Pubblicato venerdì 9 aprile 2010e aggiornato il

limoncello e cremoncello

Per la preparazione di questa ricetta si raccomanda l'uso di limoni biologici. I pesticidi impiegati sugli agrumi sono i più aggressivi, la scorza si comporta come una spugna catturandone in quantità. Dato che la buccia dei limoni è l'ingrediente chiave di questo liquore, è bene accertarsi della provenienza prima di iniziare. Naturalmente vanno bene anche i limoni del proprio giardino se non sono stati esposti allo smog di una strada trafficata.
La differenza tra il lemoncello e il cremoncello sta solo nella scelta di utilizzare latte o acqua.






LIMONCELLO E CREMONCELLO
Ingredienti:
1 litro di alcol buongusto 95°
1,5 kg di zucchero
2 litri di acqua oligominerale o di latte fresco parz. scremato
10 o 12 limoni (dipende dalla grandezza) possibilmente di Amalfi o di Sorrento
Preparazione:
Lavare accuratamente i limoni. Sbucciarli servendosi di un coltello affilato o di un pelapatate, cercando di non prelevare la parte bianca ed eventualmente rimuoverne i residui dalle scorze.
Mettere le bucce nell'alcol e lasciarle macerare 2 giorni in un contenitore ben chiuso, agitandolo ogni tanto.
Bollire l'acqua o il latte. Aggiungere lo zucchero poco alla volta e girare con un cucchiaio di legno per farlo sciogliere bene mantenendo il fornello al minimo. Quando lo zucchero è completamente sciolto, spegnere il fornello e coprire la pentola. Lasciare raffreddare completamente lo sciroppo di acqua (o latte) e zucchero.
Aggiungere l'alcol con le bucce in macerazione. Girare per bene e filtrare.
Nel caso del limoncello filtrare più volte e se serve aggiungere dell'ovatta nel passino come filtrante. Nel caso del cremoncello è sufficiente filtrarlo con un normale passino.
Servire freddo.

I limoni rimasti dalla preparazione non vanno buttati.
Si possono spremere e si può mettere il succo nelle vaschette del ghiaccio, per poi utilizzarli sciolti in acqua per una dissetante bibita oppure si possono mettere nel tè o dove è consigliato del succo di limone.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti d'autore relativi a quest'opera. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
LIMONCELLO E CREMONCELLO by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

11 commenti:

  1. Proprio lo scorso fine settimana abbiamo trascorso qualche giorno da amici in provincia di Latina. Hanno anche delle piante di limoni e ce ne hanno dati un po' da portare a casa.
    Avevo deciso di farci il limoncello, ma credo che farò a metà anche con il cremoncello.
    Loro usano, per un litro di alcool, 8 limoni (sono molto grossi) e 800 gr di zucchero. Può andare o devo aumentare come dalla tua ricetta? E poi loro lasciano macerare le bucce per una settimana: troppo?
    Ciao e grazie, Enrica

    RispondiElimina
  2. Penso non ci siano problemi nel scegliere di tenere in macerazione le bucce per più tempo.
    Però sulla quantità di zucchero, mi soffermerei a pensare alla conservazione. Se fai il limoncello non ci sono problemi nel metter meno zucchero, per il cremoncello lo zucchero contribuisce insieme all'alcol ad una buona conservazione, io non scenderei troppo nella quantità.
    Inoltre bisognerebbe capire anche quanta acqua è prevista nella tua ricetta. In questa c'è sì, 1 litro di alcol con 1,5 kg di zucchero, però ci sono ben 2 litri d'acqua, mentre molte ricette ne prevedono 1. Forse anche quella che hai tu. Nel qual caso il grado di dolcezza si equivalrebbe, cambierebbe solo la gradazione alcolica.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  3. Gliel'ho chiesto, ma loro non mi hanno dato una risposta precisa: "dipende da come ti piace".
    Allora io pensavo di fare una proporzione 1:1.
    Per il cremoncello invece aumenterò la dose di zucchero.
    Ciao, Enrica

    RispondiElimina
  4. @Enrica: Si allora prova così, eventualmente sei sempre in tempo ad aggiungere altra acqua e zucchero bolliti se ti sembra troppo forte.

    RispondiElimina
  5. E' una bella ricetta.
    Mi fai pensare che a giugno è il tempo del nocino. Vorrei fare una ricetta un pò diversa dalle solite. hai qualcosa?
    Skorpy

    RispondiElimina
  6. Mi dispiace Skorpy, ma il nocino non l'ho mai fatto, forse a causa del fatto che sono una donna di città e non è facile per me reperire noci fresche. Però penserò a qualcosa di speciale per il prossimo liquore ;-)
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  7. Che buoni Veggie!
    Mi hai fatto venir voglia di cremoncello! Non ho mai fatto liquori, penso che inaugurerò presto l'esperienza con questa bella ricettina!
    Ciao Alessandra

    RispondiElimina
  8. Ciao,
    ho preparato il cremoncello, è la prima volta che lo faccio e volevo chiederti se posso conservare le bottiglie in dispensa, come con il limoncello, e per quanto tempo... non vorrei "avvelenare" nessuno.
    Grazie per la tua disponibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho sempre tenuto in frigorifero per tutto il tempo, soprattutto perché si beve fresco.
      In teoria però c'è alcol sufficiente per una buona conservazione anche fuori dal frigorifero, non dovresti avvelenare nessuno!
      Ciao Veggie

      Elimina
  9. ciao a tutti la mia è una domanda semplice....
    ho seguito la ricette e ho fatto il
    cremoncello ma... quanto tempo dura ??
    ha una scadenza ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contiene abbastanza alcol da conservarlo a lungo.
      Non so dire quanto, perché è sempre finito prima della scadenza, ma molto tempo, anche un anno o due soprattutto se lo si tiene in frigorifero.
      Ciao Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010