Pubblicato venerdì 30 luglio 2010e aggiornato il

acqua di rose

La vera acqua di rose è un idrolato. Si ottiene attraverso il processo di distillazione in corrente di vapore.
In casa non abbiamo i mezzi per produrla, essendo sforniti di distillatore, ma possiamo fare questa versione leggermente alcolica che ho volutamente chiamato acqua di rose perchè composta principalmente da acqua. Si potrà usare come tonico rinfrescante per viso e corpo.

ACQUA DI ROSE
(per una bottiglia da 200 ml)
Ingredienti:
15 ml alcol buongusto 95°
1 cucchiaino aceto di mele
4 o 5 gocce o.e. rosa
2 o 3 foglioline secche di karkadè
(per il colore rosa)
200 ml (quasi) acqua distillata

Preparazione:
Misurare 15 ml di alcol e versarli in una bottiglia trasparente provvisoria. Aggiungere le gocce di olio essenziale di rosa.
4 o 5 gocce sono più che sufficienti, la rosa ha un forte aroma, e noi stiamo facendo un'acqua, non un profumo. Le poche gocce saranno aromatiche al punto giusto e si scioglieranno perfettamente nell'alcol che metteremo.
Agitare la bottiglia per sciogliere bene l'olio essenziale. Aggiungere 150 ml circa di acqua distillata e il cucchiaino di aceto di mele (servirà ad aggiustare il pH dell'acqua e ad adattarlo a quello della pelle). A questo punto versare nel composto 2 o 3 foglioline di karkadè. Chiudere la bottiglia ed agitarla ogni tanto. Attendere qualche minuto, il tempo cioè che il karkadè inizi a liberare il colore nell'acqua e alcol. Quando si sarà ottenuto il colore desiderato filtrare l'acqua di rose e versarla in una bottiglia da 200 ml. Aggiungere poca acqua distillata fino a riempire la bottiglia.
Uso:
Come tonico rinfrescante per il corpo, ad esempio dopo il bagno, passandola con un batuffolo di cotone.
Come tonico per il viso. La rosa ha proprietà rinfrescanti, decongestionanti, idratanti, rigeneranti dei tessuti. E' adatta a tutti tipi di pelle. Consiglio di provarla anche a chi ha una pelle sensibile e delicata. La quantità di alcol è modesta e non dovrebbe dar fastidio.
Quest'acqua come conservante ha solo poco alcol, ma se trattata bene si conserva a lungo. Evitare principalmente il contatto con le mani per non contaminarla.
Per l'uso versarla su un batuffolo di cotone o un dischetto per il trucco.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel
Codice Legale
dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
ACQUA DI ROSE by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at lareginadelsapone.blogspot.com.

35 commenti:

  1. Ricetta carinissima, non ho O.E. di rosa ma vagonate di Bois de Rose, posso sostituirlo? Cambiando olii essenziali posso variare per sfruttare altre essenze che so lavanda, rosmarino iris fiorentina?Nonnabè

    RispondiElimina
  2. Ciao Nonnabè, puoi mettere l'o.e. di legno di rosa, perchè ha proprietà simili alla rosa, anche se di rosa non si tratta.
    Forse il profumo sarà più leggero, in questo caso aggiungi qualche altra goccia, prova 7 o 8 gocce. Non esagerare con le gocce perché gli o.e. devono solubilizzarsi nel poco alcol che contiene l'acqua, se ne metti troppe galleggiano e dobbiamo evitarlo.
    Anche altre acque possono essere fatte allo stesso modo, le più indicate sono proprio lavanda, rosmarino, salvia, geranio, fiori d'arancio ecc..
    Chiaramente ad ognuna si devono attribuire le proprietà dell'olio essenziale corrispondente.
    Per queste acque prova se sono sufficienti 5 gocce prima di aumentare.
    Considera che il profumo si deve sentire leggermente, l'acqua non dev'essere inebriata come se fosse un profumo.
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  3. Quest'acqua è una vera coccola, lascia la pelle liscia e profumata.
    Veggie, le tue ricette sono sempre delle bellissime scoperte.
    Grazie
    Didì

    RispondiElimina
  4. Carissima Veggie ti seguo sempre con molto entusiasmo, sei un vulcano di idee preziose per tutti, ma non so se mi è sfuggito qualche file riguardo all'autoproduzione di olio per massaggi curativi....mi viene in mente un olio provato in oriente a base di senape ne sai qualcosa ? Grazie, Lia Frosini

    RispondiElimina
  5. Ciao Lia, ho intenzione di parlare di olio di senape o di qualcosa a base di olio di senape con l'arrivo dell'autunno, ora con questo caldo non mi pare il caso.
    In ogni caso nelle ricette intanto puoi trovare già il balsamo di tigre e la pomata all'arnica.
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutte!
    Sto per avere un cucciolo e volevo usare questa acqua per realizzare il "liquido" nelle salviettine umidificate lavabile che ho fatto per lui, però in presenza di alcol direi che non va bene, qualcuna mi può consigliare?

    RispondiElimina
  7. No, non è adatta proprio per la prsenza dell'alcol, anche se solo in piccole quantità.
    Puyoi preparare degli infusi di petali di rosa (non trattati) ma dovrasi cambiarli spesso, se non vengono utilizzati conservanti.
    Veggie

    RispondiElimina
  8. Ciao, innanzi tutto molto interessanti i tuoi "preparati". Ne ho letti alcuni stasera (la prima volta che capito sul blog) e sicuramente li rpverò...ho gia segnato le ricette... Avrei però qualche domanda...questo è l'ultimo post che ho letto finora e quindi la inserisco qui, ma vale un pò oer tutte le praparazioni... Un'informazione che non è mai riportata è il periodo di conservabilità, sia per l'acqua di rosa, per gli oleoliti, oli per la cellulite etc... non so un mese? qualche giorno? credo a temperatura ambiente, non al sole diretto... ho anche alcune domande sul tocoferolo, su cui mi sono documentata parecchio per aggiungerlo ad alcuni oleoliti...ma creeo che dovrò cercare un post piu adatto! grazie! e complimenti!

    RispondiElimina
  9. Ciao, quest'acqua di rose si conserva tranquillamente per qualche mese. Nel post ho scritto che si conserva a lungo, intentendevo che c'è tutto il tempo di consumarla.
    Per gli oli e oleoliti non si può dare un tempo preciso, molto dipende dalle condizioni in cui vengono conservati, se tenuti in ambiente adeguato si conserveranno anche per 2 anni, soprattutto se si prende l'abitudine di aggiungere della vit. E o dell'oleoresina di rosmarino.
    Le ricette che trovi in questo blog sono preparate quasi tutte per conservarsi a lungo, quando non è così lo troverai scritto insieme alle possibili soluzioni adottabili.
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  10. Ciao Veggie :-)) ho provato a fare quest'acqua ieri ma non capisco come mai mi sia venuta opaca... ho preparato alcool e o.e. (ho trovato in erboristeria l'olio essenziale puro di rosa damascena che ha un colore giallognolo (è normale?!) e fino a qui il preparato è rimasto chiaro e dal colore appunto leggermente giallo poi, appena ho cominciato ad aggiungere l'acqua demineralizzata il tutto è diventao opaco e infine aggiunto il karkadè ha assunto un colore rosato ma sempre opaco è rimasto... la tua dalla foto la vedo bella limpida ... :-( mi sarebbe piaciuto regalarla ma temo di aver sbagliato qualcosa ... o va bene lo stesso?

    RispondiElimina
  11. Non saprei la causa, ma non mi sembra che ci sia da preoccuparsi.
    L'opacità dipende dalla presenza dell'alcol, ma è anche possibile che sia l'olio essenziale di rosa. In ogni caso andrà bene comunque.
    Se sei sicura di aver pesato tutto bene regala l'acqua tranquillamente, essendo un prodotto casalingo non vedo un problema di presentazione anche se è leggermente opaca.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  12. Buonasera Veggie ,sinceramente nn conosco l alcol buongusto mi dici qual è per favore grazie Mary.

    RispondiElimina
  13. E' l'alcol che si trova al supermercato che serve per fare i liquori, quello a 95°.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  14. buonasera Veggie, premetto che sono una neofita e muovo i primissimi passi in questo mondo. Le tue ricette sono molto interessanti e vorrei cominciare con lo sperimentare questa. Ho due domande:
    1- Vorrei sapere che tipo di acqua distillata è preferibile usare. Immagino che quella del supermercato non vada bene.
    2- Che differenza c'è tra l'oe di rosa e quello di legno di rosa? Ho letto sopra che si possono usare entrambi. Io non sono tanto interessata alla profumazione quanto agli effetti benefici della rosa sulla pelle del viso dato che ho la pelle delicata e secca. Inoltre da qualche tempo ho spesso le occhiaie e la pelle non più liscissima come un paio di anni fà(può aiutare?).
    Grazie e complimenti per il tuo lavoro. Jessica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi usare l'acqua distillata o demineralizzata del supermercato.
      La ricetta è dell'acqua di rose, quindi è da preferire la rosa al legno di rosa che è un'altra pianta che non ha niente a che vedere con la rosa tranne un richiamo nel profumo.
      Nel commento ho detto che si poteva sostituire, ma è certamente da preferire l'o.e. di rosa che è più idratante, soprattutto nel tuo caso.
      Non posso conoscerer il motivo del cambiamento che noti sulla tua pelle, ma posso dire che la pelle è anche il risultato di quello che avviene all'interno dell'organismo, quindi magari hai modificato qualcosa nelle tua abitudini di vita o alimentari. Anche le occhiaie forse si possono ricollegare ad una sofferenza del fegato.
      Naturalmente le mie sono solo supposizioni, non sono un medico.
      A presto Ciao
      Veggie

      Elimina
  15. un riccio elegante19 febbraio 2012 10:32

    VEggie cara, ieri sono andata in farmacia e per tutta risposta hanno detto che l'acqua di rose della Roberts è identica e precisa a quella che si potrebbe fare in casa. Che dici, la uso per fare il tonico alla vitamina C?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è assolutamente vero perché contiene persino dell'EDTA!!
      E' possibile che sia un distillato, ma come al solito poi l'industria ci aggiunge di tutto, guarda tu stessa l'INCI:
      http://i1113.photobucket.com/albums/k517/quantocostesserdonna/INCI/acquadistillata.jpg
      Allora perché non prendi dell'acqua di rose in erboristeria?
      L'importante è che ti accerti che sia solo distillato.
      Ciao Veggie

      Elimina
  16. Allora niente, pensavo di far bene ed invece ho sbagliato. Questi farmacisti certo che sono proprio degli Strrr

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così mia cara!
      Ciao Veggie

      Elimina
  17. ciao veggie ho del distillato di lavanda è super naturale, fatto da un'amica che produce olio essenziale nella sua azienda agricola biologica, in pratica durante l'estrazione dell'olio dai fiori estrae anche l'acqua che diventa un fantastico distillato per il corpo, simile appunto all'acqua di rose...mi chiedevo e se la usassi al posto dell'acqua distillata per fare un sapone delicato? o mischiando distillato di lavanda e soda caustica scateno qualche reazione strana...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non scateni nessuna reazione strana, se hai tanto idrolato puoi farlo, altrimenti è uno spreco.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. ne ho 3 litri e mezzo grazie...mi sono iscritta al gruppo del sapone....non vedo l'ora di fare il sapone alla calendula per la mia piccola

      Elimina
    3. Allora potrai mettere l'idrolato anche nel sapone alla calendula, sarà un arricchimento.
      Ciao Veggie

      Elimina
  18. Ciao Veggia, ho letto questa tua ricetta e in attesa di prendere l'idrolato su Aromazone mi chiedevo se posso fare questo aggiungendo l'o.e. di arancio dolce o mandarino.
    Vorrei usarlo come tonico appunto..è possibile?
    E poi volevo chiederti..a causa della presenza di alcool consigli di non utilizzarlo per lunghi periodi?
    Grazie

    Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il poco alcol che contiene non dà fastidio, volendo si può usare a lungo.
      Puoi mettere l'olio essenziale di arancio dolce, ma sempre non oltre le 5 gocce totali.
      Ciao Veggie

      Elimina
  19. Ma si può usare quest'acqua come fase acquosa dello struccante bifasico, e quindi sugli occhi? O meglio di no per via di alcool e oli essenziali?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto poco eviterei l'alcol per struccare, anche se in teoria non dovrebbe succedere nulla..
      Comunque la prudenza non è mai troppa.
      Ciao Veggie

      Elimina
  20. Ciao Veggie,
    vorrei chiederti un consiglio, ho la couperose posso mettere l'alcool?
    Mi sono resa conto ,grazie a te , che quella che sto usando contiene l'edta.
    Grazie Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quest'acqua ce ne è poco ma forse è meglio evitare in caso di couperose.
      Semmai dovresti cercare in erboristeria l'acqua di rose dell'Erboristeria Magentina, mi pare che quella sia un distillato senza nessuna aggiunta.
      Ciao Veggie

      Elimina
  21. Veggie,
    avendo delle rose ,ho fatto bollire dei petali per 10 minuti e poi l'ho filtrata,la posso usare per fare il siero alla vit.c al posto dell'acqua distillata?
    Ho letto che fatta in questo modo si mantiene solo per pochi giorni,pensi che si mantenga nel siero per una settimana?
    Ne ho congelata un pò nei cubetti. Siccome ho ancora delle rose vale la pena farla ancora allo stesso modo? Tu cosa mi consigli?
    La vit c che ho comprato sul barattolo c'è scritto solo: acido ascorbico, il tuo è acido l ascorbico, sono la stessa cosa vero?
    Scusa se scrivo quì ma sul post del siero i commenti non mi appaiano e non ho visto neanche le risposte
    Ciao Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che durerà una settimana, ma tentar non nuove, fanne 10 ml, mal che vada lo butti...

      Sì acido ascorbico è quello che ci serve, puoi usarlo tranquillamente.

      Ciao Veggie

      Elimina
  22. ciao Veggie, scusa la domanda ma dal mio solito fornitore ho avuto conferma che o.e. di rosa ha un costo proibitivo, dov'è indicato posso sostituirlo con o.e. di rosa canina (più abbordabile) o legno di rosa?? grazie per le tue fantastiche ricette e per la cura del tuo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va bene anche rosa canina, legno di rosa ora è meglio lasciarlo stare in quanto è una pianta in via di estinzione.
      Ciao Veggie

      Elimina
  23. ciao veggie
    volevo chiedere se quest'acqua può essere usata nei preparati dove è indicato l'uso appunto di acqua di rose o acqua di lavanda mi piacerebbe preparare il balsamo contorno occhi e bocca o anche qualche crema leggere nn troppo oleosa essendoci dell'alcol durerebbe di più?
    ti ringrazio per il tuo sempre prezioso aiuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, perché contiene dell'alcol che non è indicato in tutte le ricette, ma anche perché potrebbe accelerare la decomposizione delle creme prive di conservanti.
      Diciamo puoi metterla in alcune creme ma non per quelle destinate alle aree più delicate del viso come il contorno occhi.
      Ciao Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010