lunedì 10 maggio 2010

shampoo-piatti

Si, avete capito bene, si può fare un ottimo shampoo partendo da un buon detersivo per i piatti. L'idea è nata in seguito ad una chiacchierata fatta qualche anno fa con un anziano signore, il quale mi raccontò che ai suoi tempi si usava lavare i capelli con detersivo per piatti in polvere.
A quell'epoca ancora non esistevano i detersivi liquidi e anche nei miei ricordi d'infanzia ci sono le scatole di allora sugli scaffali del fornaio....
Il signore in questione insieme ai suoi 75 anni aveva ancora una foltissima capigliatura, così mi son chiesta se oggi, fosse possibile realizzare qualcosa capace di sfruttare le caratteristiche dei prodotti di oggi, sicuramente migliori di quelli di allora.
Come sapete io non compro shampoo o saponi perché preferisco sfruttare le virtù del sapone naturale che faccio da me, ma mia figlia ad esempio non sopporta il contatto del sapone sui capelli, inoltre non è disposta a fare il risciacquo all'aceto, passaggio indispensabile dopo l'uso del sapone-shampoo. Così da qualche anno le preparo lo Shampoo-piatti se non altro è una via di mezzo tra un prodotto industriale e un sapone naturale ed è decisamente migliore dei più pubblicizzati shampoo che si trovano in commercio. Tutti gli shampoo industriali contengono EDTA, SLES, SLS. Sono tutte sostanze ritenute da molti, responsabili di patologie della pelle, mai così frequenti come in questi anni (e altro). Per evitare queste sostanze e altre altrettanto dannose, dobbiamo però saper scegliere tra i detersivi per piatti presenti sul mercato. Non possiamo andare al supermercato e comprare il primo che ci capita, anch'esso infatti conterrà le famigerate sostanze. Dobbiamo cercare un prodotto che contenga solo tensioattivi non etossilati, cioè di origine vegetale (senza sostanze petrolchimiche) quindi senza SLES e SLS e senza sequestranti del tipo EDTA, per trovarlo è necessario rivolgerci a negozi specializzati che vendono detersivi ecologici.
Tra i prodotti ecologici/biologici ho scelto questi come migliori per la nostra preparazione:
Sonett Detersivo liquido per stoviglie a mano
mi sembra il migliore tra tutti. Da prendere il formato da 1 litro che costa €4,20 (non la versione con la pompetta)
Aequa Piatti concentrato di Officina Naturae
ottimo anche questo
Ecor Detersivo piatti e stoviglie con aceto di mele
...e questo.
Ce ne sono anche altri buoni, cercateli. Attenzione però! c'è una marca famosissima e anche costosa che a me non piace affatto. Tra questo genere di prodotti è la peggiore, non posso dire il nome, ma cercatela, comincia per A.
A proposito di questo, se avete dubbi sulla composizione di un detersivo, consultate l'ormai famosissimo Bio-Dizionario, che il caro Dott. Fabrizio Zago ha preparato per noi e messo a disposizione di tutti.

SHAMPOO-PIATTI
Ingredienti:
25% di olio di riso o oliva
10% di aceto di mele
detersivo fino a riempimento
10 gocce di o.e. tra rosmarino, lavanda, geranio (o altri) per ogni 100 ml di shampoo finito
Preparazione:
La prima cosa da fare è misurare la capacità del flacone che useremo per lo shampoo. Per fare questo, basta prendere una bilancia da cucina, pesare il flacone vuoto ed azzerare la tara. Riempire il flacone di acqua e metterlo sulla bilancia. Basta trasformare il peso che si legge da grammi a millilitri per ottenere la misura che ci occorre.
Poniamo il caso di avere un flacone classico da 250 ml.
Versiamo l'olio nel flacone. L'olio nella misura del 25% corrisponde a circa 60 ml (grammo più, grammo meno ha poca importanza). A me piace molto l'olio di riso per questa preparazione, ma anche l'olio d'oliva va più che bene. Poi aggiungiamo l'aceto di mele che in questo caso corrisponde a 25 ml (10% del contenuto del flacone). Infine riempiamo con il detersivo.
Quando si mette il detersivo bisogna chiudere il flacone e agitarlo per amalgamare il contenuto. Il prodotto diventa torbido a causa della reazione tra gli ingredienti, ma piano piano schiarisce e si separa in 2 fasi.
Come si vede dalla prima foto l'olio rimane sempre in superficie, perché come si sa è più leggero dell'acqua e in questo shampoo non abbiamo intenzione alcuna di mettere degli emulsionanti.
A questo punto, se si vuole, si possono aggiungere gli oli essenziali, 10 gocce ogni 100 ml di shampoo in un flacone da 250 ml corrispondono a 25 gocce totali. Chiudere e agitare.
Uso:
L'unico difetto di questo shampoo consiste nella necessità di essere agitato per bene prima di ogni uso. Come si può vedere dalle immagini con una breve agitata il prodotto si amalgama provvisoriamente per il tempo necessario a fare lo shampoo. Consiglio di metterlo in un flacone trasparente che ci fa ricordare il gesto di agitarlo prima dell'uso.
Usare come un normale shampoo.
Non bisogna immaginare questo shampoo come se si mettesse dell'olio sui capelli, non è assolutamente così. Finito lo shampoo i capelli sono leggeri come dovrebbero essere, non grassi.
Per capelli particolarmente secchi la quantità di olio può essere aumentata e portata fino al 30% del totale, ma se necessario si può arrivare fino al 40%.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti d'autore relativi a quest'opera. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Creative Commons License
SHAMPOO-PIATTI by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at lareginadelsapone.blogspot.com.

89 commenti:

  1. Sei sempre una fonte di idee fantastiche! Mi chiedevo se un po' di olio di ricino ci potesse stare bene..

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia, no non può andare in questo caso perché è un olio molto appiccicoso, sarebbe troppo pesante messo direttamentesui capelli. Ci vogliono oli leggeri, oltre a quelli che ho menzionato possono andar bene girasole, sesamo, mandorle dolci forse anche jojoba, ma non ho provato. Si possono anche miscelare tra loro.
    Veggie

    RispondiElimina
  3. Dopo circa un anno ritorno alla carica cara Veggie eccomi qua voglio proprio provare questo preparato malefico e ti farò sapere, al momento sotto mano ho un prodotto della Carrefour "Ecoplanet" marchiato ecolabel e da un ottimo Inci, l'unico neo e che al suo interno c'è del profumo.

    Ciao Sabato

    RispondiElimina
  4. Ma che mi prenda un..... ciao!
    Bentornato, mi fa piacere sentirti.
    A presto Veggie

    RispondiElimina
  5. Cara Veggie,ho lavato i capelli con lo shampoo-piatti...sono molto contenta.Ho messo l'olio di riso al 30%.I capelli sono ben puliti e soffici.Cosa dici se aumento l'olio al 40%?ho la dermatite seborroica(alcune zone molto secche e squamose).
    Nicoletta

    RispondiElimina
  6. Puoi farlo, devi trovare la giusta quantità per il tuoi capelli.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  7. Tra poco finirò il mio shampoo dell'erboristica e visto che ho preso il detersivo piatti Winni's voglio proprio provare!!
    Però ho due domande:
    -il detersivo che io ho preso è di quelli concentrati, tipo quelli in bottigliette piccole....ne metto le stesse quantità?
    -dici che si potrebbe fare anche con degli oleoliti fatti in casa al posto dell'olio?!
    grazie e complimenti!

    RispondiElimina
  8. Accertati innanzitutto sulla qualità del detersivo in questione e sui sequestranti, tensioattivi, profumi o altre cose che può contenere, magari aiutandoti con il biodizionario. Una volta stabilito che possa andar bene, se mi dici che il detersivo è più concentrato degli altri puoi mettere 3/4 di detersivo e 1/4 di acqua, almeno la prima volta: Poi ti bsi sulla quantità di schiuma che produce, se ti sembra ancora troppa il prossimo lo diluisci di più.
    Puoi usare gli oleoliti anziché oli semplici.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  9. Sto provando questo shampoo da circa due settimane...ne ho fatto 100 ml. La prima volta mi sà che avevo diluito troppo perchè i capelli mi son venuti fuori tutti oleosi anche dopo il risciacquo...dalla seconda volta invece mi sono innamorata =)
    I capelli vengono perfetti e restano puliti per un bel po'...almeno i miei =P
    Ora ho ordinato finelmente un po' di olli esenziali e nun vedo l'ora di rifarlo con l'oleolito al limone (dici che va bene?)che sarà pronto e gli olii.
    Ok scusa il papiro!grazie .siza.

    RispondiElimina
  10. Penso di si! Spero che tu abbia usato limoni biologici per l'oleolito, purtroppo gli agrumi raccolgono sulla scorza più di altri frutti molti pesticidi e cere che non fanno affatto bene.
    A presto Ciao
    Veggie

    RispondiElimina
  11. Ciao Veggie,sono nuova del tuo blog e volevo sapere se era possibile usare il detersivo piatti winni's al posto di quelli che suggerisci tu perche i tuoi non riesco trovarli...Grazie per la risposta..:-)

    RispondiElimina
  12. ciao sono natalia: ho preparato il tuo shampoo piatti e funziona a meraviglia.
    volevo solo sapere se ci sono problemi di conservazione: cioè una volta preparato quanto dura? io l'ho fatto prima dell'estate e ne ho ancora: posso continuare ad usarlo o è meglio buttarlo e farne uno nuovo?
    grazie mille

    RispondiElimina
  13. Di preciso non lo so, qualche mese dovrebbe durare. Se ne hai poco ti conviene finirlo, se invece è ancora parecchio e ha più di 3 mesi ripreparalo, magari in quantità inferiore.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  14. ok grazie allora lo finisco ...! N

    RispondiElimina
  15. Ciao sono Mary, il detersivo della Tea credi che vada bene per fare questo tipo di shampoo? e serve anche aceto nel risciaquo?grazie e ti faccio i miei complimenti!

    RispondiElimina
  16. Non ho sottomano la composizione del detersivo della Tea, ma suppongo di si, che vada bene, la Tea mi sembra sia molto attenta alle composizioni.
    Ilrisciacquo all'eaceto non è essenziale usando questo shampoo, ma è sempre meglio farlo, l'aceto dà comunque dei benefici al capello e toglie l'elettricità.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  17. BUONGIORNO DA MARY,UN CONSIGLIO SU CHE SHAMPOO USARE PER I MIEI DUE GATTI? GRAZIE!

    RispondiElimina
  18. Buongiorno Mary, nessuno shampoo, i gatti non vanno assolutamente lavati! Si lavano da soli e sono sempre profumati.
    I miei profumano sempre di borotalco!
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  19. grazie , hai ragione , ANCHE I MIEI GATTI DA ADESSO SAPRANNO DI BOROTALCO COME I TUOI! :-)

    RispondiElimina
  20. Ciao da Mary, ho appena finito di fare lo shampoo-piatti con
    il detersivo che compro al punto macrobiotico lo usano loro in cucina ,mi sono fatta dare l etichetta per leggere gli ingredienti e sono tutti vegetali al 100% Cè da fidarsi? grazie Mary. quando ti invio un commento cosa devo selezionare? esco sempre come anonimo! :-)

    RispondiElimina
  21. Ciao Mary, penso di si, che ci si possa fidare in questo caso.
    Quando lasci un commento, se sei iscritta al blog con un account gmail allora nella finestrella sotto i commenti, dove leggi seleziona profilo selezioni Account Google, e poi devi aprire il tuo account con la pass ecc... altrimenti non importa se selezioni anonimo, basta che ti firmi perché possa riconoscerti, va benissimo.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  22. Ok perfetto grazie da Mary!Bserata.

    RispondiElimina
  23. Ciao Veggie, questo shampoo è fantastico :-) lo uso da 2 mesi, i miei capelli non sono mai stati meglio. Uso il detersivo Ecor all'aceto di mele, olio di riso e aceto di mele con fiori di lavanda. Adesso sono curiosa di provare lo shampoo Alga! Complimenti e grazie per tutti gli ottimi consigli.
    Ciao-Sara

    RispondiElimina
  24. Ecco, lo sapevo, credevo di aver comprato un sapone per i piatti bio e invece...ha il 2-bromo-2-nitropropane-1,3-diol = a PESERVATIVO!! Basta poco a farsi fregare, pensa che l'ho comprato in un negozio che vende solo cose biologiche. Meno male che ho riletto l'etichetta con calma ed ho usato il biodizionario.
    Maura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pazienza... lo userai per i piatti o per le ricette del libro se ce l'hai.
      Ciao Veggie

      Elimina
  25. Buon giorno Veggie.Dopo aver fatto lo shampoo Alga,quelo con la radice di saponaria,il panetto di Ghassoul,che però è pieno di crepe(perhè?)tutti ottimi,mi accingo a produrre questo.Ma mi chiedo:è proprio necessario mettere gli o.e?Qual'è la loro funzione?solo per profumare o per altro? La stessa domanda vale per i saponi.Grazie per la tua pazienza Rosy

    RispondiElimina
  26. ciao Veggie...ma lo sai che ho dato alla mia mamma che ha 85 anni la tua crema marsiglia, e' si e' lavata i capelli?? :o))

    stella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaah!!! L'ho scritto che un tempo qualcuno si lavava i capelli con il detersivo.
      Un abbraccio e un bacione alla nonna.
      Ciao Veggie

      Elimina
  27. Ciao! proposta: e se invece del detersivo si usasse uno shampoo industriale, magari delicato e con poche schifezze, per "perfezionarlo" in questo modo? dici che potrebbe funzionare? grazie:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora perché non usarlo così com'è?
      Propongo il detersivo per i piati perché a mio parere contiene meno agenti nocivi (sles sls ecc)dello shampoo, naturalmente bisogna scegliere un detersivo sul tipo tra quelli indicati.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. scusa..^_^ pensavo ci fossero meno schifezze in uno shampoo per i capelli che nel detersivo per i piatti.. è incredibile quanto le industrie ci vogliono male! hehe

      Elimina
    3. Succede perché è più difficile ottenere un prodotto per i capelli che abbia determinate caratteristiche e che possa piacere l'effetto che lascia e tutto il resto, mentre un detersivo per i piatti alla fin fine deve solo detergere, per quanto forte che possa essere, non dimentichiamoci che spesso si usa con le mani nude (senza guanti, quindi comunque l'aggressività ha un suo limite rispetto ad altri detersivi per la casa.
      Ciao Veggie

      Elimina
  28. Salve! complimenti per il sito che è una fonte eccezionale di informazioni! Ho preparato lo shampoo piatti, ho capelli da sempre secchi, con colpi di sole. La prima volta ho avuto un risultato eccezionale, tanto da non usare nemmeno il balsamo; la seconda volta invece si sono seccati molto. Oggi, la terza volta, ho aggiunto dell'olio di oliva e sono venuti discretamente (un pò secchini). E' magari il caso di alternare due shampoo diversi o applicare un balsamo? Ciao e grazie di tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non userei il balsamo, magari mettere altro olio, se serve, oppure alternerei i lavaggi con prodotti diversi.
      Ciao Veggie

      Elimina
  29. Ciao veggie a me è venuto un bel pò liquido è normale?Ho usato le dosi giuste ma non so :-( è possibile che sia stato l'aceto?E se lo sostituissi con il limone? Grazie per la tua risposta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La consistenza dipende da quella del prodotto iniziale.
      Ho paura che il limone sia troppo aggressivo, inoltre tende a schiarire i capelli.
      Ciao Veggie

      Elimina
  30. e se si potesse aggiungere un po di gomma xantana verrebbe piu denso?O con un pò di amido...che dici funzionerà?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao veggie mio marito è un po scettico, ha paura che usare un detersivo a lungo andare rovini i capelli...tu che dici?
      se al posto degli oli indicati, si usasse quello di manorle? olio d'oliva o di riso vanno bene quelli ad uso alimentare? ultima cosa, riesci ad indicare qualche altra marca di detersivo perchè quelle che consigli sono introvabili

      Elimina
    2. L'amido è da escludere, la gomma xantana non mi piace sui capelli, almeno nei prodotti per detergerli..
      Ciao Veggie

      Elimina
  31. Ciao Veggie,
    sono iscritta anche al Gruppo Sapone e Autoproduzioni. Volevo ringraziarti per questa ricetta che farà molto felice sia me che mia sorella che abbiamo problemi con i normali shampo!poi volevo chiederti, potendo sostituire l'olio di base con un oleolito e volendo provare a farlo da mè con i fiori di calendula,è meglio prepararlo con l'olio di vinaccioli o provare direttamente con quello di riso, dato che è l'ingrediente principale della ricetta. Temo che l'olio di oliva risulterebbe troppo pesante per i miei capelli e preferirei non utilizzarlo.
    Grazie mille
    Jeannette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi usare l'olio di riso, ma perché l'oleolito di calendula?
      Io nin credo sia una buona idea. La clendula rilascerebbe sui capelli una sorta di nutrimento che forse appesantirebbe.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. Tu cosa suggerisci? sostituire solo una piccola parte di olio di riso con oleolito di calendula (quanto?)o scegliere proprio un oleolito diverso?
      Grazie
      Jeannette

      Elimina
    3. Io eviterei l'oleolito di calendula per i capelli.
      Ciao Veggie

      Elimina
  32. Ciao Veggie,alcune domande; ma che odore esce fuori? C'e'anche il fatto che tutti i detersivi per piatti sono profumati e hanno coloranti e conservanti e c'e' sempre qualcosa di chimico dentro anche in quelli che sono EcoBio.Non sarebbe meglio provare con cose naturali tipo zucchero sale bicarbonato e limone?

    RispondiElimina
  33. Ciao Veggie, sul sito di officina naturae nn mi sembra più di vedere i prodotti aequa.. io in casa ho il detersivo per piatti quello loro normale.. la scheda dice:
    Tensioattivi ricavati da materie prime di origine vegetale.
    Ricco di derivati dell’ olio di oliva e di cocco ad azione emolliente.
    Azione igienizzante grazie alla presenza di alcool etilico.
    Efficace e facile da risciacquare, poco schiumogeno.
    Profumato con soli oli essenziali.
    La particolare composizione e il pH neutro rendono il prodotto indicato per pelli sensibili e delicate.

    Non contiene: addensanti e profumi di sintesi, fosfati, coloranti, materie prime di origine animale.
    Il prodotto è facilmente, rapidamente e completamente biodegradabile.

    Modalità d’uso: Prodotto concentrato. Per un uso ottimale e senza sprechi diluire 10 ml di prodotto in 5 litri d’acqua.

    posso usarlo? sempre nella stessa quantità anche se è concentrato? non produce molta schiuma quindi non potrei basarmi sulla quantità che ne produce per regolarmi..

    grazie!!!
    Vivi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il detersivo è di qualità, preso nei negozi specializzati (e pagato anche) allora sì, altrimenti se si tratta di un detersivo economico c'è di sicuro la fregatura sotto..
      Se è buono mettine la metà di quello richiesto nella ricetta e l'altra metà acqua (meglio se demineralizzata)
      Ciao Veggie

      Elimina
  34. se risultasse troppo forte il detersivo, al cambiare le percentuali oltre alla possibilità di aumentare quella dell'olio si potrebbe pure aggiungere dell'acqua?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, si può mettere il detersivo diluito con acqua anche perché non sono tutti uguali quanto a concentrazione.
      Ciao Veggie

      Elimina
  35. ciao Veggie cara!! è da un po' che non ti assilo qui! (ci sto pensando nel gruppo però :D )
    ho fatto l'altro giorno questo shampoo e mentre versavo gli ingredienti mi sono distratta e...ho messo il doppio dell'aceto!! :S mi trovo con 20% olio, 20% aceto e 60% detersivo (purtroppo ecor...dalle mie parti non si trova altro! umpf!) può fare qualcosa?
    l'ho provato e lava bene anche, anche se ho la sensazione che abbia lavato troppo! che posso fare? provo ad aggiungere un po' di acqua, un po' di olio o entrambi?
    grazie :)
    isabella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungi tranquillamente un'abbondante quantità di acqua, tanto il detersivo è concentrato, avrai notato che fa molta schiuma.
      Con la xantana non si rende più denso, ma la gomma produce un malloppo all'interno del liquido, senza unirsi al resto.

      Soda caustica???? vuoi finire in ospedale? Ma come ti vengono certe idee! La soda caustica dev'essere saponificata per essere neutralizzata altrimenti come è scritto nel nome è "caustica" e ti brucia completamente il cuoio capelluto.
      Ciao Veggie

      Elimina
  36. ah, dimenticavo!!
    c'è un modo per renderlo più viscoso?
    hai detto che la xantham gum non ti piace sui capelli; avevo pensato alla soda caustica ma non è compatibile con l'aceto.....farine? amidi?
    grazie :)

    RispondiElimina
  37. ok grazie!! :)
    beh, per la soda caustica...pensavo alla ricetta del libro sulla colla per etichette! dirai tu: ma è per la colla!!! però, se non erro, tempo fa vidi un video su youtube dove veniva aggiunta una piccolissima quantità di soda caustica in un cosmetico al fine di addensarlo (forse era proprio uno shampoo)!
    cmq, ok, niente solda!! ;)
    ma farine o amidi? ...colla di pesce o gelatina alimentare?!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...beh suyl web si scrive di tutto e non è detto che tutto sia sicuro, anzi in particolare le ricette di saponi sono spesso scritte da incompetenti, alle volte addirittura caustici, e se si segnala non ti rispondono nemmeno!
      Per le gelatine prova con agar agar ma mi pare di aver provato una volta con scarsi risultati.
      Ciao Veggie

      Elimina
  38. ok! non mi resta che sperimentare allora!! :)
    grazie come sempre ;)

    RispondiElimina
  39. Ciao Veggie!
    ho già provato qualcuna delle tue fantastiche ricette e mi accingo a provare questa. Sto riscontrando però problemi a trovare uno shampoo tra quelli da te suggeriti. ne ho trovato uno solo con questo inci (è un detersivo concentrato):
    Aqua, Sodium laureth sulfate, Lauramidopropyl betaine, Glycerin, Deceth 8, Sodium citrate, Sodium chloride, Citric acid, Parfum, Methylisothiazolinone, benzisothiazolinone, CI 19140, CI 42051, CI 42090, CI 47005
    pensi possa andare bene? posso procedere?
    grazie mille
    Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, assolutamente no! Lo SLS è proprio quello che cerchiamo di evitare, cerca nei negozi del biologico.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. ok.. continuerò la ricerca!
      nel frattempo ho ordinato il tuo libro.. cosi da non cadere in errore al prossimo INCI! :-)
      Roberta

      Elimina
  40. sto cercando ricette di shampoo con detersivo x piatti x curiosità. ho letto la scorsa settimana che anche naomi campbell si laverebbe i capelli con il detersivo x piatti, e volevo sapere qualcosa in più ;-)

    RispondiElimina
  41. sono ripassata x vedere se c'era un qualche rsp, e ho trovato che il commento che credevo d'aver scritto non c'è...magari ho solo pensato di scriverlo, mi capita, alcune vlt.
    ad ogni modo volevo solo dire che l'intervista è leggibile qui http://ohnotheydidnt.livejournal.com/74961559.html in inglese, io l'ho letta forse su vanity fair. parlava, in italiano, di ricetta fatata/da fate, ma è un errore di traduzione, in quanto fairy è un detersivo x piatti.....cmq ctrl+f fairy e potrete leggere della ricetta, se vi interessa

    RispondiElimina
  42. ciao Veggie! vorrei farlo oggi questo shampoo non ho l'aceto di mele, posso usare il bianco normale con cui faccio le pulizie? e poi posso usare un oleolito fatto da me? ho la calendula e la camomilla.. grazie sempre e buona Pasqua e pasquetta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì puoi usare aceto di vino bianco, non quello fatto con gli scarti di frutta, e sì puoi usare gli oleoliti.
      Ciao Veggie

      Elimina
  43. Ciao Veggie, ho trovato solo il detersivo di sonett alla calendula quello con la pompetta da 300 ml....dici che posso usarlo lo stesso???
    Grazie
    Monica

    RispondiElimina
  44. Provato oggi il detersivo shampo, buonissimo! Grande soddisfazione!
    Ricordo anni fa quando mia mamma mi disse che mio padre usava il detersivo dei piatti per lavarsi i capelli, io risi tantissimo e addirittura lo raccontavo come una stranezza, pensavo lo facesse solo lui!! Immagina la mia sorpresa quando ho letto il tuo preambolo! Ora sono molto orgogliosa di averlo sperimentato, grazieeeeeeeeee! Raffa

    RispondiElimina
  45. Ciao Veggie, l'ho fatto!!!!
    Ho dovuto superare lo scoglio di usare uno shampoo con dentro l'olio perchè i miei capelli tendono ad appesantirsi...invece sono belli morbidi anche se sotto la doccia sembrano unti..mi sembra anche che sia piú facile fare la piega..Ho usato evo e il detersivo sonett che avevo in casa. Pensa che non ho neanche usato il balsamo!!!
    Magari proveró con il risciacquo all'aceto....
    Grazie a te ho potuto provare anche questa meravigliosa esperienza!!!!
    E vuoi mettere che spasso quando dico che mi lavo i capelli con aceto di mele detersivo dei piatti e olio di oliva?????
    Mi guardano come fossi pazza!!!
    Ahahahaha!!!!!
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha!! io mi ci sono abituata e per superare la diversità mi diverto anche, è l'unico modo per tenere duro e mantenere i propri principi!
      A presto Veggie

      Elimina
  46. Ciao Veggie mi chiamo Elena,
    ho a disposizione il detersivo per piatti Ecor ma quello con Aloe vera e olii essenziali di limone e arancia,potrebbe andare?
    Grazie Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho letto la composizione di questo sapone, ma non credo ci siano problemi, se va bene uno della Ecor penso che andrà bene anche questo.
      Ciao Veggie

      Elimina
  47. Ciao Veggie sono Martina
    ti chiedo un favore: io avrei a disposizione
    o questo detersivo piatti della Biolù :

    http://www.pumin.it/ita/index.php?IDMenu=9999&dettaglio=dettaglio_prodotti&ID=92&parent=83

    o questo della Bioermi:

    http://www.pumin.it/ita/index.php?IDMenu=9999&dettaglio=dettaglio_prodotti&ID=99&parent=83

    tu cosa mi consigli?

    Grazie per la disponibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Martina, dei due link che mi hai messo preferisco il secondo, è decisamente migliore.
      Se puoi dai la preferenza a quello.
      Veggie

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Un ultima info: io ho i capelli finissimi e tendenti al grasso.. forse l'olio di riso per me è meglio?

      Elimina
    4. Sì, il messaggio non c'è più ma il detergente migliore è quello che avevi indicato Biolu.
      Puoi provare anche con l'olio di oliva, magari metti la quantità minore e poi ti regoli.
      Ciao Veggie

      Elimina
  48. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  49. Ok grazie!!
    ho trovato quello della Sonett alla fine
    e ho usato olio di semi di girasole "deodorato"
    Ti dico poi com'è andata!
    Grazie ancora per la disponibilità
    Ciaoooooo

    RispondiElimina
  50. Ciao Veggie, ancora io, Martina.
    L' ho fatto e va bene!!!
    faccio però due shampoo così mi vengono più puliti.
    Ho bisogno ora di un consiglio: io ho i capelli tendenti al grasso e noto che con la quantità di olio che ce nella tua ricetta i capelli mi escono un pò unti (non so se però è per quello..). Che faccio, diminuisco l'olio la prox volta?
    Grazie!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si prova a diminuire un po' l'olio o a cambiare tipo (potresti provare con l'olio di mandorle dolci), se lo shampoo ti fa troppa schiuma, metti nel flacone meno detersivo e diluiscilo con acqua.
      E' giusto fare 2 shampoo a lavaggio.
      Ciao Veggie

      Elimina
  51. Ciao Veggie!!!!
    Ho scoperto l'olio essenziale di geranio...mi sono innamorata...
    Questo shampoo è fantastico lo uso sempre con il risciacquo all'aceto. Ho i capelli che tendono ad appesantirsi e ho notato che va meglio con poco aceto.
    Baci
    Monica

    RispondiElimina
  52. Ciao Veggie, e' da un po' che non scrivo, ma continuo a sperimentare I tuoi "intrugli" (lo dico in modo affettuoso). Ho provato oggi a fare questo shampoo e lo abbiamo provato sia io che mia figlia. E' ormai un anno che uso lo shampoo autoprodotto, ma mi serviva qualcosa da poter usare quando vado di fretta (di solito quando mi si fa tardi e devo fare la doccia ai bambini di corsa) per poter evitare il risciaquo all'aceto, visto che poi devo mettere in posa anche il balsam0 (mia figlia comincia ad avere capelli lunghetti e per districarli mi ci vuole per forza il balsamo), lo so che si tratta di meno di 5 minuti, ma quando hai una bambina stanca sotto l'acqua che ti continua a dire che sente freddo, quei 5 minuti ti evitano di diventare pazza ;-)
    Comunque, tornando a noi, sono molto contenta del risultato. Il sapone per piatti che ho usato e' concentrato, quindi ho provato a fare come hai consigliato sopra con 3/4 sapone e 1/4 acqua. E' venuto abbastanza liquido, ma una volta strofinato sui palmi e poi in testa ha fatto comunque una buona schiuma.
    il risultato e' stato buono, forse per il mio tipo di capello dovro' aggiungere un po' d olio, ma come dici tu, bisogna fare un po' di prove.
    Grazie per I tuoi preziosissimi commenti.
    Maura

    RispondiElimina
  53. Ciao Veggie,

    vorrei provare questa ricetta, utilizzando il detersivo della Officina Naturae

    Officina naturae Detersivo liquido piatti concentrato

    http://www.officinanaturae.com/_liquido_piatti.php


    Qualche indicazione a tal proposito ? Lo consideri un buon prodotto ?
    Viene inoltre indicato come "concentrato" : è meglio fare 50% con acqua ? Non fà molta schiuma.

    Grazie per i consigli.




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, fai al 50% con acqua.
      Officina naturae ne ha anche un altro molto buono, quello della linea Aqua (mi pare si scriva così).
      Ciao Veggie

      Elimina
  54. Ciao Veggie, non so se conosci AZ.

    Pensi che per questa tua ricetta sia migliore la loro base lavante bio:
    Aqua (eau minérale de montagne), Lauryl glucoside (tensioactif épaississant doux dérivé du sucre), Rosa damascena flower water* (hydrolat de rose de damas BIO), Decyl glucoside (tensioactif moussant doux dérivé du sucre), Glycerin (glycérine végétale), Sodium cocoamphoacetate (tensioactif nettoyant doux dérivé de l'huile de coco), Tilia vulgaris water*(hydrolat de tilleul BIO), Lippia citrodora leaf water* (hydrolat de verveine BIO), Leuconostoc/radish ferment filtrate (conservateur naturel), Sodium cocoyl glutamate (tensioactif nettoyant doux dérivé de l'huile de coco), Sodium lauryl glucose carboxylate (tensioactif nettoyant doux dérivé de l'huile de coco), Coco glucoside (co-tensioactif doux dérivé de l'huile de coco), Glyceryl oleate (co-tensioactif doux et agent relipidant dérivé de l'huile de coco), Glyceryl caprylate (conservateur naturel), Lactic acid (ajusteur de pH).
    * Ingrédients issus de l'Agriculture Biologique

    oppure meglio

    il detersivo piatti EcoPlanet di Carrefour (Ecolabel):
    Aqua, sodium laureth sulfate, cocamidopropyl betaine, sodium chloride / magnesium sulfate, coco-glucoside, citric acid, Methylchloroisothiazolinone, methylisothiazolinone
    (purtroppo qui gli ultimi due componenti hanno la famigerata desinenza finale in -one!!!!)

    Che ne pensi?
    Grazie mille
    Linda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, certamente conosco Aromazone, tra i 2 prodotti presentati uno biologico e uno con marchio Ecolabel è sempre meglio un prodotto biologico rispetto ad uno con con marchio Ecolabel.
      I requisiti necessari ad avere i 2 marchi sono molto diversi. Certamente un prodotto Ecolabel è migliore di uno normale, ma non è paragonabile ad un prodotto biologico. Già solo la presenza di sodium laureth sulfate (SLS) nel secondo, fa la grande differenza.
      A presto
      Veggie

      Elimina
  55. ... perdona.. sempre io..
    naturalmente su quello che dei due tu fossi d'accordo, io lo metterei anche nel tuo "risciacquo speciale" (quando mi faccio degli impacchi oleosi;-))

    Infine, per abbassare o alzare un pochino il ph dei tuoi prodotti, posso utilizzare un po' di gocce di soluzione di acido lattico al 20% o soluzione di soda caustica al 20% (quelle che uso in cosmesi), o potrebbero andare a vanificare la conservazione che tu stabilisci con l'acidità o basicità dei tuoi prodotti?

    grazie 1000 ancora per quando potrai rispondere..
    Linda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per regolare il pH non posso risponderti, dipende dal tipo di prodotto.
      Nel caso di sapone che ha un pH basico si può solo leggermente abbassare, ma se si abbassa troppo il sapone si smonta liberando olio.
      Per altri prodotti non so, dipende se il pH l'ho sfruttato per la conservazione oppure no, o se ho messo dei conservanti è possibile che debbano lavorare in determinati range di pH.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  56. Ciao,
    visto che qui nominavi solo detersivi piatti (pur se ottimi), pensavo che la base lavante che ti ho citato fosse troppo leggerina e non ce la facesse a fare il suo lavoro in questa formula.

    Per il ph, hai ragione, meglio chiedere di volta in volta nelle formule pubblicate
    Grazie mille per le risposte..
    Linda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la base è leggera ti conviene partire con la quantità minima di olio e poi regolarti in base al risultato che ottieni.
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  57. Grazie ancora, una volta ho fatto uno shampoo tipo questo, era col 10% di olii ed era già troppo nel mio caso pur avendo capelli fini e secchi, ma avevo aggiunto lecitina come emulsionante, e non c'era aceto. Proverò sicuramente anche questo per quando finisce il mio... in alternativa a quello alla radice saponaria che ho usato con soddisfazione
    Ciao
    Linda

    RispondiElimina

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010