Pubblicato giovedì 4 agosto 2011e aggiornato il

pane all'olio (con lievito madre)

Con il lievito madre si può fare un'infinità di tipi di pane. Il pane all'olio è un pane friabile e morbido che a me piace mangiare per colazione invece di merendine e biscotti, sempre carichi di grassi saturi e zuccheri. Non sarebbe una cattiva idea introdurlo nella colazione dei bambini spalmato con una buona marmellata fatta in casa.
PANE ALL'OLIO (CON LIEVITO MADRE)
(ricetta per 2 stampi da plumcake da 30 cm)
Ingredienti:
300 gr. pasta acida preparata come spiegato qui
1,200 kg. farina tipo 0
100 ml olio extravergine d'oliva
2 cucchiai zucchero
2 cucchiaini rasi sale fino
Preparazione:
Rinfrescare il lievito la mattina o il primo pomeriggio come spiegato nell'articolo preparazione del lievito naturale.
La sera impastare 800 gr. di farina con il lievito madre, 1 cucchiaino di zucchero e acqua temperata sufficiente ad ottenere un panetto elastico e consistente come quello della pizza.
Mettere la pasta in una insalatiera e coprirla con un tovagliolo inumidito e strizzato. Riporlo in luogo tiepido a lievitare per tutta la notte. Si può lasciare lievitare nel forno dopo averlo leggermente scaldato per meno di un minuto a 50°C.











La mattina seguente sciogliere il sale e 2 cucchiai di zucchero in un po' d'acqua. Inglobarli alla pasta che dovrà essere ben lievitata. Impastare per bene e aggiungere 100 ml di olio extravergine d'oliva insieme ai 400 gr. di farina rimanente.
Impastare, impastare, impastare (se serve uaggiungere poca acqua) fino a quando l'olio non sarà più visibile e la pasta avrà assunto un aspetto omogeneo.
Mettere la pasta del pane coperta, di nuovo a lievitare nel forno appena tiepido per un'ora.
Riprendere la pasta e pesarla. Dividerla in 2 panetti dello stesso peso e stenderli in 2 stampi da plumcake da 30 cm di lunghezza. Per ottenere un pane morbido anche all'esterno è preferibile foderare gli stampi con carta-forno anche se sono stampi antiaderenti. Pressare la pasta per farla aderire bene agli angoli.
Mettere gli stampi con il pane a lievitare (senza coprire) nel forno, fino a quando la pasta avrà raddoppiato il suo volume e avrà quasi raggiunto il bordo dello stampo. Ci vorrà circa un'ora e mezza, massimo 2 ore.











Portare il forno alla temperatura di 200°C circa e infornare il pane per 45/50 minuti avendo l'accortezza di coprirlo da inizio cottura con carta-forno per evitare che la superficie si indurisca.
Affettare solo il giorno seguente.
Questo pane è ottimo per la colazione, si può mangiare così o tostare sulla piastra. Io lo sto gustando insieme ad una squisita marmellata di limoni che mi ha regalato Enrico, al quale faccio i miei complimenti per la perfetta riuscita e che ringrazio, davvero deliziosa!
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
PANE ALL'OLIO (CON LIEVITO MADRE)
by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

19 commenti:

  1. Da poco ho scoperto il tuo blog
    e me ne sono semplicemente innamorata
    Grazie per condividere con noi ^_^

    RispondiElimina
  2. Un grazie anche a voi!
    Veggie

    RispondiElimina
  3. ciao, sono arrivata qui per caso e devo dire che è proprio il posto che cercavo: che belli i tuoi consigli!Io ho iniziato ad usare l'aceto come ammorbidente, ma cerco tutti detergenti naturali perchè ho molte allergie soprattutto ai profumi, al nichel e ai conservanti, quali saponi posso creare e come?aspetto i tuoi super consigli!complimenti per il blog e per lo stile di vita, ti ammiro e prima o poi vorrei riuscirci anch'io!

    RispondiElimina
  4. Ciao Federica, se hai problemi di allergie ti consiglio di iscriverti al mio gruppo di sapone:
    http://it.groups.yahoo.com/group/sapone_e_autoproduzioni/
    dove potrai imparare a farteli da te scegliendo le materie prime che preferisci, questo ti eviterebbe lunghe ricerche tra gli scaffali dei negozi trovando a fatica qualcosa che poi ti fanno pagare un occhio della testa.
    Fare il sapone è un'attività veramente piacevole, credimi, si può iniziare con saponi semplici ed arrivare fin dove si vuole.
    Per quanto riguarda i detersivi, se vuoi approfondire l'argomento autoproduzione a settembre uscirà il mio libro che tratterà proprio questo genere di preparazioni.

    RispondiElimina
  5. Ciao Veggie, complimenti per il blog!
    Trovo molte cose utili, a volte alcune altre mi convincono meno. Forse potresti approfondire un po' di più. Nello specifico, riguardo ai post di cucina, per esempio non capisco perchè non usi gli alimenti integrali: bisogna forse abituarsi all'inizio, ma sono senza dubbio più gustosi, più salutari perchè più equilibrati, e più "vivi". Te ne accorgi soprattutto se ci fai il pane. Io lo faccio da anni, e non sono per niente un'estremista dell'alimentazione sana, ma c'è un abisso tra le farine integrali (magari macinate di fresco!) e quella 00 o 0. Si dice che l'integrale lievita meno, ma ti posso assicurare che non è affatto vero. L'alimentazione integrale è poco di moda, ma ormai consigliata anche dalle linee guida europee. Al contrario, la raffinata è veramente dannosa. Già che uno si fa le cose in casa, può cercare di puntare al top!
    Grazie dell'attenzione.

    RispondiElimina
  6. Uso farine miste, mai 00 e mai Manitoba.
    Non uso farine totalmente integrali perché a mio parere troppe fibre fanno male. Uso farine biologiche perciò sono già al top!
    Ovviamente nessuno ti vieta di usare farine integrali, ognuno fa le proprie scelte alimentari sulla bese delle proprie convinzioni.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  7. Cara Veggie, scrivi due cose che mi toccano, perciò non posso fare a meno di risponderti ancora.
    In base a cosa affermi che molte fibre fanno male? Se sono da farina integrale vera o da alimenti completi (tipo frutta con la buccia) non possono essere "troppe".
    Le scelte di ciascuno sono libere, ma se curi un blog dove parli di autoproduzione e alimentazione, mi spiace ma il lettore da per scontato che i messaggi veicolati siano consapevoli. Non è questione di convinzioni, non voglio con questo dire che secondo me il mondo debba per forza mangiare solo integrale e del resto non riesco a farlo nemmeno io, ma non mi piace leggere affermazioni superficiali che possono influenzare i lettori meno informati verso scelte scorrette.
    Inoltre, mi preme dirti che, al di là delle farine, non puoi lasciare intendere che il marchio biologico da solo sia di per sè garanzia di alimentazione sana. Come sai, i negozi di biologico, come tutti i supermercati, sono pieni per metà di veri e propri cibi spazzatura dal punto di vista alimentare, basta leggere le etichette.
    Scusate il papiro.
    Sara

    RispondiElimina
  8. Cara Sara, non vedo da cosa debba farti toccare e soprattutto non capisco cosa vuoi da me...non posso essere il capro espiatorio di tutti i tuoi dubbi sull'alimentazione.
    Tu mi hai chiesto perché non uso farine integrali e io ti ho risposto, dicendo che ne metto solo un po' perché a mio avviso troppe fibre fanno male.
    Non ho fatto nessuna affermazione, ho solo espresso un parere dopo che tu mi hai posto una domanda.
    Cosa c'entrano le fibre della frutta se stiamo parlando di farine?

    E' vero curo un blog inserendo ricette e allora?
    Non credo che debba spiegazioni a nessuno, non sono un medico e non curo uno rivista di medicina.
    Se il lettore vuole approfondire le tematiche sull'alimentazione può acquistare decine di libri a riguardo e scoprire che esistono decine di teorie tutte diverse tra loro, non vedo perché dovrei essere io il custode della verità!

    Se non ti piace leggere questo o quello nessuno ti costringe, il bello dei blog è che sono tutti gratis, perciò si può girare canale senza preoccuparsi di aver speso nella.

    Veggie

    RispondiElimina
  9. Buongiorno Veggie,
    Ho scoperto da poco il tuo blog,mi piace molto,consigli e ricette davvero utili e mirate.Grazie...
    Sono vegetariana da quando avevo 17 anni(tra poco ne avrò 42)...sono mamma,e tutti in famiglia beneficiano di queste nuove ricette/consigli!
    Al momento non ho dubbi o domande,ma accadrà..quindi...aspettamiiiiiiiiii!
    Grazie ancora e buona giornata a te e tutti i lettori
    ClaudiaLuna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo Claudia! Benvenuta e scrivi quando vuoi.
      A presto Veggie

      Elimina
  10. Che meraviglia di plumcake, anch'io uso con successo la pm e sono soddisfattissima :)

    RispondiElimina
  11. Ciao Veggie,
    quante cose sto imparando da te..io non sono vegetariana anche se è da un pò che abbiamo quasi eliminato la carne,però devo dirti che sulle pizzette fritte ogni tanto ci metto una fettina di guanciale tagliato molto sottile.
    Al posto della manitoba posso usare la 2 bio? posso mantenere la stessa quantità di farina ?
    Non sapevo che le farine manitoba e 0 è meglio non usarle...
    (a parte che è appena un mese che faccio il pane in casa)
    ciao Veggie e grazie ancora per tutti i preziosi consigli che mi dai.Teresa

    RispondiElimina
  12. Scusami Veggie ,ho saltato uno 0 intendevo la 00
    ariciao Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ecco... s' puoi usare la tipo 2 che è quasi integrale.
      Comunque la 00 non la uso neanch'io e tantomeno la Manitoba che non troverai mai in nessuna mia ricetta.
      A presto Ciao
      Veggie

      Elimina
  13. Cara Veggie, domenica pomeriggio complice il primo vero freddo, ho iniziato preparare il lievito madre.Domani dovrebbe "sbuffare"!Giovedì vorrei fare la mia prima pagnotta...e se riuscirò sarà merito tuo!Altrimenti non mi darò pervinta e riproverò! Ho anche preparato il composto per i lavaggi in lavastoviglie. Qualche accorgimento e sarà perfetto! Grazie!!Ti farò sapere....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, non darti per vinta subito, il lievito potrebbe aver bisogno di tempo per dare il meglio di sé, questo non significa che non sia venuto bene.
      Fammi sapere.
      A presto Veggie

      Elimina
  14. ciao veggie, finalmente mi decido a scriverti!
    seguo il tuo blog da un po' di tempo, ma sempre in maniera silenziosa! avrei una domandina: per fare del pane al latte, secondo te, posso usare questa ricetta sostituendo il latte all'olio? in caso le quantità rimarrebbero le stesse?
    ne approfitto per ringraziarti e farti i complimenti per il tuo bellissimo blog
    daniela

    RispondiElimina
  15. Ciao Daniela, sì puoi usare il latte, ma se guardi negli articoli ce n'è uno proprio con il latte, viene un pane morbidissimo ti metto l'indirizzo:
    http://www.lareginadelsapone.com/2012/02/pan-bauletto-con-lievito-naturale.html
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  16. oh, grazie mille!!!! lo guardo subito
    daniela

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010