Pubblicato giovedì 1 settembre 2016e aggiornato il

tartufi dolci di okara (vegan)

TARTUFI DOLCI DI OKARA (VEGAN)
Ingredienti:
(per 8-9 tartufi da 25 g l'uno)
150 g di okara di soia possibilmente senza buccia (oppure okara di mandorle o di anacardi)
50 g di biscotti vegani secchi semplici (fatti in casa o acquistati)(senza glutine se ne siete intolleranti)
1 cucchiaio di cocco rapè
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaio di Rum
2 cucchiaini di olio di cocco
5 mandorle dolci
1 mandorla amara
farina di carrube per la copertura (in alternativa cacao dolce o amaro)
Preparazione:
L'okara non è altro che la polpa di soia che rimane quando si produce il latte di soia o il tofu.
Ho realizzato questi gustosissimi tartufi proprio per recuperare l'okara di soia. Sarà possibile comunque eseguire la stessa ricetta con okara di mandorle o di anacardi, ovvero la polpa che rimane dalla preparazione di latte vegetale preparato con la frutta secca.
Pesate l'okara e mettetela in una pentola, copritela di acqua e fatela cuocere 20 minuti, calcolando il tempo da quando si alza il bollore.
Poi scolatela e lasciatela raffreddare. Quando è fredda strizzatela bene e mettetela in una ciotola.
Se usate okara di mandorle o di anacardi questa operazione di cottura è da evitare.
Pesate i biscotti, rompeteli a pezzi e metteteli in un macina-caffè insieme alle mandorle. Polverizzateli poi versate la polvere sull'okara.
Aggiungete tutti gli altri ingredienti all'okara,  incluso l'olio di cocco dopo averlo fatto sciogliere al sole o sul fornello.
Impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Se avete strizzato bene l'okara dovreste ottenere una buona consistenza. Se l'impasto fosse troppo liquido rompete un altro biscotto e aggiungetelo, se fosse troppo granuloso, che si rompe, aggiungete qualche goccia di acqua o di latte vegetale, ma in linea di massima non dovrebbero essere necessari particolari aggiustamenti, l'olio è un buon legante.
A questo punto fate delle palline grandi come piccole albicocche (io le ho fatte del peso di 25 g l'una), e passatele nella polvere di carrube fatta in casa o acquistata o se preferite nel cacao.
Mettete i tartufi nei pirottini e lasciateli in frigorifero almeno 30 minuti affinché l'olio di cocco solidificando conferisca una maggiore consistenza.
I tartufi sono preparati con ingredienti freschi, quindi andranno conservati in frigorifero e consumati entro pochi giorni, ma difficilmente supereranno le 24-36 ore, questo ve l'assicuro!

Con gli ingredienti che ho scelto i tartufi hanno un sapore mandorlato che ricordano un po' gli amaretti: buonissimi!!! ma con un po' di fantasia, potete giocare con le spezie e creare altri sapori.
Per esempio potete mettere cannella, scagliette di cioccolato, pezzetti di noci, uvetta sultanina, albicocche secche, datteri ecc...
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

3 commenti:

  1. Bellissima idea! Ho sempre difficoltà ad utilizzare tutta l'okara che resta dal latte di soia! Non sapevo rendesse bene anche in versione dolce....grazie!
    Ciao
    Serena

    RispondiElimina
  2. Io uso l'okara per farci le polpette. Faccio un impasto di verdure che avrò sbollentato e macinato (quelle che ho in frigo e a gusto), pan grattato, okara, semi di sesamo, un pizzico di curcuma e sale q.b. Friggo nell'olio di semi oppure metto le polpettine in forno ed il gioco è fatto!

    Silvana Mel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buone!
      Io cerco di recuperarla in vari modi, ogni tanto mi ingegno con qualcosa di muovo come in questo caso.
      Alternando si riesce a recuperarla tutta, non si butta niente!
      Ciao
      Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010