Pubblicato martedì 4 maggio 2010e aggiornato il

olio per il trattamento della cellulite



Quest'olio, da massaggiare o da applicare come dopobagno si sposa molto bene con il trattamento contro la cellulite ai fanghi del Mar Morto di cui abbiamo parlato di recente.
Si prepara un oleolito a caldo in olio di vinacciolo. In un secondo momento si diluisce con altri oli e si completa con oli essenziali.











OLIO PER IL TRATTAMENTO DELLA CELLULITE
Ingredienti:
300 ml olio di vinacciolo
200 ml olio di mandorle dolci, girasole bio, riso, cartamo, sesamo
(da soli o in combinazione tra loro secondo preferenza)
1 ml vit. E (tocoferolo)
20 gr. quercia marina (fucus, alga bruna)
10 gr. centella asiatica
10 gr. edera helix
10 gr. rusco
50 gocce o.e. ginepro
30 gocce o.e. geranio
30 gocce o.e. pompelmo (in alternativa limone)
30 gocce o.e. menta
20 gocce o.e. rosmarino
Preparazione:
La prima cosa da fare è preparare l'oleolito. In questo caso faremo un oleolito a caldo, così sarà pronto in tempi brevi. L'oleolito si prepara a bagnomaria.
Occorreranno 2 pentole che entrino una nell'altra. In quella piccola si metteranno olio e erbe, in quella più grande acqua. La pentola piccola andrà inserita in quella grande contenente acqua e insieme andranno portate sul fornello, così da evitare di mettere gli oli a contatto diretto con il fuoco.
Versare nella pentola piccola l'olio di vinacciolo e aggiungere le erbe miste (quercia marina, centella, edera e rusco). Mettere la pentola piccola nella pentola grande e regolare la quantità di acqua in modo che raggiunga il livello dell'olio. Portare sul fuoco lasciando la pentola scoperta. Accertarsi che le erbe siano completamente immerse nell'olio. Quando l'acqua del bagnomaria inizia a bollire calcolare 2,5/3 ore di infusione, girare ogni tanto. L'acqua deve sobbollire dolcemente, non deve alzare troppo la temperatura dell'olio, il quale dovrà divenire ben caldo ma non dovrà bollire. Durante l'ebollizione l'acqua scenderà di livello, ogni tanto rimboccarne un po' facendo attenzione a non farla cadere nell'olio.
Trascorso il tempo necessario togliere la pentola dal bagnomaria ed attendere che l'oleolito si raffreddi fino a divenire tiepido o freddo.
Per filtrarlo poggiare un bell'imbuto capiente su una bottiglia scura (si può utilizzare direttamente quella in cui andrà riposto l'olio, in questo caso una bottiglia da 500 ml andrà bene) e metterci all'interno un passino che possa contenenere tutte le erbe dell'oleolito. Per questa preparazione va benissimo un passino in maglia fitta, non è necessario ricorrere all'uso dei filtri di carta. Versare l'olio nel passino e piano piano anche tutte le erbe. Lasciare scolare finché non si vedono più gocce di olio scendere. Ogni tanto esercitare un a piccola pressione sulle erbe con un cucchiaio.
All'oleolito ottenuto aggiungere gli altri (o l'altro) oli e la vit. E. La vit. E è importante sia come nutrimento per la pelle sia come conservante, ma se si pensa di utilizzare l'olio in tempi brevi si può evitare. In ultimo aggiungere gli oli essenziali. Agitare bene per distribuirli uniformemente.
Uso:
Massaggiare sulle coscie con movimenti verso l'alto. Se serve applicare l'olio anche su glutei, addome e braccia. Il massaggio si esercita sempre dal basso verso l'alto, mai il contrario, seguire la direzione del cuore. Sull'addome invece si eseguono movimenti rotatori.
Si possono fare applicazioni giornaliere, ma non meno di 2 a settimana.
Veggie

Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti d'autore relativi a quest'opera. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.Creative Commons License
OLIO PER IL TRATTAMENTO DELLA CELLULITE by
veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at lareginadelsapone.blogspot.com.

55 commenti:

  1. Grande Veggie che pensa alla nostra silhuette ;)
    Ho già preso la miscela di erbe e mi darò alla preparazione nel fine settimana!
    Arriveremo alla prova costume in splendida forma :))
    Claudia

    RispondiElimina
  2. Tu ci vai a nozze con queste preparazioni, ti conosco :-DD
    Ti viene un olio di colore verde e dal profumo delizioso, efficace oltre che profumato.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  3. Adoro fare gli oleoliti! possiamo unire l'utile al dilettevole!

    Ciao
    Bisi

    RispondiElimina
  4. Ciao Veggie, ottimo oleolito per la cellulite.. provato su me e mia sorella lascia la pella morbida, con una piacevole sensazione di freschezza e non unge!! Grazie mille Tiziana

    RispondiElimina
  5. Mi fa piacere, ma vedrai che troverai miglioramenti anche sulla cellulite. Certo come anticellulite ci vuole più tempo.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  6. ok devo procurarmi tutto! devo rimettermi in forma dopo il parto! una domanda sciocca, ma l'olio di vinacciolo dove si trova? così vado a botta sicura che con la marmocchia girottolare è un casotto! poi devo procurarmi gli oli e produrrò per me e mia mamma!

    RispondiElimina
  7. Puoi trovarlo presso i negozi di alimenti naturali tipo NaturaSi.
    In genere hanno quello de Il fior di loto in confezioni da 500 ml.
    Oppure in alcuni supermercati (come l'IperCoop) si trova quello della Carapelli, ma è di qualità inferiore.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  8. sono sbigottita in tutta Livorno non i trova l'olio di vinacciolo neppure da Naturasì che ha detto di averlo tolto dall'assortimento. ora così ho speso un sacco di soldi per tutti gli altri ingredienti che in casa non avevo e mi tocca ordinare su internet ed attendere una settimana minimo, come mi girano le balls!

    RispondiElimina
  9. Purtroppo non si può fare diversamente, oppure prova a cercare il numero de Il Fior Di Loto e fatti dare il rivenditore più vicino a te.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  10. grazie veggie ottima idea o magari anche su pisa, ma almeno lo trovo velocemnte! graze non ci avevo proprio pensato!

    RispondiElimina
  11. olio di vinacciolo arrivato! poi ho ordinato il Raihuen della NaturFarma (spero sia almeno decente!)

    stasera dopo la piscina della piccoletta mi metto all'opera!

    RispondiElimina
  12. ma dove trovi tutte queste idee?

    RispondiElimina
  13. Ma che ne so, mi vengono!
    In genere accade mentre sto facendo qualcosa che magari mi fa accendere una lampadina, altre volte mi vengono durante il sonno!:-DD
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  14. ECCOMI! Ora che ho il tanto desiderato olio di vinacciolo mi manca l'olio essenziale di ginepro e menta, dato che ho tanti piccoli capillari rotti, che ne dici se metto il cipresso e la betulla (magari poca perchè puzza!)?

    Bacissimi
    Bisi

    RispondiElimina
  15. La betulla la puoi aggiungere al mix di erbe, diminuendo in parte le altre se non c'entrano nell'olio, mentre il cipresso lo aggiungi nell'olio sottoforma di O.e. Io ADORO il cipresso, è il mio albero preferito.
    Puoi ripartire le 50 gocce di ginepro e di geranio così:
    40 gocce ginepro
    20 geranio
    20 cipresso, gli altri oli come da ricetta.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  16. Ciao...mi sono trovata per caso nel tuo blog visto che volevo trovare informazioni e ricette sul sapone...ho trovato tante informazioni veramente utili,complimenti!Passo subito alla mia domanda:
    Sul web consigliano il sapone di marsiglia anche come sapone intimo per chi soffre di candidosi...vorrei sapere cosa ne pensi e eventualmente come si usa,cioe' solido , liquido,molto diluito etc.
    Credo cmq che sia fondamentale rispettare il ph,io non so quale sia il ph del sapone di marsiglia....
    Ciao e grazie :)

    RispondiElimina
  17. Ciao, il sapone ha un pH basico, sempre, altrimenti non sarebbe sapone. In genere si consiglia di usare prodotti a pH acido per le parti intime, proprio perché le mucose hanno un pH acido.
    Dato che però la candida trova il massimo dello sviluppo proprio in terreno acido, l'uso del sapone viene consigliato per creare un ambiente sfavorevole, quindi in teoria si consiglia di limitare l'uso del sapone aol solo periodo di candidosi in corso.
    Noi saponai però, o anche chi come noi che per principio si rifiuta di usare detergenti sintetici, usiamo sapone normalmente.
    Io stessa uso per l'igiene intima un sapone liquido (a pH basico)formulato da me da ormai diversi anni e posso dire che non sono mai stata così bene.
    Quindi sostanzialmnente la scelta è personale.
    Se dovessi decidere di usare sapone di Marsiglia, fai attenzione a cosa prendi, anzi ti consiglierei di più il sapone di Aleppo, almeno è sicuro che non ci siano sequestranti, profumi o altra robaccia. Lo puoi usare così com'è a pezzi oppure se preferisci puoi grattugiarlo e scioglierlo in acqua per ottenere un sapone simil-liquido.
    Veggie

    RispondiElimina
  18. Scusami ,ma mi sono accorta di aver postato la mia domanda dove si parla di olio anticellulite...cmq grazie per i consigli :)...dove trovo la tua ricetta del sapone intimo??

    RispondiElimina
  19. @Bisi: Grazie di cosa carissima?

    @ Anonimo: Si in effetti l'articolo non è attinente alla domanda, ma ho dovurto risponderti da qui altrimenti non avresti potuto leggere la mia risposta.
    Ma tu sai fare saponi liquidi?
    A che livello di saponificazione sei?
    Comunque nel blog non inserisco ricette di sapone perché non ci si può improvvisare saponai leggendo una ricetta e senza essere a conoscenza di almeno le basi dei procedimenti.
    Per ricette e metodi, nonché per discutere di sapone puoi fare domanda d'iscrizione al mio gruppo di sapone:
    http://it.groups.yahoo.com/group/sapone_e_autoproduzioni/
    tenendo presente però che i contenuti sono riservati agli iscritti e che è vietato diffonderli.
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Veggie nn riesco ad entrare per vedere i post nel tuo gruppo "sapone e autoproduzioni" su yahoo.. come devo fare?

      Elimina
    2. Ovviamente devi essere iscritto/a poi ogni volta ceh devi entrare clicchi sul link e apri con l'email yahoo che hai utlizzato per l'iscrizione
      Veggie

      Elimina
  20. ....bhe io sarei al primo livello,se cosi' si puo' dire,per quanto riguarda il sapone,quindi sto cercando di reperire quante piu' informazioni e' possibile,ed esclusivamente a scopo personale.Le cose naturali sono le mie pereferite e poi sono un appassionata del fai da te.
    Mi cimento gia' in qualche preparazione cosmetica ,amo curare il corpo i capelli e farmi qualche cremina o oiletto,perche' in giro trovi tante cavolate che la televisione attraverso la pubblicita' ti spara a raffica.
    Grazie...sicuramente mi iscrivero' al gruppo sei stata molto gentile :)

    RispondiElimina
  21. Ciao Veggie,
    sono proprio alle primissime armi e vorrei provare a produrre quest'olio,puoi dirmi come posso reperire gli ingredienti...sai mica consigliarmi un sito online dove magari posso fare un maxi ordine con tutto il necessario?grazie mille Rossana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, a parte gli oli essenziali non ci sono oli particolarmente rari da trovare.
      Puoi prendere l'olio di vinacciolo e quello di irasole bio nelle erboristerie o nei negozi di alimenti naturali tipo NaturaSi.
      Per quanto riguarda gli oli essenziali mi servo di negozi ebay inglesi come questo che conosco da anni:
      http://stores.ebay.it/The-Pennine-Collection
      La vit. E puoi acquistarla in farmacia.
      Purtroppo non c'è mai un negozio unico in cui acquistare i materiali..
      Ciao Veggie

      Elimina
  22. Grazie Veggie, sei stata proprio gentilissima e velocissima!Un'ultima cosa: le erbe invece dove le trovo?Grazie grazie,Rossana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle inevitabilmente in erboristeria.
      A presto Veggie

      Elimina
  23. Ciao Veggie,ho reperito quasi tutto...ho però un dubbio su due componenti: il rusco che ho trovato solo in forma di estratto secco titolato e il fucus che ho trovato in polvere.Secondo te vanno bene lo stesso?devo modificare qualche cosa nel procedimento?Grazie mille per le preziose risposte!Rossana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non devi modificare nulla, peccato per il rusco, che ti avranno fatto pagare di più immagino.
      Ciao Veggie

      Elimina
    2. No,non costa tanto. a dire il vero non ho preso nè il rusco nè il fucus perchè avevo paura di sbagliare.
      Però non ho capito una cosa: vanno bene lo stesso?Scusa per le mille domande ma è la mia prima "produzione" ed ho paura di sbagliare! Grazie mille sei davvero super gentile!!!Ciao, Rossana!

      Elimina
    3. Si, vanno bene lo stesso!
      Ciao
      Veggie

      Elimina
  24. Ciao Veggie, ieri sera ho preparato l'olio e ho spalmato una bella dose dalle caviglie ai glutei. A parte un leggero pizzicore/calore sulle gambe, ho accusato prurito sul resto del corpo, per tutta la notte e stamattina mi sono svegliata con giramenti di testa, che stanno durando tuttora. Se fosse una reazione allergica, dovrei avere puntini su tutto il corpo e non è così. Oppure non tollero gli olii essenziali...ciao zeleika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah... è possibile che il malessere non abbia attinenza con l'olio. Hai provato a misurarti la pressione arteriosa?
      Veggie

      Elimina
    2. Non l'ho misurata, ma è sicuramente bassina. Ma ad ogni modo, è possibile che io abbia esagerato con la quantità di olio? Il prurito e il pizzicore è sintomo del funzionamento del prodotto e dell'attivazione della circolazione?

      Elimina
    3. Si certo è possibile, non serve metterne in abbondante quantità per avere più benefici.
      Comunque la quantità di oli essenziali nell'olio è inferiore al 2%, quindi siamo in una soglia di sicurezza.
      Ciao Veggie

      Elimina
  25. OK, ci riprovo mettendone meno. Il profumo dell'olio è così buono, che forse ieri ho esagerato. Grazie :)
    Buona giornata
    zeleika

    RispondiElimina
  26. Sei grande voglio provare anche questo, una domanda l'oleolito lo preparo con le erbe fresche o secche? Te lo chiedo perchè l'edera e il Rusco(pungitopo vero?)posso procurarmeli freschi.Servono le foglie o le bacche?La Centella l'ho in polvere acquistata di recente su internet.Mentre gli altri ingredienti li ho già tutti.
    Altra domanda posso spalmarmi l'olio prima di andare in spiaggia e poi applicargli la tua favolosa crema sole?
    ciao Luletta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, puoi usare edera e rusco freschi magari pesane un po' di più perché c'è da considerare la quantità di acqua che contengono. Servono le foglie. La centella in polvere va comunque bene.
      No, è meglio non applicare l'olio prima di andare in spiaggia perché alcuni oli essenziali possono essere fotosensibilizzanti e rischieresti di tornare con la pelle macchiata

      Elimina
    2. Ciao, scusa mi è scappato il tasto invio.
      A presto
      Veggie

      Elimina
  27. Ciao, ho scoperto da poco il tuo sito xchè mi sto avvicinando all'autoproduzione, sarò breve. A fine settembre ho messo a macerare dell'edera in un barattolo con oli di girasole,jojoba,riso,mosqueta e poco argan. la ricetta che ho usato diceva di chiudere in un barattolo al buio x 40 giorni, ora, ieri l'ho aperto x vedere come andava ed ho sentito un odore particolare come di fritto. Ho il bubbio che stia irrancidendo x qualche mio errore, potrò salvarlo con il tuo metodo a caldo? o è da buttar via?...(non ci posso pensare, io che non butto via mai nulla..tutti quegli oli buoni...)come posso reciclarlo, solo facendo il sapone?Ciao e i miei complimenti x il tuo sito strepitoso!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse hai usato edera fresca?
      Prova a farlo cuocere a bagnomaria per un paio di ore, in modo da far evaporare l'acqua (prima però lo filtrerei per eliminare l'edera.
      Poi usalo in un tempo relativamente breve..
      Il punto è che hai mischiato tutto, non hai le percentuali dei vari oli usati nella ricetta?
      Altrimenti nel sapone potrai metterne solo poco alla volta.

      Un consiglio... mai fare oleoliti in oli pregiati, prima si fa l'oleolito in un olio base che sarà uno degli oli che serviranno allo scopo prefissato (per esempio oliva, girasole o vinacciolo) poi si miscela un po' di oleolito con altri oli più o meno preziosi che si vuole usare, ma mai fare gli oleoliti misti e soprattutto in oli pregiati.
      Ciao Veggie

      Elimina
  28. Beh, l'edera l'avevo fatta essiccare 2 giorni e mezzo tra due fogli di giornale, pensavo fosse sufficiente xchè qualche fogliolina (che ho buttato) stava diventando marrone.Seguirò comunque il tuo consiglio del filtraggio+bagnomaria, del resto ormai il danno è fatto, cerco di limitare i danni!!Grazie x il consiglio sugli oleoliti e per la celerità della risposta! Ciao

    RispondiElimina
  29. Ciao sono sara... tutte le tue ricette sono stupende! Ho una domanda però, ora devo fare un ordine in un sito (per questa ricetta) e ho trovato quasi tutto tranne la quercia marina (o forse sono io che non la trovo), eventualmente mi sai dire il nome di questa pianta in tedesco (il sito è tedesco) oppure dove posso trovarla? (se si trova in erboresteria mi potresti dire eventualmente un prezzo indicativo? perchè dove sono io i prezzi vengono gonfiati per qualsiasi cosa!) grazie mille e ancora complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nome in tedesco non lo conosco, ma la quercia marina la trovi in tutte le erboristerie, non è affatto rara.
      La trovi sotto il nome di quercia marina o alga bruna.
      Ciao Veggie

      Elimina
  30. In questa erboristeria che conosco bene e che ha dei prezzi giusti costa 2,90 euro l'etto:
    http://www.erboristerie.com/product_info.php/products_id/78017
    Ciao Veggie

    RispondiElimina
  31. ciao veggie devo fare sia una crema anticellulite che una crema per le smagliature alla figlia di una mia amica sia questa ricetta che l olio per le smagliature ricetta sempre tua sono molto interessanti temo pero che per una ragazza mettere sia l una che l altra sia molto impegnativo pensavo se si poteva unire le due cose farne una sola,magari l,olio per le smagliature aggiungendo che so tintura madre di centella o qualcosa d,altro che sia ugualmente efficace,tu cosa ne pensi si puo fare oppure devono essere usate per forza separate, ti chiedo un altro consiglio,dovendo reperire le materie prime ho visto il sito di dadalindo e i prezzi sono buoni,cosa ne pensi tu hai mai fatto ordini da loro' scusa per il bombardamento di domande e grazie ciao rosaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso che fare 2 prodotti separatamente sia meglio, ma se proprio vuoi farne uno dei pensare al problema principale su cui intervenire. Se il problema sono le smagliature fai un prodotto specifico per quello magari aggiungendo anche qualcosa per la circolazione.
      La centella mi sembra buona.
      Ciao Veggie

      Elimina
  32. ciao veggie ho preparato l oleolito a caldo come dici tu con le erbe,stavo pensando se magari invece di buttarle potevo preparare dei sali coi sali del mar morto rrecuperandole come consigli tu come si fanno quelli alla calendula,che dici vale la pena.possono ancore essere buoni,ciao rosaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi di sì, mi sembra un'ottima idea!
      Ciao Veggie

      Elimina
  33. Ciao Veggie,
    Ho preparato l'olio anti cellulite ma per ora mi manca oe di ginepro, ho cipresso che mi pare di capire possa starci bene e qualche altro olio, posso sostituirlo, o aspetto di comprarlo e lo aggiungo in seguito?
    Grazie
    Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimenticavo, ho problemi di circolazione, gambe gonfie, capillari, magari posso inserire qualcosa che aiuti anche in questo? E poi ho fatto mezzo litro d'olio come da ricetta, ma per praticità lo metterò un po' alla volta in un flacone contagocce da 100 ml, quindi magari gli oe posso metterli direttamente in boccetta, così faccio una cosa provvisoria, e la prossima volta posso aggiungere anche ginepro... Che dici?
      Grazie di nuovo
      Vale

      Elimina
    2. Puoi mettere il cipresso, ma mettine la metà, e l'altra metà metti del limone, anche se l'hai messo invece del pompelmo, aggiungine altre 25 gocce, male non fa.
      Ciao Veggie

      Elimina
  34. Ciao, vorrei chiedere un informazione. Sul sito di Arcadia, e anche di Lola viene spesso specificato che oleolito di edera e centella non ha nessuna proprietà perchè olio non estrae niente.
    Che le proprietà di queste piante vengono estratte nell'alcool.
    tu cosa ne pensi ?

    RispondiElimina
  35. ciao Veggie, vorrei sapere se è possibile fare l'oleolito a freddo anzichè a caldo. Pensavo di lasciarli macerare 30 giorni e poi filtrare. cosa ne dici?
    Grazie mille, Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questro caso consiglio l'oleolito a caldo perché è preparato con olio di vinacciolo che è facilmente deperibile. Ho paura che in 30 giorni sotto al sole si potrebbe rovinare.
      Se vuoi fare questo tentativo prova con olio di girasole che è un pochino più resistente.
      Ciao
      Veggie

      Elimina

LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010