Pubblicato venerdì 29 giugno 2012e aggiornato il

ciambellone del 3

Un altro squisito ciambellone lievitato senza l'ausilio del lievito chimico.
Questo dolce non contiene burro, non contiene margarina, né oli.  E' un ciambellone dove il kefir quale ingrediente principale la fa da padrone, sia come agente lievitante, sia come sostituto della parte grassa. La preparazione è un po' impegnativa, ma il risultato vi ripagherà.

CIAMBELLONE DEL 3
Ingredienti:
300 gr. farina tipo 0
300 gr. farina di riso
300 gr. zucchero
300 gr. formaggio di kefir (tutto il formaggio che si ricava usando 1 litro di latte anche se un po' meno di 300 gr. andrà bene)
300 gr. siero di kefir
3 uova
15 gr. bicarbonato di sodio
1 tavoletta da 100 gr. cioccolato fondente
2 cucchiai estratto di vaniglia o altro aroma a piacere
Preparazione:
Mettere temporaneamente la tavoletta di cioccolato nel freezer.
Preparare lo stampo per ciambellone, ungere il fondo e le pareti con un velo di olio d'oliva.
Accendere il forno e regolare la temperatura su 200 °C.
In una ciotola pesare la farina tipo 0 e miscelarla con il bicarbonato di sodio, tenerli da parte.
In un'altra terrina rompere le uova, aggiungere lo zucchero e batterli insieme con una frusta fino ad ottenere un crema liscia.
Aggiungere il siero, la vaniglia e per ultimo il formaggio di kefir.
Girare bene e quando l'impasto sarà di nuovo liscio aggiungere la farina di riso.
Mescolare ancora, poi prendere la tavoletta di cioccolato dal freezer e con un coltello grattarlo e romperlo grossolanamente e velocemente prima che inizi a sciogliersi. Non ridurlo in pezzetti troppo piccoli.
Girare l'impasto con un cucchiaio e per ultimo unire la farina con il bicarbonato messi da parte all'inizio del procedimento. Mescolare per bene cercando di rompere eventuali grumi di farina che potrebbero formarsi a causa del cioccolato.
Cercare di velocizzare la miscelazione perché ora la parte acida (siero di kefir) e la parte basica (bicarbonato) che serviranno come agenti lievitanti, avranno iniziato la reazione, quindi sarà necessario mettere presto il dolce nel forno.
Quando l'impasto sarà omogeneo versarlo nello stampo e metterlo nel forno.
Dopo i primi 20 minuti abbassare la temperatura e portarla a 180 °C, proseguire la cottura per altri 25-30 minuti (in totale 45-50 minuti di cottura).
Rimuovere il ciambellone dal forno ed aspettare che si sia raffreddato quasi completamente prima di toglierlo dallo stampo.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
CIAMBELLONE DEL 3 by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

8 commenti:

  1. Ciao Veggie, sembra davvero appetitoso... mi stavo chiedendo se la lievitazione la si possa ottenere anche usando yogurt intero neutro al posto del formaggio di kefir.
    Grazie e complimenti.
    Nephele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sicuramente si può fare.
      Ora non ho fatto prove per stabilire le quantità., ma si può fare.
      Avevo in mente di fare un articolo con tutte possibili sostanze naturali da usare in lievitazione al posto del lievito chimico.
      Ciao veggie

      Elimina
    2. C'è il soda bread, il pane irlandese lievitato con il bicarbonato di sodio, che oltre alla farina contiene latte e yogurt- mi sembra un etto di quest'ultimo su 4 etti di farina.Viene bene, l'ho fatto più di una volta.Ciao! sarah

      Elimina
    3. Ciao Veggie,ho ritrovato la ricetta del soda bread che avevo preso da qui: http://www.kucinare.it/ricetta/Pane_irlandese__soda_bread_-1336.aspx
      Magari, se hai tempo, puoi andare a vederla. Se ho capito bene, questo pane lievita grazie all'anidride carbonica sviluppata dalla reazione chimica fra bicarbonato (basico) e yogurt (acido)...giusto?Queste cose sono molto interessanti da sapere e non vedo l'ora che pubblichi l'articolo!
      sarah

      Elimina
    4. Ah beh... certo.. anche il pane che ho messo nel blog in cui si usa siero di kefir e bicarbonato, oppure i dolci in cui si usa cremor tartaro e bicarbonato sfruttano l'anidride carbonica generata dalla reazione tra un acido e un basico.
      Ciao Veggie

      Elimina
  2. Trovo molto interessante questo blog infatti ne sono diventata sostenitrice;io ho un blog di cucina se ti va vieni a trovarmi ne sarei felice!

    RispondiElimina
  3. ciao veggie non ho il kefir proverò a fare delle sostituzioni forse 300 gr di yogurt non bastano però che ne pensi? grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non bastano, perlomeno se intendi sostituire sia il kefir che il siero.
      Ciao Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010