Pubblicato giovedì 23 maggio 2013e aggiornato il

burro di cocco fatto in casa

Ho creato questa ricetta pensando a chi come me non usa burro in cucina e men che meno le tanto discusse margarine che danneggiano la salute, ma che ogni tanto avverte il desiderio di spalmare un po' di grassi saturi sul pane o sulle fette biscottate.
Naturalmente non si tratta di burro vero e proprio, per ottenere il quale sarebbe necessario un processo di idrogenazione che non farebbe altro che trasformare l'olio di cocco in margarina di cocco ed
è proprio ciò che non vogliamo.
Si tratta piuttosto di un simil-burro ottimo da gustare sulle fette biscottate ma anche come sostituto del burro  vaccino per realizzare  fantastiche crostate vegane o vegetariane di cui parlerò in un altro articolo.

BURRO DI COCCO FATTO IN CASA
Ingredienti:
1 bottiglia di olio di cocco alimentare (lo trovate nei negozi etnici in bottiglie marca KTC), oppure 220/230  g di altro olio di cocco alimentare
1 cucchiaino colmo di farina di semi di carrube (da non confondere con la farina di carrube usata come sostituto del cacao nella preparazione di alcuni dolci)
4 cucchiai di farina di cocco
1 puntina di sale fino (facoltativo ma consigliato per ottenere un gusto che si avvicini di più a quello di un burro)
3-4 gocce di olio ess. di limone (facoltativo)
Preparazione:
Se l'olio si presenta solido come nell'immagine, immergere la bottiglia in un pentolino riempito di acqua bollente e attendere che si liquefaccia.
Quando sarà completamente liquido versarlo in un pentolino, aggiungere la farina di semi di carrube e un pizzico di sale.
La farina di semi di carrube è un additivo alimentare (E410) usato come addensante, emulsionante, gelificante in molte preparazioni alimentari.
Quella biologica e sicura da usare nelle nostre ricette si può acquistare nei negozi di alimenti naturali, o per comodità anche online nel Bio-shop di Macrolibrarsi:
Farina di Semi di Carruba Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere
Accendere il fornello e scaldare l'olio appena un po', mescolare con un cucchiaio per distribuire la polvere e consentire al sale di sciogliersi.
L'olio non deve diventare bollente, va solo scaldato un po'. Spegnere il fornello e mescolare. Per accelerare il raffreddamento mettere il pentolino a bagno in una pentola contenente acqua fredda.
Ogni tanto tornare a mescolare.
Quando l'olio si sarà raffreddato comincerà a prendere più consistenza, sotto al cucchiaio si sentirà una densità maggiore.
Mettere il pentolino in frigorifero (scoperto, lasciando in cucchiaio all'interno).
Dopo qualche minuto tirarlo fuori dal frigorifero e mescolare il contenuto. Poi rimettere in frigorifero.
Ogni tanto riprenderlo e mescolare di nuovo.
Dopo poco tempo (veramente solo pochi minuti) il burro comincerà a prendere una consistenza solida, soprattutto sul fondo, a questo punto e prima che diventi un blocco solido ingestibile mescolare ancora per staccare il fondo solidificato, poi aggiungere la farina di cocco.
La farina di cocco avrà la funzione di dare più consistenza al burro, ma nello stesso tempo servirà a conferire un buon sapore al burro che altrimenti risulterebbe insipido..
Prendere il frullatore ad immersione e frullare il burro per qualche minuto, fino a quando sarà diventato cremoso. Poi  dopo aver pulito il frullatore recuperando il burro che sarà rimasto bloccato tra le lame, rimettere il pentolino in frigorifero per 2-3 minuti.
A questo punto mescolare ancora una volta con il cucchiaio, se piace aggiungere 3-4 gocce di olio essenziale di limone e versare il burro nel contenitore definitivo, quello che dovrà ospitarlo quando sarà pronto.
Chiudere la vaschetta e mettere in frigorifero fino al giorno dopo così prenderà una consistenza molto dura.
Il giorno seguente rimuoverlo dal frigorifero e riporlo in dispensa. Prima di iniziare a consumarlo aspettare qualche ora in modo che possa ammorbidirsi e assumere una consistenza spalmabile.
Il burro di cocco è ora pronto.
Non riporlo in credenze vicino ai fornelli della cucina, al forno o al frigorifero, perché il calore eccessivo lo farà sciogliere.
Se dovesse diventare eccessivamente morbido riporlo qualche ora in frigorifero.
Se pensate di non consumarlo giornalmente conservatelo in frigorifero altrimenti lasciatelo in dispensa e gustatelo sulle fette biscottate con un velo di marmellata, sarà gustosissimo!
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
BURRO DI COCCO FATTO IN CASA by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at http://www.lareginadelsapone.com/2013/05/burro-di-cocco-fatto-in-casa.html.

11 commenti:

  1. Meraviglioso! Anche io ho bandito il burro dalla mia cucina da tanto tempo e sono sempre alla ricerca di validi sostituti...inoltre adoro il cocco quindi apprezzo questo tuo esperimento ancora di più! Spero di trovare l'olio di cocco per poterlo provare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì lo troverai vedrai, nei negozi etnici è molto comune, a Roma si trova con la massima facilità nel mercato dell'Esquilino.
      Ciao Veggie

      Elimina
  2. Ciao Veggie,avendo in casa dell'olio vergine di cocco acquistato in un sito italiano online,credo lo stesso che citi,o la sua concorrenza,per avere il burro devo fare la stessa operazione che fai te?
    Cristina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho ancora provato con l'olio di cocco vergine Rapunzel, però ho visto che quando viene lasciato fuori dal frigorifero una parte diventa liquida e un'altra rimane solida, il prodotto non è omogeneo, quindi direi di fare un tentativo mettendo solo la farina di semi di carrube (l'olio vergine mi pare ancora aromatico di suo), se poi vedi che si scioglie aggiungi la farina di cocco.
      L'unico problema è che sulla confezione c'è scritto di riporlo in frigorifero, questo perché l'olio vergine è più facilmente deperibile dell'altro, e naturalmente per averlo morbido non puoi metterlo in frigorifero altrimenti diventa un pezzo di marmo, quindi dovrai consumarlo velocemente una volta preparato.
      Ciao Veggie

      Elimina
  3. Ciao.
    ma non è più semplice fare il burro di cocco dalla farina? Io lo uso per il corpo ancora non lo mangio ;-), però metto a sobbollire la farina di cocco in acqua, poi passo allo schiacciapatate... il liquido ottenuto va in frigo una notte, e il giorno dopo compare il burro solido :-)
    v.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So come si fa...
      Quello che si ottiene è olio di cocco che però contiene anche acqua, quindi non si conserverà a lungo in frigorifero, mi spiego?
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Ciao, questo burro di cocco si può usare al posto di una materia grassa (burro o margarina) per una montata per una torta, affinchè in cottura mantenga l'effetto di aver incamerato aria? Si emulsiona con delle materie liquide tipo acqua, latte di soya/riso/miglio? Grazie :) Sono qui che cerco di convincere un mio amico pasticcere a non usare la margarina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che andrebbe meglio il veg-burro con burro di cacao, si dovrebbe montare meglio per la presenza del burro di cacao è che è naturalmente solido:
      http://www.lareginadelsapone.com/2014/01/veg-burro-al-burro-di-cacao.html
      Ciao Veggie

      Elimina
  6. Risposte
    1. Per qualche mese tranquillamente.
      Ciao
      Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010