Pubblicato lunedì 27 settembre 2010e aggiornato il

crema di sapone per lavatrice

Il problema principale dei saponi di Marsiglia industriali, anche se di buona qualità è rappresentato dalle diluizioni.
Mentre per rendere liquido un sapone casalingo occorrono circa 10 parti di acqua ogni parte di sapone (che sono già tante), nei saponi industriali occorre una quantità di acqua di almeno il doppio, quindi 20 parti di acqua ogni parte di sapone. Un sapone così diluito diventa molto leggero, per un lavaggio in lavatrice ne servirebbero almeno 400ml. Da questo si può capire che non è conveniente sciogliere un sapone solido industriale per farlo liquido. Per avere del sapone pronto da usare in lavatrice, possiamo però farlo in crema. Servirà il solito secchiello delle olive munito di coperchio, i negozi di alimentari ne buttano in quantità, fatevene mettere da parte un paio. Sono comodi per riporre saponi in crema, paste di sapone e saponi in polvere.

CREMA DI SAPONE PER LAVATRICE
Ingredienti:
600 gr di sapone di Marsiglia Ecor
(2 panetti) o altro Marsiglia vegetale, naturale di qualità
5,400 litri acqua
60 gr. bicarbonato
Preparazione:
Tagliare il sapone a fette di circa 1 cm e metterlo in una pentola da 7 litri di capacità. Aggiungere il bicarbonato e l'acqua. Portare ad ebollizione. Bollire dolcemente a pentola scoperta fino a quando il sapone si sarà completamente sciolto, girando ogni tanto. Non ci vorrà molto, appena è sciolto o quando saranno rimasti solo piccolissimi pezzetti, spegnere e coprire. Lasciare così fino al giorno dopo. Il giorno dopo il contenuto della pentola si presenterà solido. Rompere il sapone con un cucchiaio in plastica fino a farlo a pezzi e versarlo nel secchiello.
Prendere un frullatore ad immersione frullarlo fino a farlo diventare una crema. Chiudere il secchiello e riporre.
Uso:
Prelevare con una pallina dosatrice o con un bicchiere circa 180/200 ml di sapone e metterlo direttamente nel cestello della lavatrice insieme alla biancheria da lavare. Per potenziare il lavaggio aggiungere 1 cucchiaio di bicarbonato e in caso di biancheria molto sporca 1 cucchiaio di soda Solvay o di percarbonato di sodio. Come sempre consiglio di sostituire l'ammorbidente con aceto bianco da versare direttamente nella vaschetta dell'ammorbidente e raccomando di non mettere mai l'aceto in lavatrice insieme al detersivo o sapone in fase di lavaggio, perchè non sono compatibili.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
CREMA DI SAPONE PER LAVATRICE by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.
LETTURE CONSIGLIATE
Saponi e Detersivi Naturali - Libro Voto medio su 76 recensioni: Da non perdere

188 commenti:

  1. Ciao Veggie,
    solita domanda...ma questa crema si può fare anche con il sapone autoprodotto? Grazie;-)
    Francesa

    RispondiElimina
  2. Ciao, di solito per i saponi autoprodotti si fa il gel diluizione 1:10, perché i saponi autoprodotti hanno una stabilità diversa e facendo una crema si rischia che presto diventa troppo dura o si ammassi troppo.
    Scrivi nel gruppo così ti spiego meglio, perché ci sono diverse Francesca e non ho capito quale sei, cioè non ho capito che tipo di preparazione hai sul sapone e non posso risponderti più dettagliatamente.
    Veggie

    RispondiElimina
  3. Ciao Veggie, volevo chiederti che differenza c'è tra questa crema di sapone e la polvere di marsiglia per lavatrice, a parte naturalmente la preparazione? Forse è più adatta alle basse temperature? Grazie.
    Serena

    RispondiElimina
  4. Si, diciamo che si tratta dello stesso sapone, quindi grosse differenze non ce ne sono. Però quando si vogliono fare lavaggi brevi usando acqua tiepida o fredda la crema si scioglie prima rispetto alla polvere. Diventa particolarmente utile per il lavaggio dei colorati (soprattutto i neri) a basse temperature, perché non c'è il rischio di lasciare striature di sapone.
    Quindi direi che a parte le preferenze personali sul prodotto finito e sulle procedure in sostanza l'unica differenza è quella.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. In tanti mi hanno detto che il sapone di marsiglia, a lungo andare, intasa le lavatrici...

    RispondiElimina
  7. Il sapone della Ecor va benissimo.
    Io uso sapone da 10 anni per la lavatrice. La mia lavatrice a maggio ha compiuto 16 anni e non vuole proprio morire.
    Il sapone sapone si può usare in lavatrice, basta avere l'accortezza di fare un ciclo di lavaggio mensile con l'aceto per rimuovere i depositi.
    A me non si è mai intasato niente, pur usando saponi per la lavatrice, per il corpo e per tutte le pulizie domestiche. In casa mia non esistono detersivi e posso garantire che non succede nulla.
    Ciao Veggie
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  8. Posso aggiungere a questa preparazione anche oli essenziali come limone e tea tree per igienizzare e se si in che misura? Grazie

    RispondiElimina
  9. Si puoi aggiungere in particolare l'olio essenziale di tea tree, ma anche eucalipto e timo sono ottimi per questo scopo. Però per una buona disinfettazione serve una discreta quantità di o.e. perciò anziché metterli nella crema in fase di preparazione è preferibile aggiungerli a gocce dentro il detersivo da mettere in lavatrice, quindi direttamente nella pallina dosatrice sul sapone già misurato. 10 gocce sono la quantità ideale.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  10. L'ho fatto!!! L'ho fatto!!! ..Come sono fiera di me! Ed il primo lavaggio è stato un successo!!! :))))))
    (Veggie, non ho trovato l'inci del marsiglia dell'esselunga, quindi ho usato l'ecor.. Però mi fa strano quel 30% sapone e il resto boh!)..

    RispondiElimina
  11. A quale 30% di sapone ti riferisci? non quello della Ecor spero.
    Forse si parlava del percarbonato, mi pare.
    Comunque sono contenta vedrai ti troverai bene!
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  12. Questa è una cosa stupenda!
    Da provare immediatamente, ma dimmi si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale per dare profumo?
    O va bene così, ed il profumo è gradevole?
    Ti ho aggiunta nel mio blog: perledicucina.blogspot.com ti seguirò sempre!
    Ciao bellissima!
    perle

    RispondiElimina
  13. Se preferisci puoi aggiungere pochi oli essenziali, ma sinceramente non serve perché il sapone ha un odore neutro, ma gradevole.
    Inoltre in fase di lavaggio gli oli essenziali se ne vanno per la maggiore. Meglio aggiungerli nella fase abborbidente, come ho scritto negli articoli riguardanti l'aceto e l'acido citrico.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  14. Oggi ci ho provato, solo che mi sono accorta che nel sapone che ho comprato non c'è scritto "di marsiglia" però c'è scritto biodegradabile almeno al 90%. E' aiax, si tagliava facilmente e si è sciolto benissimo, c'è anche scritto che dura di più del comune sapone da bucato. Adesso sta rafferddando. Che dici posso usarlo tranquillamente con le stesse dosi?

    RispondiElimina
  15. Penso che più o meno le dosi siano le stesse, non sono sicura se la densità sarà la stessa perché si tratta di 2 prodotti diversi.
    Comunque tanto per chiarire un concetto... tutti i detersivi (qanche i più schifosi) per legge devono avere una biodegradabilità minima del 90%, quindi questo elemento da solo non è indice di naturalità.
    Nel sapone che hai acquistato ci saranno sicuramente sequestranti poco gentili e grasso animale, spero che per te non sia un problema..
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  16. Se posso rispettare la natura, oltre all'ambiente è meglio, stavolta è andata così, mi è comunque servito da esperienza e prova per avvicinarmi al mondo dei detersivi fatti in casa. Leggendo meglio i vari articoli ho capito che ci sono tantissime cose che disconosco e che anche lo stesso marsiglia non è tutto uguale.
    Sicuramente ho da leggere bene per capire quali articoli andare a cercare e cosa escludere prima di cimentarmi nuovamente ma se ho capito bene devo comprare il marsiglia per l'igene personale e non quello per la biancheria giusto?
    Grazie

    RispondiElimina
  17. No, non è così. Per preparare i detersivi per la lavatrice bisogna usare necessariamente un Marsiglia che sia da bucato, solo che se lo acquisti nei supermercati i saponi sono tutti uguali più o meno, cioè contengono il sego animale e una serie di sostanze chimiche che hanno la funzione di migliorare l'azione detergente dei saponi stessi. Bisogna cerare dei prodotti alternativi che siano composti da grassi diversi e che usino sostanze chimiche di origine vegetale anziché petrolchimica.
    Il sapone della Ecor è uno dei migliori e costa anche poco, vale la pena cercarlo.
    Per l'igiene personale invece bisogna orientarsi su altri saponi specifici, cioè il sapone per il bucato non è adatto all'igiene personale.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  18. Ciao Veggie. ho fatto il sapone crema lavatrice , ottimo sei fantastica grazie mi stai insegnando tante cose e poi sei sempre disponibile e dolce , GRAZIE

    RispondiElimina
  19. Ciao Veggie,
    il risultato sui colorati non mi ha soddisfatto: ho fatto una macchinata a 50° per quelli di cotone, che hanno subito un leggero "schiarimento", idem per il ciclo a 40° colorati di fibre miste (non tutti). Entrambi i cicli terminati con l'aceto bianco nella vaschetta ammorbidente
    Non è che stingano, ma prendono una patina chiara, come dei minuscoli puntini bianchi.
    Credo dipenda dal fatto che non mi sono ancora abituata all'idea di avere un pulito più sano, e il mio occhio è rimasto irretito dall'effetto dei detersivi artificiali per colorati...
    Perciò cercherò per il momento un'alternativa già pronta al Naturasì.
    Non voglio criticare, ho solo riportato la mia esperienza concreta, perché sto facendo ricerche sui vari siti di sapone autoprodotto e i colorati sembrano la sfida maggiore. Per me senz'altro, ho appena iniziato.
    Comunque non mollo, sto già rifacendo un'altra tua ricetta! È bello poter fare da sé!
    Ancora complimenti per il tuo sito!

    RispondiElimina
  20. Non ti arrendere dai! Vedrai che con il tempo affinerai le tecniche di lavaggio. Quando uscirà il mio libro se lo acquisti ci troversi tutte le tecniche per lavaggi completi.
    Ciao A presrto
    Veggie

    RispondiElimina
  21. Allora non è ancora uscito... Io credevo il contrario, infatti lo stavo cercando su Internet, anche perché adoro i libri, e non mi sembrava di averne trovato uno che ti corrispondesse. Ho fatto già una decina di fotocopie di selezioni dal tuo blog, ma per avere tutte le ricette, ovvio che è meglio un libro o e-book.
    Se non l'hai già fatto, puoi anticipare quando uscirà o è ancora presto?
    Grazie

    RispondiElimina
  22. Il libro uscirà a settembre. Farà parte della collana "Il filo verde di Arianna" e sarà edito da Arianna Editrice (che è la casa editrice del gruppo Macro che si occupa di tematiche ambientali ed ecologiste.
    Non ci saranno le ricette del blog, dove vengono utilizzati saponi già pronti e rilavorati, ma troverai le basi per saponificare e i metodi oltre ad una serie di ricette di detersivi.
    L'argomento del libro sono i saponi e i detersivi ecologici.
    In ogni caso prima di uscirà, quando la casa editrice me lo consentirà, farò una presentazione anche sul blog/facebook, quindi sarai informato/a pur senza fare ricerche.
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  23. Ciao Veggie,
    Premetto che sono alle prime armi e molto entusiasta. In attesa che sia stagionato il mio primo sapone da bucato ho deciso di preparare questa crema per lavatrice. In casa avevo solo sapone di marsiglia della almacabio. Il preparato è uscito bello cremoso.
    Ho fatto una prima lavatrice a 30° di intimo e costumi da bagno con lavaggio delicato. Ho aggiunto un cucchiaio di soda e aceto bianco al posto dell'ammorbidente (senza o.e. perchè la mia bimba soffre di dermatite atopica e c'erano anche mutandine sue).
    Il risultato è stato però poco soddisfacente. La biancheria aveva ancora odore e mi dava l'idea di essere ancora sporca. La sensazione è stata come se fosse stata lavata solo con acqua.
    Cosa posso aver sbagliato? Forse il tipo di lavaggio non era adeguato a questa crema? O magari devo abituarmi all'idea di un altro tipo di pulito...nel senso che i detersivi tradizionali essendo profumati vanno a "coprire" eventuali odori dando l'illusione di essere puliti....
    Grazie

    RispondiElimina
  24. Ciao Patrizia, scusa se ti rispondo solo ora, ma il tuo messaggio mi era sfuggito.
    Per prima cosa vorrei dire che non ho mia peovato il sapone di Almacabio, quindi non posso sapere quanto sia efficace o meno e se possa essere o meno responsabile del risultato.
    Poi aggiungo che ci sono delle differenze tra i trattamenti con prodotti industriali e quelli naturali, in effetti in parte bisogna adattarsi, soprattutto per i profumi e per il bianco che non essendo un bianco artificiale, soprattutto perché privo di sbiancanti ottici presenti nei detersivi, che riflettono la luce in modo diverso, si ha l'impressione che non sia pulito, ma non è così.
    Prova ad aumentare un po' la quantità di sapone, a proposito quanto ne hai messo per una lavatrice?
    E aggiungi anche un bel cucchiaio di bicarbonato che assorbe gli odori. Ti ricordo che nella vaschetta insieme all'aceto puoi aggiungere delle gocce di oli essenziali, inizialmente potranno essere di aiuto per disassuefare l'olfatto dai profumi sintetici dei detersivi, che credimi viziano incredibilmente il senso dell'odorato.
    A presto Ciao
    Veggie

    RispondiElimina
  25. In lavatrice ho usato 200 ml di crema.
    Ieri ho rifatto una lavatrice, sempre 30° ma ciclo più lungo. Ed è venuta bene. Ho aggiunto delle gocce di o.e. nell'aceto. Tra l'altro era una lavatrice di vestitini sudici dei bambini :-)
    La prossima volta che lavo intimo proverò a mettere anche del bicarbonato.
    Sono in difficoltà con le macchie di pomodoro (sugo della pasta) sui vestiti. Ma oggi ho provato a passare del marsiglia sulle macchie, lascaire al sole e la macchia si è come assorbita.
    Ciao
    Patrizia

    RispondiElimina
  26. Si, infatti bisogna imparare un modo diverso di lavare, se pretratti le macchie vedrai che andrà meglio.
    Puoi anche pretrattarkle la sera prima di fare la lavatrice e lasciare del sapone sulla macchia.
    Oggi in un altro articolo si parlava del sapone di Almacabio, ne ho visto l'INCI.
    Pare che il sapone in questione sia indicato per la persona e per il bucato, questa dovrebbe essere la ragione per cui è un po' leggerino ecco.
    Dato che è anche per l'igiene personale non ha abbastanza forza per il bucato, vedrai che con il prossimo che farai e anche con il tuo ti troverai meglio.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  27. ciao veggie
    aspetto con ansia il tuo libro!
    intanto la tua ricetta va a gonfie vele con la mia lavatrice...
    per lavare le cosine dei bimbi quale o.e. è meglio usare?
    e che ricetta mi consigli per creare un sapone per il loro bagnetto, e uno shampoo per il piccolo fra?
    grazie!!!!!!

    RispondiElimina
  28. Ciao Mammina, lavanda e tea tree, sono perfetti.
    Delle gocce di tea tree puoi metterle nella lavatrice insieme al sapone così ti disinfettano il bucato, poi puoi usare la lavanda (oppure lavanda e tea tree insieme) nell'aceto come ammorbidente o nell'acido citrico.
    Come sapone puoi fare qualcuno che trovi nei file del gruppo, se non li trovi scrivimi lì. A me piace oliva, mandorle e ricino che potresti usare anche per i capelli, oppure per il bagnetto un sapone alla calendula
    Naturalmente i saponi dovranno stagionare un po', ma tanto i piccoli non crescono da oggi a domani, perciò fai a tempo!
    Un abbraccio Ciao
    Veggie

    RispondiElimina
  29. Carissima Veggie, sempre grazie per i tuoi consigli e le tue ricette!
    Volevo chiederti se utilizzando questi ingredienti ed aggiungendo più acqua si può ottenere un sapone liquido. Credo che potrei utilizzarlo più facilmente liquido che non in pasta solo per questo!
    Grazie!
    Simona

    RispondiElimina
  30. Hai fatto bene a chiederlo, purtroppo la risposta è no e questa è la ragione per cui ho preparato la crema anziché un sapone liquido.
    I saponi industriali necessitano di troppa acqua per le diluizioni rispetto ai saponi autoprodotti, questo significa che il prodotto ottenuto sarebbe talmente diluito che per ogni lavaggio servirebbe quasi mezzo litro di liquido, quindi un prodotto poco partico e molto ingombrante.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  31. io ho il sapone fatto da me con l'olio d'oliva come posso usarlo in lavatrice ,e come diluirlo per usarlo liquido ? Grazie chioccia49

    RispondiElimina
  32. Ciao, puoi leggere le istruzioni per diluirlo sull'altro mio sito www.lareginadelsapone.it, ecco l'articolo:
    http://www.lareginadelsapone.it/wordpress/?p=160
    Veggie

    RispondiElimina
  33. Ho fatto questo sapone in crema per lavatrice e l'ho usato per lavaggi a 30, 40, 60 gradi, biancheria e colore, mi sono trovata molto bene! Nel cestello della lavatrice aggiungo la lisciva e un cucchiaio di bicarbonato. L'aceto come ammorbidente è una soluzione fantastica!
    Ti ringrazio Veggie, sto imparando tantissimo leggendoti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto! Mi raccomando però niente lisciva per i delicati.
      Ciao Veggie

      Elimina
  34. Ciao Veggie, vuoi dire che la crema di sapone è adatta anche per la lana? E il bicarbonato e l'aceto anche?
    Grazie in anticipo per la risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si certo, basta metterne meno e non aggiungere soda solvay o lisciva, ma solo un cucchiaio di bicarbonato nel lavaggio.
      Puoi usare il risciacquo all'aceto anche per la lana,.
      Tutto questo ammesso che si lavi un tipo di lana che possa andare in lavatrice.
      Ciao Veggie

      Elimina
  35. ciao dove posso trovare gli oli essenziali (opium e muschio bianco)?
    grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il muschio bianco "vero" è un prodotto ottenuto da una secrezione animale, viene usato in profumeria e costa tantissimo.
      Le profumazioni opium e muschio bianco sono profumazioni sintetiche non oli essenziali, perciò se vuoi proprio quelle devi cercarle in qualche negozio online.
      Ciao Veggie

      Elimina
  36. vanno bene anche le normali essenze al muschio o opium che vendono in erboristeria?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende se sono per ambienti o per profumeria.
      Nel secondo caso vanno bene.
      Ciao Veggie

      Elimina
  37. Ciao Veggie,
    ho un neonato di tre mesi ed ho lavato sinora tutto a mano con il sapone di marsiglia (che fatica!), vorrei passare alla lavatrice e provare a fare questa crema per la sicurezza del mio piccolo. Per potenziarne l'efficacia mi consigli di aumentare la dose? Poi non ho compreso bene se l'aceto si mette alla fine del lavaggio nella vashetta, mentre il sapone ed il percarbonato si mettono nel cestello sin dall'inizio.
    Sono una neofita in questo campo e ti ringrazio per questo sito stupendo e per i tuoi consigli preziosi.
    Un caro saluto.
    Caterina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Caterina, non è necessario mettere più sapone per potenziarlo. Usa le dosi riportate in ricetta e per potenziare procurati il percarbonato di sodio. Insieme al sapone in ogni lavaggio meti anche del bicarbonato e poca soda Solvay che è un ottimo sgrassante.
      Sapone, percarvonato, bicarbonato e soda Solvay si mettono direttamente nella lavtrice insieme al bucato.
      L'aceto invece essendo acido non deve venire a contatto con il sapone perché sono 2 sostanze incompatibili tra loro, quindi lo metti nella vaschetta dell'ammorbidente, così la macchina provvederà a prenderlo solo dopo che avrà risciaquato il bucato, quando cioè il sapone non ci sarà più. Infatti l'aceto serve anche a rimuovere i residui di sapone che sono sfuggiti al risciacquo.
      Se senti di voler iniziare un cammino usando i detersivi naturali, non esitare e chiedi quello che vuoi. A volte si commettono degli errori e si rischia di rinunciare quando magari ci sarebbe stato un rimedio.
      A presto Veggie

      Elimina
    2. Cara Veggie, grazie di cuore della tua risposta! Sono davvero molto motivata a percorrere questo nuovo cammino e sono felice di avere conosciuto una persona competente e speciale come te.
      Grazie ancora ed a presto!
      Caterina

      Elimina
  38. Ciao Veggie, oggi sul mio blog ho pubblicato il tuo detersivo per lavatrice! GRAZIE!!

    RispondiElimina
  39. Ciao.
    Nel finale del post hai scritto: "Come sempre consiglio di sostituire l'ammorbidente con aceto bianco da versare direttamente nella vaschetta dell'ammorbidente e raccomando di non mettere mai l'aceto in lavatrice insieme al detersivo o sapone in fase di lavaggio, perchè non sono compatibili."
    Non capisco: se lo devo mettere nella vaschetta l'aceto quando lo metto? A lavatrice spenta?
    Io comunque metto il detersivo e l'aceto da più di un anno e mi trovo bene.
    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea, dunque l'aceto lo metti nella vaschetta dell'ammorbidente quando carichi la lavatrice. Le lavatrici sono programmate per prendere il prodotto dalla vaschetta dell'ammorbidente solo dopo il risciacquo, quindi quando il sapone è già stato scaricato, quindi non vengono a contatto l'uno con l'altro.
      Ciao Veggie

      Elimina
  40. ciao Veggie, fantastica Veggie!!!!
    ho preparato la crema di sapone, l'aspetto è magnifico!!! sembra panna...
    stamane per la prima volta mi sono cimentata con la soda caustica e ho preparato il sapone di marsiglia come da ricetta del tuo libro, non vedo l'ora di vedere il risultato...
    vorrei chiederti se il minipimer deve essere utilizzato solo per il sapone , credo di capire che sarebbe meglio di sì...
    vorrei chiederti poi come posso pulire il legno di ciliegio naturale, non lucidato cioè... avrebbe bisogno di essere nutrito, lo sento secco al tatto.
    va bene una delle ricette del libro? tu consigli di lavarlo con il sapone di marsiglia? io talvolta lo passo con la spugna stretta stretta, appena umida, ma non so se è il trattamento più opportuno.
    approfitto per fare a te e a tutti i miei auguri per una buona Pasqua cruelty free... ciao
    Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia, sono contenta che hai superato lo scoglio della soda caustica, vedrai che ora non ti fermerà nessuno!
      Pwer il legno credo che puylirlo così con un panno strizzato sia il modo migliore, poi per nutrirlo puoi usare la ricetta 72 del libro, se non vuoi mettere la trementina puoi evitarla, ma diminuisci la quantità di cera e portala a 20 gr.
      Buona Pasqua cruelty free (anche la mia ovviamente).
      A presto Veggie

      Elimina
  41. Scusa non ti ho risposto per il Minipimer, puoi usare tranquillamente quello che hai in cucina, basta lavarlo bene.
    Ti accorgerai però che dato che costano poco prima o poi farai la scelta di acquistarne uno ad uso esclusivo per la saponificazione. Comunque come ripeto si può usare quello della cucina.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  42. Grazie cara Veggie, certo, farò così, ne acquisterò uno che utilizzerò solo per il sapone.
    Grazei per le tue risposte celeri ed esaurienti, ti terrò aggiornata.
    complimenti per il libro, ne sono così entusiasta da averlo regalato, ora anche altre mie amiche fanno il sapone.
    solo abbiamo difficoltà nel reperire alcune materie prime, io ho fatto alcuni ordini online, ma sono ricorsa a più negozi.
    un caro saluto.
    patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ma puoi chiedere, così ti dò qualche dritta.
      Purtroppo in ogni caso non si può acquistare tutto presso un punto vendita, però ad esempio molte cose del libro mi ha aiutato Paolo ad inserirle nel suo negozio online (e ora sta reperendo altre materie utili) per giunta a prezzi davvero convenienti.
      Ti metto l'indirizzo:
      http://www.percarbonato.it/index_file/Page596.htm
      Ciao Veggie

      Elimina
  43. Grazie Veggie.
    ora vorrei trovare il sodio citrato e alcuni olii essenziali che mi mancano.
    i più comuni li uso abitualmente, altri invece occorre che li reperisca.
    Grazie, vado a visitare il sito che mi indichi.
    ti auguro una splendida giornata.

    RispondiElimina
  44. ciao veggie complimenti per il tuo sito fantastico!!e da pochissimo che mi sono convertita al sapone ecologico..una mia amica mi ha aperto un mondo nuovo che non sapevo assolutamente!!tutte ste schifezze sui detersivi e sui saponi per uso personale!ho una bimba di un anno e mezzo e ho sempre usato napisan e ammorbidenti non sapevo facessero male..per non parlare di bagnischiuma per bimbi con sodium laureth sulfate!va be' non e' mai troppo tardi per imparare,senti io ho fatto il sapone in crema di marsiglia ma ho usato delle saponette di vero marsiglia della nesti pero' classico.che ne pensi?va bene lo stesso per il bucato della bimba??grazie mille e ancora complimenti !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma è venuta bene? La consistenza buona?
      Certo se paragonata ai detersivi industriali posso dire che sia migliore, amnche se in realtà le saponette non sono adatte, primo perché sono per l'igiene personale, quindi non laveranno bene la biancheria e poi perché comunque non sono completamente naturali.
      Ciao Veggie

      Elimina
  45. l'ho appena fatta...e' ancora caldo...vediamo domani!per potenziare questo sapone visto che ho messo il sapone per l'igiene personale?pensavo fosse naturale ...questi sono gli ingredienti del sapone:sodium palmate sodium cocoate sodium palmkernerate parfum tetrasodium edta tetrasodium etitronate citronellol hexil cinnamal non e' buono???ho sbagliato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo sicuri che si tratti di sapone per il corpo? Non c'è anche del sodium olivate?
      Gli ingredienti non naturali sono l'EDTA principalemnte e i profumi
      Veggie

      Elimina
  46. eccomi...allora la crema e venuta benissimo...il risultato in lavatrice con i vestitini sporchi della bambina perfetto !!!!la prossima volta faro' con il sapone marsiglia che hai scritto tu intanto finisco questo che direi e' molto meglio del detersivo classico meno schifezze di sicuro..ho aggiunto il tee tre il bicarbonato e il percarbonato..sono veramente soddisfatta grazie per le tue bellissime ricette a breve compro il tuo libro ciao veggie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro Ile il confronto con il detersivo industriale non è neanche da fare, quando l'avrai finito però passa all'altro perché a lungo andare i capi ingrigirebbero con quello che hai preparato.
      A presto Veggie

      Elimina
  47. assolutamente si...devo chiederti un piacere:mi potresti consigliare un sito dove trovo gli oli essenziali meno cari???mi potresti mandare anche il file degli oli??grazie ciao veggie

    RispondiElimina
  48. Ciao Veggie.
    ho provato questa ricetta per il bucato. Per le temperature più alte e capi come biancheria intima, lenzuola e asciugamani mi sono trovata benissimo! :)
    qualche problema per i capi scuri e delicati che lavo a freddo. Praticamente su alcuni capi restano macchie di sapone, che ho quindi risciacquato a mano. forse perchè l'acqua di roma è molto dura. Potrei forse provare a fare questa crema di sapone con acqua distillata?
    Il sapone che ho usato, non avendo trovato l'ecor, è il sapone di marsiglia purissimo della Winni's. Riporto l'inci: sodium palmate, sodium palm kernelate, aqua, glycerin, sodium chloride, cymbopogon nardus, parfum.
    Comunque non miarrendo! è da molto che ho praticamente eliminato i prodotti industriali, sia per l'igiene personale, che della casa! e sono proprio contenta! grazie per questo sito, sei una continua fonte di ricette e suggerimenti.
    Sara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti semplicemente impostare il programma con un risciacquo in più così elimineresti il sapone che non si è sciolto, purtroppo le lavatrici moderne lavano con poca acqua e questo alle volte è visibile sul bucato.
      Quindi un risciacquo in più oppure dopo che la lavatrice ha finito di caricare l'acqua aggiugine qualche litro dalla vaschetta del detersivo e vedrai che lavando con poca acqua in più l'inconveninete non si verifica.
      Ciao Veggie

      Elimina
  49. ciao Veggie,Sara mi ha anticipato,vorrei sapere che cosa pensi del sapone winni's,so che c'è scritto vero sapone di marsiglia ma nn contiene sodium olivate ma è buono lostesso?si puo aggingere bicarbonato assieme alla lisciva non si aqnnullano?poi ancora dove trovi la soda solvey io trovo solo il bicarbonato solvey.
    grazie in anticipo per la tua senpre utile disponibilità.
    Cosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dall'INCI che ha segnalato Sara, sembra accettabile, certo è pur sempre a base di olio di palma... e contiene dei profumi, ma l'impatto ambientale è decisamente inferiore ai detersivi tradizionali e decisamente da preferire come alternativa al sapone autoprodotto.
      Puoi usarlo come faresti con l'altro sapone, quindi al lavaggio puoi aggiungere bicarbonato e soda Solvay o anche della lisciva, questo naturalmente uqnado ti accingi a fare la lavatrice, ma non miscelandoli insieme al sapone per are un sapone liquido ad esempio.
      La soda Solvay si trova nei negozi di detersivi, ma mi dicono che in alcune località è sia quasi introvabile.
      Puopi ordinarla da Paolo ad un prezzo conveniente, oltre al percarbonato, acido citrico e tante altre cosette utili per le pulizie e a prezzi FAVOLOSI!!
      Tra l'altro la gentilezza e la professionalità che troverai ti stupiranno, l'indirizzo è questo:
      http://www.percarbonato.it/index_file/Page596.htm
      Ciao Veggie

      Elimina
  50. Ciao Veggie! Escribo desde muy lejos para agradecer tus consejos.
    Ya estoy produciendo mi jabon casero.
    GRAZIE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene! Sono contenta!
      A presto Gianna.
      Ciao Veggie

      Elimina
  51. Ciao Veggie,
    ho provato a fare il gel di sapone, trovato nell'altro blog... ma mi si è indurito tutto una volta raffreddato e non è per niente liquido... cosa potrebbe essere andato storto? Grazie per i mille consigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vede che hai usato del sapone industriale e non del sapone autoprodotto, le ricette che trovi nell'altro blog sono solo per sapone autoprodotto, negli ingredienti c'è scritto che bisogna usare sapone di Marsiglia fatto in casa.
      Il sapone industriale rimane troppo duro per questo nel blog anzoché usarlo in forma liquida consiglio di fare questa crema.
      Ti conviene romperlo e rimetterlo in pentola aggiungendo del bicarbonato come in questa ricetta e poi utilizzarlo come crema di sapone e non come gel liquido.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. In effetti è venuta fuori una crema, diciamo più una gelatina... però mettendola direttamente nel cestello non si scioglie, rimane a pezzettoni (infilandosi negli angoli più improbabili) e lasciandomi macchie di sapone qua e là sui capi.... soluzioni?
      Grazie mille :)

      Elimina
    3. Purtroppo le lavatrici moderne lavano con poca acqua, forse dovresti programmare un risciacquo in più oppure armarti di santa pazienza e ad ogni lavaggio sciogliere prima il sapone in una brocca con acqua calda.
      Ciao veggie

      Elimina
    4. Grazie mille per il consiglio! Cercherò di scioglierlo prima del lavaggio :)

      Elimina
  52. Ciao Veggie! Ho preparato la crema di sapone ed è venuta benissimo. Ma ora ho una domanda da porti, e cioè se per questa ricetta si rende necessario l'utilizzo di un sequestrante o meno. Forse è già contenuto nel sapone della Ecor?
    Pensavo altrimenti di preparare una delle ricette del tuo libro, in modo da avere un additivo già pronto all'uso e completo, contenente del sodio citrato.
    Ciao, Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo sapone contiene già un sequestrante (da bollino verde), ma se vuoi puoi rinforzarlo aggiungendo ad ogni lavaggio un po' della soluzione sequestrante del libro o del sodio citrato in polvere.
      Ciao Veggie

      Elimina
  53. salve :)
    complimenti per il bloggg
    mi chiamo andrea
    posso porre una domanda?
    ho letto che l aceto non va messo insieme al detersivo...
    quindi cosa fare?
    aziono la lavatrice...e una volta finito...faccio risciacquo aggiungendo aceto e olio essenziale ? ( quanto ne va applicato? poche gocce?)

    grazie infinite
    Andry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Ma certo che puoi fare una domanda!
      In effetti l'aceto non va mai usato insieme al detersivo, ma mettendolo nella vaschetta dell'ammorbidente la lavatrice lo preleverà solo nell'ultimo risciacquo, cioè quando il sapone non ci sarà più.
      Per l'utilizzo puoi leggere questo articolo:
      http://www.lareginadelsapone.com/2010/03/aceto-come-ammorbidente.html
      A presto Veggie

      Elimina
    2. l'aceto "primo prezzo" (col simbolo del pollice in su per intenderci) costa solo 50 centesimi (ben un litro)...ma c'è da fidarsi di questa "sottomarca"? :)

      ps: una domanda che c'entra poco ma la posto qui perché non ho trovato discussioni adatte :)

      ho letto che una buona soluzione per lavare i pavimenti è fare un mix di aceto acqua calda e bicarbonato.
      Veggie, personalmente ha mai provato? Mi chiedevo se andasse bene l'uso di un comune straccio da lavare dopo ogni uso (vorrei eliminare del tutto l'uso dei prodotti chimici, quindi potrebbe andare bene il sapone di marsiglia a questo scopo?)

      Grazie davvero per l'attenzione, ho cercato di scrivere nel modo piu semplice possibile
      aspetto gentilmente una risposta :)
      Andrea G
      ;)

      Elimina
    3. Certo che va bene l'aceto economico!
      Costa meno solo perché fa un percorso commerciale diverso.
      Qui purtroppo ci prendono per i fondelli dalla mattina alla sera... Per esempio compri un pacco di pasta di una nota marca e lo paghi un euro, poi se leggi attentamente la provenienza di altre paste magari da discount o comunque sottomarche, che costano 50 centesimi scopri che si tratta dello stessa pasta..
      Se ci pensi non esistono stabilimenti per fare le cose da discount, in realtà le grandi aziende producono un prodotto solo che per motivi commerciali viene etichettato in più linee.
      Per questo mi dissocio da tutto il giro commerciale in cui siamo finiti e cerco di farmi le cose da me.
      Non se ne può più!!

      Aceto e bicarbonato sono opposti usati in soluzione producono un prodotto neutro di nessuna efficacia.
      Allora è meglio usare l'aceto diluito con acqua oppure una soluzione di acqua aceto e alcol che genericamente vanno bene per tutto.
      Il sapone è un ottimo detergente anche per pavimenti, ovviamente va risciacquato.
      Non dimenticare che se vuoi diventare autosufficiente per quanto riguarda le pulizie, puoi comprare il mio libro e prepararti da te tutti i saponi e i detergenti necessari e non dover più dipendere dai supermercati.
      Ciao Veggie

      Elimina
    4. Per i pavimenti è fantastico il tuo sapone Veggie!!
      Quello fatto dalla diluizione della base sapone che ho trovato nell'altro link. Lava bene ne basta poco e non appiccica!
      Su un altro sito avevo letto di usare un limone sbollentato, aceto e tutto diluito ma scivolavo da matti!

      Anzi aspetto qualche altro impiego di quella pasta ne è venuta tantissima e avendo le piastrelle solo in cucina mi durerà una eternità.

      Jen

      Elimina
  54. perdonami...
    ma dopo ogni uso... commetto l'errore di lasciare lo straccio ancora umido nel secchio.
    con cosa è meglio lavarlo?
    addirittura c'è ki fa una lavatrice di soli stracci ma mi pare uno spreco avendone poki abitando da solo.
    Condivido cn te la voglia di staccarmi dal business

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi usare un pezzo di sapone intero e lavarlo a mano quando occorre, senza lasciarlo nel secchio. Lo lavi con il sapone, lo sciacqui e poi lo metti ad asciugare come qualsiasi indumento così non prende odore di muffa.
      Ciao Veggie

      Elimina
  55. veggie gentilmente cosa propone per l igiene intima? ho trovato sulla rete delle "Misture" di malva camomilla e amido di riso ( che costa davvero tanto circa 10 euro)
    ne sa qualcosa?
    sono tentato a prendere il suo libro :)
    Andrea G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul mio libro non ci sono saponi per l'igiene intima in quanto tratta solo la realizzazione di saponi e detersivi per uso domestico. Ci saranno nel secondo libro che sto preparando.
      Non ho ancora pensato ad una soluzione per l'igiene intima in quanto per quanto mi riguarda uso del sapone liquido che faccio io, nonostante il pH del sapone sia basico.
      Penserò a qualche soluzione senza ricorrere al sapone..
      Veggie

      Elimina
  56. salve veggie
    con questa "ricetta" quanti lavaggi circa si possono fare?
    ha mai provato le noci lavatutto? le sto testando proprio ora

    (il percarbonato o il carbonato si immettono direttamente nel cestello dei panni?)

    ultima domanda: per disinfettare...vede superfluo l'uso di soluzioni come il napisan? (possiedo quello in polvere)
    grazie davvero per il tempo che ci dedica a risppondere ma sono all'inizio e pieno di dubbi
    Andrea G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so, ma ne viene un bel secchiello, di lavaggi ce ne fai parecchi.
      Sì le noci le ho provate, anche se ovviamente uso i miei saponi, ho scritto anche una ricetta con le noci:
      http://www.lareginadelsapone.com/2010/09/sapone-liquido-alle-noci-del-sapone.html
      Percarbonato e/o carbonato (attenzione perché sono 2 cose diverse) si mettono in lavatrice insieme al bucato.

      Per disinfettare ovviamente visto che ce l'hai finisci il Napisan, poi se vorrai potrai usare all'occorrenza l'olio essenziale di tea tree.

      A presto Veggie

      Elimina
  57. costa una cifra la pentola da 7 litri farò la 1 prova con una di circa la metà :)
    Andrea G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova con i mezzi che hai a disposizione, se hai una pentola più piccola fai una quantità inferiore di crema.
      Ciao Veggie

      Elimina
  58. buongiorno veggie!ho scoperto alcuni gg fa il tuo sito,mi sembra meraviglioso!mi sto cimentando per la prima volta a preparare la crema per lavatrice!mai fatto un sapone in vita mia!spero mi venga bene!domani ti faccio sapere!grazie
    P.S.se mi riesce bene faccio anche la base al marsiglia,mi sono gia procurata il materiale!avrò bisogno di te forse per alcuni consigli;)

    RispondiElimina
  59. scusa,non mi sono presentata,mi chiamo selena!ok,messo tutto sul fuoco,volevo anche dirti che non ho trovato il panetto ecor,ma le scaglie,spero vadano bene lo stesso!pio un altra domanda , la soda solvay,(da aggiungere in lavatrice)la posso mettere anke sui capi neri e colorati?scusa l'ignoranza,ma sono alle prime armi,neanke conoscevo l'esistenza,della solvay.grazie ancora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene a chiedere invece, per i neri io metto solo mezzo cucchiaio di soda Solvay che è una quantità che non scolorisce, ma che consente di sciogliere lo sporco, mentre per lana e delicati la evito, metto solo un cucchiaio di bicarbonato.
      Veggie

      Elimina
  60. scusami tanto,ma sono sempre io,(selena),sono un turbine di domande.volevo chiederti se una volta raffreddata la crema domani,devo perforza prima metterla nel secchio e poi frullarla?oppure posso frullarla quando è ancora in pentola,prima di versarla nei secchielli???spero ke tu mi possa rispondere prima di domani,GRAZZZZIE!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! Vedrai che ti appassionerà e non sarà escluso che possa passare a produrre saponi da zero.
      Quando sarai pronta sono qui.
      A presto Veggie

      Elimina
    2. Puoi frullare la crema dove vuoi, solo che dopo per praticità dovrai metterla in un contenitore con l'imboccatura ampia, perché il prodotto non viene liquido e devi poterlo prendere con facilità, quindi niente flaconi.
      Con i saponi industriali (anche se di qualità) non si possono fare i saponi liquidi, la crema e la polvere sono le uniche forme possibili.
      Ciao Veggie

      Elimina
    3. GRAZIE!NON MI ASPETTAVO UNA RISPOSTA COSì IMMEDIATA!adesso sta riposando in pentola per il raffreddamento,ma è ancora molto acquoso,se stasera si sarà raffreddato posso gia frullarlo oppure devo aspettare domani?la domanda precedente(frullarlo direttamente i pentola),era solo perkè non ho un contenitore abbastanza capiente,perciò lo dovrò suddividere in vari secchielli !grazie ancora!
      P.S.mi piacerebbe fare delle saponette da regalare alle mie amike per natale!devo ancora entrare in quella sezione,ma presto ci entrerò!sai ho il mio bel da fare con 2 marmocchietti!!

      Elimina
    4. Meglio aspettare domani perché prima che prenderà la consistenza definitiva serviranno 20-24 ore. Non ti preoccupare se ora ti sembra acquoso, cambierà, speriamo solo che le scaglie di sapone si comportino allo stesso modo del sapone Ecor.
      I marmocchietti ti terranno occupata, ma quando poi si va in fissazione con una cosa si trova per forza un ritaglio di tempo per realizzarla.
      Comunque ora sarebbe già quasi tardi per i saponi di Natale in quanto ti servirebbe del tempo per apprendere le tecniche base di saponificazione, poi dopo aver realizzato i saponi serve un tempo di stagionatura non inferiore alle 6 settimane, quindi direi che sarà il tuo obiettivo per il prossimo anno, senza fretta.
      Ciao Veggie

      Elimina
    5. ok grazie!riguardo le scaglie,sono della ecor anke quelle,speriamo bene.se dovesse rimanere più liquido posso usarlo ugualmente?poi volevo anke dirti ke vorrei avvicinarmi agli oli essenziali,ma sono carissimi,ieri ho comprato tee tree,in un negozio di prodotti bio,10 ml pagato 13,90 euro!su alcune ricette ho visto ke ce ne vogliono anke 10 ml alla volta:O!!dovrai documentarmi meglio tu forse!baci grazie

      Elimina
    6. E' difficile che un sapone industriali diventi liquido, semmai potrebbe accadere che venga troppo duro.
      Per quanto riguarda gli oli essenziali io (e molti del mio gruppo di sapone) li acquistiamo su ebay da un rivenditore inglese, con 15 euro ci prendi una bottiglia di tea tree da 100 ml!
      L'indirizzo è questo se ti serve, però attenzione a non prendere le fragranze perché lo stesso venditore vende anche fragranze per sapone:
      http://stores.ebay.it/The-Pennine-Collection
      Ciao

      Elimina
  61. grazie,ho dato un occhiata,quello da 100ml sarebbe quello con la scritta UK P&P???giusto per capirci!non sono tanto brava con l'inglese;P!!certo ke ci sono rimasta un po male dopoke ho visto i prezzi,visto ke io l'ho pagato tanto!!!!a domani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma prendi quelli dove non c'è l'asta altrimenti devi aspettare giorni, questo per esempio:
      http://www.ebay.it/itm/100ml-Tea-Tree-Melaleuca-alternifolia-Essential-Oil-Free-P-P-/380427737128?pt=UK_Health_Beauty_Natural_AlternativeTherapies&hash=item5893429828#ht_2818wt_1186
      con meno di 13,00 euro lo prendi e ti garantisco che sono buonissimi!
      Ciao Veggie

      Elimina
  62. eccomi!!taratatà!!crema fatta!!come sono fiera di me!!al primo momento mi sono spaventata,perkè era solidissimo,poi mi sono fatta "aiutare" dai miei 2 bimbi,e lo abbiamo"spappolato" con i mestoli e....frullatocon il minipimer!.....CREMA!!!!una piccola curiosità però ce l'ho da kiederti,adesso ke è crema ci resta oppure può risolidificare?
    allora,ricapitolando:scuri e colorati si può aggiungere bicarbonato,e per i bianchi,bicarbonato e soda?oppure la soda anke sui scuri e colorati (se tanto sporki)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, se chiudi bene il contenitore dopo ogni uso e se non lo conservi in luogo freddo non si dovrebbe solidificare in maniera così evidente da impedirti di poterlo prelevare.
      Sì, per i delicati aggiungi solo del bicarbonato ad ogni lavaggio, mentre per gli altri anche della soda solvay, mezzo cucchiaio per i colorati o capi di sporco normale, 1 cucchiaio per i bianchi.
      Ciao

      Elimina
  63. sono sempre io,selena,volevo anke kiederti ke cosè il percarborato di sodio e dove si compra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uno sbiancante completamente ecologico che sviluppa ossigeno e sbianca e smacchia i capi.
      Si usa invece di quel perborato che tutti abbiamo usato almeno una volta nella vita ma che è molto inquinante.
      Nei negozi non si trova, puoi prenderlo solo online, ti metto l'indirizzo di questo venditore che ha prodotti ottimi a prezzi fantastici, gurada perché probabilmente ci sono anche altre sostanze che possono servirti:
      http://www.percarbonatodisodio.it/index_file/Page596.htm
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. grazie mille!
      altra domandina:per fare il gel lavatrice invece?dobbiamo per forza usare il sapone autoprodotto?non lo si può fare con uno commerciale?scusa l'ignoranza,ma mi interesserebbe anke quello!oppure se mi dici ke è la stessa cosa quello in crema allora va bene così!

      Elimina
    3. Si purtroppo non c'0è alternativa, con il sapone commerciale non vine perché solidifica.
      Comunque quello naturale lo vendo anch'io a periodi.
      Puoi guardare se c'è la disponibilità nel negozio Blomming
      Ciao Veggie

      Elimina
  64. ti ho lasciato un commento anke sulla sezione per fare la base al marsiglia,se hai voglia di rispondermi,poi ultima cosa,ma le ricette per fare il sapone autoprodotto non ci sono??come faccio per imparare ad autoprodurmi il sapone?
    grazie ancora per la pazienza!
    ciao veggie

    RispondiElimina
  65. ciao veggie,sono selena!ti volevo kiedere aiuto per iscrivermi al tuo gruppo,ho provato,ma non co capisco molto,io non cce l'ho un accaunt google,però ho facebook,cosa devo fare?voglio assolutamente provare a fare il sapone(per la persona)e mi servono le ricette!
    oggi sto preparando la base all marsiglia per fare gli spruzzini!!visto il successo della crema per lavatrice!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per iscriversi al gruppo di sapone serve un'email Yahoo, aprirla ci vogliono 2 minuti. Dopo che l'hai parta clicchi sul link azzurro al centro di questa pagina che dice "Entra nel gruppo!" e segui la procedura d'iscrizione:
      http://it.groups.yahoo.com/group/sapone_e_autoproduzioni/
      Non c'è un altro modo, puoi imparare a fare il sapone ma il gruppo è riservato e serve necessariamente l'iscrizione per accedere.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. grazie,domani ci provo!ma se entro trovo qualcuno a rispondermi?cos'è una chat?giusto per capire ;)

      Elimina
    3. No, non è una chat, è un gruppo dove si comunica via email, a rispondere trovi me sempre, ma anche altri iscritti che desiderano rispondere,
      Il gruppo ha anche una pagina web dove tutti i messaggi possono essere letti, ma dove si trovano altre aree in cui mettiamo foto, documenti sul sapone, ricette, ecc..
      Ciao Veggie

      Elimina
  66. ciao veggie,mi sono iscritta,ma non so come accedere,cosa devo fare?ho aperto una mail yahoo,e adesso??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho anche cliccato in alto sulla striscia azzurra dei membri,registrata e.....adesso???
      grazie spero che tu mi risponda presto!

      Elimina
  67. ok,scusami ma sono abbastanza crucca!!allora ho trovato(tramite contatti)il gruppo,ho mandato la richiesta e adesso sono in attesa do coonferma tramite mail.ho fatto tutto giusto?spero di si!
    grazie della tua pazienza e scusa se ti scrivo qui,ma non sapevo come altro comunicare con te!a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok ! L'importante è che hai trovato la soluzione.
      A presto Veggie

      Elimina
  68. Stampata la ricetta (giusto per averla sotto gli occhi....) e oggi provo con questa crema!!!
    Ho appena finito di leggere il tuo libro .... CHIARISSIMO E UTILISSIMO!!! Prossimo passo: mi faccio il sapone da me!!!!!
    Grazie cara Veggie!!
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava, fatti la crema così la usi mentre il tuo primo sapone stagiona.
      Un abbraccio Veggie

      Elimina
  69. Ieri ho deciso di fare questa crema. Oggi vedevo che il sapone era troppo compatto allora ho aggiunto acqua e l'ho risciolto in modo che si amalgamasse. Adesso vado a guardare ed è più duro di ieri (prima che aggiungessi altra acqua). Ho Frullato con il minipimer e si è sciolto ma anche ieri l'ho fatto e poi si è riamalgamato (questo significa che anche se quando frullio mi sembra sciolto non significa niente perchè poi si ammazza di nuovo?. Come faccio? Ho usato sapone di marsiglia ecor (100g), bicarbonato (20g) e acqua (2,50L). Se aggiungessi altra acqua potrei arrivare ad una buona consistenza o sarei sempre punto e da capo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho idea di cosa ti sia accaduto, in realtà con 100 gr di sapone avresti dovuto mettere 10 gr di bicarbonato e 900 gr di acqua.
      Se leggi i commenti il problema che descrivi non si presenta, forse ti aspetti che la pasta sia liquida?
      La consistenza che dovresti ottenere è quella di una pasta consistente ma che si può prendere tranquillamente con una vaschetta.
      Un'accortezza che dovresti avere è quella di non tenere la crema al freddo perché in quel caso si indurisce, quindi conservala in casa e non all'aperto.

      Sei sicura di aver messo 100 gr. di sapone?

      Ciao Veggie

      Elimina
  70. ciao,veggie è da qualche mese che ti seguo e ho prodotto sia il sapone che questo detersivo lavatrice e mi trovo benissimo anche x le macchie resistenti ,ti volevo augurare buon anno e ringraziarti x i preziosi consigli .Ciao ,Raffy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Raffy e grazie!
      Buon anno a tutti voi in famiglia.
      A presto Veggie

      Elimina
  71. Ciao, ho cominciato da poco ad interessarmi di saponi fai da te per il bucato e come al solito si trovato milioni di informazioni in cui è difficile destreggiarsi, perciò mi sono risolta a chiederti consiglio: ti risulta che la borace abbia il triplo effetto di addolcire l’acqua (quindi azione anticalcare), potenziare l’effetto sbiancante della soda ed essere antibatterico e antimicotico?
    grazie in anticipo! ho visto che rispondi sempre!
    Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse la seconda e la terza più della prima, ma noi non possiamo fare largo uso di questa sostanza in quanto il nostro territorio non è compatibile con il boro, diciamo che possiamo usarne poco poco, non come prodotto detergente primario.
      Ciao Veggie

      Elimina
  72. Grazie molte! In questi giorni sto proprio letteralmente divorando il tuo blog per la miniera di informazioni che da!
    Ho anche battuto i supermercati e negozi di zona (veramente mi manca Eurospin) ma il sapone Ecor non l'ho ancora trovato mentre ho trovato il sapone Alga da Tigotà. Prima o poi avrò anche il coraggio di farmi il Marsiglia da sola......
    ciao Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sapone Ecor non lo troverai mai nei supermercati, devi cercare nei negozi di alimenti naturali e nelle erboristerie, se trovi un punto NaturaSì dovrebbe avercelo.
      Ciao Veggie

      Elimina
  73. Ciao Veggie,mi chiamo Marco,sono da poco un nuovo "adepto"! e sono fortemente motivato a cambiare radicalmente il mio stile di vita :-) Volevo chiederti:quanto influisce,relativamente a questo sapone,la durezza dell'acqua nel risultato finale? vivo in una zona con durezza 32 F e passa(provincia di Roma,per la cronaca)...grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche qui da me, in provincia di Roma (Ladispoli per la precisione)l'acqua è molto dura, eventualmente se serve aumenta un po' la quantità di sapone per ogni lavaggio e aggiungi sempre 1 cucchiaio di bicarbonato.
      Per maggiori dettagli e per discutere di questi dettagli puoi iscriverti al gruppo:
      http://it.groups.yahoo.com/group/sapone_e_autoproduzioni/
      così possiamo parlare meglio e magari posso consigliarti qualcosa in più.
      Ciao Veggie

      Elimina
  74. Ciao a tutti, sono nuova del gruppo e dell'esperienza di
    autoproduzione di saponi e detersivi.
    Per iniziare a prendere confidenza con la materia ho iniziato da
    questa ricetta visto che avevo giusto finito il costoso e inquinante
    detersivo per lavatrice,
    quando vado a fare la spesa sento l'esigenza di comprare prodotti meno
    inquinanti e infatti avevo già tutto il necessario della ricetta della
    crema a casa...soda solvay, marsiglia e bicarbonato..praticamente mai
    usati per pigrizia.. visto che bisogna usare un approccio diverso dai
    superchimici ai quali ero abituata.
    Ho seguito passo passo la ricetta senza farvi modifiche. Ho provato i
    duei tipi di lavaggio che facevo abitualmente con i prodotti
    industriali.
    Il primo bucato di lenzuola e asciugamani a 90 gradi ed è venuto
    perfetto, non aveva il solito profumo(esagerato e bombardante) dei
    prodotti industriali, anzi praticamente era inodore ma totalmente
    soddisfacente, poi ho fatto un lavaggio di vestiti misti cotone e
    sintetici colorati a 30 gradi del tutto soddisfacente a parte un
    grembiule, molto sporco in partenza(non l'ho lavato a 90 perchè ha
    delle stampe) ma grattando le macchie con le unghie si sono ridotte
    notevolmente, dovevo trattare le macchie prima..non sarebbero
    scomparse probabilmente con nessun tipo di prodotto a 30 gradi..e
    anche una felpa con l'interno tipo "peluche" bianco , il bianco è
    rimasto piu grigiastro del solito.
    Ho delle domande da fare..la crema puo venire a contatto con il
    metallo?posso usare un cucchiaio di metallo per maneggiarla più
    agevolmente?
    Nel negozio dove avevo comprato la soda solvay non la tengono più, ho
    cercato un po' in giro e non l'ho trovata, molti negozi hanno il
    carbonato di sodio in cristalli, che per essere utilizzato ad esempio
    in questa ricetta dovrebbe essere macinato... così ho provato a
    cercare su internet per vedere se trovavo qualche rivenditore in
    zona...e i primi risultati sono articoli sull'inquinamento della
    fabbrica solvay a Rosignano..
    Esistono alternative migliori?
    grazie cia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La soda Solvay è carbonato di sodio puro, non so se i cristalli a cui fai riferimento lo siano, comunque il carbonato di sodio è biodegradabile al 100%, non c'è un'alternativa altrettanto valida.
      Purtroppo tutti i prodotti dell'industria anche se biodegradabili devono subire i processi di lavorazione e questo è inevitabile...
      Ciao Veggie

      Elimina
  75. Ciao Veggie, la crema di sapone si può usare anche con i capi delicati/colorati? Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente, magari se vedi che rimane qualche striatura sulla biancheria, fai un risciacquo in più, purtroppo le lavatrici moderne lavano con poca acqua e il sapone alle volte non viene risciacquato bene.
      Ciao Veggie

      Elimina
  76. Ciao Veggie, sto cercando un detersivo per usare con i capi per mia bimba (ancora nella pancia), queste si puo usare? posso farlo anche da sapone per bucato normale, quello che si trova nel supermercato?
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa crema andrà benissimo, ma solo se userai il sapone che ho indicato, quelli del supermercato sono veleni, contengono sego bovino , profumi sintetici e senz'altro sequestranti inquinanti e poco naturali, li sconsiglio.
      Se vai in un negozio del biologico o anche in molte erboristerie puoi trovare il sapone Ecor, costa poco ed è sicuro.
      Ciao Veggie

      Elimina
  77. Carissima Veggie, grazie per tutte le dritte che ci dai in materia di saponi ecologici e non solo!! Una domandina stupida stupida...come faccio ad aggiungere l'aceto come ammorbidente in un secondo tempo (ovvero solo per il risciacquo)? La mia lavatrice va, non posso fermarla quando voglio io. Non ho mai capito la questione. Mi sto convertendo al detersivo fai da te, ma avendo tre bimbi (e quindi spesso capi molto sporchi) devo fare pratica e mi occorrono consigli. Grazie mille!!

    RispondiElimina
  78. Ciao Veggie, è già qualche volta che preparo la tua crema di sapone... Spettacolo il bucato viene bene e mio marito si gratta meno.....ho anche trovato il sapone ecor nell"erboristeria di fianco al supermercato dove lavoro...un segno del destino???? Ma ho l'impressione che la lavatrice puzzi un pó...sará l'acqua del rubinetto o è meglio che io usi un sequestrante?? Ho giá il tuo fantastico libro.. Grazie di tutto Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai il libro fai il sequestrante del libro e usalo ad ogni lavaggio.
      Segui anche i procedimenti per la pulizia della lavatrice, sono molto importanti.
      Ciao Veggie

      Elimina
  79. Grazie Veggie, il tuo libro l'ho giá preso è molto interessante. Sei molto carina. Buona Pasqua a presto Monica

    RispondiElimina
  80. Ciao Veggie, che bello!!!! Ho preparato tanti spruzzini per le pulizie, il detersivo dei pavimenti, la crema di sapone, il sodio citrato, il prodotto per pulire la lavatrice....mi diverto a preparare i detersivi e sapere che sono prodotti sani mi riempie di gioia!
    Mi sapresti consigliare per comprare degli oli essenziali su ebay?? Mi servirebbero lavanda limone e tea tree...come sai per prenderli in erboristeria o in farmacia bisogna ipotecare la casa....
    Grazie Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li compro spesso qui:
      http://stores.ebay.it/The-Pennine-Collection
      è un negozio inglese, i prezzi sono ottimi e gli oli buoni.
      Ciao Veggie

      Elimina
  81. Ciao Veggie!! volevo ringraziarti perchè questa crema per lavatrice è FENOMENALE!!!!! ormai non posso più farne a meno. Grazie tantissimo per tutti i consigli che ci dai! Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Claudia, che hai saputo apprezzarla.
      A presto Veggie

      Elimina
  82. Ciao Veggie, intanto che aspetto che mio suocero mi faccia lo stampo per il sapone, ho fatto questa crema. Ho letto a piu' riprese dato lavoro, casa e due pargoletti e mi scuso se hai gia' spiegato questa cosa. Devo usare la ricetta del sequestrante del tuo libro o e' gia' contenuto nel panetto di sapone che ho comprato? Per la lana ho letto che si puo' usare questa crema ma in che dose? 100 ml possono andare?
    Grazie mille della tua pazienza e degli utilissimi consigli e tantissimi complimenti. Spero di imparare il piu' possibile da questo grandioso gruppo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Usare un sequestrante è da preferire, anche se non succede nulla se non si mette.
      Se hai il libro fai la ricetta n° 16.
      Se hai il libro possiamo discutere delle ricette nel gruppo, se sei iscritta.
      Ciao Veggie

      Elimina
  83. Grazie del consiglio, non vedo l'ora che arrivi il momento dei fiori....voglio provare a fare anche l'aceto profumato..... ;-) Ciaoooooooo

    RispondiElimina
  84. Ciao!
    Ho qualche domanda che ti farà capire che ne mastico davvero poco: abbi tanta pazienza e comprensione:-)

    "Ingredienti:
    600 gr di sapone di Marsiglia Ecor
    (2 panetti) o altro Marsiglia vegetale, naturale di qualità
    5,400 litri acqua
    60 gr. bicarbonato"

    Terrore bicarbonato: schiarisce i capi colorati? C'è il pericolo?
    Perché scrivi sia il sapone di Marsiglia Ecor sia altro Marsiglia vegetale? Quello Ecor non è già vegetale di suo? E i panetti, di quanti grammi?
    Grazie e scusa lo scocciamiento:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolitamente il bicarbonato non schiarisce la biancheria, rende solo l'acqua più dolce e toglie l'odore. Il sapone Ecor è vegetale ed è un ottimo sapone, ma non tutti riescono a trovarlo, per questo ho lasciato l'alternativa.
      Se si usa un altro sapone dovrà avere le stesse caratteristiche, non importa il peso dei panetti, basta che il totale sia sempre di 600 gr.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Grazie mille per la risposta:-)
      Ti giro solo un ultimo dubbio: il mio vecchio riparatore di lavatrici (45 anni di onorato servizio) ha sempre detto a mia madre e poi a me di non mettere mai il detersivo direttamente nel cestello della biancheria, ma sempre nella vaschetta apposita. E ha continuato a dirlo anche quando le ditte avevano inventato quei cosi rotondi in cui versare il detersivo e poi mettere nel cestello. Mai capita la spiegazione. Tu ne sai qualcosa?
      Grazie e ciao:-)

      Elimina
    3. Non so... posso ipotizzare che il contatto diretto del detersivo con la biancheria possa rovinare i tessuti, cosa che non si verifica con il sapone naturale, anzi è sempre meglio metterlo nel cestello così si risparmia e non si intasa la vaschetta e il tragitto che deve fare il sapone per scendere nel cestello.
      Ciao Veggie

      Elimina
  85. Ciao Veggie, volevo raccontarti la mia esperienza.....dopo qualche mese che uso esclusiavamente la crema di sapone e l'aceto come ammorbidente...i panni hanno cambiato consistenza e profumo. Uso l'olio ess di lavanda con l'aceto nella vaschetta...secondo me è fantastico, non so descrivere a parole bene quello che sento ma mi sono accorta l'altro giorno mentre stiravo e anche oggi .....mi capitava ( spesso) lavi lavi lavi...mucchio di panni da stirare, che quando li stiri sentono di umido e ti viene voglia di lavare ancora tutto.....bah...o la maglia del lavoro che dopo tre ore sa di stantio...bah....invece no!!!! Ho stirato i panni che avevo lí da qualche giorno e avevano un profumo e una consistenza che non ricordavo, e la maglietta del lavoro dopo dieci ore di sudore sentiva di fresco tanto che se non fosse stata macchiata non mi sarebbe neanche venuto in mente di lavarla.. ..e ti assicuro che lo spogliatoio dove mi cambio è mostruosamente umido.....vogliamo poi parlare del fatto che mio marito non si gratta piú?????
    Non so....non so esprimere quello che mi succede...è una sensazione di benessere ....
    Grazie Veggie
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) bene, non posso esserne che felice, è un po' la sensazione che proviamo tutti noi che usiamo il sapone. A me lo fa ancora oggi dopo 12 anni di sapone, quando ritiro il bucato ci metto il naso e sento un odore di pulito, un odore particolare di sapone che non è disgustoso come quello dei detersivi, penso che per te sia lo stesso.
      Se ti verrà voglia di fare sapone scrivimi o iscriviti al gruppo per imparare.
      Un abbraccio
      Veggie

      Elimina
  86. Perchè a me invece il bucato non profuma?
    Metto anche o.e. nell'aceto (più di 15 gocce per lavatrice al posto dell'ammorbidente), ma niente di niente!!!!
    Ciao e grazie.
    Moira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli oli essenziali sono molto volatili, non durano a lungo sulla biancheria. Quello che conta è che sia pulita e profumi di buono.
      Se vuoi conservare di più l'odore degli oli essenziali l'unica cosa da fare è preparare dei sacchettini profumati con oli essenziali da tenere nei cassetti e negli armadi.
      Ciao Veggie

      Elimina
  87. ciao! anche io ho il problema del "non profumo". Sto iniziando da poco a sostituire l'ammorbidente (ecologico dell'esselunga) con l'acido citrico, ma il bucato non fa odore, soprattutto se metto in lavatrice capi puzzolenti (fumo, sudore ecc). il candeggio delicato (con acqua ossigenata) e il bicarbonato durante il lavaggio potrebbero aiutarmi a neutralizzare i cattivi odori? Su promiseland suggeriscono il candeggio delicato (diluendo l'acqua ossigenata a 130 vol con acqua distillata, in modo da ottenere una soluzione al 7%) per gli odori da proliferazione batterica, igienizzare e togliere alcune macchie. su tutti i capi. invece ho visto che tu consigli di usarla solo per sbiancare o come antimuffa. è perchè tu la usi in dosi più concentrate? ti metto un link con un riassunto tratto da promiseland http://forum.saicosatispalmi.org/viewtopic.php?f=11&t=18854&sid=b6e6bbaaba8144b9ac089adb3d61d54e altra domanda. ma i profumi sintetici sono sempre inquinanti? l'acido citrico ad esempio è sintetico, ma non inquinante. non ci sono delle accortezze per cui certe profumazioni possono essere non inquinanti? ultima domanda, non c'è qualche sostanza che aiutal'olio essenziale, disperso nell'acido citrico a "fissarsi" ai tessuti? tipo l'amido?

    RispondiElimina
  88. Grazie Veggie!!!
    Un bacione
    Monica

    RispondiElimina
  89. Si tratta di candeggina per cui alla lunga sbiadisce i colori se la usi sui colorati, mettila quando fai i bianchi e compra del percarbonato di sodio, ancora meglio.
    Il bicarbonato va bene, per un leggero profumo almeno quando tiri fuori la biancheria dalla lavatrice metti degli oli essenziali, se non metti nulla è normale che non si senta alcun odore.
    I profumi sintetici sono inquinanti ma sono sempre da preferire all'ammorbidente classico, anche se io preferisco mettere gli oli essenziali perché non inquinano.
    No, non c'è nulla che fissi il profumo degli oli essenziali sulla biancheria.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  90. Ciao, sono Norma nuova in questo, mi sono iscritta al grupo in yahoo, volevo chiederti per piacere se è posibile fare il sapone crema per lavatrice sostituendo il pane di marsiglia con sapone alga, grazie mille, sto facendo la lavatrice con il liquido alga e non vedo l'ora che finizca per vedere il risultato, l'ammorbidente è già da una settimana che non lo uso più, faccio con l'aceto, la prossima settimana mi dovrebbe arrivare il tuo libro, grazie. Norma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ma devi fare quest'altra ricetta perché le quantità sono diverse:
      http://www.lareginadelsapone.com/2010/04/sapone-alga-per-lavatrice.html
      Ciao Veggie

      Elimina
  91. Cara Veggie,

    volevo farti una domanda sul bicarbonato presente nella ricetta, ma è una semplice curiosità! Io utilizzo sempre un cucchiaio di bicarbonato da mettere direttamente nel cestello per addolcire l'acqua...è quindi necessario mettere il bicarbonato anche nella ricetta della crema di sapone? perchè non si procede con la diluizione senza aggiungere bicarbonato, se poi lo mettiamo direttamente nel cestello? Per aumentare il potere pulente? per addolcire ulteriormente l'acqua?

    Grazie mieel!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, in questo caso è necessario metterlo perché mantiene la pasta di sapone un po' morbida, altrimenti diventerebbe dura per il fatto che in origne era un sapone solido.
      La quantità di bicarbonato è comunque modesta, continua a mettere il solito cucchiaio in fase di lavaggio, non può che far bene.

      Elimina
  92. Ciao Veggie, ti scrivo perchè è già da un anno che preparo la crema di sapone purtroppo con un sapone nn vegetale e finalmente l'altro giorno mi sono imbattuta in un negozio che vendeva saponi vegetali per bucato ed ho subito comprato la quantità per fare questa ricetta... il risultato è negativo, dopo aver lasciato raffreddare il composto per più di una notte, ancora si presenta liquido.
    Il sapone si è già raffreddato quindi credo proprio che nn cambierà il suo stato. Cosa mi proponi di fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei... io consiglio di usare il sapone Ecor, psero che tu non abbia fatto la crema con un sapone di Marsiglia per la persona anziché per il bucato.
      Ciao Veggie

      Elimina
  93. Io vivo in spagna, ancora nn ho trovato questa marca, il signore del negozio mi ha confermato che questo sapone è per la lavatrice, adesso diciamo che assomiglia ad un detergente liquido, proverò ad usarlo così. Intanto ho comprato del sapone di cocco e vorrei riprovare a fare la crema con questo, speriamo che venga bene!
    Grazie
    Giulia

    RispondiElimina
  94. Ciao Veggie, volevo farti una domanda.... Ho visto che per il sapone alga proponi una ricetta per prepararlo completo....si puó fare anche con l'ecor???
    Mi piace come hai sistemato il sito dividendo le ricette....è molto funzionale.
    Grazie
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con i saponi di Marsiglia di tipo industriale non è possibile fare di più
      Tendono a rimanere solidi e duri, non è possibile neanche fare un sapone liquido per questo ho fatto la versione crema.
      Non prendere in considerazione post in cui trovi che il sapone di Marsiglia si possa fare liquido, ci vorrebbe tanta di quell'acqua che per ogni lavatrice dovresti mettere mezzo litro di sapone!
      La soda Solvay rende il sapone ancora più duro, per questa ragione non può essere inserita in questa ricetta.
      L'unico sapone completo che si può fare è quello in polvere, di cui trovi la ricetta nel blog.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  95. Cara Veggie, dovevo immaginarlo...altrimenti l'avresti giá proposto... Uso sempre la crema di sapone anche se a volte restano delle striature di sapone sui panni...sai lavatrice nuova...usa meno acqua...ma a me non va di fare un secondo risciacquo, mi sembra uno spreco. Sbaglio???
    Anche il sapone alga ha questa caratteristica?
    È che penso che prima usavo tante di quelle schifezze chimiche.....un pó di sapone che male fará mai???
    Baci
    Monica

    RispondiElimina
  96. Ma il sapone non fa male alla biancheria!
    Io lo uso ormai da 13-14 anni.
    Il sapone Alga forse si risciacqua meglio Perché è già liquido, però io ti consiglio comunque di fare un risciacquo in più con la polvere, proprio per il fatto che le lavatrici usano poca acqua.
    Oppure dopo che la lavatrice ha finito di caricare l'acqua aggiungine altri 4-5 litri dallo sportelletto del detersivo, così lava anche meglio.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  97. Ciao Veggie, seguendo i tuoi consigli sul libro ho fatto il sapone di marsiglia da solo (grande), adesso con questo sapone volevo fare la crema che proponi in questo 3D però mi rimane sempre liquido, anche con ca. 120gr di solvay + 60 di bicarbonato non solidifica. Cosa sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è possibile usare il sapone naturale per ricette studiate con saponi industriali, le diluizioni sono molto diverse, il sapone naturale quando viene diluito produce un sapone liquido o un gel di sapone (come avrai letto nel libro), con i saponi industriali invece non è possibile ottenere il gel, per questo si fa questa crema di sapone.

      Elimina
    2. capisco... allora mi adeguo al gel di sapone, anche perchè mi sembra più buono e poi è interessante tutto il procedimento di autoproduzione.
      l'unica nota negativa è che la profumazione è svanita, forse ho messo poco o.e. :((
      grazie mille per questo blog, ciao :)))))

      Elimina
    3. Ti abituerai a dar meno rilievo agli odori, per ora sarai ancora drogata dagli odori sintetici dei detersivi industriali, vedrai che con il tempo ti daranno solo fastidio.
      In ogni caso è preferibile profumare la biancheria usando oli essenziali in fase di risciacquo, direttamente nell'aceto piuttosto che nel sapone.
      Così si conserverà un po' di più.
      Ciao Veggie

      Elimina
  98. Ciao Veggi, ho appena spento la fiamma sotto il pentolone dove ho sciolto il sapone Ecor e il bicarbonato... come dovrebbe essere a questo punto? Perché a me sembra ancora tanto liquido il tutto... eppure ho seguito alla lettera le dosi xD
    Grazie mille!!!
    Elisabetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai tranquilla, si addensa con il raffreddamento, è inevitabile.
      Vedrai domani sarà denso e cremoso.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Grazie mille!!!! Bellissimo sito!!!!

      Elimina
  99. ciao Veggie,
    un grazie di cuore per tutte le informazioni preziose che ci elargisci!
    vorrei cimentarmi nella preparazione di questo detersivo e ho una domanda banale da porti: posso usare il sapone autoprodotto e, se sì, la quantità cambia rispetto alla tua ricetta? io faccio un sapone da bucato al 2% di sconto a base di olio extravergine di oliva, più 5% di olio di cocco e 5% di olio di ricino.
    grazie mille.
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, no, la crema si può fare solo con saponi industriali perché sono molto duri e richiedono diluizioni molto più abbondanti rispetto ai saponi fatti in casa.
      Con il Marsiglia da bucato autoprodotto (senza sconto soda) puoi fare il gel da bucato:
      http://www.lareginadelsapone.it/wordpress/?p=160
      Ciao Veggie

      Elimina
  100. ciao Veggie, grazie delle dritte, il gel non lo avevo trovato!
    nel frattempo ho trovato anche il detersivo in polvere e mi sembra che in un commento tu dicessi che quello si può fare col sapone autoprodotto, giusto?
    (escludendo la soda per i capi delicati).
    anche lì però immagino che il sapone debba essere senza sconto, vero?
    ciao, Anna

    RispondiElimina
  101. Ciao Veggie, ciao tutti,
    perdonami se ti chiedo qui, ma col tasto cerca e la parola trementina mi porta in questa discussione.
    Non riesco a trovare una trementina dove sia chiara la scritta "essenza di trementina naturale" (e quindi senza idrocarburi, nafta, ecc. nell'inci).
    Sai dirmi se la Maimeri è un buon prodotto o sai darmi altre informazioni su dove trovare quella adatta per le ricette del tuo libro?
    Io l'ho trovata dal ferramenta, ma c'era scritto in grande "ricavata dal pino, ecc." e poi in piccolo: nafta, ecc. !!!!!

    grazie mille se potrai rispondermi.
    Linda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho preso quella di marca Lombardi nella ferramenta, perché sul sito si parla di trementina vegetale da pino.
      La sicurezza che sia completmanete vegetale... non c'è mai però!
      Ciao Veggie

      Elimina
  102. Ok, grazie mille
    Linda

    RispondiElimina
  103. Ciao, ti ringrazio per i preziosi consigli. Volevo chiederti : ho provato a fare il sapone e la mattina dopo c'era uno strato di sapone solido e sotto dell'acqua.
    E' venuto bene? devo rompere il sapone lasciando l'acqua prima di frullarlo o l'acqua va buttata via? ti ringrazio per la risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non buttare!Frullalo di nuovo, vedrai si amalgherà!
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  104. ah scusa, non ho interpretato bene il problema, no, non buttare l'acqua in eccesso altrimenti la pasta poi potrà risultare troppo dura.
    Veggie

    RispondiElimina
  105. ciao veggie una domanda quando lavo i capi scuri mi lascia dei residui di detersivo sui capi io riempio la pallina di detersivo e faccio un lavaggio a 40 gradi e non mi soddisfa il lavaggio cosa sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sbagli nulla, in realtà la colpa è delle lavatrici moderne che lavano e risciacquano ad acqua ridotta.
      Ti consiglio di fare un risciacquo in più a fine lavaggio.
      Ciao Veggie

      Elimina
  106. Veggie la ricetta sequestrante liquido è favolosa. ora però ho finito acido citrico e mi sono accorta di avere molto sodio citrato che usavo per additivo completo in polvere. Pensavo, posso diluirlo con acqua e usarlo come sequestrante in aggiunta al gel liquido e se si quanto ne metto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è necessario scioglierlo, basta aggiungerne 2 cucchiaini ad ogni lavaggio. Se vuoi diluirlo devi mantenere questo rapporto e calcolare la quantità da aggiungere, ma non è assolutamente necessario.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  107. Ciao Veggie, sono alle prime armi ma è da un po' che utilizzo la tua crema di sapone per il bucato e mi ci trovo benissimo! Ho un quesito però: ho letto in rete(anche se i pareri sono contrastanti) che per i pannolini lavabili il sapone di marsiglia non sarebbe indicato, perchè tende a cerare e potrebbe comprometterne l'assorbibilità. Li ho appena acquistati, hanno l'esterno impermeabile e gli inserti staccabili in bamboo misto cotone, cosa ne pensi? Rischio anche se il sapone poi è bollito e frullato?
    Altra domanda, sempre sui pannolini(a cui aggiungo anche un cucchiaio di percarbonato di sodio, per la cronaca). Quanto lo diluisco, l'acido citrico? In rete chi dice al 10% chi al 25%. In medias stat virtus e io ne metto 150g. a litro d'acqua, ma di alcalinità non capisco nulla e mi affiderei a te!
    Grazie in anticipo se risponderai! Barbara!

    RispondiElimina
  108. Non succede nulla, puoi lavare i pannolini con il sapone, basta farli risciacquare bene.
    Per quanto riguarda la soluzione di acido citrico al 10% o al 15% cambia la concentrazione, ma tutto dipende da quanta ne metterai in lavatrice. Se fai la soluzione al 15% (150 g di acido citrico in 1 litro di acqua) ne basterà meno come ammorbidente.
    In ogni caso potresti mettere la quantità di soluzione che ritieni sufficiente, ma diluirla con poca altra acqua ogni volta che la metti nella vaschetta dell'ammorbidente, così quando entra nella vasca è già più delicata se viene a contatto diretto con la biancheria.

    A presto
    Veggie

    RispondiElimina
  109. Grazie mille! Attendo l'arrivo dell'acido citrico che ho quasi terminato per preparare anche una tanica di sodio citrato per migliorare la mia adorata crema di sapone. Ho un dubbio forse un po 'sciocco: essendo questo detersivo cremoso e non liquido, come faccio secondo te a calcolare il 20% di sequestrante? E di quanto potrei arrivare a diminuire la dose di detersivo da utilizzare?

    RispondiElimina
  110. Buongiorno!
    Ho fatto e finito la crema: mi è piaciuta molto ma...non si scioglie completamente! Ho dovuto usarla necessariamente e solo per i lavaggi a 60 gradi! Ho usato il marsiglia dei provenzali.

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010