Pubblicato mercoledì 16 marzo 2011e aggiornato il

usare al meglio saponi-shampoo per lavare i capelli


Molti di noi che producono saponi naturali prima o poi desiderano abbandonare l'uso dello shampoo tradizionale per passare ad uno shampoo solido completamente naturale.
La cosa più importante da sapere riguarda il pH del sapone.
E' un pH basico, non certo quello che occorre per testa e capelli che invece hanno un pH tendenzialmente acido. Per questa ragione al lavaggio con sapone dovrà sempre fare seguito un risciacquo all'aceto, che avrà lo scopo di regolare il pH e riportarlo a valori normalmente acidi.
Il risciacquo all'aceto è utile anche per altre ragioni, non meno importante quella di eliminare dal capello i residui di sapone che tendono ad attaccarsi in tutta la lunghezza.
Se si vive in zone dove l'acqua è più dolce si può sostituire il risciacquo all'aceto con un risciacquo acido all'acido citrico. Si prepara una soluzione come spiegato qui e se ne mette 1 cucchiaio in una brocca d'acqua. Si usa come descritto per il risciacquo all'aceto.

Come usare lo shampoo solido
Organizzarsi con una brocca di plastica tipo quelle graduate da 1 litro come questa nella foto.
Bagnare i capelli e riempire a metà la brocca con acqua calda.
Immergerci lo shampoo-sapone per un minuto più o meno, così si ammorbidirà un po' in superficie.
Passarlo sui capelli ripetutamente immergendolo più volte nell'acqua della brocca, così i capelli si bagneranno e insaponeranno nello stesso momento.
Massaggiare, lavorando con il sapone bagnato e l'acqua calda della brocca si riuscirà a produrre un'ottima schiuma e il sapone non rimarrà attaccato sui capelli formando quella bavetta tipica che in genere soprattutto nei saponi all'olio d'oliva si tende a produrre.
Rimuovere il sapone dall'acqua e versare l'acqua rimasta ormai saponata sulla testa, massaggiare ancora un po' e sciacquare.
Ripetere un secondo shampoo.
Al termine, dopo aver sciacquato capelli e brocca, passare al risciacquo acido scelto preparando nella brocca un dito di aceto o un cucchiaio di soluzione di acido citrico e riempire a metà con acqua calda.
Versare la soluzione sui capelli e lasciarla agire per 1 o 2 minuti.
Nel frattempo sciogliere i capelli con un pettine.
Sciacquare un'ultima volta e asciugare.

Considerazioni sull'uso del sapone-shampoo
Quando si iniziano ad usare saponi-shampoo dopo aver usato per anni shampoo e balsami commerciali ricchi di siliconi, il risultato iniziale potrebbe risultare un po' deludente. Questo avviene perché il sapone si scontra con le sostanze chimiche di cui è impregnato il capello, al quale occorreranno circa 1 o 2 mesi prima che si ripulisca del tutto dai residui chimici accumulati per anni.
A volte sembra che il capello sia eccessivamente pesante, altre troppo secco, altre ancora un po' unto. Sono tutte possibili reazioni da non attribuire al tipo di sapone-shampoo usato.
Se si è certi di aver fatto un buon sapone, ma non si è soddisfatti dei lavaggi non può essere utile cambiare tipo proprio in questa fase di adattamento.
Trascorso un mese o 2 di preparazione del capello si potrà allora valutare il tipo di shampoo più adatto per se stessi.
Una volta che si è iniziato ad usare saponi-shampoo sconsiglio di continuare con lavaggi misti, eseguiti cioè alternando sapone a shampoo chimici, altrimenti non se ne uscirà più, perché ogni volta che si utilizza uno shampoo industriale (o un balsamo per capelli) si lascia una nuova patina di petrolio sui capelli e il periodo di adattamento si allungherà. Si potrà invece alternare l'uso del sapone a lavaggi con sostanze naturali come polveri e farine di legumi, ghassoul, shampoo alla radice di saponaria comunque prodotti naturali privi di tensioattivi, sequestranti, coloranti, conservanti ecc..
Veggie
Per approfondimenti sulla preparazione e sull'uso dei saponi-shampoo solidi potete consultare il mio libro SAPONI E SHAMPOO SOLIDI, NATURALI, FATTI IN CASA
Saponi e Shampoo Solidi, Naturali, Fatti in Casa Voto medio su 19 recensioni: Da non perdere
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
USARE AL MEGLIO SAPONI-SHAMPOO PER LAVARE I CAPELLI
by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

83 commenti:

  1. Che bello leggere questo articolo! E' proprio ciò che sto sperimentando in questo periodo...: la sostituzione dello shampoo con il MIO sapone. Che soddisfazione!!!
    Irene

    RispondiElimina
  2. Eh si! fa un certo effetto usare i propri prodotti.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  3. eh si, dite proprio bene: è proprio una vera soddisfazione.
    anch'io ieri per la prima volta ho usato il MIO sapone-capelli autoprodotto: un' emozione unica, soprattutto perchè funziona, e alla grande! e l'ho sperimentato anche su uno dei miei figli: GRANDIOSO! addio shampoo commerciali!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao io si 1litro d'acqua metto 120 Gr di Marsiglia e 60 ml di olio di mandorle...ma non sono soddisfatta.... vorresti condividere la tua ricetta?
      Grazie Alessia

      Elimina
  4. Siiiiii!!! Evviva! ^-^
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  5. Piu' seguo il tuo blog e piu' lo trovo interessante....sei ogni volta una scoperta :) Grazie, non appena mi deciderò a tentare la sorte con il sapone autoprodotto credo ci proverò, anche se devo ammettere che abbandonare il ghassoul mi spiacerebbe un poco:)

    RispondiElimina
  6. Se ti trovi bene con il ghassoul non c'è ragione di cambiare,
    Certo se doverssi iniziare ad autoprodurre sapone sarebbe un tentativo da fare, anche solo per curiosità, ma se ti trovassi bene anche con il sapone potresti sempre alternare l'uso dei 2 prodotti.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  7. Ciao Veggie, ma dici che come shampoo-sapone posso usare un sapone fatto da me con solo olio di oliva,o è meglio farne uno oliva e jojoba?

    Grazie mille per la delucidazione su come utilizzarlo al meglio!

    Edera

    RispondiElimina
  8. Si possono fare dei saponi-shampoo specifici, ovvero con caratteristiche particolari, intanto puoi iniziare con il sapone autoprodotto solo oliva, che a me piace tanto anche sui capelli.
    Fa solo una schiuma po' diversa di un sapone contenente olio di cocco o di ricino, ma non è importante.
    Prova, se ti troverai bene tra un mese ne potrai fare uno specifico per il tuo tipo di capello.
    Ah importante! il sapone all'olio d'oliva dev'essere necesssariamente formulato per l'igiene personale e non da bucato, mi raccomando!
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  9. Credo che lo regalerò un pò in giro, perchè io ho i dreadlocks e già mi lavo i capelli con il sapone di marsiglia a scaglie :)

    Allora intanto preparerò dei saponi shampoo all'olio di oliva, e vediamo se vanno bene per le varie esigenze!

    Grazie ancora :)

    RispondiElimina
  10. Non ti rimane troppo aggressivo il sapone a scaglie sui capelli?
    Quello dovrebbe essere per il bucato..
    Veggie

    RispondiElimina
  11. Ciao Veggie, quando dici formulato per l'igiene personale ti riferisci allo sconto di soda? Avevo letto che il sapone solido non andasse usato frequentemente sui capelli? Ho capito male? Sempre grande e piena di consigli GRAZIE!!!!!

    RispondiElimina
  12. Si certo, un sapone senza sconto soda è troppo aggressivo sui capelli e sul corpo.
    La scelta di usare il sapone sui capelli è decisamente personale.
    Io non uso shampoo da almeno 5 anni.
    Come ho detto una volta che si inizia è bene non alternare lavaggi con shampoo industriali, al massimo si può alternare con altre tipi di lavaggio naturali.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  13. Ciao, grazie al tuo post da un paio di settimane ho abbandonato anch'io lo shampoo commerciale :-)). Sto usando un sapone autoprodotto all'olio di oliva, con 128 gr di soda per 1 litro d'olio...di quanto dovrei scontare la soda per avere un sapone più delicato?

    PS Sono rimasta meravigliata dall'effetto dell'aceto dopo lo shampoo..wow..non l'avevo mai provato, è lucidante e balsamo fantastico!
    Grazie di tutto

    RispondiElimina
  14. Il tuo sapone 100% oliva ha già un discreto sconto del 5%, non mi sembra il caso di aumentare, semmai per i prossimi puoi usare oli delicati da usare in combinazione con l'oliva, magari dell'olio di ricino, dell'olio di riso. Oppure potresti preparare un oleolito da destionare al sapone.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  15. ciao, sono nel blog da poco.
    ho un grosso problema di dermatite al cuoio capelluto da anni, ho speso più soldi in shampo che per comprare casa.
    Avevo iniziato a lavarmi i capelli con sapone di marsiglia, su consiglio del mio parrucchiere, peccato abbia omesso di dirmi che andavano sciaccquati con aceto, così dopo essere andata a "zonzo" per qualche periodo con i capelli da spaventapasseri, ho dovuto abbandonare il sistema che devo dire,sul cuoio non aveva dato risultati.
    vorrei sapere fra i tanti saponi quale mi puoi indicare, sai vorrei iniziare a farmelo da sola e partirei con qualcosa che finalmente aiuti il mio stato.
    Grazie, devo fare i complimenti per questo blog davvero molto interessante.
    da lorem65
    Ciao Vaggie

    RispondiElimina
  16. Ciao Lorem, non ho guardato, ma sei iscritta al mio gruppo di sapone?
    Se non lo sei ti consiglio di farlo, potrai trovare tutte le indicazioni e consigli, da quale sapone partire e cosa sia meglio usare e come usare i saponi.
    In questo contesto non ha senso che ti indichi un tipo di sapone, non so nemmeno se tu sia in grado di farlo.
    Certo acquistare un sapone tutto naturale è la cosa più difficile che ci sia, anche nei più naturali c'è sempre qualcosa che non va..
    Il gruppo di sapone è questo:
    http://it.groups.yahoo.com/group/sapone_e_autoproduzioni/
    A presto Ciao
    Veggie

    RispondiElimina
  17. Ciao, son lorem, si sono iscritta al gruppo da pochissimo.
    Andrò a vedere lì.Grazie

    RispondiElimina
  18. Ciao veggie anche io sto usando un sapone-shampoo ma non so perche mi fa un sacco di forfora anche dopo il risciacquo con l'aceto...:-( aiuto...:-(

    RispondiElimina
  19. Non saprei... forse è troppo aggressivo?
    Puoi darsi che per te vada bene uno shampo più nutriente..
    ma non posso dirlo con certezza, non ho elementi sufficienti.
    E' anche possibile che lo shampoo non c'entri proprio e la forfora sia il risultato di un problema interno, magari hai bisogno di una cura depurativa.
    Ciao

    RispondiElimina
  20. BUONGIONO DA MARY,VORREI FARE IL MIO PRIMO SAPONE METODO A FREDDO MI INDICHI UN OLIO CHE POSSO TROVARE AL SUPERMERCATO? POSSO LAVARE I CAPELLI CON QUESTO SAPONE? GRAZIE PER LA TUA GENTILEZZA.

    RispondiElimina
  21. SEMPRE MARY,INTENDEVO UN OLIO D OLIVA SCUSAMI!GRAZIE

    RispondiElimina
  22. Mah, veramente non ho una marca precisa da consigliarti, io prendo olio extravergine d'oliva del supermercato, in genere predno quelli in promozione, per il sapone vanno benissimo.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. o bisognio di questo shampo poso averka da lei?

      Elimina
    2. Tutto quello che ho a disposizione (compresi shampoo solidi) lo puoi vedere qui ed e ventualmente scrivermi:
      http://saponidiveggie.blogspot.it/
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  23. Gran bel blog...ho una domanda Veggie...ho comprato un sapone al catrame di ginepro(per psoriasi) fatto con olio di cocco e mi é stato detto che posso usarlo per il cuoio capelluto e i capelli, é vero? cioé l'olio di cocco va bene per i capelli anche se li ho molto lunghi??? e grazie per il suggerimento del risciaquo all'aceto...sono estasiato dal fatto che ho trovato cmq un'altra soluzione agli shampoo con tutta la schifezza che vi é dentro...

    RispondiElimina
  24. Ciao Paolo, l'olio di cocco è uno tra i più usati nei saponio shampoo in quanto conferisce al sapone la caratteristica di produrre molta schiuma.
    Ma forse quello che ti lascia qualche dubbio è il fatto che si tratti di un olio, per questo più stare tranquillo gli oli sono i componenti principali dei saponi, senza i grassi i saponi non possono essere realizzati. Una volta terminato il processo di saponificazione il grasso, sarà diventato quasi tutto sapone e non più olio, per questo non hai un prodotto che unge.
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  25. miskiare sapone di marsiglia kon shampoo da parrukkieri fa kadere i capelli? perkè l'altra volta l'ho miskiato e mi son kaduti.

    RispondiElimina
  26. Cia Veggie!
    anzitutto complimenti per il blog: è da un anno che mi interesso di autoproduzioni, ma ti ho scoperta da poco, e mi trovo molto bene con le tue ricette e i tuoi consigli! ho testato 2 shampoo, l'hennè, il deodorante e il burro cacao!
    Ma eccoti la domanda: che cosa posso fare quando mi lavo i capelli dopo la piscina? non potendo fare il risciacquo all'aceto non posso usare i saponi-shampoo.. e nanche il sapone Alga (con cui mi trovo abbastanza bene, dopo neanche un mese di utilizzo), e non mi fido del marsiglia perchè li ho ricci e fini. qualche idea?
    Grazie per condividere con noi il tuo lavoro :)

    RispondiElimina
  27. p.s: sono un uomo

    RispondiElimina
  28. @ Anonimo: non so se metterli insieme possa far cadere i capelli, certo non sono troppo compatibili, in ogni caso non ha senso farlo, il sapone è un preparato naturale, mentre lo shampoo è un preparato petrolchimico. Perché miscelarli?

    @ Sonia: prova con lo shampoo alla saponaria è delicato e non ha bisogno del risciacquo all'aceto perché non è basico, è l'ideale da usare dopo la piscina perché i capelli non sono sporchi ma è necessario rimuovere principalmente il cloro.
    Ecco il link:
    shampoo dolce alla radice di saponaria

    RispondiElimina
  29. Ciao, volevo sapere 2 cose, la prima è se usare il sapone di marsiglia (vero) come shampoo vada bene e se è possibile usarlo frequentemente, tipo ogni 2 giorni. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa intendi per sapone di Marsiglia "vero"?
      Un sapone di Marsiglia può essere usato per i capelli solo se si tratta di un sapone per l'igiene personale e non di un Marsiglia da bucato.
      L'ideale è il sapone di Aleppo che puoi usare quando vuoi, basta fare il risciacquo all'aceto.
      Ciao Veggie

      Elimina
  30. Ciao, interessantissimo questo post!
    Volevo chiederti se hai anche una ricetta per sostituire il balsamo con prodotti naturali... io ora lo uso ad ogni lavaggio per ammorbidire e districare i capelli (sono riccia), ma vorrei cambiare..
    Grazie!
    Giuly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attualmente nel blog ce ne sono un paio:
      http://www.lareginadelsapone.com/2012/01/balsamo-dopo-shampoo-ai-semi-di-lino.html
      http://www.lareginadelsapone.com/2010/03/balsamo-per-capelli-spray.html

      Ciao Veggie

      Elimina
  31. Ormai sono 10 giorni che uso la saponetta dura di aleppo per lavarmi i capelli...dopo un inizio tragico (sembravano proprio paglia..) sono diventati BELLISSIMI!! Prima di tutto non mi prude più la testa (era diventata una cosa insopportabile, mi facevo persino sangue alle volte)e poi sono stupendi, adesso stanno tornando come (poverini) mi sono nati in testa, cioè a boccoli larghi. Sono felice!
    ovviamente dopo li sciacquo con aceto 2\3 volte e poi acqua corrente fredda.
    Ire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benissimo! Brava resisti!
      E' vero all'inizio può essere scoraggiante, ma se si supera la fase critica i vantaggi non tardano ad arrivare.
      Benissimo anche l'aceto, anzi indispensabile direi.
      A presto Veggie

      Elimina
    2. Ciao...ho fatto oggi il mio primo shampoo con il sapone di Aleppo (20%olio di alloro)... effettivamente il risultato non è un granchè ma ho letto che devo aspettare e lo farò...l'unica cosa..devo usare l'aceto dopo?? non lo sapevo..va bene l'aceto bianco quello normale per la cucina giusto? ma poi non prendono odore di aceto i capelli?
      Grazie ;)

      Elimina
    3. Sì il risciacquo all'aceto è necessario, l'odore non rimaner, anche perché non devi usarlo puro. Leggi questo articolo:
      http://www.lareginadelsapone.com/2010/03/risciacquo-allaceto-dopo-shampoo.html
      Ciao Veggie

      Elimina
  32. Ciao, una domanda: se si usa da mesi il sapone-shamppo e l'aceto, quindi si hanno i capelli "disintossicati" dagli shampoo chimici, come si fa quando si deve andare dalla parrucchiera per il taglio, che ci laverà e imbalsamerà con prodotti tradizionali? Bisognerà poi ricominciare la purificazione del capello da capo?
    Federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è sempre un problema...
      Lo scorso anno quando ho traslocato ho dovuto lavare i capelli un paio di volte con uno shampoo normale, perchè non mi ero ancora organizzata. Il capello ha avuto di nuovo bisogno di un breve periodo per riadattarsi, mi sono accorta della differenza.
      Dato che non mi va di sentire tutte le storie delle parrucchiere, né tantomeno le violenze che fanno mettendoti sempre in testa quello che non vuoi (fialette,balsamo, spume, lacca ecc...) ho adattato il sistema di avvisare la parrucchiera prima di andare.
      Le dico che ho un problema di allergia a tutti i prodotti cosmetici e uso prodotti particolari da farmacia, quindi mi presento con i capelli lavati e me li faccio solo bagnare. Da quando ho adottato questo metodo è finito l'incubo di tutta la robaccia che vogliono metterti sui capelli e che NON SOPPORTO!!
      Un'alternativa, se hai una parrucchiera con una mente aperta è portare il tuo sapone e il risciacquo all'aceto, ma è difficile che possa accadere..
      Ciao Veggie

      Elimina
  33. Mi hanno parlato dei residui del Sapone Sole (usato per il lavaggio a mano di indumenti)da diluire con acqua come shampoo.Mi fido????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente no, sia perché parliamo di un sapone dabucato che non ha le stesse caratteristiche di uno per l'igiene personale, sia perché quei saponacci contengono sempre il sego bovino, un grasso ottenuto dagli scarti di macellazione dei bovini.
      Ciao Veggie

      Elimina
  34. Ciao!! Volevo chiederti un parere. Purtroppo non sono in grado di fare da sola un sapone quindi volevo sapere se potevo usare un sapone dei provenzali, facendo sempre un risciacquo finale con l'aceto! Grazie per la risposta!! Il tuo blog é davvero molto interessante e sto imparando molto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, assolutamente no, perché i saponi industriali (compreso quello de I Provenzali) contengono coloranti, profumi e sequestranti non proprio naturali..
      Se vuoi un sapone naturale da usare sui capelli ti conviene comprare l'Aleppo, è l'unico garantito naturale.
      Ciao Veggie

      Elimina
  35. ciao, ho provato a fare il sapone shampoo alla birra con una ricetta che ho trovato ..con olio di oliva olio di ricino olio di riso...mio marito lo ha usato senza problemi (lui ha i capelli grassi)..io e mio figlio (che abbiamo un capello molto secco) ci siamo riempiti ma proprio tanto di forfora come mai era accaduto in vita mia...pur usando l'aceto nel risciacquo...forse è eccessivo per me? provo quello alla radice di saponaria?
    grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei... non ho elementi sufficienti per rispondere..
      Avevi già abbandonato gli shampoo oppure questa è stata la prima esperienza?
      Come si dice nell'articolo serve un periodo di adattamento che non è uguale per tutti.
      Comunque lo shampoo alla saponaria non contiene sapone e inizialmente ti troverai senz'altro meglio.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. in effetti è stata la prima esperienza...prima alternavo agli shampoo commerciali quelli di marca Weleda (secondo me fa ottimi prodotti...ma costosi...)...per mio figlio solo i Weleda pero'...
      ho pensato questo: se riduco il sapone shampoo in scaglie e lo sciolgo diluendolo con l'acqua e aggiungo un po' di aceto non lo rendo meno aggressivo?
      dico una cavolata?
      grazie mille

      Elimina
    3. in effetti prima alternavo i prodotti commerciali a quelli di marca Weleda (per mio figlio solo weleda).è un'ottima marca per me ma costosa....
      ho pensato questo: se riduco il sapone shampoo in scaglie e lo sciolgo in acqua, aggiungo poi un po' di aceto...non lo rendo piu' 'dolce'?,,,dico una cavolata?
      grazie mille
      Ste

      Elimina
    4. Sì, purtroppo dici una cavolata in quanto il pH del sapone deve rimanere basico, qualsiasi tentativo si fa per portare il pH ad un valore neutro lo smonta e si separa irrimediabilmente in oli e acqua.
      Il sapone non è aggressivo, il problema è il capello che si deve purificare e liberare di tutto il silicone di cui si è impregnato negli anni. Quando si riesce a liberarlo completamente diventa tutto più faile.
      Ciao Veggie

      Elimina
    5. grazie mille! sei davvero molto gentile e disponibile.
      grazie davvero

      un caro saluto

      Elimina
  36. ciao volevo chiederti se nella preparazione dello shampoo sapone posso utilizzare il sapone che faccio con la lisciva . l'ultimo che ho fatto ho utilizzato solo olio di oliva proprio perché lo vorrei utilizzare per il corpo.ti ringrazio e ti saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so, dipende dalla delicatezza del sapone. Il problema della lisciva è che non consente di dosare l'alcale nel sapone quindi non possiamo sapere se il sapone risulterà con un eccesso di soda oppure con uno sconto soda contenuto o eccessivo.
      Non posso dire di più.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. grazie comunque ,, nel dubbio soprassiedo..complimenti per il sito veramente interessante ciao a presto

      Elimina
  37. Cara Veggie,
    ultimamente ti tampino! ho fatto il tuo sapone-shampo 2 in 1 (ricetta che ho preso dal forum a cui sono iscritta) e mi stò trovando molto bene.
    Volevo sapere se, con qualche variazione, posso darlo anche a mia sorella che ha dei capelli che la fanno disperare. Lei li ha lunghi, molto mossi (ma molto crespi credo in seguito a tinte e decolorazioni) e tuttore tinti. In più ha un problema di forfora che non risolve. Ho provato a darle il mio ma dopo lei ha bisogno di un balsamo se no le vengono i dred e lo usa industriale! allora vorrei farle tutto su misura ;) mi potresti consigliare un adattamento adatto a lei e un balsamo dopo shampo? ti ho scritto quì e non sul forum perchè ho pensato che poteva interessare anche ad altri "profani" come me, dato che noto che il suo problema è molto comune tra le mie amiche :)
    Grazie mille
    Jeannette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preferisco che le tematiche di sapone vengano discusse nel gruppo di sapone, da cui tra l'altro proviene la ricetta di cui stai parlando. Il gruppo è chiuso proprio perché i contenuti devono rimanere riservati.
      Il blog è riservato ad altri argomenti.
      Ciao Veggie

      Elimina
  38. Bungiorno Veggie, volevo chiederle delle delucidazioni sull'uso del sapone-shampoo. Sul forum di Lola (che credo lei conosca), molte (compresa Lola) sconsigliano vivamente l'uso del sapone sui capelli, proprio a causa del suo ph, che a lungo andare rovinerebbe i capelli: si aprono, doppie punte etc.. Premetto che non ritengo essere verità assoluta ciò che leggo sul forum di Lola, ma questa cosa mi ha un po' scoraggiato, perchè è un bel po' che ho iniziato a creare saponi, e ora volevo cimentarmi in uno shampo-sapone. Avendo i capelli molto lunghi, sono un po' scettica a riguardo. Ho letto che lei non usa shampo da ormai 5 anni, quindi suppongo che non abbia mai riscontrato problemi nell'uso del sapone come shampoo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io e altre centinaia di persone che producono sapone lo usiamo da anni con successo.
      Il capello rimane morbidissimo e nessun problema di squamosità, anzi al contrario acquista in lucentezza.
      E' importante usare il sapone giusto e ben stagionato e soprattutto terminare il lavaggio con il risciacquo all'aceto che riporta il pH del capello ai valori normali.
      Il problema del pH è maggiormente sentito in prodotti che rimangono sulla pelle come creme e deodoranti ad esempio, ma il sapone è un prodotto che va risciacquato quindi nessun problema se si termina con un risciacquo acido.
      Veggie

      Elimina
  39. Ciao Veggie, volevo aggiornarti sul lavaggio dei capelli con il sapone. Ho provato ad utilizzare per la prima volta un sapo0ne autoprodotto, ma non ha lavato, anzi mi ha lasciato i capelli unti Dopo però ho provato ad utilizzare il sapone di aleppo. Risultato: fantastico, l'ho utilizzato anche per i lavaggi successivi ed ho intenzione di continuare a farlo.
    Peccato non aver ottenuto buoni risultati con i miei saponi, avrei veramente concretizzato il mio proposito di usare esclusivamente detergenti da me prodotti per l'igiene personale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh non ti arrendere!
      Intanto bisognerebbe analizzare la composizione del tuo sapone, magari non è adatta per i tuoi capelli, oppure il sapone era troppo giovane.
      Direi di metterlo da parte e di riprovare tra 2-3 mesi, magari sarà tutta un'altra cosa con la stagionatura!
      Ciao Veggie

      Elimina
  40. Ciao Veggie!
    vorrei sapere se il panetto di sapone-shampoo si può utilizzare direttamente sui capelli? Quali sono i pro e i contro?
    Grazie mille, amo il tuo blog! un bacione :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo che si usa direttamente sui capelli, come pensavi che si usasse?
      Io sono anni che lo uso così.
      Naturalmente va bagnato così si forma la schiuma, altrimenti non lava bene.
      Ciao Veggie

      Elimina
  41. Salve Veggie ormai è un po' che seguo il tuo blog...e appena capirò come fare vorrei iscrivermi al gruppo. Volevo chiederti che ho letto sul web che per fare uno shampo solido non bisogna scontare la soda per far sì che deterga più a fondo il cuoio capelluto,volevo sapere se corrisponde a verità. Grazie a te sono già al mio terzo sapone!!! Grazie Veggie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è così, e chi scrive questo non è solo ignorante, ma anche incosciente nel consigliare ad altri di fare qualcosa che potrebbe far male alla salute del cuoio capelluto e del capello.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Grazie Veggie

      Elimina
  42. ciao mi dici cosa ne pensi del sapone di aleppo ,vorrei sapere la tua opinione ,dicono meraviglie . grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! se non fai sapone, il sapone di Aleppo è l'unico sapone veramente naturale in circolazione.
      Per i capelli alcuni si trovano bene altri meno, lamentano principalmente che i capelli durano solo pochi giorni puliti.
      Ciao Veggie

      Elimina
  43. grazie veggie molto gentile

    RispondiElimina
  44. Ciao Veggie, oggi ho utilizzato per la prima volta lo shampo-sapone con risciacquo finale di limone, io ho i capelli secchissimi e fini ma la cute grassa...risultato...ho i capelli stoppacciosi e sembro un leone. Sto leggendo ora il blog per la prima volta e noto che: 1. i primi tempi l'effetto è normale perchè ormai erano abituati con prodotti chimici 2. forse non è il limone ma l'aceto il risciacquo giusto?
    Quindi continuerò per un mesetto e speriamo meglio.
    Puoi consigliarmi se faccio bene o male?
    Grazie infinite. Manuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, metti l'aceto perché è meno aggressivo del limone e puoi dosarlo meglio.
      Prova con l'aceto come spiegato qui, se poi i capelli ti risultassero troppo secchi aumenta un po' la quantità di aceto, se invece ti sembrassero troppo grassi prova a diminuirla.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  45. sono sempre manuela. mi sono scordata di dirti che uso lo shampo sapone ai semi di lino della saponaria. oggi sono venuti grassissimi quindi metterò meno aceto. voglio i capelli bellissimi!!! Vediamo chi vince fra me e le "armi chimiche" ;) grazie e auguri!

    RispondiElimina
  46. Vedrai che ce la farai, mi sembri testarda abbastanza, in senso buono ovviamente ;)
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  47. Ciao Veggie,
    scrivo per chiederti un consiglio. Volevo acquistare un sapone di aleppo per scioglierlo (seguendo la ricetta trovata nel tuo sito) ed usarlo sia come bagnoschiuma che come shampoo. Tuttavia sono un po' confusa sulla percentuale di olio d'alloro più indicata allo scopo; infatti sulla maggior parte dei siti online di rivenditori del sapone ho letto che una maggiore quantità di olio d'alloro corrisponde ad un maggior potere idratante... ma in altre fonti ho trovato esattamente il contrario, ovvero che ad una maggiore percentuale di olio di alloro corrisponde un maggior potere sgrassante. Sono un po' confusa... potresti aiutarmi a fare luce su questo arcano? ;-)
    Grazie mille
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, l'olio di alloro non ha potere idratante, è vero in contrario (l'acido laurico che contiene produce saponi sgrassanti) quindi se vuoi un sapone più delicato scegline uno con percentuale minore 16%-25%
      Ciao
      Veggie

      Elimina
    2. Grazie mille!

      Elimina
  48. scusa l'ignoranza, ma se uno facesse un sapone con uno sconto soda basso, meno del solito 5%, il sapone così ottenuto sarebbe meno basico? sarebbe perciò migliore per i capelli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sapone è sempre basico, ma se si applica uno sconto soda troppo basso diventa più aggressivo, per capelli grassi è meglio non scendere sotto al 4%.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
    2. Grazie mille per la risposta e la disponibilità
      ciao

      Elimina
  49. Ciao Veggie, da un paio di mesi sto usando il mio sapone alla calendula per lavare i capelli e il risultato è ottimo! Ultimamente però non ho avuto possibilità di prepararne altro e visto che bisogna considerare anche i tempi di maturazione, non vorrei trovarmi a utilizzare ancora gli shampoo industriali. Ho trovato una saponetta di cui vorrei proporti l'inci e chiederti se può essere usata nel caso di... emergenza, nel caso il mio sapone non fosse pronto: sodium palmate, sodium palmkernelate, aqua, parfum, glycerin, argania spinosa oil, sesamum indicum oil, citric acid, sodium chloride, linalool, limonene, geraniol, citronellol. Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sembra molto buona, considera che è composta esclusivamente da olio di palma e olio di noccioli di palma e contiene profumi sintetici.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  50. Ciao Veggie volevo chiederti: si puo' fare lo shampoo con sapone di Aleppo o con argilla ghassoul su capelli tinti con tinte chimiche? O così rischio di danneggiare i capelli? Grazie in anticipo per la risposta che mi darai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun problema nell'usare il sapone con i capelli trattati, basta fare il solito risciacquo acido ed eventualmente un trattamento nutriente se servisse.
      Per il ghassoul forse è un po' diverso in quanto credo che secchi troppo i capelli, già di per sè disidratati.
      Veggie

      Elimina
  51. Salve sono Sara è già da un po' che sono convinta di usare il sapone puro di marsiglia.... il problema è che quando lo sciolgo non mi sembra venirmi buono ho provato a fare lo shampoo e mi è venuto troppo denso ho fatto il detersivo piatti e mi lascia tanti aloni sulle pentole e sul lavandino in acciaio.... È da un paio di settimane che leggo un po qua e là. Sarei intenzionata a continuare a usarlo e vorrei alcuni consigli un po più esatti . Grazie

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010