Pubblicato lunedì 5 settembre 2011e aggiornato il

5 modi per recuperare i fiori di calendula dell'oleolito

L'oleolito di calendula è un olio miracoloso che si può applicare sulla pelle così com'è, oppure si può inserire nei saponi, negli oli, nelle creme, negli unguenti ecc..
Al termine della preparazione però, si pone il problema dei fiori che rimangono dopo la filtratura. E' un vero peccato buttarli, così ho pensato alla possibilità di recuperarli visto che l'oleolito di calendula è uno tra i più utilizzati, di conseguenza rimangono parecchi fiori.
L'uso alimentare previsto nelle ricette che ho preparato è riservato solo ai casi in cui l'oleolito sia stato preparato in oli alimentari come oliva, girasole e vinacciolo, con preferenza per l'olio d'oliva, perché è quello che resiste meglio alla lunga esposizione al sole prevista per l'oleolito nel periodo estivo.

PREPARAZIONE DEI FIORI
Qualsiasi sarà l'uso che si deciderà di farne bisogna tenere presente che i fiori sono già stati sfruttati, si presentano un po' secchi e induriti pertanto è necessario rimuovere il calice che è molto duro e pungente e tenere solo i petali.










Strizzare bene i fiori rimuovendo più olio possibile, poi separare manualmente i calici dai petali e tenere solo quest'ultimi.
I fiori saranno comunque abbastanza secchi e intrisi d'olio, perciò si conserveranno benissimo per qualche mese semplicemente ripondendoli in frigorifero dopo averli messi in una vaschetta per alimenti e coperti, in attesa di utilizzarli in qualche modo.

Ecco 5 possibili utilizzi:

1 - Nei saponi alla calendula
Oltre all'oleolito si possono mettere 2 o 3 cucchiai di fiori al nastro, che renderanno questi saponi ancora più delicati.

2 - Nei sali da bagno
Per un piacevole peeling che grazie ai fiori intrisi di olio d'oliva nutre e ammorbidisce la pelle sfruttando l'azione emolliente della calendula e dello stesso olio.
La ricetta nel link

3 - Nei panini ai fiori di calendula e semi di sesamo
La ricetta nel link

4 - In un bel risotto ai fiori di calendula e zafferano
Troverete la ricetta qui sotto

5 - Per chiudere una bella frittata ai fiori di calendula e piselli
Troverete la ricetta più in basso
RISOTTO AI FIORI DI CALENDULA E ZAFFERANO
Ingredienti:
riso per risotto
brodo vegetale
vino bianco
cipolla
zafferano
burro o margarina vegetale
fiori di calendula dell'oleolito (2 cucchiai a persona)
sale - olio
Preparazione:
Preparare del brodo vegetale e tenerlo bollente sul fornello, pronto per per essere usato.
Stufare leggermente la cipolla in un tegame insieme a dell'olio e poco burro o margarina.
Aggiungere il riso e lasciarlo gonfiare per qualche minuto. Sfumare con il vino bianco.
Irrorare con un po' di brodo e iniziare la cottura, dopo un po' aggiungere i fiori di calendula, più o meno un paio di cucchiai a persona. Se serve regolare di sale. Man mano che il riso assorbe il brodo aggiungerne altro (sempre bollente) fino a fine cottura. Pochi minuti prima di spegnere sciogliere lo zafferano in poca acqua calda e versarlo nel riso. Girare e spegnere.
Aggiungere una noce di burro o di margarina e del parmigiano o in alternativa delle scaglie di lievito di birra secco. Coprire e lasciare mantecare qualche minuto prima di servire.
Si può aggiungere qualche altro fiore sulla superficie come ornamento.
FRITTATA AI FIORI DI CALENDULA E PISELLI
Ingredienti:
(per 1 persona)
2 uova
una manciata di piselli surgelati
1/4 di cipolla
1 cucchiaio di fiori di calendula dell'oleolito
1 cucchiaino lievito di birra in scaglie
olio
sale - pepe
Preparazione:
Soffriggere dolcemente in una padella, la cipolla insieme ad un filo d'olio, aggiungere i piselli con un goccino d'acqua, salare e coprire. Terminare la cottura.
Nel frattempo sbattere le uova in una ciotola, salarle, aggiungere il lievito e i fiori di calendula, se piace un po' di pepe.
Quando i piselli sono cotti versare le uova nella padella e cuocere la frittata come di consueto.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
5 MODI PER RECUPERARE I FIORI DI CALENDULA DELL'OLEOLITO

by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

7 commenti:

  1. Ciao, dove posso i fiori di calendula per fare l'oleolito? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li trovi in tutte le erboristerie, se non ce l'hanno non meritano di essere definite erboristerie!
      Ciao Veggie

      Elimina
  2. Ciao, stavo cercando un modo per polverizzare i fiori di calendula, per usarli proprio come zafferano... Ho provato in tutti i modi ma niente, sono troppo leggeri e girano insieme alle lame...
    Puoi darmi un consiglio? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non ce l'ho un metodo, forse se li fai seccare parecchio nel forno dovresti poi riuscire a polverizzarli, ma non conviene sottoporre i fiori a tale stress.
      Ciao Veggie

      Elimina
  3. Ciao!!!Ti seguo da un po'e ringrazio d'averti scoperta:sei una continua fonte d'ispirazione per lo stile di vita che io e la mia famiglia stiamo conducendo da qualche anno!!!
    Grazie infinite di condividere tutte queste tua conoscenze così importanti per vivere con consapevolezza!!!
    Senti, mi chiedevo...ci sarebbe un modo per recuperare anche la calendula della T.M.? Hai già provato?Mi spaice buttarla...Che so...Nel sapone?
    Grazie fin d'ora
    Serenità
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì puoi metterla nel sapone, ma attenzione perché l'alcol mantiene il sapone morbido, quindi rimuovilo il più possibile, cerca di asciugare i fiori prima di aggiungerli al sapone.
      Ciao Veggie

      Elimina
  4. ciao, vorrei postare le foto delle ricette della calendula con il tuo link, sul mio blog, http://romantici-ciafanagli.blogspot.it/search/label/svuoto%20la%20cantina, poi le ricette le vengono a leggere qui,perchè sono una fan di questo fiore.
    Per sostenere il tuo lavoro vado a vedere nei tuoi annunci se trovo qualcosa d'interessante, come fare le serre, per esempio è un libro che mi stuzzica molto.
    ciao e a presto.
    Giorgia

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010