Pubblicato venerdì 29 giugno 2012e aggiornato il

ciambellone del 3

Un altro squisito ciambellone lievitato senza l'ausilio del lievito chimico.
Questo dolce non contiene burro, non contiene margarina, né oli.  E' un ciambellone dove il kefir quale ingrediente principale la fa da padrone, sia come agente lievitante, sia come sostituto della parte grassa. La preparazione è un po' impegnativa, ma il risultato vi ripagherà.

CIAMBELLONE DEL 3
Ingredienti:
300 gr. farina tipo 0
300 gr. farina di riso
300 gr. zucchero
300 gr. formaggio di kefir (tutto il formaggio che si ricava usando 1 litro di latte anche se un po' meno di 300 gr. andrà bene)
300 gr. siero di kefir
3 uova
15 gr. bicarbonato di sodio
1 tavoletta da 100 gr. cioccolato fondente
2 cucchiai estratto di vaniglia o altro aroma a piacere
Preparazione:
Mettere temporaneamente la tavoletta di cioccolato nel freezer.
Preparare lo stampo per ciambellone, ungere il fondo e le pareti con un velo di olio d'oliva.
Accendere il forno e regolare la temperatura su 200 °C.
In una ciotola pesare la farina tipo 0 e miscelarla con il bicarbonato di sodio, tenerli da parte.
In un'altra terrina rompere le uova, aggiungere lo zucchero e batterli insieme con una frusta fino ad ottenere un crema liscia.
Aggiungere il siero, la vaniglia e per ultimo il formaggio di kefir.
Girare bene e quando l'impasto sarà di nuovo liscio aggiungere la farina di riso.
Mescolare ancora, poi prendere la tavoletta di cioccolato dal freezer e con un coltello grattarlo e romperlo grossolanamente e velocemente prima che inizi a sciogliersi. Non ridurlo in pezzetti troppo piccoli.
Girare l'impasto con un cucchiaio e per ultimo unire la farina con il bicarbonato messi da parte all'inizio del procedimento. Mescolare per bene cercando di rompere eventuali grumi di farina che potrebbero formarsi a causa del cioccolato.
Cercare di velocizzare la miscelazione perché ora la parte acida (siero di kefir) e la parte basica (bicarbonato) che serviranno come agenti lievitanti, avranno iniziato la reazione, quindi sarà necessario mettere presto il dolce nel forno.
Quando l'impasto sarà omogeneo versarlo nello stampo e metterlo nel forno.
Dopo i primi 20 minuti abbassare la temperatura e portarla a 180 °C, proseguire la cottura per altri 25-30 minuti (in totale 45-50 minuti di cottura).
Rimuovere il ciambellone dal forno ed aspettare che si sia raffreddato quasi completamente prima di toglierlo dallo stampo.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
CIAMBELLONE DEL 3 by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

Pubblicato lunedì 25 giugno 2012e aggiornato il

gel dopobarba aloe vera e hamamelis



Un dopobarba fresco e leggero per chi non tollera l'alcol ma non vuole applicare una crema vera e propria, per pelli delicate e facili agli arrossamenti.


















GEL DOPOBARBA ALOE VERA E HAMAMELIS
(per 100 ml di gel)
Ingredienti:
50 ml acqua di Hamamelis
40 ml succo di aloe vera
2 cucchiaini aceto di mele
2 cucchiaini olio di Argan o di mandorle dolci
1 gr. gomma xantana
2,5 gr. di soluzione conservante di sodio benzoato e potassio sorbato oppure
20 gocce di Cosgard come conservante
oli essenziali
6 gocce olio ess. menta
4 gocce olio ess. limone
4 gocce olio ess. lavanda
4 gocce olio ess. rosmarino
2 gocce olio ess. tea tree
oppure:
8 gocce olio ess. limone
6 gocce olio ess. bergamotto
4 gocce olio ess. rosmarino
2 gocce olio ess. tea tree
Preparazione:
Misurare tutti gli ingredienti e versarli in un pentolino piccolo oppure nel bicchiere del frullatore ad immersione, lasciando la gomma xantana per ultima.
Girare con un cucchiaio gli ingredienti, poi aggiungere la gomma xantana pesata scrupolosamente.
Con un frullatore ad immersione (tipo Minipimer) frullare il tutto a freddo fino a quando gli ingredienti non si saranno ben amalgamati tra loro e la gelatina avrà preso la giusta consistenza (ci vorranno 1 o 2 minuti).
Versare la gelatina in un flacone o in un tubo.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
GEL DOPOBARBA ALOE VERA E HAMAMELIS by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

Pubblicato martedì 19 giugno 2012e aggiornato il

ciambellone marmorizzato - senza lievito chimico, senza burro, con poco zucchero


Dedicato a chi come me apprezza dolci semplici, dal sapore delicato e poco dolce.
Un ciambellone quasi light, adatto per la colazione invece dei soliti biscotti o merendine ricchi di grassi idrogenati e di zuccheri.

CIAMBELLONE MARMORIZZATO
senza lievito chimico, senza burro, con poco zucchero
Ingredienti:
400 gr. farina tipo 0
200 gr. zucchero
2 uova
200 ml di siero di kefir oppure:
200 ml latte (di mucca o di soia o semplicemente acqua) + 15 gr. cremor tartaro
10 gr. bicarbonato di sodio
100 ml olio extravergine d'oliva (mezzo bicchiere circa)
20 gr. cacao amaro
2 cucchiai estratto di vaniglia o altro liquore
granella di zucchero a piacere
Preparazione:
Pesare farina e bicarbonato, miscelarli tra loro e tenerli da parte.
Ungere con olio d'oliva uno stampo per ciambellone. Accendere il forno e portare la temperatura intorno ai 200 °C.
Mentre il forno si scalda rompere le uova in una ciotola per dolci, aggiungere lo zucchero e battere uova e zucchero fino a quando non si otterrà un impasto liscio e spumoso. Aggiungere il liquore e l'olio e miscelare ancora un po' con una frusta.
A questo punto bisognerà aggiungere l'agente lievitante. In questo dolce non metteremo lievito chimico, ma sfrutteremo l'anidride carbonica che si sviluppa dalla reazione chimica quando si uniscono una sostanza basica con una acida. L'anidride carbonica da sola farà gonfiare e lievitare il dolce evitandoci di mangiare lievito chimico. Come sostanza a pH basico useremo il bicarbonato, mentre per la parte acida potremo scegliere tra il siero del kefir (che potrete raccogliere quando fate il formaggio cremoso di kefir o che avrete messo da parte un po' alla volta dalla produzione del kefir) o il cremor tartaro (bitartrato di potassio), un agente lievitante naturale derivato dalla fermentazione del vino.
Battere ancora un po' il composto poi aggiungere poco alla volta la farina. Girare passando dalla frusta ad un cucchiaio.
Cliccare sulla freccia per seguire la sequenza fotografica
Quando il composto sarà omogeneo dividerlo in 2 parti, versarne 400 gr. un'altra ciotola. Aggiungere il cacao nell'impasto appena versato e mescolare con cura per sciogliere bene i grumi.
Versare i due impasti nello stampo a cucchiaiate, alternando un cucchiaio di impasto chiaro a uno di impasto al cacao, come mostrato nella sequenza fotografica.
Terminare cospargendo la superficie con granella di zucchero.
Mettere in forno e cuocere per 35-40 minuti abbassando la temperatura a 180°C dopo i primi 15 minuti di cottura.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
CIAMBELLONE MARMORIZZATO - senza lievito chimico, senza burro, con poco zucchero by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

Pubblicato giovedì 14 giugno 2012e aggiornato il

1000 usi del bicarbonato di sodio

Sul bicarbonato si legge tanto e ovunque .... e forse questo articolo diventerà uno tra i tanti, ma un sito come La Regina del Sapone che raccoglie informazioni su prodotti naturali per la persona, per la casa, per il bucato, non sarebbe completo se nella sua raccolta di articoli non ne includesse anche uno riguardante una sostanza tanto versatile e preziosa come il bicarbonato.
Perciò eccomi qui a ripetere modi d'uso più o meno conosciuti, sperando che tra i tanti ce ne sia qualcuno per voi nuovo.

Bicarbonato per l'igiene personale
Aiuta ad eliminare le impurtità della pelle e facilita la traspirazione.
Per il bagno:
100 gr. di bicarbonato ogni 10 litri di acqua per un adulto, 1 cucchiaio ogni 10 litri di acqua per il bagnetto dei bambini
Come pediluvio:
2 cucchiai di bicarbonato ogni litro di acqua calda nel catino.
Per combattere l'alito cattivo e le piccole irritazioni del cavo orale:
Sciacquare la bocca con mezzo cucchiaino di bicarbonato disciolto in un bicchiere d'acqua.
Per pulire dentiere e apparecchi per i denti:
Immergere la dentiera o l'apparecchio in una soluzione di acqua e 1 o 2 cucchiaini di bicarbonato. Lasciare a bagno una notte e terminare la pulizia strofinando con uno spazzolino da denti per rimuovere con cura eventuali residui di cibo. Sciacquare.
Per combattere l'odore di sudore e detergere delicatamente la pelle:
Mettere 2 cucchiai di bicarbonato nell'acqua del lavabo e detergere le ascelle, poi risciacquare.

Bicarbonato per la casa
Per il frigorifero:
Per la pulizia usare 1 cucchiaio di bicarbonato in un litro di acqua.
Per assorbire gli odori mettere del bicarbonato in una vaschetta di plastica e lasciarla nel frigorifero senza coprirla, il bicarbonato assorbirà gli odori lasciando un odore di fresco. Per profumare il frigorifero è possibile aggiungere al bicarbonato 2 o 3 gocce di olio essenziale di limone.
Per eliminare cattivi odori da pattumiera e scarpiera:
Qualche cucchiaio di bicarbonato sul fondo del secchio o in una ciotola da sostituire ogni 2 mesi.
Per pulire tappeti e moquette:
Per pulire e ravvivare i colori cospargere abbondantemente le superfici con bicarbonato e lasciare agire per almeno 12 ore. Passare l'aspirapolvere o il battitappeto.
Per pulire lavello, pentole e taglieri:
Strofinare con bicarbonato e sciacquare bene. Non usare su pentole in alluminio.
Per rendere splendenti i bicchieri:
Lavare con una spugna imbevuta di acqua e bicarbonato.
Per rimuovere le macchie di teina dalle teiere:
Strofinare le superfici con una spugna inumidita e del bicarbonato asciutto
Per pulire l'argento:
L'argento risulterà davvero lucente strofinandolo con una pezzuola umida cosparsa di bicarbonato e poi risciacquato.
Per migliorare l'azione del detersivo in lavatrice ed eliminare l'odore sgradevole dalla biancheria:
Un cucchiaio di bicarbonato da versare direttamente nel cestello della lavatrice insieme ila bucato.
Per pulire i sanitari del bagno senza graffiare:
Versare un po' di bicarbonato su una spugna umida e strofinare. Sciacquare.
Per allontanare scarafaggi e formiche:
Cospargere fessure e i punti d'ingresso delle bestiole con bicarbonato in cui sono state disciolte poche gocce di olio essenziale di menta, eucalipto o salvia.

Tanti altri usi del bicarbonato per pulizie e/o detersivi per la casa li troverete leggendo i tanti articoli del blog.

Bicarbonato in cucina
Per pulire frutta e verdura:
1 cucchiaio di bicarbonato disciolto in un litro di acqua servirà come antiparassitario e per eliminare le impurità da frutta e verdura.
Immergere i vegetali per qualche minuto in questa soluzione, poi risciacquare con abbondante acqua.
Per la carne:
Un cucchiaino di bicarbonato ogni litro di acqua aiuta a rendere il bollito più tenero.
Per i legumi secchi:
Un cucchiaino di bicarbonato per ogni litro di acqua in cui tenere i legumi a bagno, ammorbidisce i legumi secchi e rende più rapida la cottura. Tenere i legumi immersi nella soluzione per almeno 12 ore. Risciacquare prima della cottura.
Per legumi freschi e verdure:
Un pizzico di bicarbonato in cottura aiuta a mantenere il colore verde naturale delle verdure.
Per la salsa di pomodoro:
Se la salsa di pomodoro ha un sapore troppo acido si può aggiungere un pizzico di bicarbonato durante la cottura. Servirà a neutralizzare l'acidità in eccesso.
Per rendere la pastella più soffice e lievitata:
Aggiungere una puntina di bicarbonato nella pastella per le frittelle dolci o salate, poi impastellare verdure o frutta e friggere.
Nei dolci:
Un cucchiaino di bicarbonato ogni 500 g. di farina aiuta la lievitazione e rende torte e dolci più soffici.
In quantità diverse, che troverete nelle varie ricette del sito e combinato con sostanze acide come cremortartaro o siero di kefir sostituisce efficacemente il lievito chimico.
Come digestivo anti-acido:
Sciogliere mezzo cucchiaino di bicarbonato in mezzo bicchiere d'acqua, poi bere in caso di digestione difficile. Non abusare.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
1000 USI DEL BICARBONATO DI SODIO by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.

Pubblicato lunedì 4 giugno 2012e aggiornato il

gel gambe - defaticante e rinfrescante

Che brutta sensazione quella che si prova in particolare in estate, quando fa caldo dopo una giornata di lavoro...
Gambe gonfie e dolenti, caviglie che sembrano zampogne, vene dietro il ginocchio che "tirano".
Non capita solo dopo essere stati a lungo in piedi, ma anche quando si sta parecchio seduti (magari davanti al pc) per lavoro o per hobby, il caldo estivo gioca un ruolo importante sui problemi di circolazione..
Il gel di questa ricetta rinfresca e migliora la circolazione.
Per trarne il massimo del beneficio con l'applicazione è necessario tenere le gambe sollevate per un po' affinché possano sgonfiarsi.
Preparare una sedia, distendersi a terra e poggiare le gambe piegate sulla seduta della sedia.
Si può rimanere così per una decina di minuti o anche più, magari mentre ci si rilassa si può leggere qualcosa.
In questa posizione i liquidi stagnati sulle caviglie saranno costretti a risalire e a tornare in circolo facendo provare finalmente sollievo.

GEL GAMBE - DEFATICANTE E RINFRESCANTE
(per 100 ml di gel)
Ingredienti:
90 ml succo di aloe vera
2 cucchiaini aceto di mele
1 cucchiaino olio di Argan
10 gocce olio ess. cipresso
10 gocce olio ess. limone
10 gocce olio ess. geranio
10 gocce olio ess. menta
1 gr. gomma xantana
2,5 ml di soluzione conservante di sodio benzoato e potassio sorbato oppure 20 gocce Cosgard come conservante
Preparazione:
Misurare tutti gli ingredienti e versarli in un pentolino stretto oppure nel bicchiere stretto e alto del frullatore ad immersione, lasciando la gomma xantana per ultima.
Girare con un cucchiaio gli ingredienti, poi aggiungere la gomma xantana pesata scrupolosamente.
Con un frullatore ad immersione (tipo Minipimer) frullare il tutto a freddo fino a quando gli ingredienti non si saranno ben amalgamati e la gelatina avrà preso la giusta consistenza.
Versare la gelatina in un vasetto o in tubo.
Veggie
Quest'opera (testi e foto) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. I termini della licenza sono disponibili in versione integrale nel Codice Legale dove vengono spiegati in dettaglio i diritti ad essa attribuiti. Sono altresì disponibili sulle pagine internet sottostanti cliccando sui link e sul logo di Creative Commons. Chiunque utilizzi quest'opera come diversamente espresso dall'autore commette una violazione sui diritti d'autore.
Licenza Creative Commons
GEL GAMBE - DEFATICANTE E RINFRESCANTE by veggie822 - LILIANA PAOLETTI is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.lareginadelsapone.com.
LA MIA E-MAIL veggie822@yahoo.it

Sostienici con una piccola donazione, grazie!PER DONAZIONI
Versare l'importo desiderato sulla carta Postepay intestata a : PAOLETTI LILIANA
CARTA POSTEPAY N° 4023 6006 2473 4010