Pubblicato giovedì 19 gennaio 2012e aggiornato il

come ottenere un perfetto macinato di seitan

Per chi come me non mangia carne, è sempre comodo avere in freezer una scorta di macinato di seitan da usare quando serve per ripieni, hamburger, polpette, polpettoni e ragù.
Per ottenere un buon macinato non basta prendere del seitan pronto e macinarlo, perché i pezzetti rimangono un po' duri e tendono a formare un impasto che si separa anziché compattarsi come dovrebbe, con conseguente richiesta di diverse uova come leganti soprattutto quando si vogliono fare delle polpette.
Conviene preparare un seitan da usare esclusivamente come macinato, modificando qualcosa del procedimento al fine di ottenere un macinato che rimanga morbido e soprattutto che nasca già macinato anziché doverlo macinare alla fine.

Procedimento:
Iniziare la preparazione del seitan come si fa normalmente. Prendiamo come esempio la ricetta riportata nell'articolo Preparazione del seitan, usando se si preferisce solo 1 kg di farina alla volta.
Quando il glutine sarà completamente liberato dall'amido e dalla crusca (nel caso in cui sia stata usata farina integrale) e la pasta sarà pronta per la cottura, anziché dividere la pasta in 2 pezzi e cuocerlo, poggiare la palla di seitan su un tagliere.
Usare un batticarne oppure l'utensile dentato che serve a desquamare il pesce per battere ripetutamente il glutine per romperne le fibre. Girarlo più volte e ripetere l'operazione da entrambi i lati. Piano piano le fibre si riempiranno di buchi e l'impasto si distenderà, in tutto ci vorranno circa 10 minuti.









Arrotolare l'impasto come nella foto e tagliarlo in 3 tronchetti. Versare dell'acqua semplice in una pentola e portarla ad ebollizione. Tuffarci i pezzi di seitan e prelessarli per 5 minuti.
Tirarli fuori dall'acqua e rimetterli sul tagliere a raffreddare.











Mentre i pezzi di seitan raffreddano preparare l'acqua per la cottura ed aromatizzarla con aromi a piacere o con quelli suggeriti nell'articolo Preparazione del seitan. Portare il brodo a bollore.
Tagliare il seitan (ormai tiepido) a fettine di circa 1 cm di spessore, e batterle nuovamente con il batticarne. Quando il brodo inizierà a bollire versarle nella pentola e lasciarle cuocere per 20 minuti.
Preparare un passaverdure. Trascorsi i 20 minuti di cottura spegnere il fornello e prelevare una ad una le fettine di seitan, senza buttare il brodo che servirà ancora. Passarle al passaverdure ancora bollenti, facendo ricadere il macinato in un'insalatiera, non importa se conterrà del liquido.
Posare il tovagliolo in cui si finirà di cuocere il seitan, su un colapasta e posare il colapasta sulla pentola con il brodo. Versare il macinato di seitan nel tovagliolo e quando tutta il liquido sarà colato sollevare i 4 lembi e stringere il contenuto all'interno, chiudere il tovagliolo con un laccio di cotone o una fettuccia.
Portare nuovamente ad ebollizione il brodo, quando inizierà a bollire tuffarci il fagotto contenente il macinato di seitan e lasciare cuocere per altri 20/25 minuti.
Terminata la cottura togliere il fagotto dal brodo e lasciarlo raffreddare prima di aprirlo.
Il macinato di seitan è pronto, per ottenere un colore scuro preparare il brodo usando della salsa di soia e/o del vino rosso.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
COME OTTENERE UN PERFETTO MACINATO DI SEITAN

by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

15 commenti:

  1. Un'idea senz'altro ottima da copiare subito ;-) Ciao!

    RispondiElimina
  2. Bella idea Veggie! E' da tanto che volevo provare a fare il ragù di seitan e questa è l'occasione buona per far scorta di materia prima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci viene anche un ottimo polpettone di cui metterò la ricetta più avanti, ma che potresti già inventare da te!
      Ciao Veggie

      Elimina
  3. Veggie, ma quanto va avanti il seitan in frigo (e nel congelatore)? Quando si mette mano alla preparazione tanto vale farne un bel po'...Ciao.:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel congelatore dura mesi tranquillamente, in frigorifero pochi giorni come tutte le preparazioni.
      Di solito faccio 2 kg di farina per volta, poi congelo il seitan a fettine in porzioni.
      Ciao Veggie

      Elimina
  4. Non ho mai provato a fare il seitan in casa, mi sembra laborioso...ma guardando il tuo blog mi sta venendo la voglia di provare...cosa dici mi cimento?

    RispondiElimina
  5. Vuoi che ti dica di no? :-DD
    Prova dai.. ;-)
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  6. Questa mi mancava.
    Penso che lo proverò al posto del granulare di soia in ricette varie ("ragù", "non-pollo" al curry, etc...).
    Grazie Veggie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo prova, anche perché il sapore è decisamente migliore del granulare di soia e anche come qualità di prodotto direi che è migliore.
      Ciao Veggie

      Elimina
  7. Ciao Veggie!
    Sai che il fatto che non legasse perfettamente, era un problema che avevo riscontrato? Ma mi ci ero rassegnata... utilissimo questo post! Mi si apre un mondo! :-)
    Grazie,
    Katy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere Katy, un abbraccio
      Ciao Veggie

      Elimina
  8. Ciao Veggie!Sono contentissima di essere capitata nel tuo blog! E' interessantissimo!!! Anch'io sono vegetariana da otto anni e in questo periodo(dato che ho molto...trooppo tempo libero,sono disoccupata :-( ) mi sto accostando alla cosmetica e ai saponi fai da te.Mi dà moltissima soddisfazione produrre cosmetici fatti con le mie mani, che oltre a rispettare l'ambiente mi fanno anche risparmiare. Quindi grazie per tutto quello che riesci a trasmettere e a insegnare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Ely! I riconoscimenti sono il carburate per andare avantie migliorarsi.
      A presto Veggie

      Elimina
  9. Ciao Veggie complimenti per la tua grinta e determinazione....
    Volevo un consiglio su come produrre un detergente specifico per il marmo...
    Grazie e buon lavoro

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010