lunedì 19 marzo 2012

5 mosse per evitare il ferro da stiro

Tra i lavori domestici è difficile dire se stirare sia peggiore di lavare i piatti...
I piatti sporchi però si producono ogni giorno ed è impossibile evitarli. Pur usando una lavastoviglie bisogna prepararli al lavaggio liberandoli dai residui di cibo e sciacquandoli prima di metterli in macchina per rimuovere lo sporco più grosso. In ogni caso non sarà possibile mettere tutto in lavastoviglie e la necessità di lavare qualcosa a mano durante la giornata non mancherà.
Con lo stiro siamo più fortunati, intanto perché gli indumenti da stirare non si producono alla velocità della luce come avviene per i piatti, e poi perché con qualche piccolo accorgimento l'operazione di stiratura si potrà evitare del tutto o quasi.

Vantaggi dal non stirare o dallo stirare poco:

1 - Risparmio energetico
Avete notato quanta energia consuma un ferro da stiro? I ferri con caldaia, cioè quelli comunemente chiamati stirelle, consumano ancora di più di quelli normali perché all'energia consumata dal ferro si somma quella della caldaia: prima per scaldare l'acqua e portarla a pressione (ci voglio non meno di 20 minuti prima che tutto sia pronto), poi per mantenere l'acqua in pressione. Alle volte se insieme al ferro da stiro si mette in funzione un altro elettrodomestico salta persino il contatore dell'energia elettrica!
2 - Risparmio dell'elettrodomestico
E' evidente che se si stira poco il vostro ferro da stiro durerà anni e anni. Sarà un risparmio di denaro non dovendone acquistare spesso, ma sarà anche un risparmio per l'ambiente non dovendo smaltire un ferro da stiro ogni 2 anni.
3 - Risparmio di acqua e di plastica
In commercio (a caro prezzo) si trovano ferri da stiro muniti di sistema anticalcare, che promettono di poter usare acqua di rubinetto senza ritrovarsi dopo un po' con un ferro incrostato. Dalle diverse esperienze raccolte sembrerebbe che il problema calcare si presenti comunque, forse non subito, forse dopo un po', ma il problema non è certo risolto da questi elettrodomestici che costano il 30% in più degli altri. Per essere sicuri di non danneggiare il ferro non rimane che usare la cara acqua demineralizzata. L'acqua non ha solo un costo in termini di denaro, ricordiamoci anche che per ogni litro di acqua consumata per stirare si immette un flacone di plastica nell'ambiente.
4 - Risparmio di tempo
Chiaramente se non si stira si può dedicare il tempo risparmiato ad un'altra attività, magari più piacevole e meno faticosa.

Strategie per non stirare:

1 - Non usare centrifughe troppo potenti
Oggi molte lavatrici danno la possibilità di regolare la velocità della centrifuga.
Centrifugare ad un basso numero di giri oppure selezionare programmi di lavaggio per indumenti delicati.
2 - Non usare troppo detersivo e risciacquare bene il bucato
Una quantità eccessiva di detersivo indurisce i tessuti che una volta asciugati saranno pieni di pieghe. Alle volte, soprattutto quando si fanno lavaggi a pieno carico è preferibile fare un risciacquo in più per garantire la rimozione totale del detersivo dalle fibre.
Anziché usare un ammorbidente commerciale che inquina e spesso provoca allergie e prurito, usate l'aceto nell'ultimo risciacquo, come spiegato in questo articolo.
3 - Stendere immediatamente la biancheria
Se si lascia la biancheria in lavatrice dopo che il lavaggio è terminato oppure se la stessa si mette ammucchiata in una bacinella e si lascia lì anche solo per 30 minuti le pieghe non si rimuoveranno più se non con il ferro da stiro. Quindi programmate i lavaggi mettendo in preventivo che gli indumenti dovranno essere subito stesi.
4 - Stendere è un' arte!
Eh sì... per evitare di stirare le magliette appoggiatele sul filo all'altezza delle ascelle (non arricciate per far entrare più indumenti sul filo), posizionate le mollette sotto le ascelle in un punto dove difficilmente si potranno vedere i segni quando verranno indossate.
Le camicie dovranno essere stese appese singolarmente alla stampella cercando di sistemare per bene i colletti. Semmai potrete stirare solo il collo che è la parte in evidenza, se non fosse possibile stenderle appese potrete stenderle dal rovescio del collo, mettendo le mollette sulla parte del collo che indossando la camicia non sarà visibile.
Pantaloni e jeans di tessuto pesante dovranno essere appesi dalla cinta lasciando le cerniere aperte possibilmente dal rovescio (anche in questo caso sistemare le mollette sul rovescio della cinta). Pantaloni di maglia o da ginnastica invece si appoggeranno sul filo all'altezza del cavallo e le mollette dovranno essere posizionate sui fianchi (non al centro delle gambe).
Asciugamani, strofinacci e tovaglie dovranno essere distesi senza grinze.
Per le lenzuola invece ci sono 2 possibilità: se avete un bel filo dove stendere le lenzuola distese è senz'altro la soluzione da preferire, altrimenti dovranno essere piegate in 2 o in 4 e distese senza pieghe su uno stendino che dovrà contenere solo le lenzuola.
Se stendete bene le lenzuola in una giornata di sole si asciugheranno in poche ore e senza doverle poi piegare potranno essere messe nuovamente sul letto.
5 - Piegare subito la biancheria quando asciutta
Dopo tutti gli accorgimenti presi finora sarebbe sciocco perdersi proprio ora...
Eppure alle volte capita di ritirare il bucato e di lascarlo ammucchiato in una bacinella.
La biancheria si stropiccia subito! Evitatelo!
Appena ritirate il bucato piegatelo subito e BENE, una buona piegatura equivale ad una stiratura.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
5 mosse per evitare il ferro da stiro
by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

27 commenti:

  1. ciao veggie,,,io sono vergognosamente 4 anni che non stiro più...ho iniziato quando ero all'inizio delle mia terza gravidanza mi avevano allettato completamente con due bimbi da gestire ....ho ottimizzato ogni cosa ,la prima era lo stirare ...in famiglia ,non facendo lavori a contatto con il pubblico oppure di un certo livello che richiedono la presenza come prima cosa ,nessuno ne ha risentito anzi mio marito non capiva perchè non l'avessi fatto prima,,,da allora nessun rimpianto ma tanto tanto risparmio in termini di energia di fatica di schiavitù al fetto da stiro.....e in 5 in casa il lavoro era davvero tanto ...ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! Anch'io sono tanti anni che non stiro o più.
      Mi capita saltuariamente di accendere il ferro per qualche capo ingestibile, ma succede un paio di volte l'anno.
      Ciao Veggie

      Elimina
  2. Una cosa importante, i jeans sono da stendere con la cerniera aperta ma lavateli con la cerniera CHIUSA!
    le cerniere, soprattutto quelle coi dentini di metallo, se lasciate aperte nel lavaggio si rovinano prima e rischiate di doverle cambiare o portare a cambiare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già! Vero!
      La cerniera è un'arma, distrugge tutto quello con cui viene a contatto nella lavatrice.
      Ciao Veggie

      Elimina
  3. Cara Veggie, anche io non stiro piu' da quasi 8 anni! Quando sonoo venuta a vivere col mio compagno gli ho detto che in casa mi piaceva fare tutto tranne che stirare e lui mi dice che non stira mai niente, io con la bocca spalancata gli ho risposto che i vestiti non sono belli se non stirati e lui mi fa "Guarda qui". Aveva un paio di jeans e maglietta e non avresti mai detto che non erano stati stirati, cosi' da allora ho imparato da lui a stendere bene e piegare subito et voilà, ore e ore sprecate a stirare usate, come dici tu, per altre attività! Gli uomini a volte sono davvero piu' pratici di noi!

    RispondiElimina
  4. Beh, menomale che hai incontrato un uomo che la pensi come te!
    Si vede che siete fatti l'un per l'altra.
    Un abbraccio
    Veggie

    RispondiElimina
  5. La mia mammina non ha mai stirato nulla e ora che sono via di casa continua a non stirare nulla, e così anche io! L'unica stirata che faccio è una volta al mese alcune camicie del mio amore, anche se lui mi dice che non serve, mandarlo al lavoro con la camicia effetto "stropicciato" mi sembra una cattiveria.
    Sono le camicie da pochi dindini, e usando marsiglia e aceto come ammorbidente non è che escono proprio belle...
    Un bacione a tutti\e perchè sto scoprendo un mondo fantastico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo cara, anch'io farei lo stesso, bisogna capire cosa si può e cosa non si può fare.
      Mandare un uomo in giro tutto ciancicato non si deve fare ;-)
      Baci Veggie

      Elimina
  6. Ciao a tutte, bellissimo sito Veggie! Per me stirare è molto peggio che lavare i piatti e quando arriva la domenica (giorno di stiraggio di 5 camicie di mio marito) vorrei spararmi!! Però per bilanciare ho smesso da circa 2 anni di stirare qualsiasi altra cosa...ma perchè al lavoro invece di giacca e cravatta non permettono di indossare jeans e maglietta, dico io?! Per amore dell'ambiente (e delle mogli.....). Bacioni a tutte
    p.s. domani userò un calzino di spugna per la doccia, mi hai ispirata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione Cristina, siamo ancora legati al look per ogni circostanza. Alcuni davvero pacchiani!
      Un abbraccio Veggie

      Elimina
  7. ...e dopo aver letto questo, che dire...ti adoro ancora di più, mia guru :D

    RispondiElimina
  8. cioa Veggie io non ci credevo, ma è vero!!! non stiro piu nulla (a parte le camicie del marito) ma anche in questo sono riuscita a dirottarlo verso le polo...e quindi la mia lvita è migliorata, ho preso in mano il ferro 2 volte in 8 mesi ! un bel risultato, è fondamentale, come dici tu stendere bene e piegare subito.
    grazie per il tuo bellissimo blog !
    bacio, Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Roberta! Io non dico che bisogna andare in giro come straccioni, ma quando si può evitare...
      Anch'io in finale stiro 2 o 3 volte l'anno.
      Un bacione Veggie

      Elimina
    2. Ciao a tutti.
      stamane mi dedico alla lettura di queste bellissime pagine, sto raccogliendo i consigli, noto con piacere che anche voi usate gli asciugamani vecchi per lavare a terra (fantastici!!!) e per fare le manopole da bagno.
      sono igieniche, si lavano dopo ogni uso e sono pronte per essere riusate.
      volevo dirvi che una signora che conosco mi ha suggerito di risvoltare i capi al momento di stenderli, anche questa operazione evita la stiratura, poichè distende le fibre e ammorbidisce gli indumenti.
      Un caro saluto a tutti.
      Patrizia

      Elimina
    3. Grazie Patrizia, proverò sicuramente. Finora lo faccio con i jeans, perché quando le tasche sono fuori si asciugano prima.
      A presto Veggie

      Elimina
  9. Allora non sono l'unica che stira una volta a stagione!!! Per ora posso permettermelo perchè non lavoro e non abbiamo particolari esigenze. Con questi utilissimi accorgimenti ci si può risparmiare davvero di stirare: io li applico (me li ha insegnati mia mamma)e mi trovo davvero bene! Alla faccia di chi stira anche mutande e pigiami!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, è logico che se serve un capo in un certo modo lo stiro non si può evitare, o alle volte alcuni tessuti proprio non sono presentabili, ma il più delle volte si può fare a meno del ferro da stiro.
      Proprio ieri una vecchia signora mi ha guardato scandalizzata come se fossi un extra terrestre perché secondo lei non sono prensentabili un asciugamano o un paio di mutande non stirati.. ma io credo che alcune persone hanno proprio bisogno di sprecare il prezioso tempo che la vita ci mette a disposizione, perché non hanno altro da fare!
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Ciao Veggie,
      mi sono appena iscritta, felicissima di aver trovato il tuo Blog dal quale ho già preso un sacco di spunti.
      Nonostante la mia veneranda età, ho sempre qualcosa da imparare....
      Oggi avrei "dovuto" stirare, ma.. approfittando del bel tempo che mi ha consentito di stendere fuori, ho impiegato il tempo al meglio: leggere il tuo blog e riuscire a fare il latte di mandorle!! Grazie :-)

      Elimina
    3. Grazie a te Ginger, per qualsiasi domanda sono qui.
      A presto Veggie

      Elimina
  10. ihihih!! la lettura di questo post capita a fagiolo!! :D
    è una settimana che accumulo panni da stirare dopo lavaggi vari...

    li stendo sempre bene proprio come spieghi (appendo tutte le camicie e anche tutte le maglie alle gruccette); appena asciutti li piego per bene in attesa di stirarli e.....poi non ho mai tempo e man mano che mi servono li sfilo dalla pila e sono già stirati!! ahahahahahha!!! :D

    il problema è solo d'estate quando uso molto il lino....e quello purtroppo va stirato per bene!! :(

    baci

    isabella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaah!! è un classico quello di prendere gli indumenti dal cumulo dei panni da stirare.
      Sì, certamente alcuni tessuti meritano un discorso a parte, il lino è tra questi, l'importante però è non accanirsi per ottenere un tessuto tipo cartone, perché il lino non sarebbe lino se non fosse anche un po' stropicciato, è una sua caratteristica che a me piace tantissimo!
      Un abbraccio
      Veggie

      Elimina
    2. Ahahahah!! :D
      Sono pignola in tante cose ma nello stirare proprio no!! pure a me piace l'effetto un po' arricciato del lino! ;) infatti detesto l'appretto!! (quella miscela di schifezze!)
      come al solito invece mia mamma lo utilizza abbastanza....ne approfitto! si può fare un appretto naturale? andrebbe bene una soluzione di acqua distillata/osmotica con qualche cucchiaino di amido di riso/mais dentro?
      Grazieeeee!! :)
      Isabella

      Elimina
    3. Sì sarebbe perfetta ;)
      Puoi mettere anche un paio di gocce di oli essenziale di lavanda nello spruzzino.
      Ciao Veggie

      Elimina
    4. fantastico!!! :D grazie mille!!
      scusa il ritardo....avevo dimenticato di controllare la risposta!! ^^
      baci
      Isabella

      Elimina
  11. Ciao a tutte. Io non stiro nulla da 6 anni. Lavoriamo sia io che mio marito e ho 2 gemelli di 15 mesi x cui il tempo ora è zero e prima poco. Le magliette io le appendo dal bordo inferiore al contrario e metto la molletta lungo la cucitura xke quando le stendevo dalle ascelle poi mi rimaneva la riga del filo all'altezza del petto e si sformava (erano piu larghe), a voi non capita? Blog meraviglioso, prendo tanti spunti, grazie Giulia

    RispondiElimina
  12. ciao Giulia :)
    anche a me capitava e soprattutto in estate al sole la riga si schiariva pure!! :S
    infatti ormai da anni ho preso l'abitudine di appendere le magliette alle gruccette...addio mollette!! ;)
    ciao
    Isabella

    RispondiElimina

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010