Pubblicato lunedì 20 giugno 2011e aggiornato il

olio superabbronzante alkanna e mallo di noci

Se avete una pelle già abituata sole, se avete già acquisito una discreta abbronzatura, magari dopo aver applicato per un periodo una crema solare ad alta protezione come la crema primo sole, oppure se avete la fortuna di avere una pelle robustissima, potete passare a quest'olio superabbronzante. Attenzione però, perché per essere tale offre per forza di cose una bassa protezione. Evitate quindi di usare quest'olio sulla pelle dei bambini, per i quali per tutto il periodo estivo è necessario applicare prodotti a schermo totale o ad alta protezione.
Per chi invece gode di tutti i requisiti sopra esposti, l'applicazione di questo olio produce un'abbronzatura super di un colore altrettanto super!



OLIO SUPERABBRONZANTE ALKANNA E MALLO DI NOCI
Ingredienti:
250 ml olio di cocco (una bottiglietta di quello alimentare acquistabile presso i negozi etnici, oppure 250 ml di altro olio di cocco)
olio di sesamo
2 carote
1 cucchiaio di alkanna tinctoria radice
1 cucchiaio di mallo di noci polvere
3 ml di vit. E (alfa-tocoferolo)
fragranze profumate per cosmetica a piacere, l'aroma frutta è il più indicato (cocco, ananas, banana, fragola, ecc..)
Preparazione:
Per prima cosa bisogna fare un oleolito a caldo.
Se avete acquistato l'olio di cocco in bottiglie e a causa della bassa temperatura si presentasse come una massa bianca e solida, bisognerà scioglierlo nella bottiglia stessa prima di versarlo altrimenti questa operazione risulterà impossibile.
Mettere la bottiglia in un pentolino contenente acqua bollente e lasciarla a bagno fino a quando l'olio non sarà diventato fluido.
In un pentolino che possa contenere tutti gli ingredienti, versare l'olio di cocco sciolto (non buttare la bottiglia), l'alkanna, il mallo di noci e le carote tagliate a capelli d'angelo oppure a julienne (sottili). Con un cucchiaio immergerle bene nell'olio.
Inserire la pentola in un'altra pentola più grande contenente acqua, portare ad ebollizione e far andare a bagnomaria per 3 ore. Bloccare la pentola con un elastico o con dei laccetti oppure con delle mollette che tengano uniti i manici in modo che con l'ebollizione non si giri in continuazione e l'acqua sia sempre a livello superiore dell'olio. La pentola deve rimanere assolutamente scoperta per permettere all'acqua delle carote di evaporare, l'acqua della pentola sotto invece dovrà sobbollire appena. Ogni tanto aggiungere dell'acqua che con il passare del tempo scenderà di livello.
Trascorse le 3 ore spegnere, togliere la pentola dal bagnomaria e lasciare l'olio a raffreddare quasi completamente.
Filtrare l'oleolito rosso bellissimo, in un telo di cotone bianco e strizzare bene per recuperare tutto l'olio.
In un secondo momento filtrare nuovamente su filtri di carta, tenendo presente che ci vorranno diverse ore, quindi si potrebbe inziare la filtratura la sera e terminarla la mattina successiva.
Se avete usato l'olio di cocco in bottiglia potete raccogliere e conservare l'oleolito nella stessa bottiglia.
Una volta recuperato tutto l'oleolito aggiungere la vit. E che svolgerà una doppia funzione: aumentare il tempo di conservazione dell'oleolito e proteggere la pelle dai raggi solari.

Preparazione dell'olio solare:
In una bottiglia mettere oleolito rosso e olio di sesamo in parti uguali (per esempio 100 ml di oleolito rosso + 100 ml di olio di sesamo). Aggiungere qualche goccia di fragranza profumata.
Evitare di aggiungere oli essenziali, per non correre il rischio di macchiare la pelle, molti oli essenziali sono fotosensibilizzanti.
... e ora non rimane che augurarvi una buona abbronzatura!
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
OLIO SUPERABBRONZANTE ALKANNA E MALLO DI NOCI

by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

14 commenti:

  1. Questo olio superabbronzante devo assolutamente provarlo!
    ma l'alkanna tinctoria, il mallo di noci e la vitamina E dove si possono trovare?
    Grazie,

    Vale, Thewoolbox
    www.thewoolbox.wordpress.com

    RispondiElimina
  2. Alkanna e mallo di noci in erboristeria (anche erboristerie online), vit. E in farmacia (oppure da qualche rivenditore di comstica on line).
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  3. Ciao Veggie,
    conservandolo al buio e al fresco posso usarlo anche tra 2-3 mesi?

    Grazie, un abbraccio
    Didì

    RispondiElimina
  4. Ma certo! Se ne porti piccole quantità al mare, cioè non tutto per volta che quindi prenderebbe sole e caldo, lo puoi utilizzre tranquillamnentw anche l'anno prossimo, soprattutto se ci metti la vit.E.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  5. Ciao Veggie, bella ricetta, da provare :D. Una curiosità: per ottenere un oleolito di mallo di noce che tinga davvero conviene utilizzare la polvere o il frutto quando è maturo (marroncino insomma)? Io per ora ho tentato con il frutto acerbo e ho ottenuto un olietto verde :S in teoria il mallo acerbo tinge appena ossidato ma a quanto pare il processo non funziona con l'olio. Fammi sapere che ne pensi :) Grazie.

    RispondiElimina
  6. Ciao, l'olio non si tinge perché il colore viene liberato in acqua, non tanto in olio, per cui anche se si usasse il mallo fresco non cambierebbe nulla, oltre al fatto di dover affrontare i problemi relativi agli oleoliti che contengono acqua, quindi la separazione della fase acquosa da quella oleosa e quando si fa ci si accorge che la parte colorata è proprio l'acqua che bisogna rimuovere..
    Veggie

    RispondiElimina
  7. è la prima volta che compro questo olio o un po paura di metterlo anche se sono già scura o paura di ustionarmi

    RispondiElimina
  8. In che senso compro..
    Se compri un olio all'alkanna non sarà certo uguale a questo, ognuno è una ricetta a se. Comunque se hai paura non usarlo, ognuno conosce la propria pelle ed è risaputo che gli oli hanno una protezione molto bassa.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  9. Ciao... qualcuno sa dove trovare le fragranze profumate per cosmetica? qualche prodotto in particolare per andare sul sicuro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi cercare da http://www.gisellamanske.com/44.html
      oppure ancora meglio da Aromazone:
      http://www.aroma-zone.com/aroma/fragrances.asp
      o da http://www.mineraliberi.it/
      che ora è in ferie ma riaprirà.
      Oppure nei negozi online che vendono rpodotti per saponificazione.
      Ciao Veggie

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. È possibile fare questa ricetta senza alkanna?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì certo, ovviamente non sarà più un olio all'alkanna!
      Veggie

      Elimina
  12. Ciao.Ho qualche problema quando uso l'olio di cocco. si puo' sostituire? Grazie tante.

    RispondiElimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010