.

      Elimina
    2. Con il solo bicarbonato l'impasto lievita perché si tratta comunque di sostanze tendenzialmente acide, ma se mettiamo un altro acido l'azione lievitante è maggiore. Inoltre come hai giustamente pensato, i sapori si compensano e l'amaro del bicarbonato viene neutralizzato dal sapore acido opposto.
      Ciao Veggie

      Elimina
  5. Incredibile, un milione di grazie per le dritte!

    RispondiElimina
  6. Da ignorante chiedo... nella lievitazione con succo di limone e bicarbonato posso sostituire il limone con il succo di arancia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma ne servirà di più (penso il doppio), perché il succo d'arancia è meno acido di quello di limone.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  7. Wow che lavoro scientifico e...a me quei ciambelloni sembrano tutti buoni! Complimenti

    RispondiElimina
  8. grazie davvero! erano anni che cercavo soluzioni simili al lievito tradizionale!!!
    sei fantastica!

    RispondiElimina
  9. ciao Veggie,
    se le uova le sostituissi con le banane , ad esempio, per "veganizzare" la ricetta, pensi che, con uno di questi lieviti, possa cmq essere buono il risultato?
    grazie mille, Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! Fai quello che sei abituata a fare, questi cimbelloni sono solo un esempio, magari contieni un po' lo zucchero, visto che le banane sono dolci.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  10. che dirti gioia....ben fatto! ..come tutto quello che ci regali ;)
    grandissima!!!!
    Barby

    RispondiElimina
  11. Grazie di cuore per questo post! Mi hanno donato l'impasto madre per la torta dell'amicizia (nota anche impropriamente come torta di Padre Pio) e mi lasciava molto perplessa la richiesta di aggiungere una bustina di lievito dopo una lievitazione naturale di 10 giorni! Così ho rischiato aggiungendo solo il bicarbonato ed è venuta ugualmente bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto! Questo articolo è arrivato al momento giusto!
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  12. grazie mille!!! Non vedevo l'ora di leggere quello che avevi sperimentato nelle scorse settimane! Un bacione e ancora un grazie grande come una casa!!!! <3 <3

    RispondiElimina
  13. ciao sto frequentando da poco questo sito lo trovo molto intetessante bei post vorrei chiedere dove posso trovare il cremortartaro ciao grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi trovarlo in quel genere di negozi dove si possono acuistare tutti i prodotti per fare i dolci, i negozi per le feste dei bambini, oppure in alcuni supermercati nel reparto per i dolci (dove trovi altri lieviti e e cose per rifinire i dolci). Se non lo trovi puoi provare a vedere se in qualche farmacia dove fanno le preparazioni possono ordinartelo.
      Altrimenti puoi acwuistarlo online sempre nei negozi online di prodotti per pasticceria.
      Comunque prova prima nei supermercati, ho visto che ultimamente ce l'hanno in parecchi.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
    2. Non so se le proporzioni sono le stesse della ricetta di Veggie...ma per esperienza io uso da parecchio il cremortartaro+bicarbonato anche per la pizza...e finora per mia grande fortuna l'ho trovato anche al discount Todis...ce ne sono parecchi in giro quindi....cercate...se proprio non riuscite a fare diversamente....visto che Veggie con questi metodi ci ha dato la possibilità di fare torte anche senza avere quasi nulla in casa...chi non ha limone, aceto o bicarbonato?

      Elimina
  14. grazie per aver provato al posto nostro. non son chimica ma avevo notato la reazione limone-bicarbonato. nel banana bread che faccio di solito metto solo bicarbonato e lievita moltissimo.
    ti chiedo inoltre: ho fatto la ricetta della torta di mele con il lievito madre. (alla tua originaria sono arrivata dopo) ho usato tutta farina integrale, a parte la difficoltà nell'incorporare la massa liquida, non ho trovato controindicazioni. non è acida ed è venuta buona davvero. mi spieghi il tuo suggerimento in rosso? grazie, davvero tanto, Silvia

    RispondiElimina
  15. Hai fatto un lavoro davvero fantastico non vedo l'ora di provare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, speriamo solo che poi non mi maledici perché ti faccio mangiare i dolci ;)
      A presto
      Veggie

      Elimina
  16. Anch'io di recente mi sono buttata su cremortartaro e bicarbonato...adesso non mi resta che provare anche le altre ricette ( ovviamente ho anche una giovane pasta madre di un anno ), grazie Ilenia

    RispondiElimina
  17. grazie mille per questo lavoro!! volevo chiederti se si possono usare (tutti o qualcuno in particolare) anche per le preparazioni salate (ad esempio per i muffin con le zucchine o per i cake salati) o se devo fare delle modifiche. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in teoria sì.
      Per la scelta dipende dal sapore della preparazione, io direi che quelli più indicati potrebbero essere cremortaro-bicarbonato e aceto-bicarbonato
      Veggie

      Elimina
  18. Ciao Veggie! Bellissimo articolo! Volevo chiederti un consiglio. Siccome faccio spesso una torta allo yogurt, posso solamente combinare quest'ultimo col bicarbonato o mi conviene aggiungere anche la polvere lievitante? La ricetta originale prevede l'aggiunta di una bustina di lievito...Grazie, Elisa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa, se nel tuo dolce metti già la quantità sufficiente di yogurt descritta nella ricetta (1 yogurt x 500 g di farina) basterà aggiungere solo il bicarbonato, se la farina è maggiore metti più yogurt e in rapporto la quantità di bicarbonato indicato, cioè 10 g ogni 500 g di farina.
      Se metti il bicarbonato elimina il lievito ovviamente!
      A presto
      Veggie

      Elimina
    2. Non aver timore, vedrai come lieviterà bene! Basta solo attenersi a tutte le indicazioni che ho dato.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  19. Grazie mille x il consiglio! mi sono ricordata ora che la ricetta prevede solo 250g di fecola/farina,perciò metterò solo 5g di bicarbonato anche se di yogurt ce ne va un vasetto.Correggimi se sbaglio! Elisa

    RispondiElimina
  20. Più precisa di così ....
    Grazie per le indicazioni che hai dato in questo post. Non sono del tutto sicura ma penso che i lieviti mi diano abbastanza fastidio e siccome sono una golosona non volevo privarmi dei dolci .....
    Ora vedrò se con queste soluzioni dopo una fetta di ciambellone avrò ancora quel senso di gonfiore e pesantezza!
    A presto e grazie ancora!
    Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, fammi sapere come va!
      A presto
      Veggie

      Elimina
  21. ciao!!!! questo blog è un faro illuminante!!!! mi ha dato il link un'amica foodblogger perchè ho un dubbio. Vorrei preparare un dolce per un'amica celiaca e che è , anche , intollerante ai lieviti, di tutti i tipi. Quindi devo sostituire la tradizionale "bustina" con altro. Per la farina non ho problemi, ma non conoscevo metodi alternativi per la lievitazione. Oltre al bicarbonato e il limone, vorrei provare anche il cremore di tartaro. Vorrei sapere se questa sostanza non è un esito di fermentazioni come le bustine di lievito proonto...se è simile all'ammoniaca....perchè la mia amica è intollerante a tutto ciò che deriva da fermentazione. Mi fai sapere qualcosa??? grazie e ancora complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cremortartaro viene ricavato dalla fermentazione del vino, quindi per sicurezza lo eviterei, il più sicuro per la tua amica è limone e bicarbonato
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  22. L'ho scoperto questa mattina. Complimenti, un sito fantastico!

    RispondiElimina
  23. Ottime soluzioni, vorrei chiederti se il tipo di acqua influenza il processo di lievitazione, ovvero se è più acida o alcalina e se questo può influenzare le quantità di polvere lievitante o altro agente utilizzato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci saranno sicuramente delle piccole differenze di pH da un'acqua all'altra, ma nel caso del lievito direi che sono irrilevanti, anche perché il pH di tutti gli altri ingredienti non è costante.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. Buondi', complimenti per la spiegazione, se ho capito bene l'abbinamento con il cremor tartaro e' il meglio per diminuire il sapore del bicarbonato, volendo preparare una quantita' ( 500 gr) per quanto tempo mantiene la sua forza lievitante se conservato ? Ci sono altri componenti da poter aggiungere per poter abbassare al minimo il sapore del bicarbonato?
    La ringrazio in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, non preparane troppo perché tende ad ammassarsi un po', però il potere lievitante dura nel tempo.
      L'unico accorgimento da prendere è quello di evitare l'umidità o la troppa aria, perchè l'acqua lo indebolisce.
      Per quanto riguarda il sapore di bicarbonato ti garantisco che non si sente affatto!
      I 2 componenti con la reazione si annullano quindi il sapore non rimane minimamente!
      A presto
      Veggie

      Elimina
  26. anche io voglio ringraziarti! buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi, i ringraziamenti sono sempre graditi, sono una spinta al miglioramento
      A presto
      Veggie

      Elimina
    2. Saluto tutti, un ciao grandioso a Veggie, grazie tantissimo per le informazioni , mi sono iscritta questa sera. La mia domanda, se uso il lievito yogurt e bicarbonato in un impasto che richiede la lavorazione circa una mezzoretta , lievitera' in forno?? Ringrazio da ora per la disponibilta' .

      Elimina
    3. Ciao, se ti è possibile, cerca di aggiungere uno dei 2 quasi all'ultimo momento, così la reazione parte dopo.
      Per esempio potresti mettere lo yogurt subito e miscelare il bicarbonato con poca farina (da togliere dalla quantità di farina della ricetta), poi impastare tutto, seguire la ricetta e quasi all'ultimo aggiungere la poca farina rimasta miscelata al bicarbonato. Ovviamente se devi aggiungere cioccolato, frutta candita, uvetta ecc... prima metti la farina con il bicarbonato e in ultimo aggiungi la frutta.
      Se invece non puoi fare questa separazione prova comunque, perché anche se il lievito inizia ad attivarsi appena metti insieme acido con basico, è anche vero che il lavoro più grande lo fa la temperatura del forno, quindi in ogni caso una reazione ci sarà.
      A presto
      Veggie

      Elimina
  27. Buona sera, queste ricette si possono utilizzare anche per produrre biscotti frollini?
    Ho la necessità di produrre biscotti a livello industriale, senza l'utilizzo del lievito chimico. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente!
      Ovviamente quello che fa la differenza tra torte e biscotti è il rapporto tra gli ingredienti, in particolare la percentuale di grassi, ma sono sicura che sai già esperto in merito.
      A presto
      Veggie

      Elimina
  28. Ciao, uso da tempo l'abbinamento cremortartaro+bicarbonato con farine integrali (ho quasi eliminato le farine bianche) adesso vorrei passare all'uso del lievito madre solido con farine integrali per fare dolci. Se seguo le tue dosi,dove presenti, pensi che il risultato possa essere uguale a quello fatto con farine bianche? ciao grazie

    RispondiElimina
  29. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  30. Ciao,se una ricetta mi chiede l impiego di 25g di lievito ed io vorrei sostituirlo con cremor tartaro +bicarbonato,quali dosi mi consigli ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le dosi vanno considerate in base al peso della farina, attieniti a quelle che ho indicato, a prescindere da quanto lievito venga richiesto nelle ricette normali.
      Guarda quanta farina c'è e in proporzione usane 25 g ogni 500 g di farina.
      Veggie

      Elimina
  31. Ciao Veggie, e grazie in anticipo per l'attenzione.
    Domanda: se la ricetta della ciambella al doppio yogurt prevede 250/300 gr di farina e 2 vasetti di Yogurt da 125 gr, quanto bicarbonato metto 5gr o 10gr?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, metti sempre la quantità di bicarbonato in relazione al peso della farina, indipendentemente dalla quantità di yogurt se normale o doppia.
      In questo caso direi intorno ai 7 g
      A presto
      Veggie

      Elimina
  32. Ciao Veggie, nella preparazione della polvere lievitante versione cremor tartaro e bicarbonato, posso omettere l'amido/la fecola di patate? Che funzione hanno?
    Grazie in anticipo Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. servono a mantenere la polvere miscelata bene, a evitare che il bicarbonato tenda a depositarsi per effetto del peso.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  33. Se volessi aggiungere cioccolato fondente quanto ne dovrei mettere grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si può usare il fruttosio

      Elimina
    2. Certamente, mettine un po' meno perché dolcifica di più rispetto allo zucchero
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  34. non ci avevo mai pensato, cercavo una soluzione per fare il lievito in modo veloce e mi sono imbattuta qui. grazie!

    RispondiElimina
  35. Devo usare qualche accorgimento de nel ciambellone base voglio mettere le mele tagliate a tocchetti(da mescolare all'impasto) o a guarnizione tagliate a fettine sottili e messe su tutta la superficie?

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010