Pubblicato lunedì 21 maggio 2012e aggiornato il

pangrattato casalingo

Il pangrattato casalingo è un ottimo prodotto che consente di impiegare il pane raffermo. Si può preparare quando avanza del pane (in genere quello della domenica) o anche volutamente per ottenere un pangrattato di qualità scegliendo di usare il pane che si preferisce (anche quello fatto in casa) ed evitare così l'acquisto di pangrattato commerciale che non si sa bene cosa contenga...
Le quantità degli ingredienti che scriverò nella ricetta sono solo indicativi, in quanto se ne preparerà di più o di meno in base  al pane disponibile.

PANGRATTATO CASALINGO
Ingredienti:
500 gr. pane
2 cucchiai farina di mais
1 foglia di alloro secco
Preparazione:
Rompere il pane a pezzetti come mostrato nella sequenza di immagini. Metterlo in una busta di carta ad asciugare, oppure in un'insalatiera coperto con della carta del pane. Ogni tanto girarlo per farlo aerare e seccare prima.
Dopo qualche giorno quando il pane sarà ben secco e asciutto, si potrà macinare. Non aspettare che il pane sia duro come il marmo per procedere. Il pane dovrà essere duro ma prendendone un pezzetto si dovrebbe rompere con le dita e naturalmente non dovrà più essere gommoso.
Versare il pane in un comune frullatore insieme ad un paio di cucchiai di farina di mais che ne esalterà il sapore finale. Se non entra tutto frullarlo in più tempi.
Il pane non verrà regolare e rimarranno delle briciole più grandi, quindi passarlo attraverso un passino a maglie grandi, raccogliere le particelle rimaste più grandi e macinarle una seconda volta.
Quando il pangrattato sarà uniforme e sottile al punto giusto conviene distribuirlo su una teglia foderata con carta forno e passarlo 10 minuti nel forno, girandolo un paio di volte. Questa operazione garantirà la totale asciugatura, ma darà anche una leggera tostatura che ne migliorerà il gusto.
Attendere il completo raffreddamento e versare in un vaso di vetro.
Per una migliore conservazione inserire nel pane una foglia secca di alloro che eviterà la formazione di muffe, insetti o vermetti, soprattutto se se ne prepara in gran quantità e si consumerà dopo parecchio tempo.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
PANGRATTATO CASALINGO by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

8 commenti:

  1. Fantastico ... soprattutto il trucco dell'alloro...
    grazie degli spunti sempre utili ed interessanti!
    Monja

    RispondiElimina
  2. Ottima la dritta dell'alloro!
    francesca

    RispondiElimina
  3. Quello dell'alloro funziona vecchio trucco della nonna

    RispondiElimina
  4. Io lo metto nel freezer per farlo durare a luuuuuuungo, c'è qualche controindicazione? In realtà faccio la stessa cosa anche per la farina di mais che uso molto raramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, nessuna controindicazione, solo che nel freezer prende umidità quindi una volta scongelato dovrai usarlo presto.
      Ciao Veggie

      Elimina
  5. A che temperatura in forno? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, non molto alto, così non rischi di bruciarlo, direi intorno ai 140°/160° C più o meno rigirandolo qualche volta.
      Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010