Pubblicato venerdì 28 gennaio 2011e aggiornato il

congelare e scongelare la pasta acida

E' possibile congelare la pasta acida senza difficoltà e recuperarla riattivandola al 100% in breve tempo. La perfetta lievitazione del pane all'olive dell'immagine è la testimonianza che i lieviti sopravvivono al congelamento senza soffrire.

Procedimento:
Questo procedimento si riferisce ad un lievito preparato e rinfrescato secondo le indicazioni riportate nell'articolo preparazione del lievito naturale, non so se con pasta acida meno liquida si possano ottenere gli stessi risultati.

Per congelare
Rinfrescare la pasta acida, tenerla a temperatura ambiente per 2 o 3 ore. Riempire a metà un vasetto di vetro (come quelli delle marmellata), chiudere bene ed applicare una targhetta con l'indicazione della data di congelamento. Coprire la targhetta con un pezzetto di scotch, eviterà possibili cancellature della scritta durante la permanenza nel congelatore. Infine mettere nel congelatore.
Quanto la pasta si conservi non lo so esattamente, il lievito con cui ho fatto il pane dell'immagine l'ho scongelato dopo quasi un anno.

Per scongelare
Rimuovere il vasetto dal congelatore e passarlo nel frigorifero per 24 ore.
Toglierlo dal frigorifero e lasciarlo a temperatura ambiente per un paio d'ore.
Passare al primo rinfresco, pesare la pasta e aggiungere metà del suo peso in farina e metà in acqua.
Sul tipo di farina e di acqua da utilizzare attenersi alle indicazioni riportate nell'articolo pane - preparazione del lievito naturale.
Continuare a rinfrescare la pasta ogni 2 giorni senza metterla in frigorifero. Quando il lievito avrà ripreso la sua normale attività si può conservare in frigorifero e passare ad un rinfresco a settimana.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
CONGELARE E SCONGELARE LA PASTA ACIDA

by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

11 commenti:

  1. I lieviti sono organismi incredibili, su un sito di homebrewing ho letto che anche per la birra sono stati usati con successo lieviti "dormienti" da oltre un anno!

    RispondiElimina
  2. Si è vero, pensa che ora sto sperimentando la pasta acida liofilizzata. Appena ho tutto ne farò un articolo.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  3. Ma è normale che al primo rinfresco dopo lo scongelamento non dia segni di vita? Più o meno dopo quanti rinfreschi comincia ad aumentare di volume? Comincio a pensare di averla ammazzata la mia povera pasta acida che mi dava tante soddisfazioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma nooo... è presto per dirlo, dalle il tempo di svegliarsi.
      La riattivazione è faticosa.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Grazie, hai proprio ragione: stamattina ha cominciato a dare i primi segni di attività! Meno male ;).

      Elimina
  4. buono a sapersi...sto per partire e non avevo idea di come fare :) per fortuna ho trovato il tuo blog ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi fa piacere. Ti assicuro che quando la scongelerai tornerà quella di sempre.
      A presto
      Veggie

      Elimina
  5. Con l'arrivo dell'estate e delle vacanze è una notizia che mi dà molto sollievo, ora provo subito a fare qualche vasetto. me la sto coccolando da quasi un anno !!
    Uccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, molto utile quando ci si deve allontanare per più di qualche giorno. Sarebbe un peccatro perdere un lievito già avviato nel tempo.
      Ciao Veggie

      Elimina
  6. Ho bisogno di un consiglio,questa estate jo congelato il lievito madre in acqua,ieri pomeriggio l'ho passato in frigo e stamattina alle 06:45 tirato fuori dal frigo.Alle 8:30 primi rinfresco e niente non su muove,alle 11:00 secondo rinfresco e niente ancora non si muove,che faccio vado per il terzo rinfresco intorno alle 14 o lo lascio stare e lo rinfresco fra due giorni lasciandolo a temperatura ambiente? Ho paura di averlo ucciso!attendo ansiosa un consiglio...grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo sia morto, tieni presente che fa freddo ed è difficile anche per il lievito mettersi in attività.
      Rinfrescalo ogni 2 giorni lasciandolo a temperatura ambiente, se hai un luogo tiepido in cui lasciarlo, tipo una stanza più calda della casa, portalo lì.
      Ciao
      Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010