Pubblicato venerdì 4 maggio 2012e aggiornato il

preparare il panir


Il Panir è un formaggio fresco indiano (non fermentato) ottenuto cagliando del latte fresco con del succo di limone.
Il sapore è simile a quello della ricotta o dei fiocchi di latte.

PREPARARE IL PANIR
Ingredienti:
2 litri di latte intero
100 ml succo di limone (il succo di circa 3 limoni)
1 pizzico di sale
Preparazione:
Spremere i limoni, filtrare il succo di e versarlo in un bicchiere. Aggiungere un po' di acqua (circa 50/70 ml).
Versare il latte in una pentola e portarlo ad ebollizione.
Appena si alza il bollore abbassare il fuoco al minimo e versare nel latte un po' del succo di limone diluito. Con un cucchiaio girare il latte continuamente.









Versare altro succo fino ad esaurimento e continuare a girare.
Molto presto il latte caglierà formando dei fiocchi abbastanza grandi. Lasciare bollire per altri 2 minuti continuando a mescolare.
Spegnere.
Appoggiare un tovagliolo di cotone in un colapasta precedentemente preparato nella vasca del lavandino. Versare i fiocchi di formaggio con tutto il siero, nel tovagliolo lasciando che il liquido scivoli via.
Passare il formaggio (ancora nel colapasta) sotto un filo di acqua corrente e sciacquarlo. In questo modo si elimina il sapore acidulo del succo di limone.









Chiudere i lembi del tovagliolo e strizzare bene. A questo punto il formaggio si può condire con delle spezie e del sale. Riaprire il tovagliolo, salare e insaporire il formaggio con le spezie scelte.
Richiudere i lembi del tovagliolo e stringere bene, poi rimettere nel colapasta. Per ottenere un panetto di formaggio più solido si può poggiare un peso sul panetto.
Lasciare a riposo per 30 minuti, poi rimuovere dolcemente il blocco dal tovagliolo.
Il Panir si può consumare in tanti modi, se non si mangia tutto subito riporlo in frigorifero e consumarlo entro pochi giorni.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
PREPARARE IL PANIR by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

12 commenti:

  1. interessante,Veggie!!da provare ;0)) i tuoi post,sono sempre molto interessanti!!molte ricette,non posso cimentarmi a farle,perche' alcuni ingredienti,da me,sono irreperibili(parlo dei prodotti per la cura dei capelli..ecc)complimenti e grazie,per questa bella ricettina!!buon w.e ^;*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh ma non ti arrendere, se non trovi qualche ingrediente chiedi, alle volte si possono procurare in luoghi insospettabili o sul web.
      Ciao Veggie

      Elimina
  2. Grazie Veggie di questa ricetta perché non solo mi piace la cucina indiana, ma non sapevo che si poté auto produrre il panir! Ho una ricetta tipica che ho fatto con un altro formaggio a posto del panir! Grazie ancora! Silvana

    RispondiElimina
  3. Veggie,
    fantastico!!!! come tutte le tue altre ricette ovviamente!!
    grazie, grazie!
    PS: io non l'ho strizzato molto e mi è venuta una bella ricottina da mangiare da sola l'altra sera e oggi l'ho aggiunta alla pasta con i piselli al posto della panna.... da leccarsi i baffi!!!
    grazie ancora e buona serata

    RispondiElimina
  4. Veggie,
    fantastico!!! meraviglioso come tutte le tue altre ricette!
    l'ho fatto l'altra sera e l'ho mangiato da solo poi oggi l'ho messo nella pasta con i piselli al posto della panna....da leccarsi i baffi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è vero, non l'ho detto ma più si comprime e più la pasta di latte viene solida, amche a me piace un pochino più morbidosa.
      Ciao Veggie

      Elimina
  5. CIao Veggie che piacere scoprire il tuo blog. Voglio proprio provare a fare questo formaggio. Lo posso dare anche alle bimbe?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, se sono già consumatrici di latte sì.
      A presto Ciao
      Veggie

      Elimina
  6. Ciao complimenti per il blog! Volevo chiederti se si può fare anche con il latte di soia...grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il latte di soia si può cagliare con il succo di limone, ma non so se si riesce ad ottenere la stessa consistenza, forse viene più cremoso (usando il latte acquistato).
      Guarda anche questo articolo se può esserti utile:
      http://www.lareginadelsapone.com/2011/10/solfato-di-calcio-aceto-e-limone-cagli.html
      e anche questo:
      http://www.lareginadelsapone.com/2011/04/silken-tofu-rapido.html

      Ciao Veggie

      Elimina
  7. Ciao, ieri sera ho provato a fare questo formaggio, il gusto è un po' insipido ma è buono però mi è venuto molto asciutto, duro e non si è compattato bene. Ho messo troppo limone? O forse l'ho strizzato troppo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più probabile che l'abbia strizzato troppo, comunque un po' stoppaccioso lo è di natura.
      Ciao Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010