Pubblicato lunedì 23 gennaio 2012e aggiornato il

la pratica del Jala Neti

Il Jala Neti è una tecnica di pulizia nasale che la cultura yoga utilizza da millenni per raggiungere il benessere fisico e spirituale.
Consiste nel far entrare acqua salata da una narice e di farla uscire dall'altra, servendosi di uno strumento molto simile ad una teiera, detto Neti Lota.

Lota per Lavaggio Nasale - BluDa non perdere
Praticare il Jala Neti può essere utile a chi soffre di asma, raffreddori da fieno, sinusiti e malattie da raffreddamento, ma io lo pratico da qualche anno tutti i giorni e chissà... forse anche per questo non soffro mai di raffreddori.
Mantenere le vie aeree libere da ostruzioni ha una sua importanza sempre, una respirazione più libera e profonda conferisce un senso di benessere generale.
Il flusso dell'acqua inoltre decongestiona anche occhi e orecchie e libera la mente per tutta la giornata.
Consiglio di far entrare il Jala Neti nelle abitudini di pulizia di tutti giorni accompagnandolo alla pulizia della lingua, per altro molto semplice da praticare: è sufficiente far scorrere un cucchiaino da caffè capovolto lungo la lunghezza della lingua partendo dal fondo della bocca, per rimuovere le impurità.

Uso:
Riempire la lota di acqua tiepida ed aggiungere 1 cucchiaino di sale marino integrale. Girare, quando il sale si sarà sciolto si potrà procedere con la pulizia.
La concentrazione ideale di sale è dello 0,9% che corrisponde a 9 gr. di sale per un litro di acqua.
Un cucchiaino nell'acqua della lota dovrebbe corrispondere più o meno alla concentrazione ideale.
Inserire il beccuccio della lota nella narice destra, inclinare la testa nel lavandino e lasciare che l'acqua segua il suo percorso. A breve inizierà ad uscire dalla narice libera. Mentre si esegue la pulizia tenere la bocca leggermente aperta per respirare.
Lasciare scorrere la metà dell'acqua contenuta nella lota, poi passare all'altra narice.
Al termine della pulizia soffiare il naso delicatamente per far uscire l'acqua rimasta che porterà fuori con sé muco, polvere e altre impurità.
Guardare il video per farsi un'idea più precisa di come utilizzare correttamente la lota.

Per sapere di più sulla pratica del Jala Neti consiglio la lettura di questo libro:

Manuale di Yoga Neti
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
LA PRATICA DEL JALA NETI
by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

28 commenti:

  1. ne avevo sentito parlare, anche se ignoravo l'esistenza della Lota.

    RispondiElimina
  2. CHE IDEA UTILE.. NON LO SAPEVO MA VOGLIO PROVARE!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao veggie, grazie per tutte le utilissime info di cui ci rendi partecipi... questo sistema va bene anche per i bambini? sia già raffreddati che come preventivo? grazie! marianna

      Elimina
    2. Marianna il problema è se il bambino sia abbastanza grande da saper gestire l'acqua nel naso, è facile che un bimbo ingoi l'acqua salata e questo non andrebbe bene.
      Bisogna farlo con la consapevolezza che l'acqua fluisce da una narice all'altra passando per la gola, per noi è una stupidaggine, ma un bambino piccolo non credo riuscirebbe.
      Ciao Veggie

      Elimina
    3. i miei figli piccoli la usano da soli tutte le mattine, hanno 4 e 7 anni!!! la mia nala l'ho scelta con la forma un po' orientaleggiante, così gliel'ho proposta come lampada di aladino!! è magica!! ;)
      grazie Veggie per tutti i tuoi consigli!!
      claudia

      Elimina
    4. Ma è fantastico!!
      Bravissimi e bravissima!
      Ciao Veggie

      Elimina
    5. Ciao Veggie,
      una domanda...l'acqua che si usa è distillata giusto? Ho scoperto che potrebbero esserci amebe in quella che normalmente esce dal rubinetto e che potrebbe portare anche a meningiti o effetti collaterali a lungo andare. Quindi, in quanto principiante nell'uso della lota, mi chiedevo se andasse bene anche l'acqua distillata del supermercato(quella per il ferro da stire per intenderci!), oppure c'è una specifica acqua da acquistare in farmacia?
      grazie per avermi fatto scoprire la jala neti in ogni caso!;)
      francesca

      Elimina
    6. Buongiorno Veggie. Spesso leggo indicazioni interessanti sul tuo sito, è ultimamente mi sono deciso ad intraprendere anche questa "strana" tecnica di lavaggio, molto piacevole ed efficace. Volevo solo portare alla tua attenzione questo articolo

      https://it.wikipedia.org/wiki/Naegleria_fowleri

      che dovrebbe indurre a prendere qualche precauzione d'uso.

      Che ne pensi ?

      Elimina
    7. ma cosa c'entra l'articolo con il Jala neti?
      Ho letto velocemente per mancanza di tempo, ma non mi pare di aver trovato riferimenti.
      Quale dovrebbe essere secondo te il problema? L'uso dell'acqua di rubinetto?
      Ciao Veggie

      Elimina
    8. Si chiedo scusa. Il problema potrebbe essere l'uso dell'acqua di rubinetto e la possibile ( anche se poco probabile ) eventuale presenza di Naegleria fowleri. Riporto ".....L’infezione umana viene contratta nuotando in fiumi o laghi, ........ e attraverso pratiche di lavaggio delle cavità nasali con acque infette a scopo igienico o rituale......" .... Che ne pensi ?

      Elimina
    9. Ma scusa, io ho solo riportato una tecnica per il benessere della persona, non ho mai consigliato di eseguire questa pratica in acqua di fiume o di lago.
      L'acqua del rubinetto è disinfettata, potrà fare schifo come qualità, potrà contenere minerali indesiderati, ma è batteriologicamente sicura.
      Ciao Veggie

      Elimina
    10. Grazie per la rassicurazione.... come vedi poco più su nei commenti, un'altra persona ha esposto, tempo fà, qualche preoccupazione sulla presenza di amebe (20 Giugno 2012). La pratica Jala neti è molto interessante, la pratico da un po' di tempo con regolarità. Leggendo quà e là, ho trovato articoli che parlavano di qualche possibile problema collaterale, e avevo piacere sentire il tuo parere. Grazie per il supporto, e per i libri che hai scritto ( e che scriverai ? ).....

      Elimina
  3. Ciao Veggie
    ho provato qualche volta a fare il lavaggio nasale, ma non riesco a far uscire l'acqua dall'altra narice...c'è un "trucco" per capire se l'inclinazione della testa è esatta? Dal video non riesco a capire bene....
    Grazie
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emanuela devi inclinare la testa con la narice libera che guarda verso il lavandino(quindi in basso), poi apri un po' la boca per respirare. L'estremità della lota va inserita bene nella narice in modo che non passi aria.
      La cosa principale è lasciarsi andare, se non fai opposizione fisicamente per paura, ma ti rilassi l'acqua uscirà da sola senza che neanche te ne accorga.
      E' veramente molto semplice e te ne accorgerai la prima volta che riuscirai.

      Elimina
  4. Cara Veggie sono contenta di essere entrata finalmente nel tuo gruppo dopo mille tentativi a vuoto per iscrivermi a causa della mia poca pratica di pc .
    Grazie di essere un punto di riferimento per tutti noi!
    Buona serata

    RispondiElimina
  5. Ciao Veggie,
    ho un pò di domande da farti... non ti spaventare ma sono una neofita e mi sembra di non sapere davvero nulla...ma sono curiosa e amo sperimentare :-) Ho comprato uno shampoo al sapone di Aleppo della Nour xò mi sembra che mi secchi troppo i capelli, come posso fare per utilizzarlo ugualmente?Altra domanda: dove trovo la cera d'api?Credo di averne un pò della produzione delle api di mio papà ma è molto impura. Posso usarla ugualmente? Altra cosa:mia mamma non può più usare creme profumate, a volte nemmeno quelle della Roch xchè se hanno il profumo cominciano a formarsi delle bolle(tipo eritema) sul mento e sul collo.Per ora l'ho convinta ad usare l'olio di Argan puro, ma volevo provare a produrre una crema x lei. Per favore mi dai dei consigli? grazie davvero Ely.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  6. Ciao Veggie, io soffro di sinusite, volevo sapere se questa pratica potrebbe alleviare il mio problemino. Grazie Isa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sui libri si dice di si, tentar non nuoce.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Ciao Isabella, qualche anno fa ho fatto una cura alle terme di Riccione nella quale era compreso anche questo metodo (l'unica differenza era che i tubi arrivavano dall'impianto generale e l'acqua era termale, il sistema era esattamente quello cmq). Devo dire che nettamente questo metodo e' stato quello che mi ha liberato tutti i seni nasali, soffro di sinusite da tanto tempo e a volte devo stare al buio....uscivo dalle terme completamente libera, una strana sensazione ma stupendo!!!! Te lo consiglio, io lo sto comprando :)

      Elimina
  7. Quale sale usare ? Vi sono indicazioni sull'uso del sale dell'Himalaya ? Nel caso di sale marino, qualche controindicazione nell'uso di quello iodato ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, il sale iodato proprio no, puoi usare il sale marino integrale o anche il sale dell'Himalaya se preferisci.
      Ciao Veggie

      Elimina
  8. Ciao veggie ma tu questa pratica la svolgi tutti i giorni ? Non interrompi mai? Perché io ho iniziato da poco e mi chiedevo se d' inverno con il freddo non mi prenderò un raffreddore con il naso umido .. ho imparato la tecnica della respirazione per asciugarlo ma rimane senpre un po' umido . . Io soffro di sinusite cronica e per ora mi sto trovando molto bene (:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente alcune mattine salto per motivi di fretta, comunque si può fare tranquillamente tutti i giorni, meglio ancora in inverno perché ce n'è più bisogno.
      Non ci si raffredda, l'acqua esce e il naso rimane normale, se ti sembra un po' umido asciugalo, nel senso soffialo delicatemnte.
      Ciao veggie

      Elimina
    2. Ok ti ringrazio molto (:

      Elimina
  9. ciao veggie,
    ho praticato il neti per la prima volta questa mattina, ma leggendo poi, ho visto che moltissimi sconsigliano l'utilizzo dell'acqua del rubinetto per la presenza di un microrganismo chiamato ameba, potenzialmente mortale nel 90% dei casi.

    Sono veramente preoccupato ed in ansia. Chiedo, gentilmente a te, e ad altri che stanno leggendo questo commento di rassicurarmi se avete già utilizzato acqua di rubinetto (non bollita) e non aver avuto alcuna conseguenza.

    Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci sono microorganismi nell'acqua di rubinetto, forse il riferimento è ad acque non potabili.
      Io la bevo regolarmente, llora che mi dovrebbe accadere? Dovrei essere già morta!
      Ciao
      Veggie
      Veggie

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010