Pubblicato martedì 16 febbraio 2010e aggiornato il

riflessante - antistatico per capelli

Chi usa spazzole e pettini in plastica, ma anche chi usa shampoo naturali, si ritrova spesso a dover combattere contro il problema dell'elettricità sui capelli.
Questo spray nasce proprio per "domare" capelli ribelli che svolazzono dopo l'asciugatura.
E' rosso per dare anche un leggero riflesso ai capelli di chi ama questo colore e utilizza riflessanti come l'henné o altri. Ciò non toglie che si possa preparare al naturale senza colorarlo, solo per sfruttare l'azione come antistatico.





RIFLESSANTE-ANTISTATICO PER CAPELLI ROSSI
Ingredienti: (per un flacone spray da 100 ml)
6o ml di aceto di mele
2 cucchiaini di fiori di karkadè (secco)
acqua distillata
oli essenziali a piacere
Preparazione:
Mettere i fiori di karkadè a bagno nell'aceto per un paio d'ore. Filtrare e versare nella bottiglia. Aggiungere acqua distillata fino a riempimento.
Si possono aggiungere poche gocce di oli essenziali a piacere (non oltre una decina) per mitigare l'odore dell'aceto. In questo caso bisogna ricordarsi di agitare il flacone prima dell'uso.
Uso:
Spruzzare una piccola quantità sui capelli dopo l'asciugatura.
Il prodotti si conserva a lungo.
Nota:
E' possibile preparare questo riflessante anche per capelli di colore diverso, sosituendo il karkadè con altre piante.
Per capelli biondo chiaro: versare acqua distillata calda su una bustina di camomilla e lasciarla mezz'ora in infusione. Utilizzare l'infuso di camomilla nello spray, riempiendolo con metà infuso e metà aceto.
Per capelli biondo ramato: mettere 1 cucchiaino di radice di curcuma nell'aceto e tenerlo in infusione per un paio d'ore. Filtrare accuratamente. Si preferisce usare la radice rispetto alla polvere, perché la polvere rischia di otturare i buchini dello spray.
Per capelli castani: versare acqua distillata calda su una bustina di tè e lasciarla mezz'ora in infusione. Utilizzare l'infuso di tè nello spray, riempiendolo con metà infuso e metà aceto.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti d'autore relativi a quest'opera. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Creative Commons License
RIFLESSANTE ANTISTATICO PER CAPELLI by
veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at lareginadelsapone.blogspot.com.

24 commenti:

  1. Veggie questa ricetta arriva proprio a fagiolo...fra un po' sarà pronto da usare il mio primo shampoo autoprodotto e potrei effettivamente aver bisogno di un antistatico. I miei capelli sono biondi, potrei sostituire i fiori di Karkadè con i fiori di camomilla?

    RispondiElimina
  2. Si potresti, ma la camomilla è davvero molto blanda. Potresti fare una cosa ancora migliore.
    Anzi domani modifico il post e adatto la ricetta per capelli di altre tonalità quali biondo e castano.
    Però per il biondo sin da ora ti dico che conviene procurarsi in erboristeria pochissima radice di curcuma, ma non la polvere che diventa troppo antipatica da filtrare e la sostituisci al karkadè-
    Visto che devi ancora iniziare lo shampoo, domani penso ad altri modi per il biondo. Appena li ho li metto.
    Ciao!

    RispondiElimina
  3. Wow grazie Veggie!!! Allora "radice di curcuma"...non in polvere ma...in pezzetti? intera? Domani vado e la cerco!

    RispondiElimina
  4. Ho arricchito il post con altri colori. La curcuma si trova in pezzettini, ma ne serve davvero poca perché colora molto. Sto sperimentando il bruno, appena è pronto lo aggiungo.
    Ciao!

    RispondiElimina
  5. ciao! molto bella questa ricetta antistatico ..vorrei solo sapere se l'infuso+aceto si "autoconserva" e più o meno per quanto tempo (sinora ho sempre fatto acqua+aceto+oe) grazie

    RispondiElimina
  6. Si, facendo metà acqua e metà infuso rimane una preparazione di tipo acido con un discreto tempo di conservazione. Non so dire esattamente quanto, ma se lo spray lo usi abitualmente si conserva di sicuro per il tempo che si finisce il flacone. Azzarderei un paio di mesi.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  7. Veggie, sei mitica!!! Piano piano sto leggendo tutti gli articoli che hai scritto e poi metterò in pratica.
    Silvia

    RispondiElimina
  8. Sapessi quanti ne ho da scrivere!
    Ho la testa che mi bolle :-DD
    mentre ne scrivo uno me ne viene un'altro..
    Penso che per almeno un paio d'anni non mi esaurirò.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  9. Come riflessante funziona troppo bene!!!!
    I capelli sono rmasti meno elettrici ma un pò ancora sì ma sono contentissima!

    RispondiElimina
  10. Ma se tipo aggiungessi un cucchiaino piccolo di polvere di hennè al tutto?

    RispondiElimina
  11. L'henné non si scioglie nei liquidi, al primo spruzzo si otturerebbe lo spray, a meno che non trovi un modo alternativo per distribuire il riflessante sui capelli..
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  12. Per curiosità, ma se l'hennè venisse messo in infusione con i fiori di karkadè? Tanto poi prima di travasare l'infuso si deve filtrare... Però il dubbio è se sia 1)utile e 2)non nocivo lasciare l'infuso addizionato di hennè sui capelli, dato che da quanto ne so l'hennè si sciacqua sempre... però io ne so proprio poco quindi chiedo perdono sin da ora se ho detto fesserie!
    Bel blog, piano piano me lo leggo tutto! :)

    RispondiElimina
  13. L'hennè non fa male ai capelli anche se ne rimane un po'. Il problema rimane sempre lo spruzzino perché pur filtrandolo si forma sempre un deposito che ostruisce. Comuqnue puoi fare anche questa ricetta che è molto simile a quello che cerchi:
    http://www.lareginadelsapone.com/2010/09/aceto-allhenne-e-mallo-di-noci.html
    Veggie

    RispondiElimina
  14. ho i capelli molto ricci, se ci aggiungessi qualche goccia di olio di semi di lino???

    RispondiElimina
  15. Si puoi metterne, ma veramente poco (mezzo cucchiaino)altrimenti dato che ikl prodotto non va risciacquato rischi che appesantisca troppo il capello e ricordati di agitare bene la bottiglia prima di ogni applicazione.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  16. Hai poi sperimentato per ottenere il bruno?

    RispondiElimina
  17. Per ottenere un castano/bruno, si puo' usare altro ingrediente che non sia il te'?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho ancora sperimentato. Appena possibile lo farò.
      Ho tanti di quegli esperimenti da fare che cerco di alternare genere.
      A presto Veggie

      Elimina
  18. vorrei sapere se è possibile utilizzare come acqua distillata l'acqua ottenuta dal deumidificatore. grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, a noi interessa che sia demineralizzata e sterile.
      Quindi direi che va bene, ma serebbe ancora meglio se la facessi bollire e poi raffreddare prima di usarla.
      Ciao Veggie

      Elimina
  19. Ciao una curiosità, ma se va messo a capelli puliti, quando sono asciutti non puzzano di aceto? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah... guarda.. dopo un po' evapora, non mi pare che si senta.
      Ciao Veggie

      Elimina
  20. Ciao, io ho i fiori secchi di Ibiscus rossi, vorrei sapere se devo mettere "due cucchiani di fiori secchi" interi o sbriciolati? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi tagliuzzarli, ma non polverizzarli altrimenti ti rimane più difficoltoso il filtraggio.
      Ciao
      Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010