Pubblicato lunedì 7 giugno 2010e aggiornato il

sapone esfoliante allo zucchero di canna

Un trattamento che aiuti a rinnovare la pelle dopo l'inverno è proprio necessario.
Per questo sapone ho scelto lo zucchero di canna, perché è naturalmente ricco di acido glicolico, una sostanza utile per il rinnovo cellulare.
Già dopo i 30 anni di età la velocità del ricambio cellulare rallenta. Le cellule dello strato corneo permanendo più a lungo sulla pelle tendono a formare un ispessimento. La pelle respira meno ed assume l'aspetto asfittico. Quando si rimuovono le cellule morte dello strato corneo, la pelle torna a respirare ed assume un aspetto luminoso e sano.
Sarebbe una buona abitudine fare dei peeling periodici, alternando peeling più intensi a esfolianti leggeri.
Questo sapone aiuta ad eliminare le cellule morte dall'epidermide e favorisce il rinnovo cellulare. Non è un peeling aggressivo, anzi dopo il trattamento la pelle sarà morbidissima grazie alla presenza di olio d'oliva. Lo zucchero non graffia e l'intensità del peeling dipende dal tipo di spugna che si sceglie di utilizzare.

SAPONE ESFOLIANTE ALLO ZUCCHERO DI CANNA
Ingredienti:
100 gr. zucchero di canna integrale
50 gr. sapone di Marsiglia
50 ml olio extra vergine d'oliva
50 ml acqua
2 cucchiai avena decorticata
40 gocce o.e. limone
10 gocce o.e. cipresso
Preparazione:
Grattugiare finemente il sapone e macinare 2 cucchiai di avena decorticata in un macinacaffé.
In una ciotola di dimensioni adatte mettere lo zucchero di canna e l'olio. Girare con un cucchiaio per impregnare bene lo zucchero con l'olio.
Aggiungere la farina d'avena e gli oli essenziali, girare.
Iniziare a mettere un po' di sapone grattugiato comprimendolo e cercando di miscelarlo al resto, pian piano inglobarlo tutto. Aggiungere poca acqua per ammorbidire l'impasto quel tanto che basta per ottenere una pasta consistente e uniforme (circa 2 cucchiai).
Versare il sapone in un barattolo e chiudere.
Uso:
Si usa sotto la doccia dopo aver bagnato la pelle.
Prelevare un po' di pasta di sapone dal barattolo e metterla su un guanto o una spugna più o meno morbida. Se si vuole un peeling intenso si può utilizzare una loofah, per un trattamento leggero è indicato il calzino da doccia di un precedente articolo.
Massaggiare tutto il corpo con movimenti rotatori, prelevando man mano la quantità di sapone che serve.
Sciacquare bene sotto il getto dell'acqua calda.
Questo trattamento è talmente delicato che si può fare quando si vuole.
Consiglio di farlo per tutto il periodo estivo con frequenza settimanale o bisettimanale, iniziando utilizzando una spugna più aggressiva per i primi trattamenti e proseguendo con una spugna morbida.
Il sapone si può conservare in bagno e si mantiene per 2 mesi circa, facendo attenzione però a non inzupparlo di acqua quando si preleva la quantità da mettere sulla spugna.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Creative Commons License
SAPONE ESFOLIANTE ALLO ZUCCHERO DI CANNA by
veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at lareginadelsapone.blogspot.com.

22 commenti:

  1. Ciao! Questa "ricettina" mi piace molto ma mi chiedevo... secondo te con cosa si può sostituire la farina di avena???? Io sono celiaca... non sono certa se un prodotto per la pelle contenente glutine possa darmi o meno problemi... ma siccome ho visto in giro creme specifiche "senza glutine" il dubbio mi è sorto... io credevo potesse dare problemi solo se ingerito... hai qualche alternativa??? Tipo che so... farina di riso????? Grazie, buona giorntata!
    Roberta

    RispondiElimina
  2. Ciao! No problem, puoi sostituirlo egregiamente con farina di mais (polenta), ma anche riso.
    Se hai entrambi i cereali, tra i 2 è da preferire il mais.
    Fai bene a porti dei quesiti sull'uso delle sostanze dall'esterno, perché comunque, anche se in piccolissime quantità raggiungono l'interno dell'organismo. Io so che l'equilibrio salutare dei celiaci è tanto precario da richiedere anche l'uso di pentole per cucinare che non siano venute a contatto con il glutine, quindi per sicurezza è meglio evitare.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  3. Ciao, al posto del sapone di marsiglia posso usare il sapone che ho fatto io? La quantità è la stessa?
    Grazie Francesca

    RispondiElimina
  4. Ciao Francesca, sapevo che qualcuno avrebbe posto questa domanda così questo sapone l'ho preparato anche usando il nostro sapone casalingo. Le proporzioni non sono le stesse. Era già in programma di mettere la ricetta oggi pomeriggio nel gruppo ed è quello che farò.
    Veggie

    RispondiElimina
  5. grazie cara!:-))
    Francesca

    RispondiElimina
  6. Non ci crederai ma ieri sera ho preparato questa nuova ricetta! Ho usato un po' meno acqua di quella indicata, eppure ho il sospetto che quella poca abbia sciolto un po' lo zucchero e si sia perso l'effetto "grattugia" (onestamente non l'ho ancora provato sul corpo...però l'ho amalgamato con le mani...). Teoricamente se si riuscisse ad amalgamare il tutto senza l'uso dell'acqua, non sarebbe anche meglio? Sia per la granulosità che per la conservabilità, intendo....
    Grazie
    Emanuela

    RispondiElimina
  7. Lo zucchero si scioglie comunque e ho scritto che non è uno scrub, cioè non fa l'effetto graffiante del sale per intenderci.
    L'acqua che ho messo in ricetta può sembrare eccessiva, ma con il passare dei giorni il sapone tende ad indurire, quindi ti accorgerai che dovrai aggiungerne un po'.
    Il sapone non ha una conservazione limitata nei giorni, il tempo di consumarlo c'è, non dimentichiamoci che lo zucchero è un buon conservante in generale e in queta ricetta ce n'è in abbondanza.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  8. Ah allora l'effetto esfoliante non è meccanico...scusa avevo capito male :-)
    Non vedo l'ora di provarlo....grazie!
    Emanuela

    RispondiElimina
  9. Provato!!!! Ma è....delicatissimo! Vien voglia di usarlo sempre, come se fosse un sapone! E la pelle è liscissima, non serve nemmeno il tuo burro al karitè dopo!
    Ci sono controindicazioni ad usarlo sempre? si può usare anche per il viso?

    RispondiElimina
  10. Lo puoi usare sempre e anche sul viso senza problemi. Certo magari sul viso non usare materiali abrasivi, ma una semplice spugnetta delicata o lo puoi passare semplicemente con le dita.
    Per il corpo se vuoi un'azione urto devi usare una spugna più ruvida, ma anche così grazie all'olio d'oliva la pelle rimarrà comunque morbida.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  11. Ciao Veggie
    se invece dell'avena utilizzo la crusca di avena....che ne pensi?
    Grazie :-)

    RispondiElimina
  12. Certo! Puoi farlo senza problemi, diventa solo un po' più esfoliante, nel senso che la crusca è più ruvida della farina.
    Questo però non significa che gratterà al punto da essere aggressiva. Quindi si.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  13. Ciao Veggie,
    tra i miei tanti o.e. non c'è quello di cipresso. Posso ometterlo o eventualmente con quale altro o.e. posso sostituirlo?
    Grazie
    Didì

    RispondiElimina
  14. Se hai della lavanda puoi mettere quella altrimenti metti solo il limone.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  15. Grazie Veggie!
    Presumo nella stessa quantità dell'o.e. di cipresso, vero?

    Baci Didì

    RispondiElimina
  16. Si nella stessa quantità.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  17. Ciao! scusami, andrebbe bene la farina di grano saraceno o non c'entra niente?.. e come o.e. posso usare lavanda, come hai detto sopra, e arancio al posto del limone?
    Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Occorre una farina un po' grossolana, se quella di saraceno lo è usa quella.
      Si puoi sostituire l'olio essenziale di limone con quello di arancia.
      Ciao Veggie

      Elimina
  18. Ti ringrazio:) solo un'ultima domanda (sono alle prime armi): ho letto su una specie di libro che gli oli essenziali aggiunti al sapone interagiscono con esso e perdono gran parte del loro effetto... può essere vera una cosa del genere o è una cavolata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente nel sapone non hanno la stessa attività che in oli o creme, ma non perdono completamente d'efficacia altrimenti che ce li mettiamo a fare?
      Ciao Veggie

      Elimina
  19. Bgiorno veggie822,
    Qualche sua ricetta potrebbe fare al caso mio vorrei avere una pelle meno grassa più elestica ed uniforme!
    Grazie


    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010