Pubblicato mercoledì 13 aprile 2011e aggiornato il

pizza di Pasqua (dolce) con lievito di birra


PIZZA DI PASQUA (DOLCE) CON LIEVITO DI BIRRA
Ingredienti:
750 gr. circa farina tipo 0
150 gr. zucchero
100 ml olio extravergine d'oliva
100 ml latte
2 uova
6 gr. lievito di birra (1/4 di panetto)
1 cucchiaio semi di anice
1 cucchiaio alchermes vegan
1 cucchiaio Rhum
scorza grattugiata di un limone
scorza grattugiata di un'arancia
1/2 cucchiaino sale
Preparazione:
Iniziare la preparazione la sera prima. Si dovrà fare una lunga lievitazione, perché il lievito di birra contenuto in questa preparazione è davvero poco. Con una lunga lievitazione pur utilizzando il lievito di birra, la pizza risulterà leggerissima e digeribile e non si avvertirà il sapore di lievito.
Scaldare appena il latte e scioglierci il lievito di birra.
Lasciarlo riposare pochi minuti, poi impastarlo con 350 gr. di farina , 1 cucchiaino di zucchero e poca acqua sufficiente ad ottenere un panetto consistente.
Impastare per bene e fare una palla come l'impasto per la pizza, metterla in un'ampia insalatiera e coprirla con un tovagliolo bagnato in acqua calda e strizzato bene.
Mettere in luogo tiepido a lievitare, come per esempio il forno della cucina precedentemente riscaldato per un minuto a 50°C (non lasciare il forno acceso) e lasciare lievitare per tutta la notte.










La mattina seguente in un'altra ciotola rompere le 2 uova intere e sbatterle con 150 gr. di zucchero.
Quando lo zucchero si sarà sciolto aggiungere l'olio, la scorza grattugiata di limone e arancia, i semi di anice, Rhum, Alchermes e il sale. Per ultimo aggiungere 200 gr. di farina e lavorare l'impasto fino ad ottenerlo liscio e uniforme.
Versare il composto nell'insalatiera insieme alla pasta lievitata. Amalgamare bene i 2 impasti e solo dopo aggiungere ancora 150/200 gr. di farina, quella necessaria per avere un impasto consistente che non si attacchi troppo alle mani. Coprire con un tovagliolo e mettere di nuovo a lievitare in luogo tiepido per 2 ore.










Riprendere l'impasto e versarlo in uno stampo alto e stretto, precedentemente unto con olio, come quelli per panettone (base inf. 17 cm., base sup. 20 cm., alt. 11 cm.) oppure uno stampo per panettone in carta.
Mettere nuovamente a lievitare per altre 2,5 ore/3 ore, fino a quando il volume non sarà cresciuto fino al bordo.









Cuocere per 50/ 55 min. ad una temperatura di 200°C per i primi 15 minuti, e successivamente a 180°C. Dato che il dolce è molto alto è preferibile coprire sin dall'inizio la superficie con carta-forno.
Quando la pizza sarà cotta toglierla dal forno e sformarla dopo 30 minuti, facendo attenzione a non romperla, perché quando è calda è molto fragile.
Una volta sformata avvolgerla in un canovaccio e lasciarla raffreddare completamente.
Tagliarla il giorno seguente.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
PIZZA DI PASQUA (DOLCE) CON LIEVITO DI BIRRA

by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

6 commenti:

  1. io ho la fortuna di riceverne tantissime da mia suocera!!!
    lei le prepara ogni anno,è una ricetta segreta di famiglia...ed è tipica dei nostri paesi.
    chissà... a giugno mi sposo suo figlio...magari riesco ad averla? ;)
    per ora proverò a fare la tua!

    RispondiElimina
  2. So che la tradizione vuole che se ne preparino tante, tante.
    Auguri per il matrimonio.
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  3. Ho iniziato questa sera a eseguire la ricetta ,ma impastare 350gr.di farina con soli 100ml di acqua è stato difficoltoso;ne è risultata una pasta durissima,non come quella della prima foto..;comunque aspetto stanotte...poi vedremo cosa esce.Grazie comunque

    RispondiElimina
  4. L'acqua è indicativa, la quantità dipende dal tipo di farina usata. Non devi prenderla alla lettera. Se servono dei ml in più puoi metterli tranquillamente.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  5. Scusa ho sbagliato,invece di acqua volevo dire latte,devo aggiungere anche acqua?.Ciao e grazie di nuovo

    RispondiElimina
  6. Nel primo impasto devi aggiungere 100 ml di latte, ma se occorre anche acqua sufficiente per lavorare l'impasto.
    Immagino che ormai abbai già fatto, comunque anche se hai fatto un impasto molto duro visto che dovrà lievitare parecchio non credo ci siano conseguenze. Nella seconda fase regolati tu, ma solo dopo che hai unito i 2 impasti, perché il secondo impasto (quello con l'uovo) è già abbastanza liquido.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010