mercoledì 13 ottobre 2010

cuori di sapone ai fondi di caffé

Abbiamo visto nell'articolo 10 modi per utilizzare i fondi di caffé, alcuni dei modi possibili per poterli riutilizzare. In questo sapone ne sfrutteremo le proprietà deodoranti e la capacità che il caffé ha di rimuovere gli odori.
Questo sapone di facile esecuzione, nasce come sapone da cucina per togliere dalle mani l'odore di aglio, cipolla, pesce ecc..
Utilizzeremo un sapone di Marsiglia di buona qualità come quello di Nesti Dante o D'OLIVA di Fresh&Clean che mi ha segnalato di recente Ylenia e che potete vedere nell'immagine.
Ricordo a chi, anziché utilizzare saponi già pronti, avesse voglia di fare da sè i propri saponi partendo da materie prime come l'olio d'oliva, che può trovare consigli e spiegazioni iscrivendosi al mio gruppo sapone e autoproduzioni
dove oltre ai saponi per l'igiene personale potrà imparare a fare saponi per il bucato e per pulizie ecologiche.

CUORI DI SAPONE AI FONDI DI CAFFE'
Ingredienti:
200 gr. sapone di Marsiglia*
100 gr. acqua
2 cucchiai abbondanti fondi di caffé ben asciutti
*Attenzione, leggere il peso dei panetti di sapone.
Quelli della ditta Nesti sono da 150 gr. quindi per questa ricetta ne servirà più di uno.

Preparazione:
Grattugiare il sapone e metterlo in una padella antiaderente.
Aggiungere il caffé e 50 gr. di acqua dei 100 gr. totali.
Accendere il fornello al minimo e iniziare a girare con un cucchiaio preferibilmente in plastica che non graffi il fondo della padella. Bisogna fare molta attenzione a non far bruciare il sapone. All'inizio, finché c'è l'acqua sul fondo il rischio è minimo, ma cresce man mano che l'acqua viene assorbita dal sapone.
Dopo pochi minuti il sapone inizierà ad ammorbidirsi e presto avrà assorbito tutta l'acqua messa a disposizione. Continuare a girare per distribuire bene il caffè. Quando il sapone sembra sufficientemente morbido aggiungere i rimanenti 50 gr. di acqua. Continuare a girare e non appena l'acqua viene nuovamente assorbita (in pochi minuti) spegnere il fornello.
Nel momento in cui si toglie la fonte di calore il sapone tende subito ad indurire, quindi usando un cucchiaio bisogna metterlo negli stampi precedentemente preparati, molto velocemente. Sono da preferire stampi in silicone o plastica morbida. La quantità di sapone utilizzata darà 3 saponi a forma di cuore.
Con il cucchiaio, prima che il sapone si raffreddi spingere e premere bene il sapone negli stampi per evitare di lasciare spazi vuoti e per cercare di definire bene i contorni dei saponi negli stampi.
Lasciare il sapone a riposo per circa 3 ore. In questo tempo prenderà già una buona consistenza.
Trascorse le 3 ore, per facilitare l'estrazione dallo stampo mettere gli stampi con tutto il sapone nel congelatore per 10 minuti. Quando dico 10 minuti, vuol dire 10 minuti, non un minuto di più. Non allontanarsi dalla cucina per evitare di dimenticarli nel freezer.
Appena tirati fuori dal congelatore l'estrazione dagli stampi sarà molto facilitata, prestare comunque attenzione a non rompere i saponi.
Appoggiarli su carta forno o su una salvietta fino al giorno dopo. Poi con un coltello rimuovere le sbavature e livellare il fondo.
Prima di riporli lasciarli asciugare ulteriormente per qualche giorno.
Uso:
Si tratta di un sapone normale da utilizzare in cucina per le mani, in particolare dopo aver utilizzato ingredienti e spezie dall'odore forte che tendono ad impregnare le mani.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
CUORE DI SAPONE AI FONDI DI CAFFE' by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

49 commenti:

  1. ah che bello, questo è facile facile! :-)

    RispondiElimina
  2. Eh si, li ho fatti di proposito per chi non ha tempo o è alle prime esperienze con il sapone.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  3. Evvai Veggie, facile al punto giusto ed un'ottima ideuzza per iniziare a pensare ai regali di natale!
    Grazie!
    DaniVS

    RispondiElimina
  4. pensa che prima di scoprirti ne avevo preparato uno anch'io! non della stessa forma, ma la ricetta è uguale uguale: era destino! ;-DD
    ancora lo sto usando in cucina, e pare che non si consumi mai! (o forse mi lavo poco le mani?!?!?!?!hihihi)
    un abbraccio
    nadia

    RispondiElimina
  5. Buongiorno Veggie!Ieri ho fatto i saponi al caffè...non i cuori ma i pesciolini(ho queste formine io)ma ti devo chiedere una cosa...tu come fai a grattuggiare il sapone? A mano? Hai un qlc strumento? Altra cosa...siccome alcuni non sono venuti benissimo pensavo di rifarli,cosa dici? Grazie Ale

    RispondiElimina
  6. Ciao Alessandra, uso una grattugia di acciaio qualsiasi, se guardi in questo articolo si dovrebbe vedere un po':
    http://www.lareginadelsapone.com/2010/02/utilizziamo-il-sapone-di-marsiglia_11.html
    La grattugia ha una parte per grattugiare sottilmente e una parte per un taglio più grossolano, io uso il taglio più grande.
    In che se senso vuoi rifarli? Farne di nuovi o cercando di rimediare a quelli fatti?
    Non so se sia possibile riutilizzarli perché dovresti aggiungere altra acqua e ho paura che diventi troppa. Troppa acqua fa ammuffire il sapone.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  7. Ok +o- è come la mia, è che c'ho messo un sacco di tempo x grattugiarlo e così ho usato anche il pelapatate...x fare un poco prima.Si volevo 'rifonderli' x rifarli,ma se dici che troppa acqua li fa ammuffire li tengo così...magari li regali a chi mi sta un poco antipatico :-P.Grazie Veggie!!!

    RispondiElimina
  8. Ancora 1 cosa...sai che differenza c'è tra il sapone di marsiglia x bucato e quello x la persona?

    RispondiElimina
  9. Beh certo che lo so! hehe!!
    Non credo che ti interessi la differenza in merito alla composizione, comunque la differenza principale è nella delicatezza. Il sapone per il bucato dev'essere molto sgrassante, invece quello per l'igiene personale è più delicato ed emolliente.
    Il Marsiglia per l'igiene personale contiene degli oli che vengono rilasciati sulla pelle per idratare, gli stessi oli non potrebbero essere contenuti nei saponi da bucato in quanto il grasso è il nemico numero uno dei saponi.
    Quindi in definitiva un sapone per l'igiene personale è poco indicato per il lavaggio della biancheria, mentre uno da bucato sarebbe troppo aggressivo sulla pelle.
    Veggie

    RispondiElimina
  10. Belin Veggie quante ne sai...sei una grande!Grazie per la chiara spiegazione!

    RispondiElimina
  11. ciao Veggie
    complimenti per il sito. anch'io assieme ad amici mi diletto a creare saponi naturali, e non solo.
    ti auguro buona fortuna per quello che fai e ti sosterrò anche tramite il mio blog e con fb.
    un bacione katya.

    RispondiElimina
  12. E che dire ...sei fantastica a manetta vado da una ricetta all'altra rimanendo affascinata da tutto .
    Grazie Veggie

    RispondiElimina
  13. ciao Veggie, io uso il sapone di Aleppo, va bene? io lo uso anche liquido per la doccia, perché non voglio usare sapone con dentro cose che non mi piacciono...che dici?
    sono molto carine le saponettine a cuore...

    RispondiElimina
  14. Fai benissimo! Anche se ho qualche dubbio sull'Aleppo liquido.
    In genere i saponi liquidi contengono sempre qualche sequestrante così così...
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  15. le ho fatte, a forma di medeleine, ho ingannato le mie amiche foodblogger ihihihihi..
    Sono ottime, grazie! Stanno in bella vista sul mio lavello in cucina. ^___^ un bacio

    RispondiElimina
  16. Attenta a non farle mangiare a nessuno!
    Spesso i saponi per forme e colori sono pericolosi.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  17. tranquilla, nessuno le mangerà... in casa ci sono solo due adulti ;) ciao, grazie.

    RispondiElimina
  18. ...per cominciare ti volevo fare i complimenti per questo meraviglioso mondo......
    sono 2 ore che sto' leggendo tutto e ci sono tante cose che vorrei provare, ma essendo alle prime armi inizierò con quelle piu' semplici.
    Questo sapone è una di quelle.....grazie per avermi fatto scoprire molte cose nuove.....

    RispondiElimina
  19. Ciao! Ma gli stampi in silicone possono essere utilizzati anche nella realizzazione del sapone casalingo?

    RispondiElimina
  20. Si, si possono usare, però è preferibile separare gli stampi da usare per il sapone da quelli da usare in cucina perché si impregnano degli odori di oli essenziali e di sapone che poi si trasferirebbero al cibo.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  21. Ciao Veggie ho fatto anche questa tua ricetta, i saponi sono venuti benissimo però ho dovuto usare un po' più di acqua, circa 30 ml in più, altrimenti non riuscivo nemmeno ad amalgamare il composto. Adesso i saponi sono in fase di asciugatura ma non vedo l'ora di provarne uno ;-)
    grazie

    RispondiElimina
  22. Ciao, ho trovato un ottimo sapone di marsiglia, è della Winni's (marchio di detersivi biologici) è indicato sia per il bucato che per l'igiene personale. Una confezione da 250gr l'ho pagata euro 1,35, a Bologna si trova sia da Acqua e sapone che ai supermercati Coop.
    Enzo

    RispondiElimina
  23. ho fatto qualche ricerca, ed ho scoperto che fino a qualche tempo fa conteneva EDTA, ma nelle nuove cojnfezioni l'hanno rimosso, contiene solo CYMBOPOGON NARDUS (citronella) potenzialmente allergizzante e fototossica.
    vorrei alle3garvi la foto ma non so come fare... sigh!!

    RispondiElimina
  24. Me ne ha già parlato un'altra persona e se ricordo abbiamo visto l'INCI. Mi pare che il l'unica cosa che non mi ha lasciato soddisfatta sia il fatto che contiene principalmente olio di palma e noccioli di palma.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  25. si hai raagione veggie, contiene sodium palmate e sodium pal kernelate.
    Ciao Enzo

    RispondiElimina
  26. Ciao Veggie finalmente ci sn riuscita a entrare nel tuo blog..bellissimo!!!visto che sn alle prime armi proverò questa ricetta che sembra e dico sembra adatta a me!grazie mille per le tue ricette continuerò a seguirti!!!

    RispondiElimina
  27. Ciao Veggie e a tutte le persone che hanno fatto questo sapone....siccome mi è venuto benissimo....volevo sapere una volta tolto dalle formine dopo quanti giorni si può utilizzare?grazie ciao!!!!!

    RispondiElimina
  28. una domanda, attraverso quali criteri si sceglie un ingrediente per sapone? intendo: perchè olio di cocco o latte al posto di acqua o burro di karité ecc.? sai ho fatto il mio primo sapone usando una tua ricetta pubblicata su consapevolmente, ora vorrei provarne un'altra con latte, olio di cocco 200gr, olio di mandorle 100gr e ovviamente olio extravergine di oliva, e 15gr di cioccolato fondente da aggiungere al nastro, mi attira la ricetta, ma non so se la ricetta sia valida per me che ho la pelle mista... tu che ne pensi? tutti i saponi sono adatti? o no?
    grazie, Tina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tina, ti ho risposto in un altro commento per quanto riguarda il sapone da bucato.
      Tutte le tematiche relative al sapone le discutiamo nel gruppo di sapone:
      http://it.groups.yahoo.com/group/sapone_e_autoproduzioni/
      ci sono tante cose da sapere, non è sufficiente rispondere ad un commento.
      Ti aspetto ciao.
      Veggie

      Elimina
    2. Ciao, grazie della risposta. Ho tentato un oaio di volte di iscrivermi al gruppo, ma forse faccio qualche operazione non giusta e non riesco ad iscrivermi... domani riprovo con calma. Ancora grazie. Tina

      Elimina
    3. E' necessario avere un'email Yahoo, quindi prima aprine una e poi tenta con l'iscrizione cliccando dove leggi Entra nel gruppo!
      Ciao Veggie

      Elimina
  29. Che significa 2 cucchiai abbondanti fondi? Quelli normali per mangiare? E poi oggi ho trovato Nesti Dante LAVIL, per cosa lo posso usare nelle ricette?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuol dire 2 cucchiai di fondi di caffè, i cucchiai normali, fondi sono i fondi di caffé, cioè il caffè che rimane nel filtro della macchinetta dopo averlo preparato.

      Non so, non ho letto gli ingredienti del Navil, non so neanche se è per l'igiene personale o per il bucato.
      Ciao Veggie

      Elimina
  30. Il sapone al caffè l'ho realizzato ed è OK!!! Ho pensato di regalarne, uno dei tre pezzi riusciti, ad una amica.
    Volevo sapere se posso, con questo metodo e sostituendo i fondi di caffè, realizzare altre fragranze: cannella (ne ho a pezzi che non uso da tempo), cacao regalatomi-proveniente dall'argentina, cioccolato bianco o nero, mandorle tritate, albicocche secche, prugne secche, uvetta sultanina....etc...etc....
    ma con quali dosi????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì perché no, eviterei però la frutta secca perché ho paura che possa ammuffire.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. OK: Provo a fealizzarne alcune con spezie diverse e ti faccio sapere come è andata.
      Grazie.

      Elimina
    3. Ciao ma se volessi usare il sapone che produco da me, cambiano le quantità? Grazie mille

      Elimina
    4. Serve pochissima acqua con il sapone autoprodotto, massimo il 15%-20% del peso del sapone.
      Ciao Veggie

      Elimina
  31. Ciao Veggie, sono rimasta affascinata dal tuo sito, complimenti!!
    Volevo chiederti io uso il caffe per fare lo scrub al corpo( date le sue proprietà stimolanti aiuta a far andare via la cellulite), si puo usare questo tipo di saponetta anke come scrub, o lo si puo trasformare in scrub? Grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che si può! Qui ho usato i fondi ma potresti usare anche del caffé non sfruttato se è per uno scopo preciso.
      Ciao Veggie

      Elimina
  32. ciao veggie dove posso comprare il tuo sapone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le poche cose che ho a disposizione le trovi qui:
      http://saponidiveggie.blogspot.it/
      Ciao Veggie

      Elimina
  33. Ciao veggie,
    Volevo fare delle saponette profumate da regalare x Natale seguendo la tua ricetta senza però i fondi di caffè, sostituendoli con olii essenziali e colorante..a questo proposito cosa posso usare per colorare le saponette? In casa ho i coloranti alimentari in gel, possono andar bene o quando uno si lava le mani poi lasciano il colore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se i coloranti alimentari non vanno bene cosa posso usare? Spezie tipo cannella? Ho anche del mica a casa..potrebbe andar bene ventualmente? Grazie mille
      Giada

      Elimina
    2. puoi usare i coloranti alimentari, ma solo il giallo, il rosso (che verrà un po' aranciato) e il verde. Gli altri colori virano verso il grigio, non vengono bene.
      Il sapone tinge se metti troppo colore.
      Puoi usare anche le spezie come cannella, curcuma, cacao e anche le miche, ma si vedranno poco...

      Elimina
    3. Grazie mille!
      Per ora le ho fatte con il cacao e le bucce di mandarino essiccate. Sto aspettando di estrarle dal congelatore...vediamo come vengono!

      Elimina
  34. Ciao scusa, essendo disoccupata volevo venedere le saponette, ma credo che la tua ricetta non si possa vendere giusto? Dovrei cambiare qualcosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se devi vendere ad amici e conoscenti potrai farlo anche con questa ricetta, se devi vendere per lavoro non puoi farlo con nessuna ricetta senza avere i permessi per farlo..
      Ciao veggie

      Elimina

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010