Pubblicato lunedì 16 settembre 2013e aggiornato il

preparato in polvere per polpette e burger vegan

Il preparato si ispira ad una nota polvere vegan per burger che si compra nei negozi di alimenti naturali.
Cos'ha di speciale?
Sicuramente la possibilità di tenere in dispensa un piatto proteico, saporito e gustoso, pronto in pochi minuti e che si può cucinare in svariati modi.
Non so quale sia l'ingrediente chiave che consente al preparato in vendita di compattarsi subito e così bene nel momento in cui si aggiunge l'acqua, ma mi sono chiesta se a livello casalingo fosse stato possibile ottenere lo stesso fenomeno, soprattutto senza dover usare le uova come legante.
Ho provato il purè istantaneo per legare i burger e devo dire che è stata una scoperta fantastica!
Acquistate quello biologico in vendita nei negozi specializzati, vi servirà anche per legare gli ingredienti di polpette e burger di altre ricette vegane e risolverà non pochi problemi, perché finalmente i burger non si apriranno più in fase di cottura.
Per una rapida cottura dei burger ho scelto il farro precotto,  anche per questo prodotto, per una maggiore garanzia di qualità, la scelta biologica è da preferire.
La ricetta riportata qui sotto è molto saporita e gustosa, io l'adoro, prima della cottura aggiungo all'impasto anche delle alghe Nori sbriciolate.
Il sapore si avvicina parecchio a quello del preparato che si acquista, naturalmente ognuno ha i propri gusti, pertanto per quanto riguarda le spezie si potrà scegliere di sostituirle a piacere.
Per gli ingredienti base invece, sarà meglio non apportare modifiche e lasciare quelli della ricetta originale perché sono i più digeribili, considerando che una volta che i burger verranno preparati dovranno cuocere solo pochi minuti e non tutti i cereali si prestano a cotture brevi.

PREPARATO IN POLVERE PER POLPETTE E BURGER VEGAN
Ingredienti:
(per circa 600 g di preparato)
170 g farro precotto
150 g fiocchi d'avena
70 g farro in chicchi o in farina
50 g preparato per purè istantaneo
40 g fecola di patate
40 g germe di grano
30 g semi di girasole
20 g semi di lino
5 g lievito di birra in scaglie o in pasticche 
5 g curcuma in polvere
2 cucchiaini di erbe secche (rosmarino-salvia-peperoncino)
2 foglie di alloro
1 cucchiaino timo
1 cucchiaino raso di semi di coriandolo interi o in polvere
1 cucchiaino cipolla secca in fiocchi o in polvere
1 grattugiata di noce moscata
1 cucchiaino sale fino

Preparazione:
In un macinino del caffè macinare per primi i chicchi di farro, i semi di coriandolo, le foglie di alloro e se avete deciso di usare il lievito in pasticche macinate anche quello, versate tutto in un'ampia insalatiera che dovrà poi contenere tutta la polvere.
In un'altra insalatiera miscelate tra loro: il farro precotto, i fiocchi d'avena, il preparato per purè di patate, i semi di girasole, il lievito di birra (se avete quello in scaglie), le erbe secche, il timo, la cipolla e il sale.
Poi un po' alla volta macinate tutto, versando la polvere man mano che sarà pronta, nella prima insatiera, quella che contiene il farro, il coriandolo e gli altri ingredienti che avete macinato per primi.
Quando tutto sarà ridotto in polvere aggiungete una grattugiata di noce moscata, la fecola di patate, il germe di grano e il coriandolo in polvere (se non avete messo prima i semi interi), quest'ultimi ingredienti non dovranno essere macinati.
Con un cucchiaio mescolate tutto delicatamente fino a quando non avrete ottenuto una polvere omogenea, infine aggiungete i semi di lino interi e mescolate ancora per distribuirli uniformemente nel preparato.
Versate la polvere in un ampio barattolo di vetro, chiudete per bene e riponete.
Se lasciate i semi di lino interi potrete conservare il preparato tranquillamente in dispensa, senza la necessità di usare il frigorifero.

Come si cucinano:
Si pesa la quantità di polvere da cucinare, si aggiunge acqua a temperatura ambiente e si mescola un po' con un cucchiaio, poi si lascia riposare per pochi minuti prima di dare la forma di burger o di polpette.
50-70 g di polvere sono quello che a me sembra la quantità ideale di una porzione.
Dovrete aggiungere una quantità di acqua che corrisponde a circa una volta e mezzo il peso della polvere, quindi se ad esempio decidete di cucinare 200 g di preparato, dovrete aggiungere circa 300 g di acqua (per calcolare il peso dell'acqua basterà moltiplicare il peso della polvere per 1,5).
Per burger più compatti usate poca acqua in meno, ma tenete presente che più acqua si mette più il prodotto dopo la cottura risulterà morbido.

Alcuni esempi di preparazione:



Ricavate 3-4 polpette a porzione, schiacciatele un po' nel mentre le ripassate nella farina.
Cuocetele in olio extravergine d'oliva.
Quando saranno dorate da entrambi i lati aggiungete del vino bianco e una foglia di alloro oppure abbondante succo di limone.
Aggiustate di sale e lasciate evaporare a fuoco moderato per un po' il vino o il succo di limone, fino a quando si sarà
formata una deliziosa salsetta.
Servire calde.
polpette tipo scaloppina con vino bianco o limone

polpette impanate nel pangrattato e fritte
polpette in umido con fagioli
burger cotti sulla piastra
polpette infarinate e cotte in padella insieme a poco olio extravergine d'oliva
Buon Appetito!
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
PREPARATO IN POLVERE PER POLPETTE E BURGER VEGAN diveggie822 - LILIANA PAOLETTI è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
Based on a work at http://www.lareginadelsapone.com/2013/09/preparato-in-polvere-per-polpette-e.html.

Il Vegan in Cucina

Il Vegan in Cucina

Oltre 300 ricette senza carne, pesce, uova e latticini

Stefano Momentè


Compralo su il Giardino dei Libri



La Rivoluzione della Forchetta Vegan Gene Stone

La Rivoluzione della Forchetta Vegan

Una dieta di cibi vegetali può salvarti la vita! - Con 125 gustose ricette

Gene Stone


Compralo su il Giardino dei Libri


Pubblicato venerdì 13 settembre 2013e aggiornato il

pane all'uvetta

Il pane per colazione, come si faceva una volta quando non esistevano ancora le tanto discutibili merendine. Ottimo da consumare per colazione in alternativa ai soliti biscotti commerciali, pieni di grassi cattivi.

PANE ALL'UVETTA
Ingredienti:
350 g lievito madre
300 g farina tipo 0
250  g farina di farro
150 g farina di riso
150 g farina di avena
100 g uvetta biologica
30-40 g semi misti macinati (mandorle, girasole, zucca, lino)
50 g zucchero di canna
1 cucchiaino sale fino
Preparazione:
Ho messo questi diversi tipi di farina, ma questo pane si potrà realizzare con il mix di farine che si preferisce.
Rinfrescare il lievito nel pomeriggio come di consueto.
La sera impastare il pane con tutti gli ingredienti ad esclusione dell'uvetta.
Impastare per bene con l'acqua che serve, non fare un impasto troppo duro, se si vuole un pane morbido dovrà contenere una discreta quantitàdi liquido.
Mettere a lievitare in luogo tiepido per tutta la notte.
Io copro il pane con un canovaccio umido e lo ripongo nel forno precedentemente riscaldato per un minuto a 50°C.
Il calore del forno è sufficiente a far lievitare la pasta che tra l'altro nel forno non rischia di prendere correnti d'aria.
Non inserite l'impasto nel forno acceso!!!
La mattina seguente riprendere l'impasto, unire l'uvetta impastando ancora per distribuirla bene, se serve aggiungere poca farina, ma lasciare l'impasto molto morbido, non come un pane normale. Non serve un impasto duro in quanto si verserà in uno stampo.
Oliare uno stampo da plumcake abbastanza lungo, da 30 cm, oppure 2 stampi più piccoli.
Distribuire il pane nello stampo o negli stampi e batterlo un po' per pareggiare il livello.
Metterlo di nuovo nel forno tiepido (ma spento) a lievitare.
Lasciare lievitare nello stampo per 2-3 ore, fino a quando il pane non sarà bello gonfio e avrà quasi raggiunto il bordo dello stampo.
Rimuovere lo stampo dal forno e accenderlo, portarlo alla temperatura di 220 °C. Quando il forno si sarà scaldato infornare il pane, dopo 15 minuti abbassare la temperatura intorno ai 180 °C.
Cuocere in totale per 45-55 minuti (dipende dalle caratteristiche del forno e da quanto il pane sarà lievitato).
A metà cottura si può spennellare la superficie con olio extravergine d'oliva.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
PANE ALL'UVETTA diveggie822 - LILIANA PAOLETTI è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
Based on a work at http://www.lareginadelsapone.com/2013/09/pane-alluvetta.html.

LETTURE CONSIGLIATE

Facciamo il PaneVoto medio su 13 recensioni: Da non perdere
Il Libro della Pasticceria Naturale e MacrobioticaVoto medio su 2 recensioni: Sufficiente

Pubblicato giovedì 5 settembre 2013e aggiornato il

parmigiana di zucchine tonde (senza fritto)

PARMIGIANA DI ZUCCHINE TONDE (SENZA FRITTO)
Ingredienti:
zucchine tonde
sugo di pomodoro preparato in precedenza
mozzarella (posibilmente bio)
parmigiano (possibilmente bio)
farina
sale-olio
origano

Preparazione:
Preparare un sugo di pomodoro con cipolla, carota, sedano, basilico e pomodoro.
Tagliare le zucchine a rondelle spesse 1 centimetro abbondante, metterle qualche ora sottosale come si fa con le melanzane per eliminare parzialmente l'acqua.
Risciacquarle e strizzarle delicatamente per eliminare il sale ed asciugarle un po'.
Passarle velocemente sulla griglia molto calda, senza farle seccare troppo altrimenti diventeranno dure. Dovranno al contrario rimanere molto morbide.
Man mano che sono pronte appoggiarle su un piatto e salarle leggermente.
Quando tutte le zucchine saranno grigliate preparare una teglia di dimensioni adeguate, ungerla leggermente con olio e mettere sul fondo 1-2 cucchiaidi sugo.
Preparare gli altri ingredienti, tagliare la mozzarella a cubetti.
Versare in un piatto un po' di farina.
Infarinare le zucchine prima di metterle a strati nella teglia.Dopo aver unto il fondo della teglia e sul sugo distribuito sul fondo, posare un primo strato di zucchine grigliate e infarinate.
Mettere poco sugo su ogni fetta, cospargere di parmigiano e origano, distribuire qualche cubetto di mozzarella.
Procedere così con gli altri strati, in tutto dovranno essere 3-4 strati.
Sull'ultimo strato abbondare con mozzarella e parmigiano così in cottura si formerà una gradevole crosticina.
Accendere il forno e portare la temperatura a 200 °C.
Infornare per circa 30 minuti.
Attendere almeno 10 minuti prima di consumare.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

LETTURE CONSIGLIATE

La Cucina degli Elfi - LibroVoto medio su 8 recensioni: Buono
Cucchiaio Verde
Autori Vari
Voto medio su 3 recensioni: Buono

Pubblicato martedì 3 settembre 2013e aggiornato il

come applicare oli ristrutturanti-protettivi sui capelli

 Nell'articolo Risciacquo speciale per impacchi oleosi pre-shampoo abbiamo visto come poter rimuovere con facilità un impacco oleoso dai capelli.
In questo articolo invece vedremo come si può applicare un olio senza ingrassare troppo cute e capelli e risparmiando addirittura il prodotto. Il capello infatti, è in grado di assorbire solo una piccola quantità di grassi, indipendentemente da quella che si applica.
Questo semplice sistema di applicazione renderà più agevole anche l'operazione di risciacquo.
 L'applicazione andrà bene per impacchi di oli pre-shampoo a scelta, oppure Vadika, Homocrin, olio di Amla, olio di Macassar ecc.. ma andrà bene anche quando si vorranno applicare gli oli per proteggere i capelli dal sole, dalla salsedine, dal cloro al mare o in piscina usando ad esempio l'olio di cocco o il Macassar.

COME APPLICARE OLI RISTRUTTURANTI-PROTETTIVI SUI CAPELLI
Ingredienti e necessario:
1 flacone spray (tipo quelli del deodorante)
1-2 cucchiaini di olio
1 cucchiaino aceto di mele o succo di mele (filtrato)
acqua (meglio se demineralizzata)
Preparazione:
Riempire a metà di acqua il  flacone spray.
Aggiungere l'olio e l'aceto di mele.
Chiudere ed agitare prima dell'uso.
Uso:
Si applica sui capelli asciutti, l'acqua contenuta nello spray sarà sufficiente ad umidificare il capello.
Agitare il flacone e spruzzare sulla lunghezza dei capelli, in caso di oli rinforzanti spruzzare anche sulla cute.
Avvolgere la testa in un asciugamano tiepido e tenere in posa per qualche ora o per il tempo di cui si dispone prima di fare lo shampoo.
E' possibile risciacquare gli oli prima dello shampoo vero e proprio seguendo il metodo del risciacquo speciale per impacchi oleosi pre-shampoo.
Nel caso di oli protettivi per il nuoto applicare prima di indossare la cuffia.
Nel caso di oli protettivi per il mare applicare in spiaggia e possibilmente coprire i capelli, se serve ripetere l'applicazione durante la giornata.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

LETTURE CONSIGLIATE

Mai più senza Capelli + CD AudioVoto medio su 6 recensioni: Buono
Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli
Aceto di Mele
LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010