Pubblicato lunedì 17 giugno 2013e aggiornato il

crostata vegan

Finalmente una crostata senza uova, senza burro, senza latte, comunque degna di questo nome!
L'impasto della crostata dev'essere friabile, non gommoso. Spesso nelle crostate vegan per compensare la mancanza di uova che svolgono la funzione di legante e del burro che dà friabilità e morbidezza, si aggiunge del lievito che però rende l'impasto gommoso e appunto... lievitato! più simile ad una torta che ad una crostata.
Quello che rende questa crostata morbida e friabile è il burro di cocco che ho usato in sostituzione all'olio.
Potete usare burro di cocco homemade oppure, anche se non l'ho ancora provato, ma credo sia lo stesso, potete usare il burro di cocco Rapunzel che trovate in tutti i negozi di alimenti naturali biologici.

CROSTATA VEGAN
Ingredienti:
300 g di farina tipo 0
100 g di zucchero di canna
1 bicchiere (circa) di latte di soia
80 g di burro di cocco
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
buccia grattugiata di mezzo limone
un filo d'olio per lo stampo
poco pangrattato per lo stampo
marmellata a piacere
Preparazione:
Pesare il burro di cocco, se si tratta di quello fatto in casa metterlo in una vaschetta e riporlo in frigorifero per 5 minuti. Il segreto per ottenere un impasto friabile è tutto nelle temperature di lavorazione, gli ingredienti vanno impastati velocemente, prima che si scaldino e prima che il burro si sciolga.
Mentre il burro è nel frigorifero preparare gli altri ingredienti.
Mettere in un'insalatiera tutta la farina, lo zucchero e il bicarbonato. Mescolare le polveri poi se si vuole aggiungere la scorza di limone grattugiarla e unirla alle polveri.
Togliere il burro dal frigorifero e versarlo sulle polveri, iniziare a lavorare l'impasto con le mani raffreddate un attimo prima sotto al getto dell'acqua, aggiungendo il latte di soia un po' alla volta. La quantità di un bicchiere è indicativa, versarne quanto basta per ottenere un impasto sodo.
Quando l'impasto sarà omogeneo e prima che il burro si sia sciolto formare una palla, coprirla con un tovagliolo e mettere l'impasto in frigorifero per almeno 30 minuti.
 Nel frattempo preparare lo stampo spennellando il fondo e il bordo con un filo d'olio.
Versare nello stampo un paio di cucchiai di pangrattato e rigirare lo stampo in tutte le direzioni per distribuirlo dappertutto, poi capovolgerlo e batterlo sul bordo del lavello per far cadere l'eccesso e lasciarne un velo uniforme per tutto l'interno dello stampo, come si vede dall'immagine.  Il pangrattato eviterà che il fondo della crostata risulti unta o prenda quel sapore di bruciato tipico di quando si mette la farina.
Trascorsa la mezz'ora riprendere la palla dal frigorifero, con un coltello tagliarne circa un terzo e metterlo da parte. Dare all'impasto una forma rotonda e appoggiarlo all'interno dello stampo.
Nel frattempo accedere il forno e portarlo a 180 °C.
Stendere l'impasto con il palmo della mano direttamente nello stampo, se serve infarinare un po' le mani.
Stendere anche sul bordo.
Dividere la pasta frolla rimasta in 3 pezzi, con una parte formare un cannoncino sottile e posarlo lungo il bordo della crostata, poi pressarlo sul bordo con il pollice infarinato.
 Stendere la marmellata, con la pasta frolla rimasta formare le strisce come si fa abitualmente e posarle sulla crostata.
Infornare a 180 °C per 30-35 minuti.
Rimuovere dallo stampo solo quando sarà appena tiepida.
Tagliare da fredda.... e gustare!
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

4 commenti:

  1. Veggie, sei fantastica! Secondo te si potrebbe utilizzare anche la farina integrale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente! Anche se magari la spezzerei un po' per rendere meno pesante l'impasto, o ancora meglio usare direttamente la semintegrale che considero come migliore tra le farine.
      Ciao Veggie

      Elimina
  2. Da provare!!! ho ancora marmellate da usare!!!ma userò il burro comprato sigh!! Veggie controlla la funzione ricerca sul sito ...non funziona...cercavo la ricetta dello struccante oleoso per oggi pomeriggio...ma sono dovuta accere nella sezione ricette e cercarla da sola...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sì lo so che non funziona, è un problema che non dipende da me, aspetto qualche giorno poi inizio al solita procedura di reclamo!
      Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010