Pubblicato sabato 18 gennaio 2014e aggiornato il

base per crostata vegan con veg-burro

Potrete usare questa ricetta come base per crostate senza uova, senza burro vaccino e senza altri ingredienti di origine animale.
Scriverò genericamente farina, zucchero, acqua, perché sarete liberi di scegliere il mix di farine che vorrete, zucchero bianco o di canna, acqua o latti vegetali a piacere.

BASE PER CROSTATA VEGAN CON VEG-BURRO
Ingredienti:
350 g (circa) di farina
100 g di zucchero
70 g di veg-burro
100-150 ml di acqua oppure latte vegetale (soia, riso, mandorle, avena ecc..)
1 pizzico di bicarbonato di sodio
scorza grattugiata di 1/2 limone
marmellata a piacere o altra copertura
Preparazione:
Lasciare il burro a temperatura ambiente per 30 minuti per farlo ammorbidire un po'.
Mettere la farina, lo zucchero e un pizzico di bicarbonato in una terrina.





















Con un coltello tagliare il burro a fiocchetti e unirlo alle farine.
Aggiungere la scorza di limone grattugiata.
Preparare l'acqua o il latte (meno di un bicchiere), possibilmente freddi.
Con le mani fredde iniziare a mescolare l'impasto aggiungendo via via l'acqua o il latte necessari fino ad ottenere un panetto consistente. La quantità di liquido da aggiungere dipende dal tipo di farine usate, comunque in linea di massima ce ne vorrà da mezzo a 3/4 di bicchiere.
L'impasto della crostata dev'essere sempre freddo, non si deve riscaldare, quindi impastare velocemente cercando di evitare che il calore delle mani faccia liquefare il burro, altrimenti la pasta non verrà friabile come dovrebbe.
Quando il panetto  è pronto coprirlo con della pellicola trasparente e riponetelo in frigorifero per un tempo ideale di 1 ora o comunque non meno di 30 minuti.
Nel frattempo preparare lo stampo.
Ungerlo con un filo d'olio, oppure imburrarlo, poi cospargerlo di pangrattato sottile o con poca farina.
Quando, il panetto di pasta frolla sarà di nuovo ben freddo tirarlo fuori dal frigorifero.
Prima di stenderlo nello stampo accendere il forno e portare la temperatura a 180 °C.
Dividere il panetto in 2 parti così ripartite: 2/3 per la base, 1/3 per bordo e strisce.
Con le mani stendere la base cercando di creare uno strato uniforme, successivamente preparare il bordino da applicare intorno al perimetro. Riempire la crostata con marmellata o crema a piacere e infine rifinire applicando le classiche strisce sullo strato di marmellata.
Cuocere in forno a 180 °C per 35-40 minuti.
Prima di togliere la crostata dal forno attendere il completo raffreddamento.
Infine...... ENJOY LA DELIZIA CHE AVETE CREATO!! ;)
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
BASE PER CROSTATA VEGAN CON VEG-BURRO di veggie822 - LILIANA PAOLETTI è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at http://www.lareginadelsapone.com/2014/01/base-per-crostata-vegan-con-veg-burro.html.

Pubblicato lunedì 13 gennaio 2014e aggiornato il

veg-burro al burro di cacao

Finalmente anche chi non mangia burro vaccino e si rifiuta di consumare la dannosissima margarina potrà ora preparare una serie di piatti finora proibiti, in cui il burro è l'ingrediente determinante per la perfetta riuscita.
Con questo burro si potranno fare crostate, pasta sfoglia, pasta brisée, besciamelle; piatti dolci e salati, il suo comportamento negli impasti è molto simile al burro tradizionale.
L'ingrediente chiave è il burro di cacao alimentare, del quale esiste anche il tipo deodorato. Quest'ultimo però è di difficile reperibilità, quindi la maggior parte di noi dovrà accontentarsi di quello tradizionale anche se conserva un po' l'aroma del cacao. A me sinceramente non dà fastidio e credo che non sia difficile abituarsi al suo sapore insolito ma gradevole.
Questo burro non contiene sostanze di origine animale, non contiene lattosio, non contiene glutine.
Potrà essere consumato da chi segue una dieta vegana e da chi è intollerante al lattosio e/o al glutine.
Naturalmente potrà essere consumato anche da tutti gli altri, tranne da coloro che sono intolleranti al cacao o alla lecitina di soia.

VEG-BURRO AL BURRO DI CACAO
Ingredienti:
(per 200 g di burro)
100 g olio di girasole biologico
75 g burro di cacao alimentare
34 g acqua di rubinetto
6 g lecitina di soia granulare (alimentare)
1/2 cucchiaino gomma xantana (alimentare)
3-4 gocce aceto di mele
1 puntina di curcuma polvere (facoltativo)
Preparazione:
E' necessario usare burro di cacao a temperatura ambiente.
Se lo tenete abitualmente in frigorifero, la sera prima di preparare il burro tiratelo fuori dal frigo, pesatelo e dopo averlo ridotto in piccoli pezzi mettetelo in un pentolino coperto. Lasciatelo a temperatura ambiente fino al giorno dopo.
La stessa sera nel bicchiere del frullatore ad immersione (o in altro contenitore stretto in cui si possa poi immergere il frullatore) pesate l'olio di girasole a cui aggiungerete la lecitina di soia granulare, affinché durante la notte possa sciogliersi a freddo senza prendere l'odore forte, tipico di quando viene riscaldata eccessivamente.
Se non siete consumatori abituali di lecitina di soia, ma dovrete acquistarla per questa preparazione, ricordo che potete conservarla nel congelatore dopo averla versata in un contenitore di vetro o in un barattolo di metallo, in questo modo avrete il tempo di consumarla un po' alla volta come emulsionante alimentare o cosmetico, senza dovervi preoccupare troppo della scadenza.
Coprite il bicchiere con l'olio e la lecitina e lasciateli così a temperatura ambiente fino al giorno dopo.
Il giorno dopo preparate un tegame o un'insalatiera con acqua fredda e cubetti di ghiaccio, io uso i ghiaccioli per le ghiacciaie, se ne avete uno nel congelatore potrete immergerlo nell'acqua invece dei cubetti di ghiaccio.
Frullate l'olio di girasole con la lecitina, in questo modo se dei granelli fossero rimasti insoluti si scioglieranno, aggiungete una puntina di curcuma (al solo scopo di dare al burro il colore di burro) e 3-4 gocce di aceto di mele per spegnere un po' il sapore del burro di cacao, frullate di nuovo.
A parte in una tazzina pesate scrupolosamente l'acqua.
Mettete il pentolino con il burro di cacao sul fuoco, posizionatelo su un angolo del fornello, dovrà sciogliersi a bassa temperatura, quindi tenete il fuoco al minimo e ogni tanto rimuovete il pentolino dal fuoco affinché possa continuare a sciogliersi con il suo stesso calore. NON BRUCIATELO!!
Se non siete sicuri di poter gestire la temperatura scioglietelo a bagnomaria anziché direttamente sul fuoco.
Quando il burro di cacao si sarà sciolto, aspettate qualche secondo poi versatelo nel bicchiere insieme all'olio di girasole e al resto. Mettete il bicchiere nel pentolino con acqua e ghiaccio e frullate qualche secondo  per miscelare i grassi, poi aggiungete l'acqua e frullate. Dovrete ottenere un'emulsione simile ad una maionese anche se di consistenza più liquida.
Mano a mano che si raffredderà prenderà più consistenza e il colore schiarirà.
Quando tutto sarà perfettamente emulsionato e il burro si sarà raffreddato aggiungete mezzo cucchiaino di xantana. Frullate ancora e versate in un contenitore-stampo per la solidificazione.
Portate lo stampo con il burro per un paio d'ore nel congelatore, questo passaggio servirà per sformare il panetto di burro intero.
Come contenitori-stampo potete usare le buste in tetrapack usa e getta che potrete eventualmente rompere nel caso incotraste difficoltà nel tirar fuori il panetto, oppure potete usare stampi in silicone, sono perfetti e il panetto congelato esce con facilità. Non usate vaschette in plastica tipo quelle della ricotta o dello yogurt perché potrebbe risultare impossibile tirar fuori il panetto di burro senza romperlo.
Trascorse 2-3 ore tirate fuori lo stampo dal congelatore e liberate il panetto.
Incartate il panetto in un foglio di carta oleota per alimenti (tipo quella del droghiere) oppure in un foglio di alluminio.
Non usate la pellicola di plastica, non mettete il panetto in vaschette di plastica ermetiche, contiene acqua, potrebbe ammuffire.
Riponete il panetto nel frigorifero, se volete tagliarlo in 2 o 3 pezzi aspettate il giorno dopo quando si sarà scongelato e sarà più morbido. Per tagliarlo usate un coltello con la lama riscaldata così non si romperà.
Il burro si conserverà in frigorifero per circa un mese, se ne fate più di quanto potete consumarne in un mese potete congelarlo dopo averlo suddiviso in piccoli panetti delle dimensioni che più vi fanno comodo.
Nel congelatore si conserverà per un anno.
Uso:
Tutti gli usi del burro comune, in piatti dolci e salati.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
VEG-BURRO AL BURRO DI CACAO di veggie822 - LILIANA PAOLETTI è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at http://www.lareginadelsapone.com/2014/01/veg-burro-al-burro-di-cacao.html.
LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010