Pubblicato mercoledì 7 luglio 2010e aggiornato il

crema "primo sole" viso

Questa crema per il viso non è da considerarsi una crema da giorno da applicare quotidianamente. Si tratta di una crema protettiva da mettere quando ci si espone ai raggi solari. Si può applicare quando si va in spiaggia, ma anche per le gite estive di montagna o quando si va sulla neve in qualsiasi stagione.
Non è molto diversa dalla crema solare "primo sole", è solo meno pesante e più specifica per la pelle del viso.
CREMA "PRIMO SOLE" VISO
Ingredienti:
20 gr. oleolito di curcuma e mallo di noci in olio di sesamo
(oppure olio di sesamo semplice)
14 gr. olio di avocado o di Argan
10 gr. burro di karité
7 gr. cera d'api*
4 gr. (2 cucchiaini circa) lecitina di soia granulare
2 gr. (1 cucchiaino raso) ossido di zinco
1/4 cucchiaino vit. E (alfa-tocoferolo)
30 gr. acqua di rose (oppure acqua distillata)
3 gocce o.e. rosa o geranio (facoltativo)
*Preparare la cera come spiegato qui, sarà più facile pesarla e non si sporcherà più nulla.
Preparazione:
Per questa ricetta si può utilizzare olio di sesamo semplice, o ancora meglio un oleolito di curcuma e mallo di noci da preparare come spiegato qui.
Al momentoi di preparare la crema pesare velocemente i 3 gr. di lecitina di soia oppure prendere 2 cucchiaini (precedentemente congelata) che occorrono e altrettanto velocemente macinarli in un macinacaffé. Per la preparazione e l'uso della lecitina di soia leggere l'articolo crema solare "primo sole".
Portare sul fuoco il pentolino con gli oli e il burro di karitè e scaldare a fuoco bassissimo fino a quando cera e lecitina si saranno sciolte completamente, girando con un cucchiaio e cercando di non far attaccare la lecitina sul fondo del pentolino. Spegnere. Aggiungere la vit. E e l'ossido di zinco. Girare per amalgamarlo bene. In unltimo aggiungere le poche gocce di oli essenziali (se si è scelto di metterne).
Per quanto riguarda gli oli essenziali non mi stanco di ricordare che molti sono fotosensibilizzanti, quindi evitare di aggiungerne di testa propria, ma attenersi sia nel tipo che nella quantità a quelli che ho riportato tra gli ingredienti, se si vuole evitare di ritrovarsi con la pelle macchiata.
Se avete un termometro adatto, misurate la temperatura degli oli. La temperatura ideale è di 70°. Se la temperatura è inferiore scaldateli ancora in modo da arrivare a 70°, se invece è superiore, lasciateli raffreddare un po', fino a quando cioè non avranno raggiunto i 70°. Se invece non avete un termometro regolatevi al tatto, gli oli dovranno essere ben caldi, ma non bollenti.
Scaldare l'acqua demineralizzata. Anche l'acqua va portata ad una temperatura di 70° circa. Per ottenere una buona emulsione è assolutamente necessario che la temperatura degli oli e dell'acqua siano quasi uguali. Se però non si dispone di un termometro, nel dubbio è meglio tenere la temperatura dell'acqua un po' più alta che il contrario, in modo da evitare che nel momento in cui verrà versata negli oli la cera inizi a solidificare prima di ottenere l'emulsione.
Nel frattempo che anche l'acqua si scalda (attenzione però, perché ciò avverrà in meno di un minuto) preparare una ciotola con acqua fredda e con qualche cubetto di ghiaccio. La ciotola dovrà poter contenere il pentolino con gli oli, come se fosse un bagnomaria, solo che conterrà acqua fredda e ghiaccio.
Avrete già preprato in precedenza un vasetto da ml o qualche vasetto più piccolo in cui versare la crema quando sarà pronta e avrete già preparato il mini mixer per caffé per emulsionare la crema. Se non lo avete dovrete frullare velocemente a mano usando un cucchiaio.
Quando il vasetto della crema è pronto, quando l'acqua con il ghiaccio e il frullatorino sono pronti, quando oli e acqua sono alla stessa temperatura di circa 70° si può partire con la fase più delicata della preparazione: l'emulsione.
Appoggiare il pentolino con gli oli sul piano del lavello e iniziare a frullare, pian pianino.
Come per una maionese aggiungere l'acqua poco alla volta continuando a frullare. Quando l'acqua è terminata continuare a frullare per un paio di minuti. La crema sarà ancora liquida ma avrà assunto un aspetto spumoso simile a uova sbattute, come si può vedere nell'immagine.
Trascorsi 2 minuti poco più o poco meno, passare velocemente il pentolino nella ciotola con acqua e ghiaccio e riprendere ad emulsionare con il mini mixer.
L'acqua fredda farà abbassare velocemente la temperatura della crema che presto inizierà a solidificare. Continuare a frullare finché all'interno del pentolino, lungo le pareti, non si forma un anello più denso di crema. Ci vorrà pochissimo in questo caso, perchè il burro di karitè contenuto accellererà il tutto. Appena la crema inizia ad addensarsi sospendere di frullare e versarla nel barattolo aiutandosi con un cucchiaio se necessario. A questo punto la crema è pronta.
Prima di chiudere il barattolo e riporla, attendere che si sia completamente raffreddata e solidificata.
Conservazione ed uso:
Tutte le creme fatte in casa, che non contengono conservanti (ad eccezione di quelle anidre) vanno conservate in frigorifero. La presenza di acqua limita la durata della crema e la espone a rischi di contaminazioni batteriche. Affinché i rischi siano ridotti al minimo è essenziale la massima igiene, sia in fase di preparazione che successivamente in fase di utilizzo, partendo dalla perfetta pulizia di dei vasetti e degli attrezzi che si usano e prestando molta attenzione e cura quando si preleva la crema dal vasetto. E' preferibile evitare di prendere la crema con le dita, ma se si fa, che almeno siano pulite e asciutte, meglio però usare un cucchiaino.
Non lasciare il vasetto di crema aperto ed esposto all'aria per un tempo superiore a quello necessario per prelevarla.
Visto che la crema andrà conservata in frigorifero è impensabile portarla al mare sotto il sole cocente o in giro e sperare che si conservi per tutta la stagione. Sarà quindi il caso di prendere la quantità di crema che serve di volta in volta e metterla in un altro vasetto più piccolo da portare in spiaggia.
Se si dispone di una borsa termica per le bibite si può mettere lì, altrimenti tenerla all'ombra in una borsa.
Per questa crema per il viso è sufficiente riempire un vasetto da 10 ml da portare con se e riempire all'occorrenza.
Per altre informazioni sulla conservazione leggere questo articolo.
Applicazione:
La crema è discretamente protettiva, questo però non significa che ci si possa prendere la libertà di esporsi troppe ore al sole e/o nelle ore critiche, il buonsenso non deve mancare.
Si applica una o più volte in base alle ore di esposizione.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
CREMA "PRIMO SOLE" VISO by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at lareginadelsapone.blogspot.com.

44 commenti:

  1. ..e brava Veggie, se riesco a trovare tutti gli ingrdienti le preparo tutte e due!! Ciao Francesca

    RispondiElimina
  2. E' quello che ha detto anche Claudia ;-)
    Io le ho fatte e provate, vale la pena.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  3. Carissima,
    secondo te che protezione possono avere (in termini di SPF!)? La posso usare per un piccolo e su pelle chiarissima piena di nei? Mio marito, io e il mio piccolo usiamo PER TUTTA LA STAGIONE lo schermo totale, a causa, appunto, dei nei!
    Grazie Fra'

    RispondiElimina
  4. Sono sempre molto cauta nel consigliare qualcosa per i bambini, non saprei e non so neanche che protezione abbia in termini di SPF.
    L'unica cosa che posso dire è che la scorsa estate è stata usata con successo da una mia amica che ha una pelle piena di nei e che si brucia facilmente anche dopo soli pochi minuti di esposizione, anche lei usava uno schermo totale e questa crema è andata molto bene.

    RispondiElimina
  5. Veggie ...sono ancora io!Ma con l'arrivo della bella stagione non si può proprio usare tutti i giorni,visto che si sta molto all'aperto
    ciao Marilena

    RispondiElimina
  6. Beh in questo caso no, perché è una crema troppo forte da mettere sotto il sole delle uscite ordinarie. E' studiata per il sole forte. Faremo una crema da giorno protettiva dal sole ma più leggera.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  7. Grazie Veggie...sempre gentile...terrò d'occhio quando la metterai
    Ciao Marilena

    RispondiElimina
  8. Ciao Veggie ho un dubbio enorme, ho comprato dell'ossido di zinco ordinandolo dalla farmacia vernile, quando mi è arrivato ho letto sulle caratteristiche cimico-fisiche del prodotto che c'è dell'arsenico <5 ppm e anche un po' di cadmio <10 ppm, saranno sicuramente nanoparticelle e spesso lo zinco puro in natura si trova insieme a questi altri metalli però....che devo fare lo uso???perchè l'arsenico anche in piccole quantità fa male e non mi fido tanto delle norme istituzionali sui minimi legali...

    RispondiElimina
  9. Puoi usarlo tranquillamente, essendo di grado farmaceutico.
    E' normale che ci siano dei residui, li trovi ovunque (anche nell'acqua purtroppo) e sono minimi.
    L'unica differenza sta nel fatto che in quello che hai acquistato per correttezza è stato dichiarato in etichetta.

    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  10. come al solito grazie mille!!!

    RispondiElimina
  11. Vorrei preparare una crema per il sole. Visto che quella per il viso e quella per il corpo sono simili avrei pensato di farne solo una (la più leggera ovviamente) ed usarla in tutti e due i casi. La crema primo sole viso risulterebbe troppo "leggera" per il corpo o può andar bene?
    Grazie, Enrica

    RispondiElimina
  12. No, affatto, considera che quella per il corpo è moooolto protettiva, quindi se non hai una carnagione delicatissima e non sei piena di nei andrà più che bene anche quella per il viso.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Veggie,
      mi riaggancio a questo post. Gli o.e. da aggiungere alla crema primo sole viso sono 3 gocce. Considerando appunto che la faccio anche per il corpo, se mettessi delle fragranze, come mi devo comportare? Posso metterne un po' di più anche se poi la utilizzo per il viso?
      Grazie, Enrica

      Elimina
    2. Il problema sta nell'esposizione al sole, se sei sicura di utilizzare fragranze di qualità puoi metterne qualche goccia, quanto agli oli essenziali è meglio non inserirne sopra le dosi che ho indicato e solo nelle tipologie che ho indicato (anche la lavanda può andare). Molti oli essenziali sono fotosensibilizzanti, meglio non rischiare.
      Ciao Veggie

      Elimina
  13. ciao veggie
    nella tua ricetta l'effetto filtro solare è garantito solo dall'ossido di zinco o anche da altri ingredienti?
    grazie e complimenti di cuore per la ricchezza dei tuoi suggerimenti
    annalisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ossido di zinco, olio di sesamo, mallo di noci, ma anche un po' il burro di karité.
      Ciao Veggie

      Elimina
  14. E se invece di emulsionare con sola acqua, usassi il conservante?( Quello della tua ricetta).
    E' possibile scaldare il conservante mantenedone le proprietà? Grazie.
    Gra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, il conservante dev'essere usato a temperatura ambiente.
      Se vuoi provare a metterlo le quantità sono riportate nell'altro articolo, ma dovrai misurare il pH e regolarlo di conseguenza...
      Forse sarebbe più pratico rivolgersi ad un altro conservante se si decide di usarne uno.
      Forse il Cosgard di Aromazone
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. mmmmmhhh...in realtà pensandoci bene non è necessario il conservante perchè la crema solare non la metterei tutte le mattine dopo la doccia, ma solo quando giocherò a tennis e più avanti quando andrò al mare, quindi potrei vincere la pigrizia e andarla a prendere nel frigorifero!
      Ma la durata, se ben conservata, qual'è?Grazie.
      Gra

      Elimina
    3. In frigorifero non molto, ma se lacongeli come spiegato nell'altro articolo, quella che ti rimane la puoi usare anche l'anno successivo.
      Veggie

      Elimina
    4. Grazie Veggie!
      Gra

      Elimina
  15. ciao veggie, in sostituzione della cera d'api come alternativa vegan cosa consigli ?? :) grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so... in questo caso la cera serve come emulsionante, un'altra cera non andrà bene, bisognerebbe rivedere tutta la ricetta..
      Ciao Veggie

      Elimina
  16. Ciao
    Utilizzando la lecitina liquida invece di quella granulare, quanta dovrei usarne?
    Altra domandina.. questa crema spalmata sul viso lascia una patina bianca?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul viso lascia una pelle unta, ma non bianca come se si mettesse la pasta di Hoffmann.
      Non ho mai usato la lecitina liquida, dovresti provare tu, suppongo che sia più concentrata di quella granulare, io proverei con metà quantità di quella della ricetta, ma è solo un'indicazione.
      Potresti cercare in rete le percentuali consigliate per le creme.
      Ciao Veggie

      Elimina
  17. Ciao Veggie,
    vorrei preparare la crema solare, sperando che presto arrivi anche l'estate!
    Mi hanno chiesto per quanto si potrebbe conservare, ipotizzando vacanze in camper o in tenda, dove non è così comodo l'uso del congelatore.
    Per ovviare a questo, avrei pensato di mettere un conservante (ho il Cosgard). Ma quando lo dovrei aggiungere?
    Grazie, Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza frigorifero si conserverà per poco, puoi mettere del cosgard, aggiungilo all'ultimo, quando la crema è quasi fredda.
      Ciao Veggie

      Elimina
  18. Grazie.
    Allora, questo è quello che penso, dimmi se sbaglio.
    In congelatore non c'è alcun problema; senza mettere conservanti, messa in frigorifero, dura 4-5 giorni; se aggiungo il cosgard può durare fino ad un mese, ma riposta in un posto fresco. Può essere?
    Un'ultima domanda: il cosgard mi dici di aggiungerlo quando la crema è quasi fredda; ma si incorpora bene al composto poi?
    Buona giornata, Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, si incorpora bene, con il Cosgard durerà più di un mese.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  19. Ciao Veggie :)
    Sto facendo gli oleoliti per le creme "primo" sole.
    Ho solo un dubbio.....quanto unta lascia la pelle del viso? Considera che io ho la pelle grassa, di norma mi lavo con il sapone autoprodotto e metto poi solo un tonico all'argilla senza necessità di creme. Rischio di sembrare una crocchetta fritta? :D
    Altra domandina: quella per il corpo unge il telo mare?
    Grazie millle
    Isabella :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì unge, non potrebbe essere altrimenti..
      Ciao Veggie

      Elimina
  20. Ok.....allora vuol dire che al sole mi farò " 'ndurata e fritta"! :D
    Grazie
    Isabella

    RispondiElimina
  21. Cara Veggie,
    Volevo chiederti una cosa: se si aumentasse l'ossido di zinco potrebbe andar bene anche per il corpo per aver maggior protezione? E poi potrei sostituire l'olio di avocado con quello di crusca di riso?
    Grazie.
    Noemi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, certo, comunque c'è anche la stessa crema versione corpo nel sito.
      Puoi sostituire l'olio di avocado con quello di riso senza problemi.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  22. ciao veggie,
    Ti scrivo perché ho comprato il burro di karite in un minimarket etnico, ne ha di due tipi, io ho comprato entrambi:
    1- in un barattolo di plastica color verdino e al tatto ha una consistenza grumosa, odore non buonissimo ma sopportabile
    2- in busta di plastica, color avorio, consistenza burrosa e odore leggermente meno forte rispetto all' altro
    A- Quale è meglio usare secondo te visto che la crema la utilizzerei anche per la bimba?
    B- Come mai questa differenza tra i due burri? Cosa comporta?
    C- L'olio di cocco potrebbe andar bene per questa crema? Quello che ho comprato sempre in questo negozio etnico ha una consistenza più burrosa che oleosa, anche se diventa olio appena lo tocchi.
    Grazie Alice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh intanto leggi la composizione e accertati che si tratti di burro di karitè puro, dovrebbe esserci scritto Butyrospermum Parkii Butter
      Se fossero puri entrambi la differenza è solo nel tipo di raffinazione, quello più puzzolente è meno raffinato. Io trovo che vadano bene entrambi, anche quello raffinato, in ogni caso conservali in frigorifero.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
    2. L'olio di cocco potresti metterlo al posto di quello di avocado, si liquefa con il calore del corpo è una caratteristica dell'olio di cocco. In estate diventa duro e solido dal colore bianco, in inverno è liquido e giallino.
      Quello dei negozi etnici in bottigliette va bene.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  23. ciao Veggie, volevo sapere da te perchè specifichi che l' oleolito di carota deve essere in olio extravergine di oliva. Telo chiedo perchè per quello che ho fatto io ho usato olio di girasole biologico e olio di riso in parti uguali e poi ci ho messo la vitamina E. Va bene lo stesso per la tua primo sole e primo sole viso? Aspetto la tua risposta ciao e a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì puoi usarlo, io preferisco l'EVO per una serie reagioni, una perché si conserva più a lungo, un'altra perch* nell'eventualità che decida di inserirlo in un sapone l'olio extravergine d'oliva posso gestirlo meglio.
      Nella crema sole invece non c'è nessun problema
      A presto
      Veggie

      Elimina
  24. ciao... spero risponderai anche se il post e datato... a cisa serve la lecitina di soya? poi la vitamina e lo zinco e la lecitina sono fondamentsli? posso sostituirli con qualche oliolito o t.m.?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, la lecitina è l'emulsionante necessario ad emulsionare la crema, alteimenti oli e acqua rimarrebbero separati e non ci sarebbe nessuna crema.
      La vit. E è un protettore della pelle, aiuta contro le ustioni, lo zinco è l'ingrediente fondamentale di questa ricetta, è il principale elemento che conferisce lo schermo solare alla crema.
      A presto
      Veggie

      Elimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. ciao Veggie, ho già provato la ricetta già qualche anno fa e ora la riproverò però con il cosgard.Ho una domanda però,un dubbio che mi è venuto.Gli oleoliti non si rovinano con il calore?Se si credi che si potrebbe aggiungerli alla fine quando si sta freddando la crema o smonterebbe tutto?Hai già provato tu?Grazie se riuscirai a rispondermi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondo ora, magari la mia risposta sarà utile il prossimo anno...
      Tutte le creme si fanno scaldando gli oli, bisogna solo evitare di bruciarli.
      Non si possono aggiungere dopo in quanto l'emulsione non si verificherebbe.
      Ciao
      Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010