Pubblicato giovedì 26 gennaio 2012e aggiornato il

ciambelline al vino dei Castelli Romani

Queste ciambelline dagli ingredienti semplici e dalla semplice esecuzione sono tipiche della zona dei Castelli Romani e vengono consumate principalmente nel periodo natalizio, anche se io le preparo senza seguire un calendario preciso, dato che sono un ottimo alimento da consumare anche in alternativa ai classici prodotti per la colazione.
CIAMBELLINE AL VINO DEI CASTELLI ROMANI
Ingredienti:
1 bicchiere di vino bianco o rosso
1 bicchiere di zucchero
1 bicchiere di olio extravergine d'oliva
600/700 gr. di farina
1 pizzico di sale
Preparazione:

La tradizione prevede che vino, zucchero e olio debbano essere in parti uguali e misurati in un bicchiere, in una tazza o in una tazzina secondo la quantità di ciambelle che si vuole ottenere. Non c'è invece una quantità prestabilita per la farina, che si aggiungerà nella quantità necessaria ad ottenere la giusta consistenza dell'impasto.
In una capiente insalatiera versare il vino, lo zucchero e l'olio. Girare con un cucchiaio, aggiungere un pizzico di sale e un po' di farina. Impastare con una forchetta e continuare ad aggiungere farina, quando l'impasto sarà un po' meno fluido continuare ad impastare con le mani. Aggiungere farina fino ad ottenere un impasto consistente ma morbido, troppa farina renderà le ciambelline dure.
Coprire l'impasto e lasciarlo riposare un'ora a temperatura ambiente.










Staccare dei pezzi dall'impasto più grandi di un'albicocca e stenderli a cannoncino, chiuderli formando una ciambella premendo bene sui punti di congiunzione.
Passare ogni ciambella solo da un lato su dello zucchero precedentemente versato in un piatto e posarle su una teglia rivestita di carta-forno, con la superficie zuccherata verso l'alto.










Quando saranno tutte pronte mettere la teglia nel forno e cuocere ad una temperatura di circa 180°C per un tempo di 25/35 minuti. Il tempo di cottura varia secondo la grandezza delle ciambelle.
Le ciambelle non contengono lievito perciò non tenerle troppo a lungo nel forno se non si vuole rischiare che diventino troppo dure.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
CIAMBELLINE AL VINO DEI CASTELLI ROMANI
by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

8 commenti:

  1. Sono fenomenali pucciate nel latte di soia la mattina!! Poi fatte con il vino avanzato sono una fantastica ricetta di recupero. Io ci metto anche un pò di cannella.
    Monica

    RispondiElimina
  2. belle queste ciambelline, poi è una ricetta che nasce vegan, giusto? me le segno, vorrei provarle :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si lo è, il guai è che quando sicomcia mangiarle non si riesce più a fermarsi, almeno a me succede così!
      Ciao Veggie

      Elimina
  3. oh..Veggie, ti sono venute belle alte,anche se non contengono lievito..meravigliose!!anch'io ho provato piu' o meno,questa ricetta, tempo fa..solo che il peso della farina era stabilito su 500 gr..una sola nota..il giorno dopo,erano molto croccanti...forse per la mancanza del lievito??complimenti;0))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non eccedi con la farina e non le cuoci troppo vengono benissimo, non dure.
      Sono ancora buone dopo molti giorni, l'impasto è un po' friabile come una crostata ma un pochino più duro, le ciambelle si rompono con le mani con facilità, non sono dure come sassi, sarà la presenza dell'olio.
      Non si può mettere una quantità precisa di farina, la ricetta tradizionale prevede di misurare in volume i 3 ingredienti e la farina a occhio.
      Forse vengono più dure se si fanno ciambelline troppo piccole.
      Ciao Veggie

      Elimina
  4. in effetti,io non le feci tropo grandi..comunque rimasero belle friabili per molti giorni..è vero..
    comunque provero' la tua ricetta!!grazie:))

    RispondiElimina
  5. Io le ho sempre fatte con il vino rosso: strabuone! :-)

    RispondiElimina
  6. hanno un bellissimo aspetto...da provare!!

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010