Pubblicato lunedì 21 febbraio 2011e aggiornato il

crema idratante corpo

Oggi parleremo delle creme alla stearina.
Come si può vedere dall'immagine la crema che faremo è bianchissima. I motivi sono sostanzialmente 2: l'assenza di cera d'api e l'abbondante quantità di acqua nella composizione.
Le creme emulsionate con cera d'api sono creme W/O (water in oil), le creme emulsionate con stearina invece, sono creme O/W (oil in water).
La stearina ha la capacità di emulsionare molta più acqua della cera, questo consente di ottenere creme bianche, morbide e vellutate, creme idratanti che si spalmano bene e ungono poco, l'ideale per il corpo.
Purtroppo il rovescio della medaglia di queste preparazioni è il pH, un pH leggermente basico ben tollerato dal corpo, ma un po' meno dal viso, che invece almeno per quanto riguarda le creme predilige un pH leggermente acido, quindi ci limiteremo ad usare questo tipo di creme per il corpo.

CREMA IDRATANTE CORPO
(per un barattolo da 200ml/250ml)
Ingredienti:
30 gr. olio di vinacciolo
20 gr. olio di riso
10 gr. olio di noccioli di albicocca oppure noccioli di pesca
12 gr. stearina vegetale
1/2 cucchiaino vit. E (alfa-tocoferolo)
120 gr. acqua distillata
2 gr. bicarbonato
20 gocce. o.e. limone
30 gocce o.e. rosmarino
3 gocce o.e. mirra
3 gocce o.e. gelsomino
25 gocce T.M. echinacea (oppure achillea)
Preparazione:
In un pentolino mettere gli ingredienti grassi, quindi olio di vinacciolo, di riso, di albicocca, stearina vegetale e vit. E. Se mettete l'olio essenziale di mirra è meglio aggiungerlo negli oli ora, anziché più tardi insieme agli altri, perché è molto denso e deve sciogliersi bene.
In un altro pentolino mettere l'acqua distillata e il bicarbonato pesato scrupolosamente, è il bicarbonato insieme alla stearina a dar vita all'emulsione, è quindi molto importante che entrambi siano pesati con precisione. Girare con un cucchiaino e farlo sciogliere bene.
Scaldare gli oli su un angolo del fornello, la stearina deve sciogliersi, attenzione però a non surriscaldare gli oli. Avvicinarli alla fonte di calore e ogni tanto allontanarli ed attendere qualche secondo prima di rimetterli sul fuoco.
Quando la stearina si sarà sciolta e gli oli saranno caldi, ma non bollenti spegnere il fornello.
Portare sul fuoco il pentolino con acqua distillata e bicarbonato e scaldare. Come per gli oli scaldare un po', l'acqua non deve diventare bollente, poggiando una mano sulla parete del pentolino si deve sentire un calore sopportabile. Spegnere.
Ora i contenuti dei pentolini avranno approssimativamente la stessa temperatura, versare l'acqua e bicarbonato sugli oli e frullare con un frullatore ad immersione tradizionale (non quello piccolino del caffé) precedentemente preparato, l'emulsione ci metterà meno di mezzo minuto a formarsi, appena accenna a formarsi spegnere un attimo ed aggiungere gli oli essenziali e la tintura madre. Tornare a frullare per pochi secondi e spegnere. Battere il frullatore sul bordo del pentolino per far cadere gran parte della crema che si sarà attaccata sulle lame.
Con un cucchiaio versare subito la crema nel vasetto perfettamente pulito e precedentemente preparato. Battere il vasetto per livellare il contenuto.
Socchiudere poggiando il coperchio parzialmente ed attendere il raffreddamento completo prima di chiudere ermeticamente.
Uso e conservazione:
Si può usare come crema dopobagno o applicare in qualsiasi altro momento.
La crema va conservata in frigorifero chiusa bene. Questa crema contiene molta acqua e non contiene conservanti di alcun tipo, ma se vengono rispettati alcune semplici accorgimenti si conserverà per diversi mesi.
Non lasciare la crema fuori dal frigorifero se non per il tempo necessario all'applicazione.
Non lasciare la crema scoperta e all'aria, né vicino fonti di calore.
Non prelevare la crema con le mani sporche, immergere appena un dito pulito o ancora meglio prelevarla con un cucchiaino pulito.
Attenzione a non farci cadere niente (capelli, acqua ecc..)
La crema viene bianca, se si notano cambiamenti di colore vuol dire che si sta innescando un processo di deterioramento, in questo caso non usarla più. Raramente succede, perché come ho detto in genere si conserva per mesi, anzi si fa prima a finirla che vederla rovinarsi, però bisogna tener conto che la possibilità che venga attaccata da una carica batterica esiste, perciò tenere d'occhio colore e odore.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
CREMA IDRATANTE CORPO
by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

42 commenti:

  1. Ciao ^__^ Ti sei aggiudicata il SoNiYb Award (http://equoecoevegan.blogspot.com/2011/03/soniyb-award-sketches-of-nature-in-your.html)! Complimenti!…passa a ritirarlo!^__^ un bacione

    RispondiElimina
  2. e ti sei aggiudicata anche il Sunshine Award 2011! passa a ritirare anche questo! (http://elenasole.blogspot.com/)^-^
    E.

    RispondiElimina
  3. Ciao Veggie, sono Edera. Volevo presentarmi, farti i complimenti per il tuo blog e per le tue creazioni...anche io faccio sapone e cosmetici da anni, e scambio volentieri pareri e ricette :)

    Quallo con cui sono linkata èil blog delle mie creazioni, il mioblog personale è : www.vogliounapellesplendida.splinder.com

    Ti seguo!

    RispondiElimina
  4. Ciao Veggie
    dopo aver utilizzato con soddisfazione il tuo burro corpo al karitè, ho voluto provare questa crema corpo che mi sembra più "estiva". Beh la preparazione è velocissima e adesso la crema è a raffreddare...ho recuperato un po' di crema dal pentolino e l'ho provata...wow! ha una consistenza perfetta e la sensazione sulla pelle è setosa, lievemente cerosa. Ti farò sapere come mi trovao! Come sempre GRAZIE!

    RispondiElimina
  5. Ti troverai senz'altro bene, perché scorre bene e unge poco.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  6. ciao veggie,sono rosa e per caso mi sono imbattutta nelle tue creazioni ,ho provato a fare la vit. c. e' stato molto semplice e poco costoso ;sono gia 10 g. ke la uso pero' ieri non avevo aqua dist. cosi' ho messo al suo posto del cloruro di sodio (rimanenze di lavaggetti di mia mamma defunta)ascolta veggie vorrei fare anke olio di vit. e. ma comprere tutti kugli incredienti ....mi costera' tanto?ho le finanze un po' strette mi dai un giusto consiglio? sono di napoliho 48 anni e tante rughette intorno agli okki....aiutami veggie ciao un bacio .

    RispondiElimina
  7. Mi spiace per tua mamma, anch'io non l'ho più da un po'...
    Non capisco cosa vuoi dire con cloruro di sodio, forse intendi soluzione fisiologica?
    Non fa bene mettere del sale sul viso, perché sottrae l'acqua che è un elemento prezioso per la pelle.
    Per quanto riguarda l'olio metti vinacciolo, sesamo e rinuncia a quelli più costosi come l'olio di rosa mosqueta, magari come oli essenziali metti solo geranio e se trovi la rosa a prezzo più accessibile.
    Se vuoi utilizzare l'olio pincipalmente per il contorno occhi, tra poco farò una ricetta proprio per il contorno occhi, quindi potresti aspettare.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  8. è la prima volta che sento parlare di stearina vegetale... dove si compra? solo sul web? in alternativa che si può utilizzare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi trovarla anche presso qualche farmacia ben fornita, o che sia disposta ad ordinartela.
      pere questo genere di crema non c'è una sostanza alternativa in quanto la stearina è l'elemento emulsionante.
      Puoi fare altri tipi di creme dopo puoi utilizzare cere d'api e/o lcitina di soia come emulsionanti.
      Ciao Veggie

      Elimina
  9. 61 gg di Oli essenziali sono davvero tante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono 56 gocce, meno del 2%
      Non sono affatto tante, devi considerare il volume della crema che è notevole.
      Ciao Veggie

      Elimina
  10. Ciao, vorrei sapere l'olio di noccioli di albicocca o di pesca con quale olio posso sostituirli? Ho preso parecchie materie prime, ma nessuno di questi due, per ora ho speso già molto e non vorrei acquistare anche questi... Grazie mille ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi mettere dell'olio di mandorle dolci, andrà benissimo!
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Grazie mille per la risposta ciao

      Elimina
  11. Ciao, per cortesia, volevo sapere, per farla durare di più posso aggiungere del cosgard, visto che l'ho in casa? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non questa crema. Il Cosgard serve in creme con range di pH inferiori, questa è una crema a pH elevato, mettere il Cosgard non cambierebbe il risultato.
      Ciao Veggie

      Elimina
  12. Ciao bella ricetta, vorrei fare anche l'altra, ho due amiche una con la pelle del corpo secchissima, e una pelle normale, posso sostituire l'acqua distillata con acqua di rose o fiori d'arancio? Grazie ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì puoi tranquillamente, purché si tratti di acque di qualità, senza troppe sostanze sintetiche.
      Ciao Veggie

      Elimina
  13. Ciao, adoro le tue ricette perché sono semplici e con ingredienti abbastanza facili da reperire, ho parecchi oli essenziali, ma non il gelsomino, perché non mi piace proprio, ti prego di non mandarmi a quel paese, ma vorrei elencarteli, per darti la possibilità di poter scegliere un mix che possa andar bene con gli altri che hai messo, o addirittura di consigliarmene un altro. Grazie
    Salvia officinalis,ylang ylang, lavanda, mirra, neroli, menta piperita, rosmarino, finocchio dolce, geranio bourbon, legno di cedro, limone, arancio dolce, tea tree, benzoino, litzea cubeba, petitgrain, bergamotto, cipresso, e ginepro. Scusami e grazie ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metti limone, rosmarino, mirra come da ricetta e metti il neroli invece del gelsomino, metti 15 gocce di limone e 8 di neroli.
      A presto
      Veggie

      Elimina
  14. ciao, ho un piccolo dubbio: ho trovato un sito che vende materie prime bio per autoproduzione e vorrei acquistare la vit. e ma ce ne sono di due tipi: VIT. E-TOCHOPEROL e VIT. E-TOCOPHERYL ACETATE. quale è meglio acquistare? grazie, ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non prendere la vit. E acetata, prendi la prima.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Posso usare l'olio di argan al posto dell'olio di noccioli di albicocca? e poi come faccio a rendere il ph meno basico quel tanto che basta ad usare il cosgard? Ho qualche problema a conservare le creme in frigo. Dispongo di aceto di mele e posso procurarmi acido lattico.
      Grazie
      Anna

      Elimina
    3. Sì puoi usare l'olio di Argan invece di quello di albicocca, no all'acido lattico o ad altri acidi.
      La rattersitica delle creme alla stearina è che devono essre basiche altrimenti l'emulsione non avviene, se abbassi il pH la crema si smonta.
      Ciao Veggie

      Elimina
    4. Ciao Veggie :)
      Da az ho comprato l'EPP (estratto di semi di pompelmo), conservante che non ha nessuna limitazione...che ne pensi? :)
      Con il conservante va bene anche fuori dal frigo?
      Grazie
      Isabella

      Elimina
    5. No, non è sufficiente a conservarla fuori dal frigorifero, o meglio potresti provare magari con solo una parte della preparazione.
      Ciao Veggie

      Elimina
    6. Anche io ho trovato la vit.E in queste due versioni e anche in polvere. Nelle tue ricette si considera la versione liquida o in polvere?
      Grazie

      Elimina
    7. Sempre liquida.
      Ciao Veggie

      Elimina
  15. Ok. Allora quando provo ti faccio sapere la durata. :)
    Ciao
    Isabella

    RispondiElimina
  16. Ciao Veggie, come il solito mi mancano gli o.e.
    per preparare questa crema posso usufruire di quelli che ho?
    o.e.arancio dolce
    o.e.salvia
    o.e.tea tree
    o.e.lavanda
    se si, quali e in che quantità?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metti arancio e lavanda, andranno benissimo.
      25 gocce di ciascuno.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  17. Ciao Veggie, ho fatto questa e unica prima crema in assoluto, è riuscita!!! la conservo in frigo, bella e profumosa, liscia e scorrevole, però lascia leggermente la pelle unta.... ma ti chiedo, deve stare per forza in frgo? già ho capito che me la sono fatta solo x me xchè nessuno della famiglia se la va a prendere nel frigo.
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è necessario tenerla in frigorifero perché non contiene conservanti.
      Ciao Veggie

      Elimina
  18. Ciao Veggie, allora x la prossima... se si può che conservante mettere?
    Grazie
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco conservanti adatti per creme a pH un po' basico.
      I conservanti cosmetici sono studiati per lavorare a pH inferiori.
      Eventualmente fai la crema emulsionata con lecitina di soia anziché stearina, in quel caso potresti usare il Cosgard o la soluzione di sodio benzoato e potassio sorbato (troci la ricetta nel blog).
      Ciao Veggie

      Elimina
  19. Ciao Veggie, sono Anna Maria, sempre alle prese con le tue fantastiche ricette...
    stavolta mi manca la T.M. di echinacea (e pure di achillea...) però ho quella di propoli... la posso usare in sostituzione?
    Grazie Veggie, un saluto.
    Anna Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, no, meglio di no, non vorrei che rendesse la crema troppo cerosa.
      Se non hai le 2 indicate puoi anche farne a meno, non succede nulla, tanto è già ricca di oli essenziali.
      A presto
      Veggie

      Elimina
  20. ...Eccomi, sono Anna Maria, ho trovato nell'armadietto la T.M. di calendula, potrebbe andar bene?
    poi un'altra cosa: so che gli oli essenziali oltre all'odore hanno ciascuno delle caratteristiche e capacità ben precise...non so se sono adatti gli oli che ti sto per proporre, però mi piacerebbe far virare questa crema su note olfattive più "incensose", mi piacerebbe usare sia la mirra che l'incenso e poi anche l'assoluta di cisto (l'ho scoperta da poco, ha note che si sposano bene con l'incenso e anche con il rosmarino..); che dici? come li vedi in questa crema? e che miscela mi consiglieresti?
    Grazie Veggie, un saluto e a presto.
    Anna Maria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, la tintura madre di calendula andrà benissimo, gli oli essenziali che hai menzionato vanno usati in piccole quanti, nell'ordine di poche gocce.
      Incenso e mirra hanno proprietà antirughe e cicatrizzanti, il cito è per le dermatiti. Insomma puoi metterli ma poche gocce di ciascuno.
      A presto
      Veggie

      Elimina
  21. Ciao Veggie, sono Anna Maria.
    è già la seconda volta che faccio questa crema e, devo dire, mi piace molto..
    l'unica cosa che accade è che già dal secondo giorno, la parte grassa si comincia a dividere dalla parte acquosa. questo è successo anche la prima volta. rifacendola, ho pesato scrupolosamente gli ingredienti, pensando che ci fossero stati degli errori nelle proporzioni tra acqua bicarbonato e stearina vegetale.
    pur attenendomi alle tue precise indicazioni anche questa seconda volta la crema si divide in parte acquosa e parte grassa.
    praticamente tira fuori circa 100 ml di acqua (quasi tutta quella impiegata..!)
    sai darmi qualche suggerimento?
    Grazie Veggie.
    Anna Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita! Io l'ho fatta 3 volte ed è rimasta sempre come in foto.
      Non so che consiglio darti, se non magari di provare a non metterla in frigorifero per i primi giorni dopo la preparazione e vedere se succede lo stesso. Se non succede nulla allora forse la temperatura di conservazione è troppo bassa.
      Fammi sapere, se non pensiamo ad altro.
      A presto
      Veggie

      Elimina
  22. Grazie Veggie.
    ho pure provato a usare nuovamente il minipimer per tentare di amalgamare nuovamente il tutto, ma è stato peggio: più giri e più si divide.
    proverò a fare come dici tu la prox volta.
    un saluto Anna Maria.

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010