Pubblicato mercoledì 1 dicembre 2010e aggiornato il

acido citrico come ammorbidente per il bucato

L'ammorbidente per la lavatrice può essere sostituito con successo dall'aceto come spiegato nell'articolo aceto come ammorbidente per il bucato.
Alcune persone però non tollerano l'odore dell'aceto, neanche come leggero residuo che a volte rimane sul bucato dopo l'asciugatura.
Un'alternativa all'aceto è l'acido citrico che è praticamente inodore.
L'acido citrico va preparato in soluzione al 10%.









SOLUZIONE DI ACIDO CITRICO AL 10%
Ingredienti:
100 gr. acido citrico anidro
acqua demineralizzata fino a 1 litro
Preparazione:
Riempire fino a metà con acqua demineralizzata un flacone da 1 litro.
Aggiungere, servendosi di un imbuto 100 gr. di acido citrico precedentemente pesato. Chiudere e agitare fino a quando l'acido citrico non sarà completamente sciolto. Riempire il flacone con altra acqua demineralizzata.
La soluzione di acido citrico come l'aceto, può essere profumata con 30 o 50 gocce di oli essenziali, ma anch'essa dovrà essere agitata prima di ogni uso in quanto gli oli essenziali non sono solubili in acqua, pertanto tendono a rimanere sulla superficie della soluzione.
Per piacevoli profumazioni adatte a profumare l'acido citrico potete leggere le combinazioni proposte nel pdf OLI ESSENZIALI PER BUCATO-PIATTI-PAVIMENTI che potete richiedermi in privato se siete iscritti a questo blog, seguendo le indicazioni riportate nella homepage.
Uso:
Riempire la vaschetta dell'ammorbidente con la soluzione di acido citrico. Se la soluzione contiene oli essenziali agitare la bottiglia prima di ogni uso.
La soluzione può sostituire l'ammorbidente ed è indicata per tutti i tipi di tessuto.
Se a causa di un'acqua molto dura la soluzione risultasse troppo debole, si può aumentare la concentrazione ed arrivare al 15%.
La soluzione al 15% di acido citrico si prepara allo stesso modo di quella al 10%, solo che si utilizzeranno 150 gr. di acido citrico invece dei 100 gr. indicati nella ricetta.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
ACIDO CITRICO COME AMMORBIDENTE PER IL BUCATO

by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

60 commenti:

  1. Io lo adoro. Ed ha risultati MOLTO migliori dell'aceto.
    E come anticalcare poi è meraviglioso.

    RispondiElimina
  2. Anch'io lo uso da tempo e mi trovo benissimo!

    RispondiElimina
  3. No, in generale vanno bene.
    Poi regolati un po' in base alla durezza dell'acqua della tua zona.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  4. Ciao,
    sono una tua nuova lettrice.
    Voglio farti i complimenti per questo sito.
    Sono felice che esistano persone che si impegnano così tanto per diffondere queste preziose informazioni che personalmente io applico e a cui credo fortemente.
    Mi ha rallegrato ancor di più la giornata scoprire il tuo sito!
    Ti seguirò sempre anche se non sarò un'assidua commentatrice in quanto cerco di usare internet il meno possibile, dedicandogli veramente pochi minuti.
    A presto.
    Arcobaleno

    RispondiElimina
  5. Grazie cara!
    Non ti preoccupare, i commenti non sono così importanti, in questo blog servono più per informazioni o chiarimenti che per saluti o altro.
    E' più importante seguire e mettere in pratica le cose che propongo.
    Grazie
    Un abbraccio Veggie

    RispondiElimina
  6. Ciao Veggie, l'acido citrico che trovo dalle mie parti è monoidrato e non anidro. Come devo regolarmi?
    Grazie!!!
    ToSKA

    RispondiElimina
  7. Ciao, per avere la stessa concentrazione puoi calcolarne circa il 10% in più del peso riportato in ricetta.
    Se prepari la soluzione al 10% metterai 110 gr. di cido citrico anziché 100gr., per quella al 15% invece ne dovrai mettere 165gr.
    Veggie

    RispondiElimina
  8. Veggie, una domanda scema, ma dove lo si compra l'acido citrico?

    RispondiElimina
  9. Lo puoi ordinare online (anche su ebay c'è un sito interessante si chiama easyklean) oppure in farmacia( ma te lo fanno pagare un po' di più), o ancora nei consorzi agrari e nei negozi di prodotti per enologia, perché si usa per regolare il pH del vino. Quest'ultimo è il negozio dove si trova ad un prezzo più ragionevole.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  10. Cara Veggie, ho letto da qualche parte che per far sciogliere l'olio essenziale ci vuole l'alcool alimentare, che ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, gli oli essenziali sono solubili in alcol, ma sarebbe inutile aggiungere dell'alcol alla soluzione di acido citrico perché comunque gli oli essenziali non si solubilizzerebbero. Per solulubilizzarsi avrebbero bisogno di molto alcol nella soluzione di acido citrico.
      Ciao Veggie

      Elimina
  11. Mmmm quindi meglio non aggiungere nulla o aggiungere l'olio essenziale da solo dopo aver agitato per bene il flacone prima... Grazie!!
    Sono in attesa di due gemelli e sto cercando i prodotti giusti sia come detersivi che come igiene e cura delle loro pelli così delicate. Inoltre, che ne pensi dell'azienda just? Ho comprato qualcosina della loro linea credendo fossero naturali, ma ora mi vengono tanti dubbi... Secondo te sono "buoni" almeno gli oli essenziali che vendono?
    Grazie mille, complimenti per il tuo fantastico sito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi mettere gli oli essenziali nella vaschetta dell'ammorbidente dopo aver veersato la soluzione di acido citrico.
      Sull'azienda che citi devo informarmi.
      A presto Veggie

      Elimina
  12. Ciao Veggie. Dopo l'arrivo del mio "super" ordine proseguono i miei esperimenti del sabato, con alterne fortune. Stavolta, balsamo ai semi di lino (ho fatto un vero disastro!)e soluzione all'acido citrico al posto dell'aceto. Allora,aperta la confezione (dimenticavo, ho preso quello anidro puro)sento un leggero odore di limone, preparo la soluzione al 10% come consigliato anche sulla scatola con acqua di rubinetto (non ricordavo che tu avevi scritto demineralizzata) effettivamente diventa incolore e mi pare pure inodore, ne verso 100cc nella vaschetta (senza aggiungere o.e.)e faccio un lavaggio a 30 gradi di poca biancheria leggera pcon alga liquido. Riaperta la lavatrice, l'odore si sentiva...ho steso in casa perchè da me ieri pioveva, e anche da asciutti i capi hanno conservato un leggero sentore di limone amarognolo, tipo l'o.e. E' stato il lavaggio a temperatura troppo bassa? Con l'aceto non mi era mai successo...si sente un po'quando stendo ma a biancheria asciutta svanisce. Buona giornata. Mariagrazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che dipenda dall'acido citrico, anche se il mio non sa di limone...
      Forse l'acido citrico che hai preso è aromatizzato?
      Oppure è un acido citrico "vero" proveniente da limoni e quindi ne conserva l'odore.
      Sicuramente lo senti di più perché a causa di questo tempaccio siamo ancora costretti a stendere il bucato dentro casa..
      Ciao Veggie

      Elimina
  13. ciao Veggie, sbadatamente x creare l'ammorbidente ho sbagliato acqua mettendo quella del rubinetto... che faccio? posso usarlo lo stesso senza creare danni alla biancheria? grazie della risposta.
    ciao dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si puoi usarlo tranquillamente, dovrai forse metterne un pochino di più per avere lo stesso effetto ammorbidente.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. grazie! già avevo fatto il danno... nn volevo crearne altri... ;-)
      baci dani

      Elimina
  14. posso aggiungere qualche goccia di Solubol per emulsionare gli oli in acqua, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso di sì, ma ho paura che qualche goccia non basti, mi pare che ne serva una discreta quantità.
      Non fai prima a mettere qualche goccia di oli essenziali direttamente nella vaschetta dell'ammorbidente insieme alla soluzione?
      Ciao Veggie

      Elimina
  15. Ciao Veggie.Ti seguo da un po' di mesi,decisa a lanciarmi nel mondo dell'autoproduzione.Oggi ho provato l'ammorbidente all'acito citrico,ma mi è sorto un dubbio.Sulla confezione si consiglia di usare 150g di citrico e acqua fino a 1 lt.Tu consigli 100 di citrico(che per me penso andrebbe meglio dato che vivo in Sardegna è l'acqua è dolce).In altri siti però suggeriscono 150 gr di citrico e 1 lt di acqua(per un totale di 1150 circa).Come mai queste differenze?Ti ringrazio e ti faccio i complimenti per tutto quello che fai.Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi fare una soluzione al 10% mettendone 100 g oppure al 15% mettendone 150 g.
      Per avere una soluzione al 10% o al 15% "corretta" è necessario aggiungere acqua fino ad un litro, quindi avresti 1 litro di soluzione al 10% o al 15%. Aggiungendo 1 litro invece, si ottiene una soluzione più leggera, cioè in percentuale minore. Chi lo fa, lo fa per ignoranza.
      In ogni caso ai fini dell'ammorbidente non cambia niente mettere un litro di acqua o mettere acqua fino ad un litro, perché basta regolare la quantità di soluzione da aggiungere per ammorbidire.
      Io consiglio una soluzione al 10% perché se fosse insufficiente basta metterne un po' di più per lavaggio ed ecco che la concentrazione aumenta!
      Ciao Veggie

      Elimina
  16. Scusate l'ignoranza ma parliamo di succo di limone??? Se si non si può fare la soluzione con il succo già pronto e l'acqua demineralizzata?
    Altra domanda spero non fuori tema: si può sostituire l'aceto di vino con l'aceto di mele? Grazie mille, Natascia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non parliamo di succo di limone, anche se il succo di limone contiene dell'acido citrico, ma acido citrico puro.
      E' una polvere che puoi acquistare in vari modi, se ti interessa lo scriviamo.
      Facendo una soluzione con limone ammuffirebbe nell'arco di pochi giorni.
      Anziché l'aceto di vino si può usare l'aceto di mele, ha solo costi decisamente superiori, ma si può fare.
      Ciao Veggie

      Elimina
  17. Bene bene mi sto facendo proprio una cultura! Grazie, Natascia

    RispondiElimina
  18. L'acqua dalle mie parti è molto dura, della serie che lavo il lavandino oggi e domani c'è di nuovo la patina di calcare...basta comunque il 15% diluita oppure meglio aumentare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La diluizione al 15% è sufficiente, se il bucato ti sembra ancora poco morbido puoi usarne un po' di più ad ogni lavaggio.
      Comunque anche da noi è molto duro (intorno ai 50°f) e tutto sommato va bene, anzi io uso l'aceto che è più leggero.
      Ciao Veggie

      Elimina
  19. ciao veggie,volevo kiederti se posso usare l'acqua del rubinetto per fare l'ammorbidente?ho comprato l'acido,ma non ho l'acqua demineralizzata!approposito dove si trova?e ke differenza c'è tra demineralizzata e distillata?
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'acqua demineralizzata è la stessa che si usa per il ferro da stiro, comunque puoi usare anche dell'acqua di rubinetto, però in questo caso devi mettere più acido citrico, direi 120 gr. anziché 100.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. io per il ferro da stiro usa la distillata,allira posso usare quella?ciao grazie!

      Elimina
    3. Sì puoi usare quella, ma se leggi bene vedrai che non ci sarà scritto acqua distillata, ormai si trova solo acqua demineralizzata o deionizzata o con altri nomi che comunque indicano acqua a cui sono stati sottratti i minerali.
      Ciao Veggie

      Elimina
  20. Carissima Veggie ho a disposizione dell'acido citrico monoidrato o meglio: acido citrico soluzione acquosa (55% acido citrico anidro) concentrazione al 50% quindi già liquido. Si usa come additivo industriale quindi gentilmente ti chiedo, posso usarlo per la casa e il bucato e come va diluito? ti ringrazio molto.
    Stefy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi diluire la soluzione mettendone 300 ml in una bottiglia da 1 litro e riempire di acqua (meglio se demineralizzata).
      Così diluito otterrai una concentrazione approssimativa del 15% che è quella che in genere si usa per il bucato (come ammorbidente) e come disincrostante anticalcare per le pulizie.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Wow grazie sei un mito!!!
      Stefy

      Elimina
    3. Me costó hubicar la bandera española, porqué no soy español ; soy chileno, y con mucho gusto voy a publicarla en las páginas de alguna de mis amigas. Grazie.

      Elimina
  21. Ciao Veggie, c'ho messo un po a postare questo commento ma eccomi qui finalmente!
    Chiedevo se per caso un alta concentrazione di acido citrico (soluzione al 20%) non abbia un effetto opposto sui capi. Io ho provato prima con doppio risciacquo, poi a.c. al 10%, poi al 15, poi al 20...niente. I miei capi una volta asciutti sembrano di cartone!!! Mi pare quasi a questo punto che quando non metto l' ammorbidente siano più morbidi...
    Naty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..allora prova a non metterlo.
      Ma con cosa lavi il bucato?
      Veggie

      Elimina
  22. Con la tua ricetta del detersivo per lavatrice con sapone di marsiglia autoprodotto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Bene, così tutto è ecologico!
      Ciao Veggie

      Elimina
  23. Buongiorno a tutti, ho appena finito di leggere questo interessantissimo articolo ed i vs commenti al punto che mi sono "convertito" all' acido citrico pure io mandando in pensione tutti gli ammorbidenti. Una domanda, per favore: parlando di acido citrico anidro da utilizzare come ammorbidente è meglio una soluzione al 10% o al 15%? L' acqua nella zona dove abito è medio/medio dura, ovvero tra i 23 ed 1 26 F°. Se qualcuno non è ancora in vacanza e mi legge, può rispondermi per favore? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è così importante, in quanto facendo una soluzione più leggera basterà usarne poco di più ad ogni lavaggio.
      E' possibile fare la soluzione sia al 10% che al 15%, io preferisco al 10% perché posso dosarlo meglio (perché è più leggera) ma se ti accorgi che per te è troppo blanda puoi farla al 15%. Poi dovrai imparare a dosarla per l'acqua della tua zona, 23-26 f° non è molto comunque.
      Ciao Veggie

      Elimina
  24. Ciao Veggie,ti ho già scritto su altri argomenti.Ho da poco preso il tuo FAVOLOSO libro,l'ho trovato utilissimo e molto ben fatto.Complimenti davvero.Ho già 2 tipi di saponi a stagionare e ho preparato varie altre cose!Ora ho un dilemma:ho trovato acido citrico da 1 kg a 4 euro (voglio farci in primis il sequestrante e poi tutto il resto)preso presso un consorzio agrario.Il dubbio è se è quello giusto.C'è scritto: E 330 acidificante,acido citrico x alimenti (uso limitato) per uso enologico.E'quello? e se si come faccio a sapere se è anidro o monoidrato?E' in busta trasparente,molto cristallino ma non è tutto sciolto,ossia in alcune parti resta duro,della consistenza delle zollette di zucchero,a cui peraltro assomiglia molto.Non so spiegarlo meglio,scusami.Nel caso fosse lui,visto che l'acqua di zona è media,x l'ammorbidente posso fare 100 gr x ottenere un litro? Ti ringrazio,attendo fiduciosa una tua risposta.Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roby, sì, l'acido citrico per enologia va benissimo.
      Per il sequestrante trattalo come se fosse anidro, quindi metti le quantità riportate nel libro per acido citrico anidro.
      Come ammorbidente invece ne puoi mettere tranquillamente i 100 g per litro, poi regoli sulle quantità da usare uìin base al risultato che ottieni sul bucato.
      L'acido citrico si presenta in cristalli tipo zucchero, in realtà le zollette di cui parli non dovrebbero esserci, forse è stato compresso e si è un po' ammassato, comunque se la busta era chiusa non dovrebbe aver preso aria.
      Per altri dubbi che riguardano i contenuti del libro puoi iscriverti al gruppo:
      http://it.groups.yahoo.com/group/sapone_e_autoproduzioni/
      così possiamo discutere meglio.
      A presto Veggie

      Elimina
    2. Grazie Veggie,mi sorprende sempre la rapidità con cui mi rispondi.Il contenuto non era ammassato bensì un pò come essiccato e indurito,ma bastava far pressione e si sbriciolava come zucchero di nuovo.La confezione è un po spartana di plastica,forse si è asciugato perchè ha preso aria(erano tutte uguali)sicuramente è così.Se è questo il motivo, ha perso di efficacia e non si può usare?Sarebbe un peccato,il prezzo secondo me è molto basso...Se mi puoì chiarire te ne sarei grata.Come faccio a iscrivermi,nel gruppo?(ho poca pratica col pc...)Roberta

      Elimina
    3. Beh ora che ce l'hai mettilo in un barattolo di plastica o comunque cerca di chiuderlo bene, potrai usarlo tranquillamente come ammorbidente.
      Per iscriversi al gruppo devi prima aprire un'email yahoo, poi cliccare sul link azzurro con la scritta "Entra nel gruppo!" e seguire le indicazioni per la registrazione.
      Ecco l'indirizzo:
      http://it.groups.yahoo.com/group/sapone_e_autoproduzioni/
      Ciao Veggie

      Elimina
  25. GRazie mille di nuovo,scusa le tante domande.Più che altro il mio l'intento è di usarlo per preparare il sequestrante (io lo trovo necessario) trasformandolo in citrato di sodio secondo il tuo metodo,spero sia buono soprattutto per questa cosa oltre che come ammorbidente.Poi sarà pure la volta del brillantante...insomma, il mio intento è farmi più o meno tutto da me,sia x l'ambiente che per il risparmio.Per ora sono all'inizio,poi appena acquisita un po di pratica considererò l'idea dell'iscrizione.Ti mando un caro saluto.ROBERTA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora confermo di usarlo nelle quantità descritte nel libro come se fosse anidro, perché nel sequestrante è meno importante un leggero eccesso di bicarbonato piuttosto che un eccesso di acido citrico.
      Ciao Veggie

      Elimina
  26. Veggie cara, mi stavo chiedendo se fosse possibile mettere l'acido citrico nella vaschetta dell'ammorbidente così com'è, in cristalli, senza farne una soluzione. Credo che la mia lavatrice abbia la suddetta vaschetta difettosa, perché disperde durante il lavaggio qualunque liquido io ci metta, anche se in piccole dosi... Fino ad ora ho risolto il problema ripetendo il risciacquo a fine ciclo, però così speco tanta acqua in più... Che dici, provo?
    Simona N.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma se mettessi acido citrico in polvere all'inizio del programma e la tua vaschetta ha un problema, l'acido citrico si scioglierebbe comunque con l'acqua che entra nella vaschetta..
      ..o forse non ho capito il problema.
      Comunque in teoria è possibile, prova con 7-10 g, pesa questa quantità e guarda in rapporto ad un cucchiaino a quanto corrisponde, così non sarai costretta a pesare ogni volta.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
    2. Funziona, Veggie! L'ho messo così, in cristalli! Un microcucchiaino mi ha risolto tutti i problemi! Grazie!
      Simona N.

      Elimina
    3. Bene, mi fa piacere.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  27. Ciao Veggie, ho visto che in un post più sopra hai nominato il sito easyclean, l'ho cercato e ho visto che ha dei prezzi convenienti (vendono anche il tuo libro!!!). Volevo fare un ordine un po' sostanzioso per ammortizzare le spese di spedizione, ho visto che vendono la gomma xantana e l'argilla bianca per cosmetica, il mio dubbio è se sono prodotti sicuri, visto che devo usarli sulla mia pelle. Hai mai provato ad ordinare qualcosa, vorrei avere un parere.
    Grazie, Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scherzi? Sono di una serietà unica!
      I prodotti sono affidabilissimi! Conosco bene questo sito e i proprietari, dai quali mi rifornisco ormai da qualche anno. Puoi prendere benissimo sia l'argilla cosmetica che la xantana, naturalmente per uso cosmetico (non alimentare).
      Ciao Veggie

      Elimina
  28. Ciao, dove posso acquistare a Roma l'acido citrico anidro puro per uso domestico?

    RispondiElimina
  29. Ma se trovassi solo acido citrico monoidrato, quanti grammi devo metterne nella ricetta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel caso dell'acido citrico come ammrobidente non è così importante che sia anidro, va bene anche il monoidrato.
      Puoi metterne la stessa quantità senza problemi, poi vedi tu quanto ne occorre ad ogni lavaggio.
      Puoi cercare l'acido citrico presso la Farmacoteca D'alena in via Cavour oppure puoi andare dove vendono prodotti per enologia, ce n'è uno in Viale Furio Camillo 107

      Elimina
  30. Ciao Veggie, è la prima volta che provo una ricetta! Ho voluto iniziare con l'ammorbidente che mi sembra il più semplice! Spero un giorno di riuscire a fare tutto!
    Però avrei una domanda...il vostro ammorbidente che densità /consistenza ha? Il mio è molto liquido liquido...è normale? Giusto per capire se ho fatto bene!
    Natascia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, rimane liquido come acqua, la densità dell'acqua non cambia.
      A presto
      Veggie

      Elimina
  31. Ciao, innanzitutto complimenti per il post!!! Avrei bisogno di una mano!!! A breve nascerà la mia nipotina e stiamo lavando a mano tutte le sue tutine. Abbiamo utilizzato l'acido citrico puro su consiglio di una vicina di casa che però non ci aveva detto di dover diluire il prodotto con acqua, perciò all'inizio ne abbiamo messo parecchio senza diluire, poi per comodità avevamo deciso di riempire una bottiglia con acido citrico (circa due dita di altezza come quantità) e il resto acqua. Questo potrebbe causare irritazione alla pelle della bimba? Devo rilavare tutto? Aiutooooo!!! Grazie in anticipo della risposta.

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010